Cerca

Serenissima Under 15: Giovanni Vasquez, portiere per ispirazione e vocazione

Vasquez-Serenissima-Under15
Spesso il ruolo di portiere è quello meno ambito in una squadra di calcio a livello giovanile. Sono pochi i ragazzi che, quando iniziano a prendere a calci un pallone, decidono di mettersi in gioco a difesa della porta di loro spontanea volontà. Eppure, in Italia abbiamo una scuola di portieri che ha fatto la storia di questo sport, avendo indossato la maglia azzurra campioni del mondo del calibro di Dino Zoff e Gianluigi Buffon. Giocare tra i pali fa parte del nostro DNA sportivo. Giovanni Vasquez, portiere titolare della formazione Under 15 della Serenissima, è uno di quei ragazzi che invece ha sempre avuto interesse e passione per il ruolo del numero 1, come lui stesso dichiara: «Mi diverto a giocare in porta, sono un portiere per ispirazione e vocazione». Fino ad ora, la carriera del giocatore ha sempre avuto come scenario la sua città, Cinisello Balsamo: «Ho iniziato a giocare a 7 anni all’oratorio, nella squadra Stella Azzurra. Poi tutti i miei compagni hanno iniziato a trasferirsi in altre società e allora due anni fa ho deciso anch’io di cambiare aria e, su consiglio di mio padre, mi sono accasato alla Serenissima» racconta il diretto interessato. Giunto alla società biancazzurra ha trovato un ambiente dove si è subito sentito a suo agio, come emerge dalle sue parole: «In squadra sto benissimo, siamo tutti amici e ci vogliamo bene. Il rapporto con gli allenatori è ottimo, sono preparatissimi e mi danno sempre consigli che mi aiutano a migliorare». Vasquez è un portiere che fisicamente potremmo definire atipico rispetto agli standard canonici del ruolo, come illustra bene il suo allenatore Michele Paradiso: «Giovanni non ha la fisicità alta e slanciata comune nei portieri, ma possiede una corporatura sicuramente più robusta. Il fisico non deve però trarre in inganno, Giovanni è dotato di riflessi e reattività davvero notevoli. È un portiere di sicura affidabilità, fargli gol è difficile per qualsiasi avversario. Quando c'è lui tra i pali sono tranquillo e questo per un allenatore è molto rassicurante». Il tecnico Paradiso continua, come un vero allenatore fa, sottolineando dove il ragazzo ha margini di miglioramento: «Se dovessi dire un aspetto su cui può fare meglio, sicuramente ammetterei che deve parlare di più con la difesa. Quando riuscirà a comunicare meglio con il reparto, sono sicuro che sarà un leader in squadra». Interrogato rispetto alle sue ambizioni e prospettive per il futuro, Vasquez risponde con cautela: «In realtà non so bene cosa aspettarmi dal futuro, devo pensarci bene. Per ora mi alleno con impegno, anche se solo da remoto a causa dello stop agli allenamenti in presenza. Preferisco restare coi piedi per terra». Se da un lato preferisce non sbilanciarsi rispetto al suo prosieguo di carriera, dall'altro il giovane ha ben presente il punto di riferimento che lo ispira da quando ha iniziato a giocare a calcio: «Gianluigi Buffon è il mio idolo. Lo seguo sempre e guardo tutte le sue partite. Essendo anch’io un portiere, non posso che ammirare quello che ha rappresentato per la nostra storia calcistica e quello che ha conquistato in carriera». Questa la rosa della Serenissima Under 15: Portieri: Allievi Andrea Vasquez Giovanni Difensori: Alessi Luca De Gregorio Cristian Ilardi Mirko Leonardo Federico Mascheroni Filippo Centrocampisti: Catrini Luca D’Andretta Leonardo Manna Davide Ronchi Christian Sampen Cristopher Ventura Mattia Attaccanti: Campos Stefano Marighella Emanuele
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400