Cerca

Under 15

Viscontini-Pero: a Messina basta un tempo, un Cester implacabile condanna i biancoblú alla sconfitta

Gli ospiti non riescono a reagire dopo il vantaggio subito e mancano così il sorpasso in classifica a gialloneri

Niccolò Cester

Niccolò Cester, migliore in campo nella vittoria della Viscontini per 4-1

La Viscontini non si ferma e dopo aver battuto il Corbetta, archivia la pratica Pero con il medesimo risultato di 4-1. I padroni di casa hanno chiuso l'incontro già nel primo tempo andando a segno tre volte con Cester, Figliola e Scotuzzi che hanno messo a ferro e fuoco la retroguardia avversaria. Ospiti che, invece, dopo il primo gol subito non sono stati capaci di reagire immediatamente, venendo fuori ma solo in parte nella ripresa. Grazie a questo successo i gialloneri si portano al terzo posto con dodici punti, a sole quattro lunghezze dal Leone XIII capolista. 

Diluvio non ti temo. Il primo tempo vede inizialmente una lunga ed affollata serie di duelli a centrocampo, dove entrambe le compagini cercano di far prevalere le proprie qualità. Passano sette minuti e i padroni di casa vanno ad un passo dal vantaggio, quando il calcio di punizione di Scotuzzi viene respinto centralmente da Bongiorni e, sulla respinta, Cester spara alto da due passi. La Viscontini però è messa meglio in campo ed esce vincitrice dalla maggior parte dei contrasti, arrivando anche per prima sulle seconde palle. Al 15' la partita si sblocca: Cester vince un rimpallo al limite dell'area e poi incrocia col destro verso la porta, Bongiorni tocca ma non riesce ad evitare l'1-0. Una volta sbloccata i ragazzi di Messina sono come un fiume in piena e hanno diverse occasioni per andare nuovamente a rete, con Figliola e Zambelli a disegnare traiettorie e suggerimenti invitanti per Scotuzzi che però non vengono concretizzate. Al 21' gli ospiti si affacciano verso la porta difesa da Biondi, che preso in contro tempo riesce ad intercettare prontamente la conclusione dal limite di Anariba. I gialloneri però non si scompongono e dopo lo spavento subito riprendono da dove avevano lasciato, costruendo trame di gioco rapide e congeniali: al 32' Figliola gira d'esterno il pallone per l'inserimento di Scotuzzi che arriva da solo davanti al portiere e col destro la piazza per il gol del raddoppio. L'undici di Manno non riesce a rendersi pericoloso con continuità e pecca di concentrazione, elemento mancante in occasione della quarta rete, arrivata al 34' con Falasca che cerca di spazzare dalla propria area, alzando però un pericoloso campanile all'indietro che oltrepassa la linea di porta prima di essere raccolto invano da Bongiorni. Negli ultimi secondi della prima frazione di gara Zambelli, in grandissima forma e osservato speciale quest'oggi, va vicino al quinto gol direttamente da calcio di punizione, respinta agilmente in corner.

Niccolò Cester, ha aperto le marcature

Controllo in gestione. Nel secondo tempo il Pero prova a scuotersi di dosso la delusione per il passivo dei primi trentacinque minuti ma dopo solo due minuti subisce il quarto gol, con Scotuzzi ancora protagonista che sfonda sulla destra e da solo davanti a Bongiorni non ha problemi a mettere il pallone in porta, siglando così la rete che vale la doppietta personale. In un reparto offensivo in forma straripante c'è spazio anche per tentare colpi da maestro e a provarci è Figliola, che riceve da Zambelli e tenta la battuta in rovesciata, che però viene murata dalla difesa e diretta in angolo. I biancoblù provano poi ad andare in avanti con l'obiettivo di togliere lo zero dal proprio tabellino, e dopo aver mandato sfiorato il gol con un colpo di testa di Anariba terminato alto da ottima posizione e aver colpito la traversa con un gran tiro al volo di Falasca, riescono ad andare a segno da palla in attiva. Al 15' Cobaj calcia forte e dritto per dritto sorprendendo Biondi e accorciando le distanze per i suoi. Un gol che però non ribalta le sorti della gara, aggiudicata dalla Viscontini grazie ad una superba prestazione nel primo tempo e una discreta capacità di controllo nel secondo, che valgono la seconda e meritata vittoria consecutiva.

 

IL TABELLINO

VISCONTINI-PERO 4-1
RETI:
15' Cester (V), 32' e 2' st Scotuzzi (V), 34' aut. Falasca (V), 15' st Cobaj (P)
VISCONTINI (4-2-3-1):
Biondi 6, Briem 6.5, Zambelli 7 (30' st Sangiovanni sv), D'Ostilio 6.5, Lovisolo 6.5, Reggiardi 6.5, Cester 7.5 (6' st Magrini 6.5), Sandrelli 6.5, Scotuzzi 7.5 (6' st Vaglia 6), Totaro 6, Figliola 7 (6' st Bellingeri 6).  A disp: Graffelo, Ranghetti.  All. Messina 7.
PERO (4-3-3):
Bongiorni 6, Cobaj 6.5, Gazzilli 6.5 (19' st De Rosa 6), Sisti 6 (32' st Pizarro Garcia sv), Lasagna 6 (29' st Colombo sv), Tedde 6 (30' st Capozzoli sv), Falasca 6.5, Khalil 6 (15' st De Simone 6), Anariba 6.5 (32' st Procopio sv), Picheo 6 (25' st Mosca sv), De Oliveira 6.  All. Manno 6.
ARBITRO:
Khir Alla di Milano 6.5

 

LE PAGELLE 

VISCONTINI
Biondi 6 Si trova a fronteggiare un attacco non in grandissima forma ma si fa trovare pronto quando Anariba tenta di riaprire i giochi incrociando col destro da fuori area, guida bene la sua difesa ma non si fa trovare pronto sul calcio di punizione che Cobaj scaraventa alle sue spalle.
Briem 6.5 In fase offensiva, se non per qualche scorribanda sulla fascia, non si fa vedere molto visto l'atteggiamento più bloccato rispetto al compagno Zambelli, quando invece deve difendere non lascia passare nessun pallone dando spesso ai suoi l'occasione di ripartire.
Zambelli 7 In una giornata in cui deve offrire una prestazione da gran giocatore, si dimostra completamente all'altezza della situazione, quando va non lo prende nessuno e il suo sinistro è come una lama appena affilata, va vicino al gol per ben due volte da calcio di punizione e ha il merito di fornire un aiuto costante alla manovra giallonera.
D'Ostilio 6.5 Una grande prova da capitano, attentissimo in fase di copertura e solido nel mantenere la posizione. Gli attaccanti del Pero vivono una giornata non semplicissima e il merito è sicuramente anche suo, con Lovisolo forma una delle migliori coppie del Girone.
Lovisolo 6.5 Anch'esso praticamente inattaccabile per tutti i settanta minuti, i duelli aerei sono roba sua e non si discute, bene anche in fase d'impostazione, fa degli scontri fisici il suo pane quotidiano e i risultati sono nella sua granitica prestazione.
Reggiardi 6.5 Dei due davanti alla difesa è quello più bloccato, ma è altrettanto importante ai fini della vittoria il lavoro in ripiego e in appoggio che svolge tra la difesa e il centrocampo, che consente ai trequartisti di agire senza preoccupazioni ulteriori.
Cester 7.5 Il migliore in campo senza possibilità alcuna di contestazione, è un peperino che si insinua tra le fila avversarie disgregando completamente il loro assetto difensivo, non lo prendono mai. Sblocca la partita grazie alla sua voglia e determinazione nell'andare a pressare il difensore, per poi battere a rete sul secondo palo. Quello di miglior calciatore dell'incontro un premio meritato(6' st Magrini 6.5).
Sandrelli 6.5 Un serbatoio di idee in continuo in riempimento, scarica palloni intelligenti ai suoi compagni di reparto, mettendoli sempre in condizioni di fare male ai biancoblù, regge l'urto fisico degli avversari con grande caparbietà.
Scotuzzi 7.5 Altro grande protagonista del successo dell'undici di Messina, dai suoi piedi passano le occasioni più pericolose messe in atto dalla Viscontini, segna una doppietta con una freddezza e un istinto da vero attaccante, meriterebbe la palma di migliore in campo non fosse per la super prova offerta da Cester, ma l'alto voto in pagella è ampiamente meritato.(6' st Vaglia 6)
Totaro 6 Il meno in mostra in un poker d'assi sensazionale là davanti, aiuta la squadra e corre parecchio all'indietro, sprecando energie che lo avrebbero sicuramente aiutato in fase di proposizione. Il tecnico lo riconosce e lo lascia in campo premiando il suo spirito di sacrificio.
Figliola 7 Da centrale di difesa a prima punta goleador per una trasformazione a dir poco camaleontica. Corre per tutto il campo portando un pressing asfissiante, di fino è la sponda con cui manda Scotuzzi in porta per il raddoppio, non si fa problemi a calciare spesso da fuori e prova una rovesciata che qualora si fosse insaccata gli avrebbe conferito la palma di migliore in campo (6' st Bellingeri 6).
All. Messina 7 Mette in campo una squadra organizzata che dopo un primo quarto d'ora di studio della partita la azzanna e la ferisce per ben tre volte in un solo tempo. Ottimo ma non impeccabile il possesso palla con cui i suoi la portano a casa nella ripresa.

PERO
Bongiorni 6 In un ruolo a lui non congeniale offre comunque una prestazione di tutto rispetto, respinge non con precisione ma con prontezza i tentativi dalla lunga distanza della Viscontini, qualche errore dettato da imprecisione in occasione del gol segnato da Cester e dell'autogol di Falasca, ma non gli precludono la sufficienza in pagella.
Cobaj 6.5 Probabilmente l'uomo più in forma dell'intero undici, spinge a tutta birra sulla destra forte di un buon fisico e di una buona tecnica. Dimostra anche grandi doti balistiche con la punizione che scaglia rasoterra all'angolino per il gol che accorcia le distanze.
Gazzilli 6.5 Un primo tempo di tutto rispetto nonostante i tre gol incassati da Bongiorni, si fa spesso notare per la classe dei suoi interventi su Totaro, che con lui ha vita durissima. Prova a sventagliare in avanti a ripetizioni più o meno ravvicinate trovando però una risposta solo parziale dei suoi compagni.
Sisti 6
Da quella parte Scotuzzi è un osso duro e lui fa fatica a contenerlo, non riesce a tenere la linea come dovrebbe perchè preoccupato delle continue imbucate provate da Cester e Figliola, nella ripresa si rimette in sesto ma solo in parte.
Lasagna 6 Anche da quelle parti la situazione è ben complessa,  Sandrelli non lo lascia mai e lui ne risente non riuscendo mai a prendergli le distanze, ma si distingue per la precisione che mostra quando ha il pallone tra i piedi. Durante l'arrembaggio casalingo fa quel che puo'.
Tedde 6 Viene preso in mezzo dalle repentine avanzate dell'attacco avversario e ciò lo costringe a reinventare la sua posizione in campo, senza rendersi partecipe della manovra. Copre bene la propria difesa e cerca di dialogare per quanto possibile con i suoi compagni di reparto.
Falasca 6.5 Sfortunato protagonista dell'autogol che vale il tris per Messina e i suoi ragazzi, rimedia offrendo una gara di grande lotta e sacrificio, mette due palloni interessanti sulla testa di Anariba che però non li sfrutta a dovere. Colpisce anche  una traversa con una grande botta da fuori.
Khalil 6 In ombra per buona parte dell'incontro, non riceve palloni utilmente giocabili da indirizzare ai suoi attaccanti, si impegna cercando di emergere con forza ma il lavorone fatto da Cester in quella zona del campo glielo impedisce quasi per intero (15' st De Simone 6).
Anariba 6.5 Nel primo tempo non la prende quasi mai vista l'imponenza di Lovisolo e D'Ostilio, molto meglio nel secondo tempo quando gli spazi per agire sono decisamente più ampi, sfiora il gol mandando alto di testa da ottima posizione.
Picheo 6 Anche per il dieci del Pero è giornata dura, non incide nella fase offensiva quanto vorrebbe e dovrebbe e non viene servito mai con precisione dai suoi compagni, si isola spesso in zone a lui non congeniali, ciò lo porta a pensare fuori dagli schemi. Risultato? ininfluente.
De Oliveira 6 Prova a scuotere la squadra liberandosi spesso in posizioni interessanti per provare a colpire, ma non viene cercato con continuità e, quando trovato con maggio costanza nella ripresa, non incide sulla spinta che Manno imprime nell'intervallo.
All. Manno 6 I suoi adottano un atteggiamento più prudente che paga ma solamente nei primi minuti, poi è proprio una fase di costruzione abbastanza sbiadita che non gli consente di stare al passo spedito con cui la Viscontini corre veloce verso la vittoria.

ARBITRO Khir Alla di Milano 6.5 Una gara tranquilla quella diretta dal fischietto milanese, che deve intervenire di rado vista la rarità di scorrettezze, che non lo portano ad estrarre un singolo cartellino.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400