Cerca

Under 15 Élite

Si rompe il braccio a un passo dalla finale, il messaggio dei compagni: «Vinceremo per lui»

Stagione finita per Adam Sessarego, ora sta bene e domenica assisterà alla partita con l'Alcione

«Dai Guerriero!». Con questo incoraggiamento è uscito dal campo, in barella, Adam Sessarego, giovane classe 2007 che domenica - nella semifinale per il titolo regionale tra Seguro e Accademia Pavese - è rimasto vittima di un brutto infortunio al braccio quando mancavano solamente 10 minuti alla fine della partita. Adam gioca per l'Accademia, era entrato in campo da appena 4 minuti e la sua squadra stava vincendo 1-0 dopo l'1-1 dell'andata: poi quel salto, la ricaduta con il braccio che rimane sotto al corpo e il ragazzo che resta per terra. La gara si ferma per l'intervento di rito del massaggiatore dei pavesi, ma si capisce subito che il "ghiaccio miracoloso" stavolta non basterà. Viene chiesto l'intervento dell'ambulanza, e la partita viene sospesa per 32 lunghissimi minuti.

Fa caldo, anzi caldissimo, e così arriva un ombrello per coprire dal sole il calciatore, che viene aiutato con acqua, zuccheri e una pettorina a coprire il braccio sinistro per cercare di diminuire il legittimo spavento. Entrano in campo il padre di Adam, il dirigente Attilio Sommariva (nella foto mentre gli tiene la mano), la fisioterapista dell'Accademia e un medico presente tra i tifosi e c'è poco da fare: «Frattura scomposta, non muoviamolo e aspettiamo l'ambulanza». Che arriva dopo poco più di mezz'ora, gli infermieri steccano il braccio infortunato e portano via il ragazzo in barella tra gli applausi di incoraggiamento di tutto il pubblico presente: «In bocca al lupo al ragazzo - dirà a fine gara Riccardo Ardito, il suo allenatore - i compagni al fischio finale già pensavano a lui e chiedevano notizie. Il gruppo è molto unito, l'interruzione ha compattato ulteriormente i ragazzi che hanno giocato anche Adam».

La gara riprende con 10 minuti da giocare e un gol di vantaggio da difendere. Il Seguro, che per tutto il secondo tempo aveva tenuto l'Accademia nella propria metà campo, avrebbe bisogno di un gol per andare ai supplementari. Capitan Romanini e soci però a questo punto hanno un motivo in più per centrare la finalissima: farlo per Adam. «Abbiamo vinto soprattutto per lui - le parole di Gigi Feliciangeli, autore del gol del vantaggio - e speriamo che si riprenda presto. In campo siamo rimasti concentrati e abbiamo provato a stare tranquilli». Missione compiuta, visto che poi l'Accademia Pavese ha segnato anche il gol del 2-0 con Alessandro Quaini chiudendo i conti e centrando una finale storica.

Adam Sessarego adesso sta bene, e domenica quasi certamente sarà presente come spettatore alla partita contro l'Alcione. Subito dopo l'infortunio è stato portato prima all'ospedale di Rho, poi all'ospedale di Pavia dove lunedì pomeriggio è stato operato: l'intervento è stato lungo ed è andato bene, il ragazzo dovrà rimanere ingessato per 3 settimane e poi potrà cominciare la fase riabilitativa. Stagione ovviamente finita, ma l'obiettivo è quello di tornare in campo già per la preparazione dell'annata 2022-2023. Magari da Campione Regionale in carica, ma questo dipenderà dai suoi compagni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400