Cerca

Under 15

Niguarda-CG Bresso: Vitali inventa, segna e regala ai suoi la terza vittoria stagionale

Ai rossoblù non basta una prestazione orgogliosa e lo squillo di Poloni, i neroverdi vincono in trasferta e salgono a 9 punti

Pietro Vitali Under 15 PCG Bresso

Pietro Vitali del CG Bresso, autore di un assist e del gol vittoria

A volte le stagioni sono stregate e non si può fare nulla per sovvertire il volere della dea bendata. L'anno dell'ASD Niguarda sembra essere maledetto: nonostante una prestazione piena di carattere, i padroni di casa hanno perso per 1-2 all'ultimo respiro. Solo un gol di Pietro Vitali allo scadere, infatti, ha salvato il PCG Bresso dall'uscire dal campo senza i tre punti in saccoccia. Una partita combattuta, su un terreno di gioco non facile, che ha visto un Niguarda con il coltello tra i denti, intenzionato a cancellare lo 0 dalla casella dei punti fatti. Il Bresso, pur non fornendo la miglior prestazione della stagione, è riuscito a rimanere compatto in fase difensiva e a punire con cinismo gli avversari. Una prestazione, quella dei niguardesi, che fa ben sperare per il futuro: l'allenatore Medea da sabato pomeriggio è consapevole di poter contare su una squadra con gli attributi, desiderosa di vendere cara la pelle. Viceversa Parozzi, che non sembrava completamente soddisfatto della prestazione dei suoi al termine dei settanta minuti, può comunque sorridere per la vittoria che, giunta all'ultimo secondo dopo una partita sofferta, è ancora più dolce.

Niguarda arrembante. Nonostante i favori del pronostico indicassero il Bresso come favorito per la vittoria finale, dopo un inizio bloccato, è il Niguarda che appare messo meglio sul rettangolo verde. La fisicità e la personalità dei due centrocampisti centrali Avdyli e Viganò ha messo in difficoltà la mediana avversaria che per tutto il primo tempo non è riuscita a prendere in mano le operazioni del gioco. I rossoblù dimostrano di non aver paura di giocare dal basso ma i risultati non sempre sono soddisfacenti. Il Bresso, a causa della pressione nemica, è costretto a provare la soluzione dei lanci lunghi sfruttando non solo i centimetri dei propri attaccanti ma anche quelli di D'Amato e Vitali che, in fase offensiva, si posizionavano affianco alle due punte. La prima occasione del match capita al 12' sui piedi di Buscarioli che raccoglie un pallone vagante al limite dell'area ma non riesce a trovare il giro giusto per battere Goseni. Dopo qualche minuto è Vitali che si mette per la prima volta in mostra durante la partita: serpentina sulla fascia destra, ingresso dal lato corto dall'area di rigore e diagonale che esce di un nulla. La seconda parte della prima frazione di gioco è appannaggio del Niguarda che ha due grandissime occasioni per sbloccare il match, entrambe sui piedi di Ceolin. Al 22' il numero 11 si muove molto bene in profondità e viene pescato da un bel lancio di Avdyli, salvo poi calciare a lato. Nove minuti più tardi, il movimento della punta rossoblù è lo stesso: l'imbeccata questa volta è di Bottari, eccezionale il portiere del Bresso Alloni a dire di no in uscita bassa. Il primo tempo si chiude sul risultato di 0-0 con un Niguarda agguerrito.

Tre punti Vitali. Negli spogliatoi Parozzi deve aver strigliato il suo undici perché il Bresso entra con tutt'altro piglio nei primissimi minuti del secondo tempo. D'Amato viene spostato in mezzo al campo per contrastare la struttura fisica del Niguarda in quella zona del campo: questa mossa si rivelerà vincente. Proprio il numero 7 neroverde si divora un'enorme occasione dopo pochi secondi dall'inizio della ripresa. Nonostante l'atteggiamento più aggressivo degli ospiti, il Niguarda non si scompone e viene ridisegnato da Medea per far fronte agli zero cambi a disposizione: in qualche modo sono proprio i padroni di casa che creano le palle gol migliori. Prima, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la battuta a rete di Gonzales Huamani viene murata in mischia; qualche minuto dopo la stessa dinamica si ripete nell'area di rigore del Bresso con entrambi i tiri di Gonzales e Viganò rimbalzati dalla difesa avversaria. Al 18', come un fulmine a ciel sereno, gli ospiti sbloccano la gara: Vitali recupera palla e si mette in moto sulla destra. Il cross al centro è perfetto e trova l'inserimento di D'Amato che anticipa tutti e deposita alle spalle di Goseni. Nonostante il risultato frustrante, il Niguarda ha il grande merito di rimanere dentro la partita e continua a cercare la via del gol. Al 27' è la volta buona: Poloni è bravissimo a tagliare il campo alle spalle dei difensori e a farsi trovare a tu per tu con Alloni che viene battuto in uscita, 1-1. Nel largo recupero concesso dal signor Santoro, i padroni di casa rischiano anche di vincerla, con una serpentina travolgente di Ceolin fermata centralmente dal portiere, e invece finiscono per perderla. A trenta secondi dalla fine, il Bresso riesce a soprendere la difesa avversaria con un lancio da metà campo. Il pallone finisce tra i piedi di Vitali, il più ispirato, che trova l'angolo: 1-2 all'ultimo respiro!

IL TABELLINO

Niguarda-CG Bresso 1-2
RETI (0-1; 1-1; 1-2): 18' st D'Amato (B), 27' st Poloni (N), 39' st Vitali (B)
NIGUARDA (3-4-3): Goseni 6.5, Bussola 6.5, Costa 6.5, Lazzarin 6, Gonzales Huamani 6, Sabrani 6.5, Poloni 7.5, Viganò 6.5, Avdyli 7, Bottari 6.5, Ceolin 7. All. Medea 7.
CG BRESSO (4-4-2): Alloni 7, Di Giuseppe 6.5, Broggi 6, Loayza Guzman James 6 (30' st Digiorgio sv), Lampugnani 6, Borreca 6.5, D'Amato 7, Vitali 8, Riccobene 6, Mancini 6 (6' st Boktor 6), Buscarioli 6.5 (13' st Gagliardi 6). A disp. Bollotta, Riccardi Mattia, Pezzoni. All. Parozzi 7.
ARBITRO: Santoro di Milano 6.5.
AMMONITI: Lazzarin (N), Poloni (N). 

LE PAGELLE

NIGUARDA
Goseni 6.5 Si dimostra attento e reattivo tra i pali quando il Bresso si avvicina dalle sue parti. Non ha colpe sui gol.
Bussola 6.5 Gioca il primo tempo come terzo di difesa, giocando in maniera ordinata e puntuale. Nella ripresa, prima viene messo punta e poi posizionato sulla fascia sinistra in attacco. Tutti i ruoli li interpreta con grande impegno. Factotum.
Costa 6.5 Parte molto bene nel primo tempo, sparigliano le carte con efficacia insieme a Ceolin e Bottari. Nel secondo cala un po' ma rimane nel vivo della battaglia.
Lazzarin 6 Non riesce a spingere come forse gli è richiesto. Dal punto di vista difensivo fa quello che può contro uno scatenato Vitali che, a un certo punto, non può far altro che trattenere guadagnandosi il cartellino giallo.
Gonzales Huamani 6 Prestazione difensiva solida ma senza squilli. Va vicino al gol in mischia nel corso del secondo tempo.
Sabrani 6.5 Atteggiamento aggressivo, giusto, per contrastare la fisicità della punta avversaria. Buona personalità.
Poloni 7.5 Giocatore di grande personalità, come dimostra anche la fascia al braccio. Trova il gol del pareggio per il Niguarda dopo un grandissimo inserimento alle spalle dei difensori avversari.
Viganò 6.5 Centrocampista di tanta quantità che non tira mai indietro la gamba. Nel secondo tempo soffre un pochino di più il centrocampo più muscolare del Bresso.
Avdyli 7 Prestazione ottima del centrocampista rossoblù che gestisce il pallone a suo piacimento: lo smista, lo difende e lo fa muovere. Molte delle occasioni del Niguarda passano dai suoi piedi.
Bottari 6.5 Grandissima volontà per tentare di creare pericoli alla difesa avversaria. Soffre molto la fisicità avversaria e non riesce a concretizzare.
Ceolin 7 Strapotere fisico che viene sprigionato a ogni duello in campo aperto con il difensore avversario. Peccato che non riesca a capitalizzare le molte occasioni che gli capitano tra i piedi.
All. Medea 7 Nonostante una situazione di classifica complicata e solo undici uomini a disposizione, mette in campo una formazione gagliarda e ordinata che avrebbe meritato di più. 

CG BRESSO
Alloni 7 Oltre a farsi trovare pronto in più di un'occasione, compie un miracolo in uscita in chiusura di primo tempo che gli vale il 7 in pagella.
Di Giuseppe 6.5 Va un po' a ondate ma quando parte lo fa sempre con pericolosità, in particolare nella prima frazione di gioco. In difesa regge bene l'urto dei vari avversari che si trova a fronteggiare.
Broggi Terzino che appare un po' timido ma che è bravo a non compiere sbavature difensive.
Loayza Guzman 6 Non riesce a emergere in un centrocampo molto affollato e fisico, nonostante ci provi in ogni modo. Sostituito verso la fine della gara (30' st Di Giorgio sv).
Lampugnani 6 Rispetto a Borreca, suo compagno di reparto, sembra avere il freno a mano tirato. Regge comunque il confronto fisico con Ceolin, cliente scomodo.
Borreca 6.5 Difensore molto aggressivo che ha il coraggio di provare l'anticipo. Gioca bene e riesce a limitare l'attacco avversario.
D'Amato 7 Durante il primo tempo non riesce a esprimersi al meglio sulla fascia sinistra, nella ripresa viene spostato in mezzo al campo e cambia il volto della sua squadra. Prima spreca e poi segna il gol del vantaggio.
Vitali 8 Prestazione maiuscola del centrocampista del Bresso che fin da subito spacca la pressione avversaria con le sue scorribande sulla destra. Grazie a una di queste confeziona l'assist per la rete dello 0-1. All'ultimo secondo si fa trovare nl posto giusto al momento giusto e segna il gol partita.
Riccobene 6 Il primo tempo sfrutta la sua mole e fa salire bene la squadra, creando anche qualche pericolo concreto alla porta avversaria. Nel secondo tempo, invece, scompare un po' dalla partita e non riesce più a emergere tra le maglie nemiche.
Mancini 6 Prestazione un po' troppo nascosta del capitano del Bresso che non riesce a scrollarsi la pressione del centrocampo avversario.
6' st Boktor 6 Entra a inizio ripresa per aumentare la mole fisica del centrocampo ma non riesce a incidere.
Buscarioli 6.5 Uno dei più attivi nei primi 35 minuti di gioco, si adombra progressivamente nel corso del match. Viene sostituito a metà ripresa.
13' st Gagliardi Entra e va a fare la punta. Lotta e cerca di farsi trovare pronto ma non concretizza.
All. Parozzi 7 Nonostante una prestazione non memorabile, ha il merito di mischiare le carte a inizio secondo tempo per provare a mettere in difficoltà gli avversari.

ARBITRO
Santoro di Milano 6.5 Direzione non complicata anche grazie a lui che è bravo a tenere a bada i giocatori quando gli animi rischiano di scaldarsi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400