Cerca

Calcense Under 15: il senso di una buona prestazione in gara spiegato dal tecnico Aldo Riga

Calcense Under 15
Nella prima di campionato, la Calcense Under 15, una squadra formata per metà anche da ragazzi nati nel 2007 e allenata dal tecnico Aldo Riga, ha esordito subendo una sconfitta casalinga perdendo per 6-0 contro la Colognese, un'avversaria abbastanza forte. Tra i giallogranata un'assenza molto pesante: il centrocampista dai buoni inserimenti Riccardo Ghilardi. Nel corso del primo tempo si infortunato Marco Bertocchi, un'altra pedina fondamentale a centrocampo, dotata anche di una buona visione di gioco. L'allenatore racconta, motivando l'inizio critico di questa stagione attualmente sospesa: « In generale la nostra prestazione è stata sottotono, e i ragazzi temevano spesso le frequenti pressioni avversarie. I miei giocatori, in seguito ad aver subito due reti in pochi minuti, si sono demoralizzati e non sono più stati in grado di reagire. Durante la gara avevamo molte difficoltà nell'impostare le azioni conclusive. In merito all'esito, nonostante abbiano inciso anche le assenze a centrocampo, avremmo dovuto condurre un gioco decisamente migliore. Avrei voluto vedere come avrebbero giocato nei match successivi questi volenterosi ragazzi, che si impegnano molto anche durante gli allenamenti». In generale la formazione di Riga è dotata di validi reparti e ha un buon giro-palla, come ha dimostrato la vittoria in amichevole pre-stagionale contro il Pompiano. Osserva il tecnico: « Gran vittoria in cui abbiamo giocato bene. La buona prestazione conduce spesso a dei risultati soddisfacenti». Il capitano della Calcense è il difensore Alex Gritti, che in gara aiuta sempre i compagni di squadra supportandoli anche moralmente. Il vice è il bravo attaccante Michael Mazzetti. Tra i pali dei giallogranata il temerario Daniele Baglioni, preparato in allenamento da Claudio Pelati. Riga parla della sua esperienza sulla panchina: « Alleno da otto anni. Questa è la terza stagione consecutiva che seguo questi ragazzi della Calcense, sin da quando erano Esordienti, e rammento con molto piacere il bel match che mi fece emozionare, in cui per merito di una prestazione memorabile vincemmo contro il Faro Olivana. In passato ho giocato a calcio da centrocampista in Sicilia nella Prima Squadra dell'Inter Club e nel Mongibello, all'epoca militanti in Seconda Categoria. Attualmente collaboro anche con il tecnico Giampietro Libretti della Prima Squadra della Calcense, in Terza Categoria. Sono in pensione, dopo aver lavorato in Finanza». A centrocampo anche il tenace Davide Amorese, dalla buona corsa e adattabile anche da esterno. In attacco la punta centrale Michael Mazzetti, l'esterno fisicamente prestante e rapidissimo Riccardo Pedrini, dal buon tiro, che fa anche salire il vertice della squadra, e il promettente classe 2007 Pietro Muschio. L'allenatore spiega: « Adotto il 4-3-3 perché si adatta maggiormente alle caratteristiche dei ragazzi, i quali dovrebbero migliorare il gioco di squadra e supportarsi più spesso fra loro, trovando più soluzioni in fasi di possesso palla e conclusive. Privilegio il gioco a palla bassa, e il nostro reparto difensivo dovrebbe capire i meccanismi del gioco a zona, perché ci consente di coprire meglio il campo. Pur essendo simpatizzante juventino, stimo il tecnico dell'Inter Antonio Conte, perché è un gran motivatore dei suoi giocatori, e si dimostra sempre un vero pilota della sua squadra». Riga è supportato nell'organizzazione degli allenamenti da Altin Idrizi, un terzino dell'Under 19 della Calcense, che fa da vice-allenatore e anche da dirigente accompagnatore, curando l'aspetto amministrativo delle distinte e dei tesserini e facendo anche rispettare le regole previste dai protocolli. Il responsabile del settore giovanile Ercole Russo, fa anche da direttore tecnico: organizza le partite amichevoli, e visiona tutti gli allenatori di ogni categoria, e anche l'aspetto tecnico dei giocatori. Il fisioterapista in rosa Andrea Manzoli, lo stesso della Prima Squadra, visita gli eventuali infortunati. Il presidente della società Nazzareno Sabini è sempre presente alle gare. Riga conclude: « Prima della partita chiedo sempre ai ragazzi di giocare bene con tranquillità e concentrazione, effettuando un buon giropalla, e anche dei pressing allo scopo di placare gli avversari. Un allenatore è anche un buon educatore, e pretendo sempre il rispetto degli avversari e degli arbitri. Condivido la sospensione dei campionati allo scopo di arginare i contagi, ma penso che questo provvedimento potrebbe compromettere il progresso tecnico dei ragazzi. Gli allenamenti individuali con il pallone a dovute distanze sono molti utili per affinare la tecnica del singolo, ma manca assolutamente l'aspetto collettivo di questo diffusissimo sport, e la preparazione delle marcature a zona. In caso di ripresa della stagione, tra i miei obiettivi, anche quello di giocare un buon campionato terminandolo in alta classifica, e il miglioramento dei ragazzi dal punto di vista calcistico, educativo e umano».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400