Cerca

Under 15 Élite

Carrara e Mistri decidono il derby

Sarnico in gara un tempo, poi le due reti nella ripresa della Virtus

Virtus, Nicholas Carrara e Mistri decidono il derby con i blues

Nicholas Carrara della Virtus: sblocca il match nel momento più delicato

Nulla da fare per i blues del lago, la Virtus sfonda nella ripresa e con Nicholas Carrara e Mistri fa suo il derbyssimo (0-2) . Partita giocata ad alti ritmi senza esclusione di colpi fra due squadre che non volevano di certo perdere. In scena il remake del Ciatto giocato a fine anno e il Sarnico, forte del recupero iniziato nel nuovo anno verso i playoff, sa che può ancora giocarsi le sue carte per garantirsi un biglietto per la post stagione. Viceversa, Virtus nella posizione in cui può permettersi di non forzare eccessivamente le cose visto il vantaggio abissale certificato dalla classifica sulle inseguitrici. Rossoblù che giocano al gatto col topo, anche se segnare non è cosa semplicissima contro avversari così agguerriti e ben organizzati dietro. Primo tempo sostanzialmente equilibrato, seconda parte meno spettacolare dal punto di vista dell’estetica ma dai ritmi comunque alti. A deciderla una staffilata da fuori di Nicholas Carrara, e il successivo raddoppio di Mistri che di fatto chiude i giochi. Virtussini che riprendono la marcia dopo la battuta d’arresto con lo Scanzo di 7 giorni fa, Sarnico con ridotte chance playoff da giocarsi.

PARITÀ

Formazioni in campo con lo stesso modulo, 4-3-3 i locali, stesso discorso per gli ospiti. Sarnico che parte forte e prova a mettere sulle strette la capolista, Virtus che si difende cercando di speculare su alcuni errori di impostazioni che di tanto in tanto capitano nell’impostazione dal basso sarnicense. Il tutto porta al primo vero pericolo all’8’ quando Devoti, un po’ involontariamente, fa partire un traversone che si stampa sul palo. Pericolo scampato dalla Virtus, il Sarnico bussa alla porta. Dopo un quarto d’ora rossoblù affidatisi alle palle inattive dello specialista Ghisalberti, senza tuttavia effetti immediati. Al 20’ Ariatti scodella dentro, palla deviata in angolo con un possibile tocco di mano: l’arbitro lascia correre. Ci prova ancora il Sarnico con Rossi ma il suo sinistro è disinnescato in due tempi dall’estremo virtussino Montagna. Risponde la Virtus con un tiro debole di Ghidoni. Poi ancora rossoblù con Simeone che brucia in dribbling Devoti, ma anziché provare a fare qualche passo in più calcia subito strozzando troppo. Altra buona occasione mancata. Le squadre tornano negli spogliatoi senza colpo ferire.

DOUBLE

Nella ripresa dentro Rbouhi al posto di Sozzi, la Virtus aumenta subito i giri del motore e vuol fare sua la sfida. Così ecco su discesa di Mistri sulla sinistra il rigore in movimento per Simeone da posizione centrale, ma il bomber stavolta svirgola. La Virtus mantiene alto il baricentro e così ecco Nicholas Carrara, dal limite, girare in rete il vantaggio con un mancino rasoterra sul quale Silini, pur allungandosi, non intercetta (0-1). Vantaggio Virtus e adesso la sensazione è che i rossoblù possano sfruttare il contropiede in loro favore. La partita non decolla comunque sul piano estetico e regna sovrana la confusione e una manovra frammentaria. Ritmi sempre alti, certo, le occasioni non mancano. Tra queste quella del possibile pari capitata dalle parti di Rossi che calcia in area senza centrare il bersaglio. Il Sarnico ci crede e spara le ultime cartucce, come quella del tutto per tutto di Rossetti, imbeccato Zappella, il quale spara ancora una volta fuori misura. Così è gol sbagliato gol subito, Mistri si inserisce sull’invito del subentrato Bugada e corregge alle spalle di Silini (0-2). Poco dopo altra mischia dove sempre Mistri rischia la doppietta personale ma ormai la Virtus sta imperversando, il Sarnico cala d’intensità e alza tacitamente bandiera bianca. 

Alessandro Gandolfo, Uesse Sarnico

IL TABELLINO

UESSE SARNICO-VIRTUS CISERANO BERGAMO 0-2
RETI: 8' st Carrara (V), 25' st Mistri (V).
UESSE SARNICO (4-3-3): Silini 6.5, Baffelli 6, Baronchelli 6, Pozzaglio 6.5 (11' st Rossetti 6), Devoti 6.5, Oprandi 6.5, Patelli 6, Rossi 6.5, Bonetti 6 (8' st Lemma 6), Gandolfo 6 (23' st Tugui 6), Pedroni 6 (15' st Saporiti 6). A disp. Tafallari, Luongo, Tavelli, Previtali, Zappella. All. Magri 6.5. Dir. Rossetti.
VIRTUS CISERANO BERGAMO (4-3-3): Montagna 6, Ariatti 6.5 (29' st Esposito sv), Ghidoni 6.5, Amissini 6.5, Carrara 6.5, Bjeletic 6.5 (34' st Dotti sv), Carrara 7 (25' st Bugada sv), Mistri 7, Simeone 6 (27' st Boudhine sv), Ghisalberti 6 (37' st Binetti sv), Sozzi 6 (1' st Rbouhi 6). A disp. Racano, Montanari. All. Cavalli 7. Dir. Birolini.
ARBITRO: Zani di Chiari 6.5.

Giacomo Mistri, Virtus Ciserano Bergamo

LE PAGELLE

UESSE SARNICO

Silini 6.5 Poche conclusioni insidiose nella prima parte di gara, lui risponde sempre presente.
Baffelli 6 Si prende pochi rischi e chiude bene le diagonali della sua zona di competenza.
Baronchelli 6 Mette un check point dove passare non è facile, anche Ghisalberti spesso è bloccato.
Pozzaglio 6.5 Corre molto ed impedisce tante imbucate per vie centrali, garantisce equilibrio e solidità dietro. 
10’ st Rossetti 6 Buon ingresso in campo.
Devoti 6.5 A volte si prende qualche rischio non costruendo dal basso ma sparando a caso in avanti. Per il resto ci mette attenzione in marcatura.
Oprandi 6.5 Prende un palo clamoroso sbagliando il cross, in difesa ci mette più di un occhio sul diretto avversario.
Patelli 6 Garantisce ordine nel mezzo, fa valere la sua fisicità nella zona nevralgica del campo.
Rossi 6.5 Prova a saggiare i riflessi di Montagna con una buona conclusione nel primo tempo, bene il fastidio costante attuato sulle linee di passaggio.
Bonetti 6 Potrebbe scarcicare meglio, a volte sbaglia semplici appoggi.
7’ st Lemma 6 Buon impatto sul match.
Gandolfo 6 Prova di sacrificio, nel mezzo bisogna correre e lui non si tira indietro per niente.
15’ st Tugui 6 Entra ma non riesce ad invertire il trend.
Pedroni 6 Un po’ tagliato fuori dal gioco, nella sua zona transitano poche palle e lui ristagna sempre largo.
All. Magri 6.5 Buon primo tempo, i suoi sbagliano qualche occasione di troppo e cedono alla distanza.

La titolare dell'Uesse Sarnico

VIRTUS CISERANO BERGAMO

Montagna 6 Graziato sul palo di Devoti, per il resto non corre altri particolari rischi nella prima frazione e chiude bene gli altri rari grattacapi.
Ariatti 6.5 Prestazione convincente in copertura, si limita a presidiare in nonchalance senza attaccare il turbo (29’ st Esposito sv).
Ghidoni 6.5 Ogni tanto si concede qualche galoppata ma senza esagerare, per lo più controlla gli esterni sarnicensi per limitare i rischi.
Amissini 6.5 Buon apporto nel mezzo, lotta e organizza le geometrie dei compagni.
Gabriel Carrara 6.5 Dietro nessun problema, guida con autorevolezza il reparto senza prendersi colpi di testa.
Bjeletic 6.5 Sicuro e deciso, costruisce bene e non sembra mai in affanno sulla marcatura (34’ st Dotti sv).
Nicholas Carrara 7 Solito motorino di centrocampo, il gioco della Virtus passa attraverso la sua quantità e stavolta si improvvisa finalizzatore per sbrogliare una matassa complicata (25’ st Bugada sv).
Mistri 7 A volte impreciso, per il resto della gara si spende bene nel mezzo in pressione: l’inserimento del bis Virtus vale il prezzo del biglietto.
Simeone 6 Avrebbe un’ottima occasione quando salta il difensore ma strozza troppo, fatica a farsi spazio tra le maglie dei blues e dovrà migliorare nella difesa della palla (27’ st Boudhine sv).
Ghisalberti 6 Sempre uno spauracchio sulle palle inattive, per il resto controllato bene dagli avversari (37’ st Binetti sv).
Sozzi 6 Svaria e si muove molto, ma rimane sempre lontano dal bersaglio grosso.
1’ st Rbouhi 6 Buon impatto sul match.
All. Cavalli 7 Non era facile sbloccarla, i suoi hanno mantenuto la calma necessaria per andare a colpire nella ripresa. Prova niente male.

La titolare della Virtus Ciserano Bergamo

ARBITRO

Zani di Chiari 6 Gestisce bene la partita, ci sono tanti scontri e lui mantiene calme le acque.

LE INTERVISTE

Matteo Magri, tecnico Uesse Sarnico, pensa positivo nonostante la battuta d’arresto e queste sono le sue parole: «Primo tempo equilibrato, ci sono state occasioni da entrambe le parti e loro erano pericolosi sulle palle inattive. Noi abbiamo provato ad attaccare gli spazi ma qualche volta l'ultimo passaggio è mancato. Nel secondo tempo ci siamo un po' allungati, loro ne hanno approfittato fino al gol del vantaggio e lì ci siamo un attimo disuniti. Avremmo potuto pareggiare ma poi dopo aver sbagliato il gol abbiamo preso in ripartenza il secondo. Dispiace perché abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti e anche contro di loro che finora non hanno mai perso. Abbiamo dimostrato che possiamo contenderci i piani alti della classifica e lottare fino all'ultimo per un piazzamento nelle prime quattro che ci garantirebbe le fasi finali. Comunque per l'atteggiamento voglio premiare tutta la squadra. Davanti stiamo cercando di trovare qualcuno che possa sfruttare gli spazi alle spalle dei difensori, fatichiamo un po' a tenere su la palla. Comunque ai playoff ci credo, con 31 punti ho detto ai ragazzi che possiamo essere fra le prime quattro e anche dopo la partita di oggi ne sono sempre più convinto».

Luca Cavalli, forte del primato, analizza così la prestazione della sua Virtus Ciserano Bergamo: «Tutti hanno dato il proprio apporto, siamo stati intensi, gagliardi e attenti. Non pensavamo di venire qua ed avere vita facile. Anche nelle precedenti prestazioni è stato così, nel Ciatto quando siamo stati eliminati ai rigori e in campionato dove c'eravamo divisi un tempo a testa. Tra noi e loro non credo ci sia una grande differenza, anzi. Merito comunque ai ragazzi che hanno preparato bene la partita in settimana. Nel secondo tempo ci siamo espressi meglio, avevamo il pallino del gioco mentre nel primo tempo facevamo fatica a muovere la palla. C'è sempre qualcosa da migliorare, produciamo molto gioco ma le occasioni in funzione di questo gioco sono minori. Soprattutto negli ultimi 20 metri dovremo essere bravi a costruire più occasioni pericolose».

Andrea Oprandi, Uesse Sarnico

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400