Cerca

Under 15 A-B

3 minuti di blackout e addio Scudetto: il Monza si arrende a un passo dalla semifinale

I biancorossi giocano bene, a tratti dominano ma dicono addio al sogno

3 minuti di blackout e addio Scudetto: il Monza si arrende a un passo dalla semifinale

Principe e Monguzzi, classe 2007 del Monza

3 minuti di blackout mettono fine alla favola Monza. Si interrompe sul più bello e nel modo più atroce lo straordinario percorso dei biancorossi, costretti ad arrendersi al cospetto di un Bologna più cinico (vittorioso 2-0) e capace di regalarsi la semifinale Scudetto - i rossoblù sfideranno una tra Fiorentina e Torino - dopo il 2-2 della gara d'andata. A Monzello succede tutto tra il 4' e il 7' della ripresa quando, dopo un primo tempo in totale controllo, i ragazzi di Lasalandra si ritrovano sotto di 2 gol: le firme di Mazzetti prima e Di Costanzo prendono le sembianze di due pugnalate nel cuore, quest'ultimo capace comunque di battere ininterrottamente fino all'ultimo minuto, vista una reazione generosa e potenzialmente anche incisiva, se non fosse per il miracolo di Pessina su Rossini e il salvataggio sulla linea di Castaldo su Mout. 

FAVOLOSO

L'approccio del Monza è semplicemente favoloso. Il pareggio di Bologna di domenica scorsa (2-2) permette ai brianzoli, nell'arco dei 90 minuti (70 regolamentari e 20 supplementari), di giocare con due risultati su tre: in caso di pareggio al 70' si andrà ai supplementari e, in caso di ulteriore parità, passerebbero i biancorossi in virtù di un miglior piazzamento in campionato. L'undici di Lasalandra non sembra minimamente pensare a tale eventualità, visto che l'atteggiamento dei primi 15 minuti racconta tutt'altro. Quella che scende in campo a Monzello è una squadra capace di dominare il Bologna, sfruttando al meglio il "4-3 fantasia" che tanto bene ha fatto in Emilia: il tris di mediani Buonaiuto-Monguzzi-Rossini - quest'ultimo rientrato dal primo minuto - garantisce sia buona copertura alla linea difensiva che un buon apporto ai tre tenori offensivi, con Principe (partito largo a destra) e Mout (partito largo a sinistra) ad alternarsi nel ruolo di fantasista alle spalle di Bracesco. Le migliori occasioni del primo tempo sono però del Bologna, che si affaccia dalle parti di Vailati solamente per 5 minuti ma quanto basta per spaventare i padroni di casa. Succede tutto tra il 16' e il 19': prima Mazzetti salta Cardellini ma conclude alto, poi Castaldo non trova la porta dopo l'assist di Tonio, infine lo stesso Castaldo calcia debolmente da ottima posizione.

3 MINUTI

Tanto bello quanto poco concreto, il Monza - tolta qualche situazione interessante, vedi il pallone messo in mezzo da Principe per Rossini (28') - fatica a concretizzare l'enorme mole di gioco creata. A mettere ulteriormente i bastoni tra le ruote ci pensa poi l'infortunio dello stesso Principe, uscito per infortunio nel finale di primo tempo: Lasalandra inserisce Colombo, sposta Castelli a sinistra e alza Attinasi in mediana e Rossini nei tre davanti. Nulla in confronto a quanto accaduto in avvio di ripresa, visto che il Monza si è ritrovato sotto di 2 lunghezze nel giro di 3 minuti: il sigillo di Mazzetti l'ha sbloccata dopo un'azione rocambolesca (4'), quello di Di Costanzo - uno splendido calcio di punizione dal limite - ha virtualmente chiuso il discorso qualificazione (7'). Nel mezzo un'occasione grossa come una casa capitata a Rossini, pescato con un traversone di Castelli ma costretto ad arrendersi di fronte a un super Pessina che devia quanto basta (5'). Oltre al risultato già di per sé proibitivo, è anche la sorte a mettersi tra il Monza e la semifinale: la tripla occasione avuta al 14' lo conferma. Tutto parte dal destro da fuori di Castelli: Pessina para ma favorisce Rossini, che alza la testa e offre a Carta la chance di accorciare le distanze. La difesa rossoblù riesce a salvarsi in calcio d'angolo, dal quale poi nasce la terza occasione: Mout calcia a botta sicura, batte Pessina ma si ritrova di fronte un Castoldi strepitoso capace di salvare tutto sulla linea. Finisce dunque il sogno del Monza, mentre entra ancora più nel vivo quello del Bologna. 

IL TABELLINO

MONZA-BOLOGNA 0-2
RETI: 4' st Mazzetti (B), 7' st Di Costanzo (B).
MONZA (4-3-3): Vailati 6, Castelli 6.5 (23' st Bellia sv), Attinasi 7, Monguzzi 6.5 (23' st Santoro sv), Cardellini 6, Cogliati 6, Rossini 7, Buonaiuto 7.5, Bracesco 6.5 (9' st Carta 6), Principe 6 (31' Colombo 6.5), Mout 7. A disp. Gerosa, Piloni, Mele, Sirtori, Ballabio N.. All. Lasalandra 6.5.
BOLOGNA (4-3-1-2): Pessina 7.5, Muzzarelli 6 (20' st Negri 6.5), El Archi 6.5, Boni 7, De Luca 7, Gori 6.5, Mazzetti 8 (20' st Vassallo 6), Minelli 7, Castaldo 7.5, Toni 6.5 (15' st Gambini 7), Di Costanzo 8. A disp. Celenza, Carrieri, Bettarini, Stendardi, Mioli. All. Solivellas 7.5.
ARBITRO: Bortolussi di Nichelino 7.
ASSISTENTI: Cucinotta e Riganò.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400