Cerca

Under 15 Élite

AllenaTalk, le voci dai campi: Conca e Crippa increduli, Morgandi si complimenta coi suoi, Magni esalta il Mapello

Tonani raggiante per la vittoria del suo Alcione, Acquaro applaude il Seguro, Bossoni vuole più cattiveria

Alessio Magni, Mapello

Alessio Magni, tecnico dell'Under 15 del Mapello

Ecco il consueto appuntamento settimanale con "AllenaTalk", la rubrica dedicata alle voci dai campi dell'Under 15 Élite. Una delle novità dedicate ai nostri abbonati e ai lettori del giornale - cartaceo o digitale - del lunedì. Come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione (Android e Ios), con la possibilità di leggere - sempre sulla nostra app - articoli come questo e le partite a pagamento seguite il weekend successivo. In poche parole, bentornato AllenaTalk! In attesa di tutte le altre rubriche che potete scoprire a questo link.

GIRONE A

• RHODENSE-SOLBIATESE

Quello fra Rhodense e Solbiatese era un incontro che avrebbe potuto allontanare dall'ultimo posto una delle due squadre. Il pareggio maturato, invece, non varia la situazione in classifica e serve poco a tutte e due le formazioni, come sottolineato dal tecnico arancionero Virio Perelli: «La partita è stata bella e combattuta. Loro hanno cominciato meglio e sono andati in vantaggio, poi abbiamo pareggiato e nel secondo tempo abbiamo avuto tre occasioni per vincerla. Il punto serve poco sia a noi che a loro».

• SEGURO-ACCADEMIA PAVESE

Dopo tre sconfitte consecutive, il Seguro è tornato alla vittoria in un'occasione speciale, contro la (ex) capolista del girone. Non può che essere soddisfatto Andrea Acquaro: «Credo che il lavoro paghi, sempre. Questi ragazzi sono speciali, sono rimasti sul pezzo e hanno lavorato bene anche quando i risultati non ci premiavano». Malgrado la sconfitta, non fa drammi Riccardo Ardito, tecnico dell'Accademia Pavese: «Brutta partita, su un campo piccolo in cui si fatica a giocare a calcio. Peccato, perché comunque abbiamo avuto possibilità per pareggiare».

• MASSERONI-VARESINA

Secondo pareggio consecutivo a reti bianche per la Masseroni, che anche contro la Varesina ha impattato sullo 0-0. Una gara simile a quella del week end precedente contro l'Accademia Inter, come sottolinea Stefano Piluso: «La Varesina, rispetto ai nerazzurri, si è coperta di più. Noi siamo stati frenetici e non siamo riusciti a segnare. Però, il punto è comunque guadagnato, loro hanno colpito due traverse».

• ALDINI-ACCADEMIA INTER

Una partita incredibile, di certo non per cuori deboli. Il pareggio finale - grazie al gol del portiere Andrea Mastroianni dell'Accademia Inter - soddisfa Sergio Brescia: «Abbiamo faticato, ma perché abbiamo sempre provato a proporre il nostro calcio. Siamo andati a recuperare lo svantaggio grazie ai subentrati e alla caparbietà e al carattere, ciò su cui voglio che si costruisca la mia gestione». Contento a metà, invece, il vice dell'Aldini, Efrem Bianchi: «Rimane l'ennesima prestazione convincente. Limando qualche difetto, possiamo fare una grande stagione. Purtroppo, gli episodi ci hanno ancora penalizzato».

• ALCIONE-CASTELLANZESE

La sfida valida per il terzo posto in classifica premia l'Alcione, vittorioso 2-1 contro la Castellanzese. Molto soddisfatto, a fine gara, Alessandro Tonani degli orange: «Oggi c'è poco da dire, sono molto contento di come ha giocato la squadra. Abbiamo meritato la vittoria, complimenti ai miei».

GIRONE B

BRIANZA OLGINATESE-CREMA

Per distacco, la partita più rocambolesca dell'anno. L'8-5 finale per i lecchesi è un risultato talmente assurdo da far concordare gli allenatori su un aspetto. Entrambi, han dichiarato: «Non abbiamo mai visto nulla di simile». Poi, l'analisi ovviamente si differenzia. Questa quella di Nicolò Conca: «Sia noi che loro abbiamo cercato di costruire dal basso, prendendoci dei rischi che si sono rivelati fatali. Non sono contento ovviamente per i gol subiti». Così invece Marco Crippa: «Partita assurda, che avremmo potuto e dovuto chiudere sul 2-0 per noi, ma abbiamo sbagliato due palle gol. Abbiamo avuto un blackout a fine primo tempo che ci è costato caro».

• SEGRATE-AUSONIA

Lo 0-3 finale non lascia spazio a molte interpretazioni, come confermato da Gino Zumpano, tecnico gialloblù: «Brutta sconfitta, meritata. Si è giocato ad una porta, sono stati molto più fisici di noi e ci hanno surclassato fisicamente». Contento invece Alberto Campelli, la cui squadra è alla seconda vittoria di fila: «Abbiamo vinto con merito, giocando una buona partita. Colgo inoltre l'occasione per augurare una pronta guarigione a un nostro giocatore, Davide Ciriello, che si è infortunato in settimana».

• SPERANZA AGRATE-FOLGORE CARATESE

Lo Speranza Agrate ha guadagnato il primo punto in campionato. Un risultato meritato, come testimoniato dal tecnico avversario Gennaro Lampariello: «Sapevamo che la partita di oggi sarebbe stata difficile. Abbiamo faticato a giocare contro una squadra molto fisica, siamo stati poco lucidi».

• TRITIUM-VIS NOVA

Gran vittoria neroverde trasferta, che non può che soddisfare Cristian Morgandi: «Incontro tirato, ma le occasioni grosse le abbiamo avute noi. Oggi sono contento, abbiamo finalmente vinto con merito, cosa che non ci era quasi mai riuscita». Così, invece, Giorgio Pala della Tritium: «Abbiamo alzato troppo il pallone e giocato a lanci lunghi. Questo non è il calcio che vogliamo proporre, ma abbiamo avuto comunque chance per pareggiarla, senza sfruttarle».

• CIMIANO-ENOTRIA

Il derby, oltre che una quantità industriale di emozioni, ha regalato anche un bel momento nel post gara, quando Andrea Nicoli e Davide De Laurentis hanno rilasciato un'intervista doppia, concordando sostanzialmente su tutto: «Gara bella e tosta, su un campo difficile, sul quale si sono affrontate due squadre forti». Il tecnico del Cimiano aggiunge: «Sono stati decisivi gli episodi, come quello in occasione del 2-2», mentre quello dell'Enotria conclude: «Bravi i miei ragazzi a non mollare quando siamo stati in svantaggio e a trovare le energie nel finale per vincerla».

GIRONE C

• MAPELLO-PONTE SAN PIETRO

Dopo l’impresa del Mapello, Alessio Magni non può far altro che godersi i meritati tributi per aver saputo trasformare i suoi in un’autentica macchina da punti: «Loro ci pressavano e giocavano meglio di noi. Negli spogliatoi ho fatto dei cambi e ho visto che la squadra stava rispondendo subito bene e infatti abbiamo pareggiato. Poi abbiamo iniziato ad aumentare i giri e loro sono letteralmente spariti. La mia squadra ha potenzialità importanti». Così invece Ilario Di Nicola, tecnico Ponte: «Giocato molto bene nel primo tempo, un nostro errore purtroppo ha regalato a loro il pareggio. Poi bravi loro a fare 2-1 su una bella azione, difendendosi in seguito con ordine. Tra l’altro bravo il loro portiere a salvare un gol fatto, nonostante fosse già stato saltato. E quindi anche se il risultato giusto probabilmente sarebbe stato il pareggio, bravo il Mapello a crederci fino alla fine e a metterci la giusta intensità».

• REAL CALEPINA-FRANCIACORTA

Questo il commento di Roberto Bossoni della Real Calepina: «Partita tutto sommato equilibrata, forse ci è mancata un pizzico di cattiveria agonistica. Abbiamo avuto qualche occasione nella prima parte, ma poi è arrivato il gol loro. Nel secondo tempo ci siamo sbilanciati per il pari e nel finale abbiamo anche sbagliato un rigore». Contento invece Marco Romanini per una vittoria che sa di impresa: «Nel primo tempo abbiamo giocato una partita ordinata, producendo anche qualche occasione e rischiando poco. Nel secondo invece la gara è stata condizionata dal doppio rosso, ma siamo rimasti ordinati e l’abbiamo portata a casa ugualmente».

• SCANZOROSCIATE-DARFO BOARIO

Questa l’analisi di Agatino Russo, tecnico Scanzorosciate: «Non siamo mai andati in difficoltà, gli avversari hanno tirato pochissimo». Questo viceversa il commento del tecnico camuno Dario Leandri, in cui traspare forse un pizzico di rassegnazione per l’andamento dei suoi: «Partita inizia subito in salita. Nel secondo tempo abbiamo accorciato con una punizione calciata da Bonomelli deviata dalla barriera, ma dopo due minuti abbiamo preso il terzo gol che ha chiuso la gara».

• VILLA VALLE-BRUSAPORTO

Dario Martinelli, tecnico del Brusaporto, ha analizza così il match: «Direi che la gara l'abbiamo buttata via nel primo tempo, siamo entrati in campo con l'atteggiamento sbagliato. Loro però nettamente superiori e l'hanno dimostrato, abbiamo preso il primo gol su ripartenza, il secondo quando eravamo sbilanciati in avanti su un altro contropiede. Forse c’era un rigore per noi, ma non voglio attaccarmi agli episodi. Nel secondo tempo finalmente abbiamo avuto un atteggiamento diverso, abbiamo accorciato, ma non siamo riusciti a sfruttare le altre occasioni».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400