Cerca

Acc. Sandonatese Under 15: Massimo Alinti, gioco offensivo senza dimenticare i valori nobili del calcio

Massimo Alinti Accademia Sandonatese Under 15 Milano
Il mestiere dell’allenatore a livello giovanile è spesso una vocazione all’insegnamento, un dedicare anima e corpo ai ragazzi per trasmettere loro lezioni di vita e valori importanti. Il calcio è una vera e propria palestra di vita, in cui il rispetto e l’etica dello sport devono stare sempre in cima alle priorità. Dell’inestricabile valore educativo di questo sport è convinto l’allenatore dell’ Accademia Sandonatese Under15, Massimo Alinti, che si racconta: «Sono arrivato su questa panchina dopo anni da allenatore nel mondo degli oratori. Vengo quindi dalla realtà del calcio “sociale”, dove si sta a strettissimo contatto coi ragazzi e si gioca a calcio non tanto per il risultato, ma perché si è davvero innamorati di questo sport. L’anno scorso ho deciso di intraprendere l’avventura dell’agonismo e ora guido i ragazzi dell’Under 15 provinciale dell’Accademia Sandonatese: per quanto sia un mondo di cui ho ancora molto da imparare, ho anche tanta voglia di insegnare ai ragazzi quello che ho imparato in tanti anni di calcio». La società di San Donato, il cui organigramma è stato rivoluzionato di recente, rema nella stessa direzione seguita dal tecnico. «L’Accademia condivide la mia linea di pensiero. I ragazzi sono spinti a divertirsi prima ancora che a vincere a tutti i costi, l’ambiente è molto sano per la loro crescita. Si è presa la decisione di puntare molto sul settore giovanile, forse un po’ trascurato in passato, e questa fiducia è uno stimolo importante per me e i ragazzi» dice Alinti. [caption id="attachment_241307" align="aligncenter" width="1400"] Accademia Sandonatese Under 15 Milano La rosa Under 15 dell'Accademia Sandonatese, allenata da Massimo Alinti[/caption] Interrogato rispetto all’organico a sua disposizione, il tecnico biancazzurro si dichiara entusiasta e afferma: «Sono un gruppo unito ed educato, che per me sono valori molto importanti. Ci siamo rafforzati con 3 nuovi elementi, che si sono già integrati e stanno già lasciando il segno. Siamo un ottimo gruppo». Se il gruppo è coeso e unito, la filosofia di gioco dell’allenatore non potrebbe essere più chiara, come lo stesso afferma: «Voglio una squadra propositiva, che attacchi e cerchi sempre il gol. Non firmo per un pareggio, è la mia mentalità. La configurazione che mi è più congeniale è il 4-3-3, il modulo offensivo per antonomasia. Con questa formazione riesco a sfruttare la velocità dei miei esterni e far fruttare la finalizzazione della mia punta, Malacarne, che vede la porta con grande continuità». Nonostante la sua squadra quest’anno non faccia classifica, dal momento che l’Accademia Sandonatese è già rappresentata da una squadra Under 15 nel campionato regionale, il tecnico Alinti si pone obiettivi precisi: «Per quanto non possiamo ambire alla promozione, abbiamo comunque tanta voglia di fare bene. Il mio obiettivo è che i ragazzi acquisiscano sicurezza in loro stessi e si rendano conto delle grandi potenzialità che hanno. Abbiamo già dimostrato il nostro valore nelle amichevoli estive, tra cui la bellissima vittoria contro i nazionali della Pro Sesto, e possiamo solo migliorare. Alla fine della stagione faremo un’amichevole con i pari età del regionale e sono sicuro che non sfigureremo».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400