Cerca

Tornei

Trofeo Annovazzi, le pagelle di Enotria-Alcione: Bulgari e Rinaldi fanno cantare Tonani, De Laurentis si coccola Lacinej, Lusignani e Scartinelli

Martino, Malgrati e Invernizzi entrano col piglio giusto, Agnelli e Agogliati spiccano nell'ottima prestazione dei padroni di casa

Enotria-Alcione Torneo Annovazzi

Uno dei tanti duelli che ha caratterizzato la finalissima del Trofeo Annovazzi tra Enotria e Alcione

Si è conclusa con una vittoria (2-1) dei ragazzi di Tonani la finale del torneo Annovazzi tra Enotria e Alcione, giocata sul palcoscenico di via Cazzaniga. A segno nella prima frazione Rinaldi, a cui risponde nella ripresa Scartinelli, ma i rossoblù di De Laurentis devono arrendersi sul finale dopo il gol del subentrato Bulgari, bravo e cinico a finalizzare con freddezza un grande contropiede. Si tratta della prima vittoria del torneo per la società orange, che si aggiudica il trofeo negando il quinto successo della propria storia per i padroni di casa. Una partita di assoluto livello, che avrebbe tutte le carte in regola per essere il preludio per un'ipotetica finale regionale di categoria. 

ENOTRIA

Bassi 6.5 il numero uno rossoblù non è chiamato a compiere miracoli, eppure se avesse evitato i due gol sarebbero stati proprio miracoli. Sul primo gol non poteva nulla sulla conclusione ravvicinata di Rinaldi, sul secondo è tradito da una piccola deviazione di un suo difensore.
Fontanesi 6 Dalla sua parte c'è un Rinaldi parecchio in forma da contenere, lo fa piuttosto bene meno che nell'occasione del gol, dove un dribbling secco del 9 orange lo disorienta. Di lì in poi gioca comunque una buona gara, seppur ci abbia abituati a ben altre partite.
Lusignani 7 Terzino di grande spinta, per tutta la gara affonda e alle volte sfonda su quella fascia, da cui arrivano grandi minacce per la retroguardia orange.
Ferrari 7 La sua è una partita di attenzione, pulizia e giustezza. Non commette errori per tutta la gara, mentre si fa trovare disattento sul passaggio di Invernizzi sul contropiede orange del 2-1. Una leggerezza (di reparto) non cancella però una prestazione di grande talento.
Maderna 6.5 Con Ferrari l'intesa è forte, i due manovrano l'intera squadra dalle retrovie. Sul contropiede anche lui è fuori posizione, ma la sua è comunque una buona gara.
Agnelli 7 In mezzo al campo costruisce la manovra rossoblù, da cui si crea parecchio per le due punte, che però non riescono ad andare a segno.
Paudice 6 È poco incisivo e ben marcato da un sempre attento Frigerio, ma prova comunque a dare ampiezza alla squadra giocando largo. Anche grazie ai suoi movimenti Rossi riesce a giocare parecchi palloni tra le linee.
8' st Pertegato 6.5
Nella seconda frazione da quella parte c'è più spazio, crea e si prende il fondo, costringendo i rossoblù a consumare energie per contenerlo.
Raschellà 6.5 Vivace e frizzante, anima il centro campo dei padroni di casa. Da lui hanno avvio le azioni più pericolose dei rossoblù: la prima al 12' quando, dopo un triangolo bellissimo con Rossi, infila un pallone basso su cui si avventa Paudice, che spreca da buona posizione; la seconda tre minuti più tardi, quando trova un imbucata alta per Lacinej, il quale addomestica bene ma calcia di poco alla sinistra del palo.
Lacinej 7.5 Pronti via è subito fulcro delle offensive dell'Enotria. Cerca con costanza la profondità senza mai cadere nella trappola del fuorigioco, e i suoi compagni sono altrettanto bravi a servire assist al bacio. Non riesce a concretizzare due buonissime occasioni, ma gioca una gara di gran livello.
13' st Scartinelli 7 Entra e in meno di cinque minuti ha due occasioni: la prima fuori target, la seconda è una palla perfetta da mettere semplice semplice. Riaccende le speranze dei compagni e di De Laurentis, ma non è abbastanza.
Rossi 6 Siamo abituati a ben altre prestazioni, nonostante anche in questa finale abbia mostrato sprazzi di grande calcio. Prova a trascinare i suoi, sforna giocate di qualità per tutto il primo tempo, ma nessuna di queste incide. Nella trequarti dà del filo da torcere a Maccarone e Forlani, ma uno con le sue qualità può fare meglio.
Agogliati 7 Nel primo tempo il duello si conclude in parità contro Toto, ma nella seconda frazione contro Halilaj trova più spazio e sale in cattedra, dando prova della sua velocità e servendo ottimi assist al centro. Prima corre per 50 metri palla al piede ma arriva al tiro stanco e calcia fuori, poi, dopo un tentativo di allontanamento della difesa Orange, compie un'altra incursione, mette in mezzo un pallone perfetto che Scartinelli deve solo appoggiare (29' st Cojocaru sv).
All. De Laurentis 7 I suoi ragazzi sono messi bene in campo, macinano gioco e meriterebbero qualcosa di più. Cambiare qualche pedina più avrebbe magari ridato energia al match, visto che dopo il pareggio i rossoblù non hanno più calciato in porta con convinzione.

ALCIONE

Trevisani 6 Il suo lavoro oggi è poco richiesto, non perché non arrivino tiri da quelle parti ma perché gli avversari non inquadrano mai lo specchio. Sul gol prova ad allungarsi ma la zampata di Scartinelli è irraggiungibile. Da sottolineare la scaltrezza di rimettere il pallone in movimento, lo stesso che innesca il contropiede per il secondo gol.
Toto 6 Il duello con Agogliati si chiude in pareggio, ma dopo un tempo Tonani opta per l’ingresso di forze fresche. A lui il merito di aver concesso ma non troppo al numero 11 avversario.
1' st Halilaj 6 Ingaggia anche lui il duello con Agogliati, che più volte lo sorpassa creando non pochi problemi alla retroguardia orange. Non è semplice entrare a gara in corsa, specie in una finale, ma salvo due grosse opportunità concesse, riesce ad annullare quasi tutto quel che viene creato da quella parte.
Forlani F. 6 Lì al centro ha un bel da fare per contenere Rossi e Lacinej, e qualche rischio inizialmente se lo prende. Gli ci vuole qualche minuto per entrare in partita, quando lo fa poi tiene botta a un attaccante di tutto rispetto. Alla ripresa il tecnico decide per un cambio. Può certamente fare meglio. 
1’ st Malgrati 7 La retroguardia orange è insidiata dalle scorribande di Agogliati sulla sinistra, e lui riesce a supportare nelle chiusure Halilaj. Fa a sportellate con Rossi e con Scartinelli, riuscendo a disinnescare parecchie palle vaganti pericolose.
Maccarone 7 La sua è una partita ordinata e per nulla semplice, giocata d'astuzia contro due avversari rapidi e imprevedibili come Rossi e Lacinej. Non si scompone e tiene la linea, facendo finire in fuorigioco le punte avversarie.
Bernasconi 6.5 Gioca un primo tempo difficile, chiuso in un fazzoletto non riesce a trovare molti corridoi in cui far correre la palla e costruire la manovra. A fine primo tempo Tonani lo richiama in panchina, ma ha dato tutto.
1' st Martino 7 Quando entra gioca un bel secondo tempo, complice anche la stanchezza degli avversari, riesce a trovare qualche spazio in più rispetto a Bernasconi.
Frigerio 7 Sulla sinistra il capitano orange ci mette veramente il cuore. Spinge in profondità, aggredisce gli avversari pressandoli sul primo controllo e non li lascia ragionare. Dalle sue parti Paudice riceve pochi palloni giocabili e ha veramente pochissime occasioni per fare male.
Forlani N. 6 L'esterno da quella parte più che aggredire si trova a dover deve contenere un Lusignani parecchio propositivo, e lo fa tutto sommato abbastanza bene. In fase offensiva incide poco, ma in realtà il gioco si sviluppa più dalla parte di Rinaldi e anche per questo è complesso entrare in partita.
1' st Curci 6. Anche lui è lasciato un po' in disparte, visto che si giocano più palloni dalla parte opposta. Rimane comunque sempre in posizione e dimostra di avere le qualità per poter incidere se chiamato in causa.
Romieri 7.5
Un primo tempo da mezzala sacrificata sulla destra, dove le spinte frequenti di Lusignani lo costringono ad essere prudente. Svolge un ruolo cruciale nello spezzare la manovra dei rossoblù, recuperando numerosi palloni e giocando con pazienza e intelligenza per far rifiatare i suoi.
Rinaldi 8 Al 6' apre le marcature con una giocata da vero campione. Da posizione defilata a sinistra, si accentra portando palla, dribbla il primo, poi il secondo e il terzo, e sgancia un tiro potente che finisce in fondo alla rete alle spalle di Bassi. Nonostante le difficoltà lì davanti, nella prima frazione fa a sportellate con la retroguardia rossoblu nel tentativo di tenere su il pallone.
7' st Invernizzi 7.5 Dopo i primi minuti in balia della linea mediana rossoblù, trova le misure e inizia a macinare gioco. Sul gol del definitivo 2-1 confeziona l'assist perfetto per Bulgari e si fa notare in diverse occasioni con spunti personali e di qualità.
Guastone 6.5 Il 10 orange è in difficoltà tra le fila dell’Enotria, non trova molti spazi e non riesce a sorprendere con le giocate con cui è solito prendersi la scena. Lì in mezzo Maderna e Ferrari lo chiudono sempre, e lo obbligano a una partita di sacrificio. Ne esce comunque a testa alta, visto che contribuisce all'azione che porta al primo gol.
7' st Bulgari 9 La giusta spinta che ci vuole per provare a portarla a casa. In solo un quarto d'ora la chiamata col gol: contropiede innescato da Trevisani, palla che giunge a Invernizzi, filtrante, corsa e a tu per tu col portiere regala il primo trofeo stagionale a Tonani. Una serata che ricorderà per sempre.
De Donà 7 Sul centro-sinistra filtra il gioco dell’Enotria e spezza la manovra. Quando può affonda in avanti alla ricerca del gol, dimostrando buona attitudine anche negli inserimenti senza palla.
All. Tonani 8 La squadra è un po' affannata dai numerosi impegni ravvicinati, ma la prestazione di carattere non manca. Porta a casa una vittoria storica pur non giocando la sua miglior partita e capitalizzando le uniche due occasioni da rete disponibili. Trofeo e messaggio alle dirette concorrenti mandato: meglio di così?

ARBITRO

Urbani di Cinisello Balsamo 7 Lo guardi e pensi ad un possibile futuro arbitro della Can. Se sarà davvero così lo dirà il tempo, certo è che le premesse sono le migliori. Porta a casa una partita in terna senza patemi, dimostrando serenità nel prendere le decisioni, anche quelle che fanno più discutere. Lascia giustamente giocare in un paio di contatti in area di rigore, tirando fuori poi due cartellini gialli per indirizzare nel canale giusto la partita. Con gli assistenti si trova a meraviglia, anch'essi pressoché perfetti in una serata di grande calcio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400