Cerca

Under 15 Élite

Aldini-Accademia Inter: Bisci illude Bonetti, ripreso a tempo scaduto dal gol di Mastroianni

Con un gol alla Brignoli i neroazzurri strappano un punto pesante, grandi rimpianti per i padroni di casa visto il doppio vantaggio ed il gioco proposto

Mastroianni Andrea portiere dell'Aldini

Andrea Mastroianni eroe di giornata, marcatore all'ultimo minuto

Pareggia ma ottiene ugualmente il primato del girone l'Aldini di Bonetti contro un'Accademia Inter grintosa e mai doma nel classico del milanese. I padroni di casa vanno due volte in vantaggio meritatamente, ma gli ospiti non mollano e trovano il pareggio a tempo scaduto grazie al gol di Mastroianni, portiere ed eroe di giornata che non dimenticherà mai questa partita. Le squadre si schierano inizialmente con un 4-3-3 ed un 4-3-1-2. 

L'arcobaleno di Bisci. Grande inizio di gara dei padroni di casa che impongono fin da subito il loro gioco aggressivo ed un ritmo partita clamoroso, gli ospiti dal canto loro faticano a palleggiare e si rendono pericolosi con palloni verticali su Colombo, sempre pericoloso grazie alla sua velocità. Al terzo minuto primo brivido: il numero 10 di casa che può approfittare di una buona spizzata a centrocampo, s'invola verso la porta ma è ottima la chiusura di Adamo. Nell'azione successiva sono gli ospiti a rendersi pericolosi con Colombo che parte da solo sulla destra, si accentra leggermente e fa partire un destro forte ma alto sopra la traversa. Dopo pochi minuti è ancora Colombo a rendersi pericoloso avventandosi sull'ennesima palla in verticale ma è attento il portiere di casa nell'uscita bassa. Poco dopo il quarto d'ora Leuzzi spaventa gli ospiti con un diagonale mancino, ma è attento il portiere ospite ad intervenire. Continua il forcing dei padroni di casa che pressano altissimo e riescono a recuperare palloni su palloni e a rendersi pericolosi. Lazzari fa suo un buon pallone al limite dell'area e imbuca per il Auci che fa una finta in area rientra e calcia, ma è ancora una volta attento Mastroianni e risponde presente. Questo è solo preludio al gol: il direttore di gara fischia gioco pericoloso al limite dell'area ospite, sulla palla si presenta Bisci che con uno splendido tiro sotto l'incrocio batte Mastroianni portando in vantaggio i suoi. Da qui in avanti il primo tempo scivola senza grandissime occasioni da una parte e dall'altra, è battaglia vera a centrocampo. L'unico altro brivido è quello provocato da Mangione su schema: il numero due appare dal nulla sul secondo palo ma la sua conclusione va sull'esterno della rete. 

Mastroianni eroe.  Inizia come era finita la ripresa con i padroni di casa più decisi e con la voglia di chiudere la gara, dopo pochi minuti della ripresa si mette in mostra Balestra approfittando di un batti e ribatti in area di rigore, messo a terra il pallone e saltati magnificamente due avversari in un fazzoletto serve Leuzzi, anticipato di un nulla dal difensore avversario. Al 5' Bisci ha l'occasione del raddoppio: rilancio lunghissimo del portiere, palla spizzata da Leuzzi che mette in porta l'11 che trovatosi a venticinque metri porta non riesce a cogliere l'attimo e si fa recuperare all'ultimo da Marrone che lo contrasta magnificamente. Al 10' la prima svolta della ripresa: il solito Balestra entra in area dall'out diversa mettendo a sedere un avversario, quando sta per calciare viene però tirato per la maglia e cade giustamente in area, è rigore per l'Aldini. Dal dischetto si presenta Bisci che con un destro ad incrociare batte Mastroianni che intuisce e tocca ma non basta. Potrebbe essere la fine per gli ospiti che però al contrario hanno un'incredibile reazione d'orgoglio ed iniziano a venire fuori. Al quarto d'ora gli ospiti guadagnano una punizione sull'out di destra, da citare il fatto che prima della punizione (giusta) la palla era uscita ed il guardalinee aveva segnalato il fuori ma il direttore di gara si è preso la responsabilità della decisione. Sulla palla si presenta Di Palma che mette in mezzo un traversone a mezz'altezza: la palla schizza e sbuca dal nulla Marrone che da distanza ravvicinata batte Parmeggiani, probabilmente troppo statico in questa occasione. Il gol da coraggio all'Accademia, che grazie anche ad una serie di cambi alza il baricentro e mette pressione ai padroni di casa che iniziano ad innervosirsi e perdere il controllo della partita. Poco prima della mezz'ora Balestra illumina per Leuzzi, la cui conclusione di testa è ben indirizzata ma troppo debole. Di seguito sfiorano il pareggio gli ospiti grazie ad una bella accelerazione sulla sinistra, palla in mezzo per Astori che però viene bloccato dall'uscita di Parmeggiani e Mangione. Sembra tutto fatto per i padroni di casa, ma i neroazzurri non ci stanno a perdere e continuano a credere nel gol del pareggio. Il direttore di gara assegna inizialmente quattro minuti di recupero, ma vista l'espulsione di Roberti, le perdite di tempo, le proteste, i cartellini e i cambi prolunga di altri tre minuti il recupero. All'ultimo minuto succede ciò che in pochi si aspettavano e che porta alla gioia totale gli ospiti così come alla reazione di rabbia dei padroni di casa: punizione dalla trequarti e mischione finale nel quale sale anche il portiere Mastroianni. Il pallone spiove in area e chi la colpisce.... proprio Mastroianni che con una splendida girata di testa insacca la palla alle spalle del portiere per il 2-2 finale che manda in estasi, giustamente la truppa neroazzurra di Brescia. 

IL TABELLINO

Aldini Accademia Inter 2-2
RETI: 20' Bisci (Al), 10' st rig. Bisci (Al), 15' st Marrone (Ac), 42' st Mastroianni (Ac).
ALDINI: Parmeggiani 5.5, Mangione 7, Balestrucci 6.5, Lazzari 7, Aina 6, Roberti 6, Giacco 6.5 (25'st Panza sv), Balestra 7.5 (40'st Giuffrida sv), Leuzzi 6.5, Auci 6 (9'st Sangiorgio 6), Bisci 7.5. A disp. Musazzi, Vergato, Leoni, Barra, Silvestro, Popovici. All. Bonetti 6.5. Dir. Giacco.
ACCADEMIA INTER: Mastroianni 9, Sartorelli 6.5, Brescia 6, Oliverio 6 (12'st Maggi 6), Marrone 7, Adamo 7, Di Palma 6.5 (24'st Landini sv), Brianti 6.5 (21'st D'Errico 6.5), Colombo 6.5 (9'st Casentini 6), Carrara 7 (21'st Astori sv, 27'st Colombari M sv.), Marenzi 6 (9'st Lavorgna). A disp. Rizza. All. Brescia 7. Dir. Caccialanza.
Arbitro: Ferrari di Milano 5.5
AMMONITI: Aina (Al), Balestrucci (Al).
ESPULSO: Roberti (Al).

LE PAGELLE 

ALDINI
Parmeggiani 5.5 Troppo statico tra i pali, forse uscendo con più convinzione avrebbe potuto evitare i due gol subiti. Buona invece l'uscita bassa del primo tempo, sostituire Benatti non è facile ma avrà tempo per rifarsi e tutte le qualità per mettere in difficoltà il tecnico nelle scelte.
Mangione 7 Qualità e quantità al servizio della squadra, in fase offensiva si dimostra il solito motorino mettendo in difficoltà il valido esterno avversario che fatica a contenerlo, chiusure precise e puntuali all'occorrenza.
Balestrucci 6.5 Come il compagno sulla fascia opposta sforna la solita prestazione molto convincente, spesso coi suoi dribbling all'interno del campo sorprende gli avversari guadagnando spesso e volentieri diversi metri di campo.
Lazzari 7 Metronomo del centrocampo per tutta la gara da tempistiche e misure alla squadra per tutta la gara recuperando palle e tessendo trame di gioco.
Aina 6 Solido e deciso, inizialmente Colombo con la sua velocità lo manda in difficoltà ma col tempo prende le misure.
Roberti 6 Forse un po' ingenuo nell'affondare l'intervento da ammonito, la reazione nei confronti dell'arbitro poi è comprensibile ma esagerata. Detto questo fa una gara solida e convincente con pochissime sbavature e molta personalità.
Giacco 6.5 Aggredisce i centrocampisti avversari senza sosta mostrando anche un'invidiabile qualità tecnica esce perché esausto.
Balestra 7.5 Migliore dell'Aldini per distacco, grazie alle sue giocate funamboliche nello stretto mette in grandissima difficoltà gli avversari infatti guadagna un rigore importante e sforna almeno 2 assist pregevoli per Leuzzi che però non concretizza.
Leuzzi 6.5 Oggi gli è mancato solo il gol: vista la sua stazza il colpo di testa potrebbe essere la specialità della casa ma ne fallisce almeno un paio abbastanza semplici. Sponde pregevoli e spizzate importanti però ne fa eccome e se la squadra gira così bene è anche grazie al suo uomo di riferimento davanti.
Auci 6 Non la sua migliore prestazione sicuramente, mette comunque in difficoltà gli avversari grazie alla sua facilità di dribbling ma gli è mancata un po' di convinzione.
9'st Sangiorgio 6 Entra con la giusta cattiveria, tenta diverse volte la giocata ma gli avversari non gli concedono molto.
Bisci 7.5 Sblocca la gara con una punizione davvero fantastica, poi con personalità trova il raddoppio su rigore. Ancora su punizione ha tentato di sorprendere il portiere fuori dai pali scatenando le ire del tecnico ma per poco non faceva il gol della domenica. Gara a sprazzi forse, ma è il più determinante del trio offensivo.
All. Bonetti 6.5 La squadra dimostra per l'ennesima volta di avere tanta qualità e personalità dominando per tutto il primo tempo, nella ripresa il nervosismo li tradisce come già successo. Probabilmente questi sono due punti persi ma è da tenere stretta la prestazione ed il primato in classifica che arriva non a caso di certo. 

ACCADEMIA INTER
Mastroianni 9 L'eroe di giornata di gran lunga. Segna il gol del pareggio con uno splendido gol di testa alla Brignoli. Oltre questo sforna una prestazione da 7 pieno tra i pali neutralizzando tutto ciò che può e guidando la difesa con una personalità invidiabile rischiando anche di parare il rigore a Bisci.
Sartorelli 6.5 Non molla mai per tutta la gara credendo alla rimonta e stimolando i compagni, dalla sua parte gli avversari non passano praticamente mai grazie ad una buona fisicità ed intelligenza tattica.
Brescia 6 In difficoltà nel primo tempo trova più tranquillità e solidità nella ripresa come tutta la squadra.
Oliverio 6 Nel primo tempo subisce molto la pressione avversaria faticando a fare girare la squadra, per giocare di prima come richiesto dal tecnico sbaglia diversi passaggi ma con più tranquillità ha ampi margini di crescita.
12'st Maggi 6 Grinta e tanta voglia di mettersi in mostra sopperiscono alla sua poca fisicità, dà la scossa ai compagni per tentare la rimonta.
Marrone 7 Grazie al suo gol di rapina i suoi credono alla rimonta. Personalità e qualità al centro della difesa invidiabili fanno dimenticare che ha un anno in meno.
Adamo 7 Diversi interventi clamorosi, salva almeno due o tre gol fatti. Dirige la squadra da dietro insieme a Mastroianni, capitano vero.
Di Palma 6.5 Con una bella punizione pesca Marrone, dopo un primo tempo in ombra esce alla distanza grazie anche alla sua buona fisicità.
Brianti 6.5 Uno dei migliori nel primo tempo probabilmente, porta su la squadra grazie ad azioni personali e buoni cambi di gioco. 
21'st D'Errico 6.5 Suo il pallone buttato nel mezzo per la testa di Mastroianni, dà tutto nei pochi minuti a disposizione.
Colombo 6.5 Nonostante venga lasciato praticamente sempre solo a sé stesso nel primo tempo mette in difficoltà la difesa avversaria grazie alla sua velocità, buone anche le poche sponde a sua disposizione. 
9'st Casentini 6 Sfiora il gol nel finale ma gli viene negato da un grande intervento del portiere, con la sua fisicità e tecnica si fa valere non poco mettendo costantemente in difficoltà gli avversari.
Carrara 7 L'unico a spiccare davvero nel primo tempo per gli ospiti, corre in tutte le zone del campo senza dare punti di riferimento e abbinando una qualità non comune ad una grinta da difensore centrale.
Marenzi 6 Viene innescato obiettivamente poche volte ma si rende sempre pericoloso facendo giocate interessanti.
All. Brescia 7 Partita risolta decisamente grazie ai cambi, dopo un primo tempo di sofferenza i suoi tirano fuori una grinta e personalità non da poco soprattutto considerando il campo difficile e l'avversario più che impegnativo.

Arbitro
Ferrari di Milano 5.5 Nel primo tempo sbaglia qualcosina ma niente di che, nella ripresa dopo il rigore assegnato giustamente probabilmente ha accusato la pressione perdendo la bussola del match e facendo diventare la gara molto nervosa. Il recupero nel finale per molti potrebbe risultare esagerato, ben sette minuti, ma in realtà è a sua discrezione e al netto di quanto successo in campo non è poi così esagerato.

LE INTERVISTE

Bianchi:«Partita dominata che avremmo dovuto vincere, anche questa domenica gli episodi ci hanno penalizzato, dal primo gol ad un recupero secondo me esagerato. Ci teniamo però l'ennesima prestazione convincente e la consapevolezza che limando qualche difetto possiamo fare davvero bene questa stagione».
Brescia:«Anche se abbiamo faticato, è perché abbiamo provato per tutta la gara a fare il nostro calcio, abbiamo subito la loro aggressività nel primo tempo e la loro cattiveria nelle seconde palle. Abbiamo creduto fino in fondo nel pareggio tirando fuori il nostro carattere. Un applauso ai subentrati che hanno dato tutto cambiando la partita. Caparbietà e carattere voglio che siano il fondamento della nuova gestione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400