Cerca

Under 15 Élite

AllenaTalk, le voci dai campi: Vigani al settimo cielo, Nicoli vuole più carattere e Romanini fa festa

Conca tira un sospiro di sollievo, Brescia elogia l'organizzazione dell'Accademia e Magri si allontana dalla zona calda

Sergio Brescia, Accademia Inter

Sergio Brescia, tecnico dell'Accademia Inter

Torna il consueto appuntamento settimanale con "AllenaTalk", la rubrica dedicata alle voci dai campi dell'Under 15 Élite. Una delle novità dedicate ai nostri abbonati e ai lettori del giornale - cartaceo o digitale - del lunedì. Come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione (Android e Ios), con la possibilità di leggere - sempre sulla nostra app - articoli come questo e le partite a pagamento seguite il weekend successivo. In poche parole, bentornato AllenaTalk! In attesa di tutte le altre rubriche che potete conoscere a questo link.

GIRONE A

SEGURO-SOLBIATESE 2-1

Vittoria pesante per i blues, arrivata in rimonta e in inferiorità numerica, che permette loro di agganciare la Castellanzese al quarto posto in classifica. Non può che essere felice del risultato Andrea Acquaro: «Sono orgoglioso della reazione avuta dai miei ragazzi. Hanno reagito alla grande all'espulsione e hanno ribaltato la partita, non mollando mai».

ACCADEMIA PAVESE-CASTELLANZESE 1-0

Un gol, tre punti e primato in classifica riacciuffato. Non poteva esserci domenica migliore per l'Accademia Pavese, che grazie al gol di Ravizza si è laureata campione d'inverno. Questo il giudizio di Riccardo Ardito sulla prestazione dei suoi: «La prima frazione è stata equilibrata e siamo stati bravi a sbloccarla. Nella ripresa ci siamo abbassati e abbiamo rischiato di più, ma alla fine la vittoria è arrivata».

RHODENSE-VARESINA 1-1

La Rhodense non sa più vincere e anche contro la Varesina è arrivato un pareggio poco utili in termini di classifica. Agli arancioneri non è bastato il gol di Marco Ardito per ottenere i tre punti, venendo quindi superati della Masseroni. Questo l'amaro commento di Virio Perelli: «Abbiamo disputato una buona gara, il risultato ci sta stretto. Dopo la pausa dobbiamo tornare alla vittoria, anche se ci giocheremo la salvezza fino all'ultima giornata».

ALDINI-MASSERONI 0-1

Il risultato più clamoroso di giornata ha visto l'Aldini scivolare in casa contro l'ex fanalino di coda Masseroni, alla prima vittoria stagionale. Non può che essere al settimo cielo il tecnico degli ospiti Stefano Piluso: «Sono molto soddisfatto, finalmente siamo riusciti a centrare i tre punti. Abbiamo giocato una buona gara, su ritmi alti». Lascia poco spazio a interpretazioni il commento del vice allenatore dei falchi Efrem Bianchi: «Questa è stata la nostra peggior uscita stagionale. Non siamo riusciti a fare ciò che volevamo, siamo arrivati poco lucidi e scarichi all'appuntamento».

ALCIONE-ACCADEMIA INTER 0-0

L'ultimo match di giornata si è concluso a reti bianche, anche se fra orange e nerazzurri non è mancato lo spettacolo. Malgrado non abbia centrato i tre punti, si ritiene soddisfatto Alessandro Tonani, tecnico dell'Alcione: «Abbiamo avuto a lungo il predominio territoriale, ma siamo stati poco concreti negli ultimi metri. Ci è mancata la qualità nell'ultima giocata per vincere la sfida». Così, invece, Sergio Brescia: «Nel secondo tempo ci siamo abbassati, come normale che sia, ma nel primo tempo abbiamo tenuto testa. Ciò che mi soddisfa maggiormente è che la squadra non è più spaventata, ma organizzata e convinta».

GIRONE B

SPERANZA AGRATE-BRIANZA OLGINATESE 0-2

Vittoria tanto sofferta quanto importante quella ottenuta dai bianconeri, grazie alle reti di Bottazzi e Braga. A fine gara, Nicolò Conca ha tirato un sospiro di sollievo: «Abbiamo approcciato nel migliore dei modi, creando diverse palle gol. Poi abbiamo smesso di giocare e ci siamo adagiati, rischiando di subire il pareggio».

SEGRATE-CREMA 1-0

Con un gol in pieno recupero, i gialloblù vincono contro i bianconeri e si defilano, forse definitivamente, dal discorso salvezza. Una vittoria quasi insperata, per come è andato l'incontro, come sottolinea il tecnico Gino Zumpano: «Loro avrebbero meritato di più, noi ci siamo sciolti dopo un buon inizio. La vittoria è però importante e una menzione speciale va fatta per la difesa». Questa invece l'analisi di Marco Crippa: «Partita stregata. Abbiamo colpito tre legni, la palla non voleva proprio entrare».

TRITIUM-FOLGORE CARATESE 4-2

Tanti gol ed emozioni nella sfida tutta biancoceleste. A spuntarla, alla fine, è la squadra di Giorgio Pala, che così si è espresso: «Abbiamo giocato una buona partita. L'unico momento di difficoltà è stato dopo aver subito il secondo gol, ma nella ripresa ci siamo rimessi in carreggiata e l'abbiamo ribaltata». Non è contento del risultato finale Gennaro Lampariello della Folgore: «Il punteggio è bugiardo, avremmo dovuto almeno pareggiarla. Abbiamo creato tanto, colpito due pali e sbagliato il colpo del ko. C'è rammarico, pensavo che l'avremmo portata a casa».

LOMBARDIA UNO-ENOTRIA 3-1

I rossoneri hanno vinto la sfida valida per il primo posto in classifica, per la gioia di Beppe Vigani: «Oltre al gol subito a freddo, è stata una super partita. Abbiamo avuto una grande reazione e penso si sia notata una netta differenza sul piano tecnico». Si lecca le ferite Davide De Laurentis, che analizza così la sconfitta: «Questo risultato potrebbe farci bene. Chiaro è che perdere non sta bene a nessuno, ma almeno torniamo coi piedi per terra».

CIMIANO-VIS NOVA 2-2

Anche la sfida fra rossoneri e neroverdi ha regalato spettacolo. Il gol di Schirosi a pochi minuti dal termine è valso la parità per Andrea Nicoli, che ha detto a fine match: «Abbiamo iniziato male, commettendo ancora errori individuali, ma siamo riusciti poi a recuperarla. Dobbiamo lavorare sulla mentalità, siamo un po' carenti dal punto di vista caratteriale». Un risultato che sta invece stretto a Cristian Morgandi, che ha dichiarato: «Abbiamo dominato, non rischiando praticamente nulla. Avremmo potuto segnare il 3-0, ma non ci siamo riusciti. Sul finale non ci è stato dato un rigore netto».

GIRONE C

• DARFO-UESSE SARNICO 1-2

Queste le parole di Dario Leandri, tecnico camuno: «Abbiamo fatto una buona partita, siamo passati in vantaggio con un rigore nettissimo mentre stavamo spingendo molto. Purtroppo ci siamo fatti sorprendere da un lancio sopra la nostra difesa per l’1-1. Nel secondo tempo vantaggio loro dopo 10 minuti su errore individuale e da lì c’è stato un nostro assedio ma purtroppo senza esito positivo». Soddisfatto invece il tecnico sarnicense Matteo Magri, la sua analisi: «Stavolta contava solo il risultato per allontanarci il più in fretta possibile dalla zona retrocessione. Vittoria essenziale quindi, ora dobbiamo ritrovare serenità per poter lavorare più tranquilli e con meno paure. Sarnico deve ambire a zone più importanti della classifica, per cui cercheremo di sfruttare i mesi di pausa per fare un ritorno migliore».

• SCANZOROSCIATE-BRUSAPORTO 2-3

Tino Russo analizza così lo stop dei suoi: «Fatto bellissimo primo tempo, bravi loro a chiudersi. Nel secondo siamo incorsi in un blackout di 10 minuti dove il Brusaporto ne ha approfittato: loro hanno segnato e noi ci siamo spenti. Loro ci hanno creduto, sono stati bravi e ne hanno giustamente approfittato. Peccato, forse complessivamente il risultato più giusto sarebbe stato un pareggio». Mentre questo l’appunto di Dario Martinelli del Brusaporto: «Bellissima partita, molto combattuta, stavolta è andata bene a noi ma complimenti a Vecchierelli che ha limitato Sangaletti, lui ci ha davvero dato parecchio fastidio».

• VILLA VALLE-FRANCIACORTA 0-3

Grande soddisfazione per una vittoria che impreziosisce il Natale amaranto, queste le parole di Marco Romanini: «Partita equilibrata nella prima parte, nella seconda abbiamo dominato e sfruttato le occasioni avute, rischiando poco e facendo tre bei gol. Credo sia stata proprio una vittoria meritata su di un campo difficile, siamo contentissimi».

• MAPELLO-REAL CALEPINA 4-1

Nonostante la sconfitta il tecnico Real Roberto Bossoni analizza positivamente: «Bene il primo tempo e l’atteggiamento generale della squadra. Partiti col falso nove e nessuna punta di ruolo, poi cambiato nel secondo tempo. Di certo è stato il nostro miglior primo tempo della stagione, eravamo in controllo e lasciato poco al Mapello dal punto di vista del possesso e dell’organizzazione. Nel secondo subìto il gol subito e poi sotto 5 minuti dopo. Loro bravi a concretizzare le occasioni, noi forse perso le distanze ma comunque giocato con coraggio: il risultato è troppo ampio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400