Cerca

Under 15 A-B

Monza-Genoa: poche occasioni in un match che finisce senza reti, a vincere sono le difese

Un Cogliati sontuoso respinge tutti i tentativi del Grifone, i ragazzi di Lasalandra pareggiano dopo tre vittorie consecutive

Monza-Genoa Under 15 A-B

Le squadre schierate in campo a Monzello (immagine da diretta streaming canale YouTube Coach6100)

Finisce senza reti la sfida tra Monza e Genoa: un pareggio giusto in una partita con poche occasioni, nella quale a vincere sono stati i rispettivi reparti difensivi. Difficile dire se, per i ragazzi di Vito Lasalandra, il bicchiere sia mezzo pieno o mezzo vuoto: se da una parte infatti c'è il rammarico per quell'occasione capitata sui piedi di Sorrentino dopo appena tre minuti che avrebbe potuto cambiare il corso della gara, dall'altra c'è la consapevolezza che senza i miracolosi interventi di Cogliati e Bellia probabilmente il Grifone sarebbe tornato a Genova con i tre punti in tasca. Alla fine può andare bene così: il Monza allunga la propria striscia positiva (tre vittorie e due pari nelle ultime cinque gare, in pratica dopo il ko all'esordio con la Juve non ha più perso) e chiude con la porta imbattuta per la quarta volta in sei gare. Un dato mostruoso, che conferma la bontà di una retroguardia davvero difficile da scalfire per chiunque.

La partita. Lasalandra parte con il 4-3-1-2: davanti a Vailati la linea a quattro con Colombo e Castelli sugli esterni e Cogliati e Mele centrali, centrocampo a tre con Monguzzi e Rossini ai lati di Piloni e tridente con Principe, Sorrentino e Zissis Bernacchi. Dall'altra parte il Genoa punta sul centrocampo a rombo con Odero a far da trequartista di raccordo dietro alla coppia Nuredini-Miragliotta. Il Monza parte bene e dopo 180 secondi avrebbe l'occasione per passare in vantaggio: Principe (convocato in Nazionale come Rossini) illumina per Sorrentino che si invola verso Magalotta ma, una volta davanti al portere rossoblù, strozza troppo la conclusione agevolando l'intervento del portiere. Non è la prima di tante occasioni, anche perché il Genoa non è una squadra di sprovveduti e ci mette poco tempo per prendere le misure ai padroni di casa: Tarantino fa girare bene il gioco, Odero aiuta a centrocampo e davanti le due punte svariano costringendo gli esterni bassi biancorossi a daregli sempre un'occhiata. E la seconda palla gol del match è proprio dei rossoblù con una punizione mancina di Tarantino che passa sopra la barriera pizzicando il palo esterno. La gara vive in un totale equilibrio che non viene scalfito nemmeno al 25', quando Cogliati sfrutta un errore in disimpegno di Magalotti e Miragliotta calciando da lontano: palla deviata in angolo e si va all'intervallo sullo 0-0.

Bunker biancorosso. Lasalandra toglie Colombo e Zissis Bernacchi e inserisce Bellia e Zermo: cambiano gli interpreti ma non il sistema di gioco. Brunello, lato Genoa, si gioca la carta Dasso per Pozzolini. Anche nella ripresa nessuna delle due squadre prevale sull'altra, anche se è il Genoa ad avere le chance migliori per sbloccarla. Innanzitutto al 6', quando Cogliati con un grande intervento in scivolata disinnesca Dasso che stava per concludere a botta sicura, poi al 28' quando Calderone in proiezione offensiva si invola verso Vailati ma viene fermato da un capolavoro difensivo in tackle di Bellia, che salva un gol praticamente fatto intervendo sul terzino rossoblù rischiando tanto ma senza commettere fallo. È l'ultimo lampo di una partita ben giocata da entrambe, e alla fine lo 0-0 è il risultato più giusto.

IL TABELLINO

MONZA-GENOA 0-0
MONZA (4-3-3):
Vailati 6.5, Colombo 6 (1' st Bellia 7), Castelli 6.5, Monguzzi 6, Cogliati 7.5, Mele 6.5, Rossini 6.5, Piloni 6, Sorrentino 6 (14' st Bonaiuto 6), Principe 6.5, Zissis Bernacchi 6 (1' st Zermo 6.5). A disp. Gerosa, Bigoni, Cardellini, Sirtori, Mout, Santoro. All. Lasalandra 6.5.
GENOA (4-3-1-2): Magalotti 6.5, Marconi 6, Calderone 6 (32' st Berta sv), Colonnese 6.5, Tarantino 7, Marotta 6.5, Odero 6, Piazza 6.5, Nuredini 6.5, Pozzolini 6 (1' st Dasso 6), Miragliotta 6 (21' st Maresca 6). A disp. Massellucci, Manaj, Renon, Pagliari, Piacenza, Spicuglia. All. Brunello 6.5.
ARBITRO: Sciolti di Bergamo 6.5.
ASSISTENTI: Gualandris di Bergamo e Natali di Bergamo.
AMMONITI: Odero (G), Colonnese (G), Rossini (M).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400