Cerca

Under 15 A-B

Il cambio di ruolo che cambia la vita: diventa difensore e si lega al Brescia per quattro anni

Ludovico Baruzzi Ungari, ex FeralpiSalò e Mario Rigamonti, sarà una colonna portante della prossima Under 15

Ludovico Baruzzi Ungari

Ludovico Baruzzi Ungari e il Brescia, l'amore messo nero su bianco per i prossimi quattro anni

Al suo primo anno al Brescia ha già convinto tutti. Allenatore, dirigenti, tutti quanti. Tant'è che si è legato al club di Massimo Cellino per i prossimi quattro anni (più uno). Ludovico Baruzzi Ungari, difensore centrale classe 2008, sarà una delle pedine fondamentali della rosa della prossima formazione Under 15 delle rondinelle: nero su bianco dal 7 luglio, il giorno in cui l'ex Mario Rigamonti e FeralpiSalò ha legato il suo futuro a quello della squadra più importante del territorio.

Ludovico Baruzzi Ungari all'inizio della sua ancora verde carriera: i primi passi all'oratorio con la fascia da capitano, poi il passaggio alla FeralpiSalò

183 CENTIMETRI DI SICUREZZA

Ludovico sarà agli ordini di Andrea Gardoni, allenatore promosso dall'Under 13, e ambisce a confermarsi come colonna difensiva della squadra, come del resto è stato nell'ultima stagione sotto i dettami di Marco Franchi. Piede destro, già un'ottima statura con i suoi 183 centimetri (per 61 kg), ci ha messo pochissimo ad entrare nei meccanismi di squadra dei 2008, lui che era un nuovo acquisto essendo arrivato dalla Mario Rigamonti. La scuola del vivaio del club di Giorgio Gaggiotti si conferma ancora una volta molto produttiva, con il settore giovanile granata che aveva accolto Baruzzi Ungari dopo l'esperienza alla FeralpiSalò che a sua volta lo aveva pescato all'età di 7 anni dall'Oratorio Santa Maria della Vittoria, a Brescia città. Graziano Duina il suo primo allenatore, poi l'esperienza nel club salodiano grazie all'occhio di Paolo Migliorati, che una volta passato al Brescia lo ha voluto portare con sé appena ne ha avuto la possibilità. Un altro minimo comun denominatore nella ancora giovane carriera di Ludovico è Angelo De Cillis, tecnico che lo ha allenato sia alla Feralpi sia alla Rigamonti (dove giocava con i 2007).

IL CAMBIO RUOLO CHE CAMBIA… LA VITA

Difensore centrale di piede destro, il prossimo 27 aprile compirà 15 anni. Oggi gioca al centro della retroguardia, ma il suo passato è da centrocampista: fino all'ultima stagione infatti Baruzzi Ungari si muoveva nelle zone centrali del campo, poi all'inizio di quest'anno il cambiamento che gli ha permesso di ritagliarsi uno spazio importante in squadra. Merito dell'allenatore, dello stesso Migliorati e merito del ragazzo, capace di mettersi a totale disposizione senza problemi e abile nell'imparare il "mestiere" in pochissimo tempo. Vuoi per le doti fisiche - la statura aiuta - vuoi per quelle tecnico-tattiche, Baruzzi Ungari una volta entrato in squadra non è di fatto più uscito. Dopo le vacanze comincerà la preparazione per la sua prima vera stagione in agonistica, e nel frattempo inizierà il Liceo Scientifico al quale si è iscritto. Le sue doti migliori sono lo stacco aereo e l'esplosività oltre a un'ottima visione di gioco, caratteristica ereditata evidentemente dal suo vecchio ruolo. Margini di miglioramento? Tanti: soprattutto nella velocità della giocata, ancora da perfezionare. Ludovico lo sa e da perfetto giocatore maniacale (come il suo idolo, Giorgio Chiellini, da buon juventino quale è) lavora sui suoi difetti per migliorare giorno dopo giorno. Il lato caratteriale, del resto, lo aiuta: ha senso di responsabilità ma è anche molto sereno, non sente la pressione. Un'arma in più da giocarsi per provare a diventare calciatore. La strada è quella giusta.

«A Ludo con simpatia!» L'autografo con dedica di Andrea Cistana, difensore della prima squadra del Brescia, come una sorta di "investitura"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400