Cerca

Under 15 Élite

Folgore Caratese-Brianza Olginatese: colpo Dellera, Conca a mani vuote sul più bello, a sorridere è solo Lampariello

I bianconeri giocano un ottimo primo tempo e passano all'inizio della ripresa, poi l'uno-due improvviso e risolutivo dei padroni di casa che vincono, prolungando così la striscia positiva

Francesco Dellera, Folgore Caratese

Francesco Dellera, il match winner della Folgore Caratese

Una rimonta inaspettata, per come stava andando la contesa, consente alla Folgore Caratese di superare 2-1 la Brianza Olginatese in un match che per quasi cinquanta minuti ha visto prevalere gli ospiti come mole di gioco e conclusioni in porta. Passati in vantaggio a inizio ripresa con Colombo però, i ragazzi di Conca hanno subito il pari di Tassone e si sono un po’ disuniti, pagando poi a carissimo prezzo una sbavatura difensiva dalla quale il bravo Dellera, subentrato, ha saputo estrarre il massimo, ovvero il pallonetto del 2-1 che ha sancito il successo della Folgore. I padroni di casa si riscoprono così, ancora, resilienti e combattivi e inanellano il quarto risultato utile consecutivo.

Prima gli ospiti. A imporre da subito il proprio gioco è la Brianza Olginatese che già nei primissimi minuti, con i tiri di Colombo e Bottazzi bussa dalle parti di Tiozzo. Il portiere della Folgore, già allertato, dunque, deve impegnarsi poi al 9’ e all’ 11’ quando prima Hemidach servito da Cimei e poi Faye sul primo palo lo costringono a due vere parate. Si tratta dell’ antipasto prima della grossa chance che arriva un minuto dopo su un attacco corale bianconero che vede ancora Hemidach imbeccato da Cimei presentarsi a tu per tu con Tiozzo, il quale respinge il tiro e poi tira un sospiro di sollievo, come tutta la Folgore nel vedere Bottazzi non inquadrare la porta sulla ribattuta. Si tratta della chance più clamorosa per la Brianza che poi, sempre con gli stessi protagonisti andrà ancora al tiro senza riuscire mai però a costruire un’altra enorme opportunità. Il primo tempo dunque si spegne con i padroni di casa carenti nella proposizione ma in partita, grazie alla buona tenuta difensiva in area di rigore e con gli ospiti che producono e macinano gioco ma che faticano a creare l’occasionissima.

Andamento inaspettato. Il “leitmotiv” del primo tempo ha però il primo scossone dopo circa cento secondi della ripresa quando Colombo con un gran bolide da fuori trova lo 0-1 che sembrerebbe, per come stava andando la gara essere già il gol partita. Accade però che qualche minuto dopo, Tassone con una dinamica simile a quella di Colombo (ovvero un bel tiro da fuori), impallina l’incolpevole Colombo per l’1-1. A questo punto ecco che la partita gira veramente, ovvero la Brianza non riesce a replicare la bella manovra della prima frazione e alla distanza cala un po’, si slega e permette a una rediviva e inaspettatamente propositiva Folgore di entrare veramente in partita. Al 21’ in questa fase, un lancio dalle retrovie di Stival, coglie impreparata la difesa ospite. Masciadri insegue senza riuscirci Dellera che, complice forse una uscita non perfetta di Colombo trova il “lob” che vale il 2-1. Tripudio blu e frustrazione bianconera. Negli ultimi venti minuti la Brianza Olginatese ferita e furente ci riprova ma il gioco non è sciolto come quello del primo tempo. Ad avere l’ultima palla gol del match anzi saranno i padroni di casa con D’Aquino ma Colombo risponderà presente. A gioire, alla fine, è la Folgore Caratese che bissa il successo di settimana scorsa a Crema. Per l’Olginatese invece, ritorno sconfitta proprio quando il campionato (e la partita) sembravano prendere un’inerzia favorevole.

IL TABELLINO

FOLGORE CARATESE-BRIANZA OLGINATESE 2-1
RETI: 2' st Colombo (B), 9' st Tassone (F), 21' st Dellera (F).
FOL.CARATESE (4-4-2): Tiozzo 7, Formuso 6.5, Marla 6 (22' st Brambilla 7), Savastano 7.5, Stival 6, Marsiglio 6.5 (22' st D'Aquino 7), Oggionni 5.5, Tassone 6.5, Garriboli 5.5 (10' st Camnasio 6), Goi 6.5, Brambilla 6.5 (10' st Dellera 7.5). A disp. Avossa, Buggio, Forcolin, Sannino. All. Lampariello 6.5. Dir. Barella.
BRIANZA OLGINATESE (4-2-3-1): Colombo 6, Vidoni 6.5 (19' st Shabani 6), Colombo 7 (12' st Chiappa 7), Faye Serigne 7.5 (27' st Panzeri sv), Rusconi 6.5 (27' st Bresesti sv), Masciadri 6 (22' st Gardiman 6.5), Cimei 6.5, Colombo 7, Di Iorio 6 (12' st Comi 5.5), Hemidach Mohammed 7, Bottazzi 7 (7' st Lapsus 6.5). A disp. Redaelli, Rinaldi. All. Conca 7. Dir. Anghileri.
ARBITRO: Fusillo di Seregno 6.
AMMONITI: Lapsus (B).

LE PAGELLE

FOLGORE CARATESE

Tiozzo 7 Para veramente tutto il parabile; non si tratta quasi mai di tiri impossibili ma lui c’è.
Formuso 6.5 Nel primo tempo perde qualche duello, nel secondo si riprende bene.
Maria 6 Un po’ patisce Cimei ma, alla lunga riesce a limitarlo.
22’ st Brambilla 7 Entra bene nel match, col giusto atteggiamento.
Savastano 7.5 Non sbaglia un intervento. Anticipa bene, propone, senza andare in affanno.
Stival 6 Soffre in qualche uno contro uno. Ottima e vincente però l’imbeccata per Dellera.
Marsiglio 6.5 Mobile e attivo in mezzo al campo.
22’ st D’Aquino 7 Tiene “fisicamente” e si propone bene anche in attacco, andando vicino al 3-1.
Oggionni 5.5 Troppo lezioso, manca di precisione in qualche occasione.
Tassone 6.5 Il lampo dell’ 1-1 è notevole ed è il suo highlight di una partita per lui (e per il suo reparto) non facile.
Garriboli 5.5 Fa “a sportellate” con fortune alterne. Non incide molto.
10’ st Camnasio 6 Permette alla squadra di guadagnare qualche metro, in profondità.
Goi 6.5 Qualche sortita a sinistra, seppur non sempre pericolosa riesce a trovarla.
Brambilla 6.5 Lotta con grinta, prova qualche “taglio”.
10’ st Dellera 7.5 Bello e vincente il suo pallonetto! Offre poi anche un paio di sponde di qualità.
All. Lampariello 6.5 Primo tempo timido, ripresa più battagliera e vivace. La sua squadra, comunque, ha carattere.

BRIANZA OLGINATESE

Colombo 6 Una bella parata e un’uscita (quella sul gol) forse precipitosa riassumono il suo voto.
Vidoni 6.5 Quanta corsa sulla destra! Fa su e giù come fosse un pendolo per tutta la partita.
19’ st Shabani 6 Entra un po’ timido in attacco, alti e bassi.
Colombo Lorenzo 7 Attento nel difendere, propositivo nell’attaccare.
12’ st Chiappa 7 Sicuro nelle giocate.
Faye Serigne 7.5 Il metronomo della Brianza Olginatese: spesso di prima, sempre pulito e preciso. (27’ st Panzeri s.v.).
Rusconi 6.5 Solido nei duelli fisici, bada al sodo (27’ st Bresesti s.v.).
Masciadri 6 Non posizionato bene sul 2-1 ospite. Prima, invece, attento e diligente.
22’ st Gardiman 6.5 Entra senza paura, lottando con buona “verve”.
Cimei 6.5 Sulla destra si propone spesso e volentieri. Potrebbe essere più concreto ma gli spunti ci sono.
Colombo Andrea 7 Un bel gol che si somma a giocate veloci e intelligenti in mezzo al campo.
Di Iorio 6 La squadra gioca ma lui, centravanti, fatica a trarne beneficio. Sufficiente, certo, ma con un pizzico di incisività in più...
12’ st Comi 5.5 Troppa lentezza quando l'Olginatese avrebbe invece bisogno di un cambio di ritmo.
Hemidach 7 Funambolo e caparbio, spesso trova lo spunto.
Bottazzi 7 Bravo a sinistra a incunearsi negli spazi della difesa ospite.
7’ st Lapsus 6.5 Si accentra spesso; mostra qualche giocata brillante.
All. Conca 7 La qualità della manovra è indubbia. La squadra ha le giuste spaziature e propone un buon calcio ma manca di cinismo negli ultimi metri.

ARBITRO

Fusillo di Seregno 6 Si fa sentire troppo poco, lasciando correre forse eccessivamente senza però commettere errori.

LE INTERVISTE

Raggiante, felicissimo, sorridente, Lampariello si gode un risultato pesante e sofferto. " Sapevamo di incontrare una squadra forte ed effettivamente abbiamo faticato inizialmente, poi però siamo venuti fuori alla grande ". L'allenatore riconosce dunque i meriti della Brianza ma chiaramente esalta le qualità mostrate dai suoi, in particolare dalla difesa, ancora una volta "vincitrice": "Siamo stati compatti, giocando di squadra. Anche i nuovi entrati hanno fatto molto bene". La striscia positiva che si allunga porta dunque all'ottimismo ma il tecnico preferisce stare "sul pezzo" pensando partita per partita anche se una rivelazione ce la fa: "Non abbiamo obiettivi. Certo a inizio campionato si pensava a salvarsi, magari adesso, confermandosi potremmo anche ambire a qualcosa di più.. ".

Di altro umore, ma altrettanto cordiale e disponibile troviamo Conca che loda i suoi ragazzi per la qualità della manovra ma ha qualche rammarico per la finalizzazione: "Fatichiamo indubbiamente negli ultimi metri". Sul calo netto della seconda parte di ripresa poi l'allenatore riflette, "confessando" che sarà un aspetto da analizzare, non capitato per la prima volta: "Abbiamo già riscontrato questo problema; andati in vantaggio, spesso molliamo un po'. Parlerò con i ragazzi per evitare che succeda di nuovo". Le sconfitte in campionato ora sono già tre ma Conca non mostra, legittimamente per quanto fatto vedere dai suoi preoccupazione, anzi sottolinea un aspetto: " Chiedo sempre alla squadra di giocare per vincere. Questo magari può anche portare a qualche sbandata ma sono contento della qualità del gioco e delle idee che mettiamo in campo " Messaggio dunque chiaro che ricalca, in fondo, la bella ma infruttuosa prova dei suoi ragazzi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400