Cerca

Under 15

Dieci secondi per sognare, la padrona di casa continua la corsa verso il podio

La formazione di Cioffi va in vantaggio dopo qualche secondo dal fischio d'inizio, Cimiano salvata dai potenti pugni di Liccardo

Palauno

La compagine casalinga uscita vittoriosa per 4-0 sul Cimiano, in posa poco prima dell'inizio del match

Lo scontro tra la terza e la settima in classifica non lascia molti dubbi su quello che si noterà successivamente sul campo: appena dopo dieci secondi dall'inizio del match, il Palauno passa in vantaggio, dopo quattro minuti raddoppia. La maggior parte del tempo, il gioco ruota intorno alla metà campo degli ospiti, spesso occupati a tenere a bada gli avversari. Ma ciò nonostante, il Cimiano non è un squadra abituata a subire, e dopo una fase di studio, prova ad uscire dal proprio guscio per tentare di riportare il risultato su una situazione più stabile: aiutati dal prodigi come Palmer, capace di sgusciare tra gli avversari, e dai compagni più avanzati, i biancorossi tentano di non lasciarsi scoraggiare dalla situazione sfavorevole. A complicare le cose, c'è l'espulsione di D'Alonzo al quarto d'ora dal fischio d'inizio, che lascia in dieci gli ospiti e la componente fisica: il tecnico Raffi, infatti, sceglie di schierare molti 2008, e la differenza di età si nota. Alla fine dei giochi, la casalinga si porta a casa la partita per 4-0, continuando di fatto la corsa al podio. 

PALAUNO, AVANTI TUTTA!

La partita si rivela fin da subito molto frizzante: dopo appena dieci secondi il Palauno va al gol con una bella verticalizzazione che porta al tiro Gonzati, il quale non perdona e fredda la difesa avversaria, insaccando. Dopo qualche minuti, esattamente al 4', il copione si ripete e questa volta è Duncan ad andare al raddoppio. Nelle prime fasi, il Cimiano sembra essere spaesato e i padroni di casa cercano di approfittare della situazione per cercare di avanzare ed incrementare il risultato. Il possesso palla continua ad essere dei rossoneri, che a più riprese pressa nella metà campo avversaria, mettendo il fiato sul collo degli avversari. Dopo qualche minuto, però, ecco che il Cimiano prova a rispondere ai colpi e lo fa con Sergio, l'uomo in quel momento più avanzato, che arpiona il pallone davanti all'area, ma si trova troppo pressato e quindi preferisce rilanciare all'indietro a favore di Panucci, che però lo tira troppo alto, sopra la traversa. Intorno al quarto d'ora, le cose per gli ospiti si fanno ancora più complesse: dopo un fallo sull'ultimo uomo in area di rigore, D'Alonzo viene espulso e viene assegnato un calcio di rigore. A batterlo, Mameli: il tiro però si rivela troppo centrale e Liccardo riesce ad intercettarlo e ad uscire con i pugni, salvando la situazione. Successivamente, a provarci è Mameli, con un'azione che si rivela essere molto insidiosa: con il pallone attaccato ai piedi, si accentra, si sistema e va al tiro, che però si rivela essere troppo alta. Il Cimiano tenta di rispondere all'ennesimo attacco con Sergio, che prova ad aprire per Palmer: i due avanzano fino in area di rigore, ma tentennano troppo ed il Palauno ha il tempo di risistemarsi e chiuderli. Negli ultimi minuti, i continui assalti nell'area di rigore degli ospiti vengono puntualmente fermati dalle belle parate di Liccardo, che in più di un'occasione salva i suoi dalla goleada.

GLI UNDICI SPERICOLATI

Al rientro in campo, a vivacizzare da subito il gioco ci pensa Gonzati, che a grandi falcate percorre la fascia, si addentra in area di rigore, e prova a buttarla in mezzo, dove però non trova nessun compagno di squadra: a quel punto, il pallone sfila a qualche centimetro dal palo sinistro e termina fuori. Successivamente, è Sterlaccio a provare la giocata con un bellissimo destro che da fuori area prende in pieno l'incrocio dei pali. Il Palauno continua a pressare e le nuove forze messe in campo portano ulteriore qualità al gioco, sia dal punto di vista tecnico che tattico. Siamo intorno al quarto d'ora quando la partita viene sbloccata ulteriormente: un altro rigore a favore dei padroni di casa - per tocco in area - viene battuto prontamente da Sterlaccio. A fermare tutto ancora una volta, ci sono i pugni di Liccardo, che questa volta, però, viene tradito dalla ribattuta: il pallone, infatti, tornando in campo, viene riconquistato dal numero 9 del Palauno, che manda in rete. Successivamente a dare qualche brivido di troppo agli avversari è il ancora una volta Sterlaccio, che per un soffio non arpiona il pallone davanti al portiere, sprecando un'occasione davvero succosa. Dall'altra parte c'è l'altro 9, quello del Cimiano, Galak, che prova la grande giocata, ma il pallone sfila di poco fuori dallo specchio della porta, terminando in angolo. Ancora una volta però ad approfittarne ed a concretizzare è ancora il Palauno, che si porta sul 4-0 al 29': questa volta è Berretti, che approfitta di una distrazione degli avversari e va al gol. 

IL TABELLINO 

PALAUNO-CIMIANO 4-0
RETI: 1' Gonzati (P), 4' Ducan Roberto (P), 14' st Sterlaccio (P), 20' st Berretti (P).
PALAUNO: Fiaschi 7, Galatanu 7.5, Vitagliano 7 (14' st Berretti 7.5), Morcioni 7.5, Gonzati 7.5, Calvio 7, Zaka 7, Bongio 7, Sterlaccio 7.5, Mameli Diego 8, Ducan Roberto 7.5. A disp. Pedrotti, Greceanu , Bellet, Casarini, Fiannaca. All. Cioffi 7. Dir. Vitagliano.
CIMIANO: Liccardo 8, Viscuso 6.5, D'Alonzo sv, Panucci 6, Troncone 6.5, Luzzi 6 (27' Ahmed 6.5), Messina 6, Sergio 6, Galak 6.5, Palmer Rio 7, Sanchez Torres 6.5. A disp. Mollica, Moreni, Sapienza, Rivalta Giacomo, Marincolo. All. Raffi 7. Dir. Sergio.
ARBITRO: De Martino di Cinisello Balsamo 7.
ESPULSI: 15' D'Alonzo (C).

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAGELLE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400