Cerca

L'intervista

Villa Valle, Paolo Rossoni all'esordio assoluto da primo allenatore nell'agonistica: «Un'emozione unica e indescrivibile»

Il giovane tecnico vanta un'esperienza da vice nei Giovanissimi della Virtus Ciserano Bergamo, dopodiché varie esperienze nella pre-agonistica

Paolo Rossoni, Villa Valle

Paolo Rossoni esordirà come primo allenatore nella categoria Giovanissimi Élite nella prossima stagione

Nella vita di ciascuno di noi, prima o dopo, arriva il momento di mettersi in gioco. Affrontare una grande sfida e avere gran parte, se non tutte, le responsabilità dalla tua parte non è facile anche se in passato, da allievo, puoi avere avuto un maestro di tutto rispetto come Diego Guizzetti. L’avventura di Paolo Rossoni come primo allenatore sta per cominciare e dopo esperienze di apprendistato e delle parentesi nella scuola calcio tra Pulcini ed Esordienti, finalmente arriva la grande occasione. Nella stagione che avrà il suo avvio i primi di ottobre il tecnico del Villa Valle farà il suo esordio nell’agonistica alla guida di una panchina piuttosto prestigiosa, quella dell’Under 15 Élite con i ragazzi classe 2007. «È emozionante, sto approcciando a questa nuova esperienza con grande entusiasmo. La categoria - prosegue il tecnico - che mi è stata assegnata è perfetta e speravo fosse proprio questa perché è la stessa con cui ho lavorato da allenatore in seconda alla Virtus Ciserano Bergamo. Lì ho allenato per cinque anni con Guizzetti e ritornare a collaborare con ragazzi di quell’età non sarà assolutamente un problema».

L'ambiente giallorosso. Al suo terzo anno tra le fila giallorosse, Paolo Rossoni sta trovando nel Villa Valle un ambiente perfetto dove poter acquisire ulteriori conoscenze e competenze nel suo ruolo da allenatore. La società di Villa D’Almè sta diventando quasi una seconda casa per il tecnico e, attraverso i rapporti quotidiani con colleghi e dirigenti, riesce ad esprimersi al meglio e dispensare i migliori consigli e istruzioni per i giovani calciatori. «Con la società c’è uno splendido rapporto – afferma Rossoni –. Tutti sono abituati a vivere il campo giornalmente, dal presidente ai dirigenti. Con loro si è instaurato un rapporto quotidiano, Pisoni lo conosco dai tempi dell’Alzano Cene, c’è stima reciproca e io lo considero uno dei responsabili, a livello di settore giovanile, più competenti nel panorama regionale. Anche tra tutti noi allenatori c’è grande feeling, ci si aiuta reciprocamente e siamo sotto la ala protettiva del grande esperto Giorgio Gatti, figura di riferimento importantissima per il Villa Valle».

Presente e passato. Il gruppo che allenerà Rossoni sarà quello composto dai classe 2007, una rosa che il tecnico ha già iniziato a conoscere nei mesi conclusivi della passata stagione: «È un gruppo importante, perciò abbiamo deciso di confermarlo in toto. Ci sono stati solo un paio di inserimenti ma crediamo molto in loro e pensiamo di fare un grandissimo lavoro. L’obiettivo – afferma poi Rossoni – è quello di conferire qualcosa di importante a ognuno di loro in maniera che si sentano importanti. Per la società è poi fondamentale mantenere la categoria, dunque questo sarà il primissimo step da porci quando ci troveremo a conquistare punti domenica dopo domenica». Dopo tanti anni nella Virtus Ciserano Bergamo, per il giovane allenatore sarà emozionante vivere da avversario lo scontro diretto con la squadra allenata da Luca Cavalli, suo grande amico e collega ormai qualche anno fa: «Conosco bene Cavalli, abbiamo condiviso lo spogliatoio e ci siamo allenati sullo stesso campo. Penso che il ricordo più bello che mi porto nel cuore sia quello legato all’annata dei classe 2001, in cui siamo arrivati in finale per il titolo italiano perso contro la Liventina. Le lunghe trasferte in Sardegna e le finali a Cervia rimarranno sempre nella mia memoria», conclude Rossoni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400