Cerca

Under 15 Élite

Le pagelle di fine anno: l'Accademia Pavese è favolosa, l'Enotria e la Virtus sono imprendibili, ruggito Aldini e Lombardia Uno

Bene anche l'Alcione, il Ponte San Pietro e il Mapello, mentre Cimiano, Ausonia e Brianza Olginatese verso il top nel girone B

Le pagelle di fine anno: titolo

I classe 2007 del Seguro di Andrea Acquaro prima della sfida alla Castellanzesee

C'è qualcosa di più classico del tirare le somme a fine anno? Rispetto a quanto venduto, a quanto fatto e a quanto ottenuto, ovviamente in base a ciò che prendiamo in esame. Nel nostro caso parliamo del girone d'andata dell'Under 15 Élite, che di fatto diventa un Pagellone dell'anno solare 2021 non essendo scesi in campo nel finale di stagione 2020/2021. 31 squadre, altrettante valutazioni da parte di corpo docenti - alquanto severo, va detto - che ha potuto seguire da vicino quanto accaduto in questi primi mesi di campionato. E nell'attesa che si possa tornare in campo per confermare tali valutazioni, o dall'altra parte ribaltarle, ecco a voi il Pagellone di fine anno.

GIRONE A

ACCADEMIA PAVESE: voto 10

Una prima metà di stagione assolutamente da ricordare per i ragazzi di Riccardo Ardito. Contro ogni più rosea aspettativa, i biancorossi comandano il loro girone con 19 punti e sono il miglior attacco del loro raggruppamento, con 21 gol segnati. L’obiettivo del girone di ritorno è riconfermarsi, se possibile, o comunque centrare i playoff.

ALDINI: voto 8.5

Mezzo voto in meno per aver perso qualche punto di troppo nelle ultime uscite, ma il campionato dell’Aldini è stato fin qui di alto livello. Ai nastri di partenza, l’obiettivo dichiarato dal tecnico Mayco Bonetti era la salvezza. Ecco, diciamo che i suoi ragazzi hanno dimostrato di poter ambire a qualcosa in più.

ALCIONE: voto 7.5

Gli orange occupano il secondo posto in classifica, al pari dei falchi, ma la sensazione è che abbiano ancora parecchio margine di crescita. Se la difesa è granitica – la migliore del girone con soltanto 6 gol subiti – i ragazzi di Alessandro Tonani devono migliorare in fase realizzativa, ma il potenziale offensivo per segnare di più di certo non manca.

CASTELLANZESE: voto 7.5

Posizionata al quarto posto, la Castellanzese si trova esattamente dove avrebbe voluto essere qualche mese fa. I ragazzi di Faiella sono una delle squadre più fisiche del campionato, ed è soprattutto grazie al loro atletismo che si stanno confermando come una delle squadre di alta classifica del girone A. Riusciranno i neroverdi a confermarsi nel lungo periodo?

SEGURO: voto 7.5

Affiancati alla Castellanzese, i blues di Andrea Acquaro sono una delle squadre più altalenanti del girone. Partenza col botto, poi la flessione, poi ancora una serie di risultati utili. Trovando continuità e qualche gol in più, il Seguro potrà diventare una seria candidata al quarto posto. Il testa a testa con la Caste si prospetta avvincente.

ACCADEMIA INTER: voto 7

Una media fra l’avvio di stagione complicato, costato l’esonero a Luca Candi, e il proseguo della stessa senza più perdere una partita, con Sergio Brescia in panchina. Malgrado nelle prime quattro gare avessero totalizzato appena due punti, i nerazzurri ora sono lì, a contatto con la zona playoff. Vietato escluderli dalla corsa alla post season.

MASSERONI: voto 6.5

Il paradosso dei bianconeri: hanno vinto una sola partita fin qui, ma hanno battuto l’Aldini, capolista al momento della sfida. Nonostante il terzultimo posto, la squadra di Piluso è un osso duro. Sono solo tre infatti le sconfitte stagionali, segno di come la Masseroni sia ardua e complicata da affrontare. È necessario, però, che i bianconeri segnino di più: al momento, sono il peggiore attacco, con solo 6 reti realizzate.

RHODENSE: voto 6

Dopo un inizio di stagione passato a cercare il vestito adatto per gli arancioneri, Virio Perelli ha trovato nella difesa a tre l’assetto più congeniale alla sua squadra. Come la Masseroni, però, anche la Rhodense ha vinto solo una partita nel girone d’andata, contro il Seguro. Alla prima di ritorno, ci sarà subito lo scontro diretto. Chi la spunterà?

VARESINA: voto 5.5

Quando ti chiami Varesina e nel giro di nove giornate ti trovi a nove lunghezze dal primato, la stagione non può che essere definita negativa, quasi fallimentare. È quanto si sta vivendo a Venegono, visto che i rossoblù occupano attualmente la settima posizione in classifica, ben distanti dall'ultimo posto occupato dalla Solbiatese ma altrettanto distanti dalle zone nobili della classifica.

SOLBIATESE: voto 5

Una vittoria e sei sconfitte nelle prime nove partite: questo il ruolino della Solbiatese, attualmente fanalino di coda del raggruppamento A. Un girone d'andata decisamente negativo quello dei nerazzurri, chiamati ad un'impresa quasi proibitiva nelle ultime nove giornate, soprattutto se consideriamo quanto messo in campo fino a questo momento.

GIRONE B

ENOTRIA: voto 10

I rossoblù di Davide De Laurentis stanno tiranneggiando nel girone B. Primato con 25 punti, miglior attacco e miglior difesa. Bastano queste semplici statistiche per descrivere la prima parte di stagione dell’Enotria, la cui intenzione è quella di proseguire su questa lunghezza d’onda anche per il resto del campionato.

LOMBARDIA UNO: voto 9

Come per l’Aldini nel girone A, anche i rossoneri perdono mezzo punto per il finale di stagione, in cui sono apparsi stanchi. Detto ciò, il gruppo di Tartaglia e Vigani ha dimostrato di essere uno dei migliori dell’intero panorama calcistico lombardo, e nella seconda metà di stagione puntano a migliorare il loro già ottimo score in classifica.

CIMIANO: voto 8.5

La via di mezzo fra le due sopracitate e il gruppone che dà la caccia al quarto posto. La stagione del Cimiano è senza ombra di dubbio positiva, lo testimonia la classifica. Resta da capire se, nei prossimi mesi, i ragazzi di Andrea Nicoli si preoccuperanno di mantenere le inseguitrici a distanza o se tenteranno l’assalto alle prime due posizioni.

BRIANZA OLGINATESE: voto 8

Le prestazioni dei lecchesi sono state sempre in crescendo. Giornata dopo giornata, la squadra di Nicolò Conca è migliorata sempre più, fino ad arrivare ad occupare il quarto posto in classifica, a pari merito con l’Ausonia. La battaglia per il quarto posto sarà lunga e intensa e, grazie a qualche buona notizia dall’infermeria, la Brianza Olginatese è attrezzata per giocarsi le sue carte.

AUSONIA: voto 8

Il passaggio alla difesa a tre ha segnato un punto di svolta nella stagione dei neroverdi. Non è un caso che la porta dell’Ausonia sia quella rimasta imbattuta per la metà delle partite disputate. La prima metà di campionato si è chiusa col botto, con un 3-0 in casa del Lombardia Uno. Campelli e i suoi non vogliono fermarsi qui, e vogliono riprendere da dove hanno lasciato.

TRITIUM: voto 7.5

Ciò che più allieta della formazione di Giorgio Pala è che, indipendentemente da tutto, si esprime sempre allo stesso modo, secondo i principi trasmessi dal tecnico. Ausonia e Brianza Olginatese distano qualche punticino, ma è difficile pensare che i biancocelesti stiano fuori dalla corsa playoff e lotteranno fino alla fine.

VIS NOVA: voto 7.5

Un inizio difficile, in cui i risultati faticavano ad arrivare. Poi, però, le baby lucertole hanno svoltato, migliorando di gara in gara ed entrando nella bagarre per il quarto posto. Spiccano meno, rispetto ad altre realtà, le individualità, ma il gruppo di Morgandi è coeso e vuole continuare a migliorare.

FOLGORE CARATESE: voto 7

Una delle squadre più toste da affrontare, dotata di grande spirito combattivo e sacrificio. La Folgore Caratese ha dimostrato di non temere nessuno e di poter fare affidamento su un solido reparto arretrato, difficile da scardinare. Le ultime due sconfitte hanno ridimensionato un po’ la squadra di Lampariello, che però non mollerà l’osso fino all’ultimo secondo di stagione.

CREMA: voto 7

Anche quella di Marco Crippa, con le dovute proporzioni, è una squadra simile alla Tritium. I bianconeri, al netto del risultato e del momento, cercano sempre di proporre il loro gioco. I frutti del lavoro svolto sin qui si notano facilmente: dieci punti ottenuti nel girone d’andata e obiettivo salvezza praticamente centrato.

SEGRATE: voto 7

Anche i gialloblù, salvo cataclismi, sono destinati a centrare il loro obiettivo: il mantenimento della categoria. I nove punti totalizzati nella prima metà di stagione sono dovuti soprattutto a una difesa granitica, difficile da superare, e allo spirito combattivo della squadra proprio quello che vuole Zumpano.

SPERANZA AGRATE: voto 5

Le difficoltà nel competere in un campionato come l'Élite erano da mettere in conto già ad agosto, per questo i soli due punti conquistati e i 29 gol subiti dalla Speranza Agrate non possono essere una sorpresa. I punti di distacco dal Segrate, penultimo, sono ben sette e sebbene alla bandiera a scacchi manchi ancora un intero girone, pensare ad una salvezza per i rossoverdi è quasi un'utopia. 

GIRONE C (A cura di Giulio Benatti)

VIRTUS CISERANO BERGAMO: voto 9

Nove in pagella per questo primo quadrimestre alla squadra di Luca Cavalli. Nove come le vittorie ottenute in campionato in altrettante partite, rasentando - quasi - la perfezione. Per quella ci sarà modo di riparlarne nella seconda, decisiva, parte di stagione, quando ci si giocherà tutto. Per adesso un’andata maestosa. Schiacciasassi.

MAPELLO: voto 8

Buonissima prima parte di stagione per la compagine di Alessio Magni, uno degli allenatori più in voga del momento. Contro più d’un pronostico, il tecnico gialloblù è riuscito a portare i suoi al terzo posto (la classifica si basa sulla differenza reti attuale, a fine stagione in caso di parità entrerà in vigore la classifica avulsa dove varranno gli scontri dirette nei quali - ad oggi - il Mapello è in vantaggio sul Ponte). In pochi avrebbero speso un centesimo su questa compagine, ma Magni ribaltando i pronostici sta dimostrando di potersela giocare con tutti. Anche per lui la sfida vera del ritorno sarà sbirciare cosa succede negli altri raggruppamenti. Outsider.

PONTE SAN PIETRO: voto 7.5

Il Ponte probabilmente è l’unica squadra in grado di fermare la capolista anche se nella prima parte si è vista vanificare il piano. Nella seconda parte potrà riprovarci con la consapevolezza di non dover più far la corsa sulla Virtus ma piuttosto contro Alcione e Aldini (girone A), oppure Lombardia Uno e Cimiano (B). Queste sono ora le competitor per la fase 2 dei playoff e star loro davanti non sarebbe affatto male. Ad oggi, in questa speciale classifica, il Ponte è terzo: Lombardia Uno, Cimiano, Ponte, Alcione ed Aldini. Vediamo se ce la farà il gruppo dei 2007 del marsicano Ilario Di Nicola. Lavorare sui dettagli.

SCANZOROSCIATE: voto 7.5

O si vince o si perde, non c’è alternativa per la squadra di Tino Russo. Le mezze misure non sono contemplate. In questo primo spaccato di campionato la squadra occupa l’ultima posizione utile ai playoff, una piazza che potrà tranquillamente confermare anche nel ritorno con qualche piccolo accorgimento. Qualcuno li vede già come possibili sorprese della seconda parte di stagione, sicuramente nella prima lo Scanzo ha già venduto cara la pelle in parecchie occasioni, rischiando anche il colpaccio contro la Virtus poi mancato di un soffio. Più che discreta andata per questa forte compagine. Bene così.

FRANCIACORTA: voto 7.5

La squadra dell’ex bomber Marco Romanini è stata probabilmente la sorpresa più interessante di questa prima parte di stagione. Avvio col diesel, ma poi un crescendo continuo e costantemente per tutta la seconda parte d’andata fino alla pausa. Pagato inizialmente forse qualche handicap durante la preparazione, ma alla distanza il team bresciano sta dimostrando di poter ambire anche a posizione davvero esclusive (tre punti dai playoff). Sorprendenti.

BRUSAPORTO: voto 7

Il Brusa è stato rimbalzato all’entrata dei playoff da antipatici buttafuori (leggasi le sconfitte con Villa e Sarnico), di certo il discorso non è ancora chiuso. La squadra di Dario Martinelli ha la spensieratezza giusta per poter dire la sua anche nel prosieguo di stagione, dovrà solo trovare più continuità di rendimento per evitare di lasciare punti per strada. I pareggi contro Mapello e Ponte testimoniano la sua grande tenuta tecnica, per il tecnico un ulteriore step ed un cambio d’abito potrà garantire il lasciapassare giusto per entrare nel privé dei playoff. Per ora troppo belli per essere anche vincenti.

VILLA VALLE: voto 6.5

Il team di Paolo Rossoni non è mai riuscito a dare continuità ai suoi risultati. Di buono, però, c’è che ha battuto tutte le avversarie dietro, garantendosi fin da subito una relativa tranquillità di classifica. Per alzare l’asticella e puntare ai playoff il tecnico dovrà d’ora in avanti consolidare la tenuta difensiva e stabilizzarsi sul piano mentale. I ragazzi possono fare di più.

UESSE SARNICO: voto 6

La squadra di Matteo Magri ha vissuto momenti di tensione in questa prima parte di stagione. L’avvio è stato zoppicante e la sconfitta col Franciacorta prima e il pari con la Real Calepina poi hanno fatto temere il peggio per un attimo. Fortunatamente sono arrivate le vittorie contro Mapello e Darfo a rasserenare gli animi, portando i blues a dieci punti e di fatto indirizzandoli verso una salvezza tranquilla. Le aspettative della vigilia erano tuttavia ben altre.

DARFO BOARIO: voto 6

La squadra di Dario Leandri ha vinto lo scontro decisivo con la Real Calepina e grazie al pari col Franciacorta può adesso mantenere una gara di vantaggio sull’ultima della classe. Per ora i camuni sono fuori pericolo, se ci aggiungiamo il passaggio di turno in coppa (Bresciaoggi) possiamo tranquillamente confermare un’ampia sufficienza alla compagine neroverde.

REAL CALEPINA: voto 5.5

Insufficienza non gravissima ma nemmeno da sottovalutare. La Real fatica a trovare la quadra e i tanti spostamenti effettuati all’interno dello schieramento l’hanno dimostrato in questa prima parte di stagione. Un punto col Sarnico, poi otto sconfitte (tante delle quali di misura), ora serve necessariamente moderare i gol subiti (25 in 9 gare). Roberto Bossoni rimane fiducioso, a lui la patata bollente. Rimandata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400