Cerca

Under 15 Élite

Ausonia-Crema: Sassi è il match winner e la squadra di Crippa vince ancora, Bortolami il migliore tra i neroverdi

Essaadi e Costantino assediano la porta ospite nel finale di gara, ma la difesa cremasca è insuperabile

Lorenzo Sassi, attaccante Crema

Lorenzo Sassi, l'uomo decisivo nella vittoria esterna del Crema contro l'Ausonia

La squadra del momento nel girone B è senza ombra di dubbio il Crema. Dopo aver battuto la Vis Nova, i bianconeri trovano la seconda vittoria consecutiva, espugnando il campo dell’Ausonia per uno a zero. Gara nel complesso equilibrata, con i padroni di casa che ai punti avrebbero forse meritato qualcosa in più, specie per quanto dimostrato nella ripresa. Ma, alla fine, è il guizzo di Sassi nel primo tempo a far gioire gli ospiti. Oltre al match winner, da elogiare la sontuosa prova della difesa cremasca, che ha chiuso la serratura e ha concesso veramente poco a Costantino e compagni, portando a casa tre punti d’oro.

Squillo. Gara bloccata nelle primissime battute, senza nessuna occasione né da una parte, né dall’altra. Le due squadre battagliano su ogni contrasto, dando vita ad uno scontro maschio, in cui a risentirne è lo spettacolo. Fino a quando, dopo nove minuti, Sassi tira fuori dal cilindro la giocata che sblocca la gara. L’esterno incrocia un mancino chirurgico dal vertice sinistro dell’area, pescando il palo lontano e non lasciando scampo a Testini. Col passare dei minuti, i neroverdi cominciano a carburare e alzano il baricentro, pur non calciando mai verso lo specchio della porta di Tolve. La mancanza di chance concrete per l’Ausonia si spiega anche grazie al grande lavoro di Michelini e Ottolini, capaci di chiudere gli spazi nella zona centrale del campo, supportati dalla coppia di centrali difensivi, Merico e Russo, abili ad allontanare ogni palla pericolosa dall’area cremasca.

Corto muso. Passato l’intervallo, l’Ausonia entra in campo con il sangue agli occhi e vogliosa di riequilibrare il punteggio. Dopo nemmeno un minuto, Panebianco serve Pezzolla che crossa e pesca Costantino libero in area, ma il numero 10 non conclude bene e la palla termina alta. Poco più tardi, la più ghiotta delle occasioni. Bortolami va sul fondo e scarica al limite per Cortese, che non inquadra clamorosamente la porta. Nel mezzo, il Crema non sta di certo a guardare e sfiora il raddoppio con Russo per due volte. La prima con una punizione, allungata in corner da Testini, la seconda con un diagonale sinistro, terminato a lato. Ma è sempre Sassi l’uomo più pericoloso per Crippa: servito da Niculae con un bel suggerimento, centra in pieno il palo, tenendo in vita i neroverdi. L’ultimo quarto d’ora è un assedio dell’Ausonia: i ragazzi di Campelli, trascinati da Costantino e Essaadi, cresciuti esponenzialmente nella ripresa, attaccano come dannati la porta del Crema, senza però trovare la via del gol, con la squadra ospite che raccoglie così la seconda vittoria stagionale.

IL TABELLINO

AUSONIA-CREMA 0-1
RETE: 9' Sassi (C).
AUSONIA (4-3-3): Testini 6, Rossi 6 (1' st Favia 6), Bortolami 7.5, Muto 6.5 (18' st Scarpellini 6), Ciriello 6, Gelfi 6.5, Essaadi 6, Panebianco 6.5 (24' st Mameli Gabriele sv), Cortese 6 (24' st Briani sv), Costantino 6.5, Pezzolla 6 (11' st Colombari 6). A disp. Lanza, Anfusa. All. Campelli 6. Dir. Panebianco.
CREMA (4-2-3-1): Tolve 6, Ortiz Juan 6 (22' st Lodovelli 6), Chiericati 6.5 (10' st Di Geronimo 6), Michelini 7, Merico 7, Russo 7, Niculae Luca Lois 6 (30' st Musicco sv), Ottolini 7, Russo 6.5 (31' st Fusarpoli sv), Sangalli 6 (15' st Bertazzoni 6), Sassi 7.5 (37' st Cerrato sv). A disp. Lingiari, Peletti, Fontana. All. Crippa 7.5. Dir. Baselli.
ARBITRO: Santoro di Milano 7.

LE PAGELLE

AUSONIA
Testini 6
Non compie nemmeno una parata: le poche volte che è impegnato, o raccoglie la palla in fondo al sacco o sul fondo. Bene nelle uscite.
Rossi 6 Sassi è il pericolo numero uno e bazzica proprio dalle sue parti. Si arrangia come può.
1’ st Favia 6 Non è chiamato a difendere troppo, dato che nella ripresa il Crema agisce solo di contropiede, e spinge il giusto.
Bortolami 7.5 Si becca qualche rimprovero per non alzare la testa e sbagliare scelta, ma la sua intensità e rapidità non possono non essere apprezzate.
Muto 6.5 Dimostra grande personalità, chiamando a gran voce la sfera per impostare il gioco, ma è poco coinvolto nel giro palla.
18’ st Scarpellini 6 Dentro negli ultimi venti minuti per qualche verticalizzazione verso le punte.
Ciriello 6 Il Crema non crea chissà quali occasioni, ma quando è chiamato in causa risponde presente, dimostrando attenzione.
Gelfi 6.5 Vedi sopra anche se, attaccando il Crema dalla sinistra, compie più chiusure del compagno di reparto.
Essaadi 6 Opaco nel primo tempo, pimpante nel secondo, sia da esterno che da punta centrale. Può e deve dare di più ed essere più costante.
Panebianco 6.5 Tanta corsa e quantità in mezzo al campo. Cerca di lottare contro la coppia di centrocampista del Crema e qualche volta ha la meglio (24’ st Mameli sv).
Cortese 6 Come Essaadi. Meglio nel secondo che nel primo, quando inizia a farsi valere fisicamente e gioca di sponda. Nota dolente, sbaglia una grande occasione (24’ st Briani sv).
Costantino 6.5 Nel primo tempo si vede poco, nella ripresa alza il volume delle sue giocate a si impadronisce del centrocampo, smistando palloni a destra e sinistra.
Pezzolla 6 Ha avuto serate migliori. Viene divorato dalla difesa cremasca per vie centrali, così prova ad allargarsi per creare spazi, ma senza esito.
11’ st Colombari 6 Fisicità e velocità sulla fascia per l’ultimo assalto, ma non trova il guizzo decisivo.
All. Campelli 7 I suoi pagano l’episodio, ma avrebbero meritato di più per quanto mostrato nella ripresa.

CREMA

Tolve 6 Attento e sicuro quando piovono i cross dalle sue parti. Mai chiamato in causa.
Ortiz 6 Bene. Non soffre per niente la fisicità degli attaccanti avversari e, come tutta la difesa, ne esce alla grande.
22’ st Lodovelli 6 Si allinea alla difesa e respinge le ultime chance neroverdi.
Chiericati 6.5 Bel duello a distanza con Bortolami. Ci mette grinta, corsa, tecnica e fase difensiva. Buonissima prestazione.
10’ st Digeronimo 6 Tiene botta sulla sinistra contro la velocità di Colombari.
Michelini 7 Non inganni la statura. È il più piccolo, ma giganteggia in mezzo al campo, facendo girare la palla e lottando su ogni contrasto.
Merico 7 Imperiale. La sua presenza in mezzo all’area dà sicurezza a tutto il reparto. Non sbaglia niente, nemmeno una virgola. Sempre pulito e preciso negli anticipi.
Russo V. 7 Ha ricordato a tutti perché settimana scorsa è stato inserito nella nostra top 11. Si trova a memoria con Merico, giocandoci insieme da diverso tempo, e i due sembrano essere una mente sola.
Niculae 6 Gara di sacrificio la sua. Sempre pronto a dare una mano in difesa e a supportare l’azione offensiva. Il classico giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero. (30’ st Musicco sv).
Ottolini 7 Fa ridere pensare che ad inizio stagione uni così fosse svincolato. Crippa si gode i quattro polmoni che ha e ringrazia chi glielo ha portato.
Russo M. 6.5 Adattato a punta centrale, svolge discretamente i compiti assegnatigli. Va anche vicino al gol due volte, ma Testini si oppone (31’ st Fusarpoli).
Sangalli 6 Fatica ad imporre la sua tecnica in mezzo al campo, non trovando quasi mai la giocata tipica del trequartista.
Sassi 7.5 Uomo partita. Trova un gran gol, mettendola dove il portiere non può arrivare con un sinistro magnifico. Punta sempre il diretto avversario e sfiora anche il raddoppio, ma il palo gli dice no.
All. Crippa 7 I suoi segnano, soffrono e vincono, per la seconda volta di fila.

ARBITRO
Santoro di Milano 6.5 Qualche chiamata dubbia, ma dirige nel complesso bene la partita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400