Cerca

Under 15

Sesto 2012-Cinisello: il tridente Corvaia-Filippini-Marturano dà spettacolo, i rossoblù continuano la loro corsa perfetta

Capitan Barbiero dirige le operazioni, Lisi chiude i conti: terza vittoria consecutiva e porta ancora imbattuta per la formazione di Marco Meneghin

Sesto 2012-Cinisello Under 15

Mattia Barbiero, mezzala e capitano del Cinisello, prova la conclusione

Il Cinisello non si ferma. Non ci pensa nemmeno. Vince 4-0, inanella la terza vittoria in altrettante partite e porta a 210 minuti l'imbattibilità della propria porta, ancora mai scalfita dall'inizio del campionato. I ragazzi di Meneghin e Morganti volano: e se le vittorie contro Niguarda e Amatese potevano sembrare una pura formalità, questa con la Sesto 2012 arriva nel primo vero banco di prova del campionato. Esame superato a pieni voti: il tridente dà spettacolo, la difesa non va mai in affanno, e in generale il gioco è sempre nelle mani dei rossoblù. Bravi a sbloccarla subito con Filippini, a raddoppiare prima dell'intervallo con Barbiero e a chiuderla nel secondo tempo con Corvaia e Lisi. Per la Sesto 2012 di Capurso un'altra battuta d'arresto dopo il ko con il Cg Bresso, ma con pochissimi demeriti: la squadra ha provato in tutti i modi a contenere i rossoblù, ha messo in mostra un portiere straordinario come Ivan Contessa e ha pure provato a cancellare lo "zero" dalla casella dei gol subiti del Cinisello. Senza riuscirci, ma contava almeno provarci.

Tridente spaziale. 4-3-3 a confronto, con il Cinisello che punta sul giropalla gestito da Commodaro, sulla visione di gioco di Barbiero e sulla fisicità di Torricelli ma soprattutto sulla pericolosità del proprio tridente: Corvaia a destra arriva sempre sul fondo, Marturano a sinistra è una scheggia impazzita e Filippini davanti è il perfetto terminale offensivo. La Sesto 2012, speculare, prova a compattare le linee e a ripartire, soprattutto con Crisci che quando prende palla riesce sempre a tenere in apprensione la difesa rossoblù. I ragazzi di Capurso però non hanno vita facile: il Cinisello tiene benissimo il campo, e quando la linea difensiva non riesce a resistere ci deve pensare Contessa a levare le castagne dal fuoco ai padroni di casa che già dopo cinque minuti rischiano di andare sotto con la bellissima rovesciata di Filippini che finisce a lato. Dietro il Cinisello soffre poco: Di Cosmo e Caccavale alzano e abbassano il reparto senza errori, Mondini a sinistra è poco stuzzicato e quindi ha tempo per salire, mentre Lazzaro è costretto da Crisci a un lavoro di marcatura svolto sempre con fermezza. Il predominio territoriale consente ai rossoblù di scatenarsi in fase offensiva, e infatti l’1-0 arriva dopo appena 12 minuti: Marturano imbecca Filippini, miracolo di Contessa e tap-in vincente dello stesso Filippini. Il gol sblocca ulteriormente il gioco degli ospiti, che creano occasioni a ripetizione sfiorando a più riprese il raddoppio: prima con un diagonale largo di marturano (14'), poi con un pallonetto fuori misura di Corvaia (16') e infine con un gran tiro dalla distanza sul quale è fenomenale Contessa (18'). I padroni di casa si fanno vedere per la prima volta dalle parti di Fornaro al 23' con uno spiovente largo di Simone Perego, troppo poco per un Cinisello che prima dell'intervallo passa di nuovo sull'asse Corvaia-Barbiero: al 27' cross dell'esterno per la punta e colpo di testa a lato, al 35' imbucata del primo per il secondo, conclusione sulla quale Contessa si oppone da campione, tap-in vincente di Barbiero che non perdona.

Qualità e carattere. Capurso nella ripresa si gioca Dibello e Sarmiento per provare a ridare compattezza alla squadra, ma il Cinisello è davvero tanta roba: per tecnica, per sostanza e anche per carattere. I ragazzi di Meneghin rientrano in campo infatti con la voglia di chiuderla, e dopo 4 minuti la missione è già compiuta: Filippini lavora bene spalle alla porta l'ennesimo pallone e aziona la fuga di Corvaia che non lascia scampo a Contessa. Sul 3-0 la Sesto 2012, che comunque fino a quel momento ha fatto tutto il possibile, molla un po' il colpo; il Cinisello invece non si ferma e continua a produrre azioni e occasioni: al 15' altro miracolo di Contessa su Corvaia che ci prova da lontano, al 22' Marturano colpisce il palo con un tocco di punta in stile futsal, al 27' Corvaia si invola in contropiede ma Contessa gli dice ancora di no. La gara è chiusa nella forma, e lo diventa anche nella sostanza al 32' quando il neoentrato Lisi decide di partecipare alla festa ribadendo in rete con un destro all'angolino un tiro di Barbiero deviato da un difensore. È il 4-0 finale, è il poker che fa volare un Cinisello che promette di essere un grande protagonista di questo campionato.

IL TABELLINO

SESTO 2012-CINISELLO 0-4
RETI:
12' Filippini (C), 35' Barbiero (C), 4' st Corvaia (C), 32' st Lisi (C).
SESTO 2012 (4-3-3): Contessa 8, Recca 6.5, Simonutti 6 (1' st Dibello 6), Spinelli 6.5, Strada 6, Scarpini 6, Crisci 7, Perego 6.5 (20' st Torelli 6), Littera 6 (15' st Donelli 6), Aliberti 6 (16' st Gandini 6), Giacomet 6 (1' st Sarmiento 6). A disp. Bulgherisi, Colombo. All. Capurso 6.
CINISELLO (4-3-3): Fornari 6.5 (18' st Sorgia 6.5), Lazzaro 7.5, Mondini 6.5 (10' st Villa 6.5), Commodaro 7 (20' st Cenko 6.5), Di Cosmo 7, Caccavale 6.5 (26' st Zaglio sv), Corvaia 8, Torricelli 6.5 (7' st Reciputo 6.5), Filippini 8 (18' st Panetta 6.5), Barbiero 8, Marturano 7.5 (30' st Lisi 7.5). A disp. Caggiano. All. Meneghin 7.5.
ARBITRO: Ferri di Milano 7.

LE PAGELLE

SESTO 2012
Contessa 8
Che dire. Compie almeno 5 interventi decisivi: vero che su due di questi arriva comunque il gol, ma non di certo per colpa sua. Sui tiri da fuori area ha delle letture da campione, e anche sulle conclusioni ravvicinate dimostra riflessi invidiabili.
Recca 6.5 Dalla sua parte c'è un Marturano che non lo fermi nemmeno sparandogli, ma nonostante questo riesce a mettere insieme una gara positiva. Innanzitutto perché in qualche occasione riesce a limitarlo, poi perché nella ripresa ci mette grande generosità andando anche al tiro.
Simonutti 6 Corvaia è devastante, e lui quello che può fare lo fa. Non commette errori gravi.
1' st Dibello 6 Ha l'ingrato compito di mettersi alle calcagna di Corvaia dando il cambio a Simonutti. Impresa impossibile.
Spinelli 6.5 Di palloni ne transitano pochi, non si scoraggia e prova a rendersi utile con un buon lavoro di incontrista.
Strada 6 Arrivano da tutte le parti e Filippini è difficile da marcare anche con quattro piedi e quattro mani. Lui è umano, ne ha due, e fa ciò che può fare.
Scarpini 6 Come il compagno di reparto, deve cercare di contenere l'assalto del Cinisello e se gli avversari fanno quattro gol non è per colpe sue. Bravo sulle palle alte.
Crisci 7 Il miglior giocatore di movimento del Sesto. Parte da sinistra e quando la palla arriva sui suoi piedi qualcosa succede sempre. Punta e salta l'uomo, grazie ai suoi dribbling la squadra riesce a salire e respirare.
Perego 6.5 Trovare il bandolo della matassa in mezzo al campo è roba per uomini veri. Combatte, si dà da fare e ci prova anche con un tiro-cross pericoloso nel primo tempo. (20' st Torelli 6).
Littera 6 Cerca di tenere su qualche pallone, ma il compito è una sorta di mission-impossible. Lotta e fa a sportellate, tanto basta per la sufficienza. (15' st Donelli 6).
Aliberti 6 Mezzala tecnica e adibita a fare gioco, non è la partita più adatta alle sue caratteristiche. Eppure riesce a farsi vedere con un paio di guizzi interessanti. (16' st Gandini 6).
Giacomet 6 Non riesce ad arrivare nell'area di rigore avversaria, ma quantomeno ha il merito di costringere Mondini a dargli sempre un'occhiata.
1' st Sarmiento 6 Si rimbocca le maniche e prova a farsi vedere.
All. Capurso 6 Si poteva fare qualcosina di più? Forse. O forse no: il Cinisello è una macchina da guerra e la squadra, tutto sommato, di grossi errori non ne fa.

CINISELLO
Fornari 6.5 Un solo brivido sull'arcobaleno di Perego: lo guarda sfilare a lato. Tutto il resto, poco, lo fa in sicurezza. (18' st Sorgia 6.5).
Lazzaro 7.5 Grande lotta con Crisci, che lo tiene impegnatissimo in fase difensiva. Qualche volta gli va via, ma la maggior parte dei casi lo vedono uscire vincitore. E palla al piede.
Mondini 6.5 Gara attenta, spinge poco perché non ce n'è bisogno. Tiene benissimo la posizione e in fase difensiva non sbaglia praticamente niente.
10' st Villa 6.5 Ha passo e voglia, ingresso positivo nel secondo tempo. Si concede anche qualche bella sgroppata sulla fascia.
Commodaro 7 Equilibratore di sostanza e qualità. In mezzo al campo detta la sua legge, ed è una legge fatta di ordine tattico e ritmi di gioco giusti. Ottima gestione della manovra e anche tanto carattere. (20' st Cenko 6.5).
Di Cosmo 7 Insuperabile, ottimo sulle palle alte e in generale in chiusura e in marcatura. Bene anche quando c'è da far partire l'azione dalle retrovie.
Caccavale 6.5 Sicuro, preciso, senza fronzoli. Quando c'è da usare la spada usa la spada, quando c'è usare il fioretto usa il fioretto. (26' st Zaglio sv).
Corvaia 8 Semplicemente incontenibile. Brucia la fascia destra del campo, sforna assist a ripetizione e quando strappa fermarlo diventa impossibile. Sfiora due gol in contropiede prima e dopo l'importantissima rete del 3-0: diagonale imparabile e palla in buca.
Torricelli 6.5 Presenza importante sul centro-sinistra, gioca con i muscoli dando sempre l'appoggio a Commodaro e la giusta copertura a Barbiero.
7' st Reciputo 6.5 Puntella la mediana e sfiora la gioia personale con un gran tiro da fuori area. Sarebbe stato il gol della giornata.
Filippini 8 Inaugura la partita con una rovesciata in bello stile che fa capire che tipo di partita farà. Lavoro spalle alla porta da centravanti consumato, grande intesa con Corvaia e Marturano e un senso del gol da Serie A. Sblocca la partita, poi continua a dare spettacolo. (18' st Panetta 6.5).
Barbiero 8 Grande prova a tutto campo, da mezzala e contemporaneamente da trequartista. Quando si trova nel cuore del gioco fa valere una tecnica invidiabile, quando si trova in area di rigore non perdona. Suo il gol del raddoppio che di fatto chiude il discorso tre punti.
Marturano 7.5 Sgasa a sinistra e non si ferma mai finché non arriva al tiro o al cross. Crea superiorità numerica e occasioni, nella ripresa colpisce anche un palo. Gara fantastica la sua.
30' st Lisi 7.5 Entra e firma il quarto gol al primo pallone toccato o quasi. Conclusione radente che non lascia scampo a Contessa.
All. Meneghin 7.5 Partita perfetta per atteggiamento tattico e caratteriale. Terza vittoria consecutiva e terzo "clean sheet": gara sempre saldamente in mano, aperta e chiusa nei momenti giusti.

ARBITRO
Ferri di Milano 7 Zero cartellini e tanta sicurezza. Partita abbastanza semplice, senza situazioni da moviola, ma comunque con zero errori. Ottimo occhio nel fuorigioco e scelte sempre corrette.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400