Cerca

Under 15

La scuola di Hogwarts della Triestina regala magia pura

Con il risultato netto di 6-2 Nunes Da Silva si vuole regalare la possibilità di sognare in grande

Aksel Pjetrushi, Giorgio Cason, Tommaso Bernardinello ed Angelo Di Chirico Triestina 1946 Under 15

Gli autori dei sei gol della Triestina 1946 nella vittoria contro l'Iris: Aksel Pjetrushi, Giorgio Cason, Tommaso Bernardinello ed Angelo Di Chirico

È una partita da incorniciare quella della Triestina 1946 che, si 'vendica' dell'andata, e batte l'Iris. Questa volta ad imporsi sono i biancorossi con il risultato netto di 6-2. Se da una parte vi è stato un primo tempo in cui a prevalere è stato il tatticismo e la paura di offendere, dall'altra, vi è stata una ripresa piena di gol e di giocate degne del sostantivo "calcio". Con i tre punti guadagnati oggi la squadra di Nunes Da Silva si regala la possibilità di sognare, il tutto se si pensa al mezzo passo falso fatto dal Leone XIII in casa contro il Corbetta. Gli ospiti, d'altro canto, non si devono rammaricare più di tanto davanti ad avversari in giornata che, difficilmente, si sarebbero potuti sconfiggere.

Ad aver la meglio sono le difese. Nel primo tempo il tatticismo non premia nessuna delle due parti. Poche azioni memorabili vi sono state nei primi trentacinque minuti di gioco, il merito, o la colpa, è della grande paura che vi era nell'offendere l'avversario. Il tutto era dovuto, molto probabilmente, al risultato dell'andata, 4-0 per l'Iris. Quindi i biancorossi non volevano subire imbarcate, invece, i bianconeri, non volevano subire la rabbia del vendicarsi dei padroni di casa. La prima azione nitida è al 11' dove la difesa ospite è riuscita a salvare sulla riga di porta il tiro di Aksel Pjetrushi. Il gol della squadra di Matteo Ciriolo, arrivato poi nella prima occasione vera e propria, arriva al 30' con il bel colpo di testa di Alessandro Itria che, abbassandosi leggermente, trova l'angolino basso e porta in vantaggio i suoi. La risposta dei padroni di casa non attende ad arrivare, appunto al 32' ecco il pareggio con Giorgio Cason che, approfittando del regalo difensivo degli ospiti, fa partire un destro preciso che si insacca nella porta avversaria. 

Goleada Triestina.  Se il primo tempo è stato divertente, il secondo lo è stato ancora di più. Ad iniziare forte, ancora una volta, è la Triestina. Proprio quest'ultimi, trovano, al 5', il gol della rimonta con Aksel Pjetrushi, che approfitta dell'errore difensivo e mette il pallone alle spalle dell'estremo difensore avversario. Poco dopo si aggiunge alla festa dei gol anche Angelo di Chirico, che, dopo una bellissima apertura di Cason, prova e trova il tiro a giro che lascia senza scampo gli avversari. Pochi minuti dopo, più precisamente al 15', Tommaso Bernardinello sale in cattedra e, dopo un paio di magie in mezzo all'area, trova sul secondo palo Di Chirico che segna il quarto gol. Al 20' il direttore di gara fischia un fallo del portiere dell'Iris, Casitglione, in mezzo alla loro area ed è rigore per la Triestina. Ad incaricarsi del compito è Cason che lo trasforma con un tiro preciso alla sinistra di Luca Castiglione, che, nonostante il tuffo dalla parte giusta, non può farci nulla. L'Iris, nonostante tutto, ci crede ancora e, al 25', l'arbitro fischia un rigore per loro. A batterlo è Lodovico Paparone ma Lorenzo Spina è molto bravo ad ipnotizzarlo. Altri due minuti, e altro penalty per la squadra ospite, ad occuparsene è ancora il numero 16 e questa volta lo segna. Verso lo scadere arriva il gol del mattino: al 32', dalla distanza, Bernardinello, fa rivivere le emozioni del gol di Pedro contro il Napoli della scorsa settimana e tira un missile che condanna definitivamente l'Iris. Senza recupero l'arbitro Scardino fischia il triplice fischio che fa esultare i padroni di casa e rende ancora più interessante il girone C.

IL TABELLINO

Triestina 1946-Iris 6-2
RETI: 30' Itria (I), 32' Cason (T), 5' st Pjetrushi (T), 8' Di Chirico (T), 15' Di Chirico (T), 20' st rig. Cason (T), 25' rig. Paparone (I), 32' Bernardinello (T).
TRIESTINA 1946 (4-3-3): Spina 7, Salomone 7, Battaglia 7.5, Gabrielli 7, Corallo 6.5 (8' st Laurenti 7), Cavalli 7.5, Di Chirico 9 (36' st Barranco sv), Maura 6.5 (18' st Seminari 6), Cason 9, Bernardinello 8.5, Pjetrushi 8. A disp. De Pascali, Barboni Simone, Barbi. All. Nunes Da Silva 7. Dir. Gabrielli.
IRIS (4-3-3): Castiglione 6, Ballabio 7, Frioni 7, Gomez Alvarenga 6.5, Bianco 7 (32' st Stevanato sv), Vaccaro 6 (6' st Paparone 7.5), Itria 7.5 (22' st Mazza s.v), Negri Bevilacqua 7, Lecheheb 7.5 (32' st Tulipano sv), Amadio 7 (12' st Matys 6.5), Miceli 7. A disp. Moroni. All. Ciriolo 6. Dir. Tavolieri.
ARBITRO: Scardino di Milano 6.
AMMONITI: Salomone (T).

LE PAGELLE

TRIESTINA
Spina 7 Partita in cui dargli un voto diventa difficile dato che non ha potuto svolgere bene il suo ruolo, bravo nei rilanci a trovare i compagni.
Salomone 7 Sulla fascia fa quello che vuole. Bravo sia a spingere in avanti che in fase difensiva.
Battaglia 7.5 Leader indiscusso della difesa. Se dovessi giocare non vorrei mai trovarmi uno come lui davanti.
Gabrielli 7 Anche lui macina chilometri e gioca molto bene sulla sua fascia. Marca nel giusto modo il suo avversario diretto e lo neutralizza.
Corallo 6.5 Bravo in fase difensiva a coprire bene gli spazi. Non teme mai la fisicità degli avversari.
8' st Corallo 7 Entra dalla panchina molto bene e si rende utile, fin da subito, per la squadra. Uomo in più.
Cavalli 7.5 Se l'Inter ha Brozovic, la Triestina ha lui. Copre bene lo spazio davanti alla difesa e distribuisce bene i palloni per i compagni offensivi.
Di Chirico 9 Fondamentale è dire poco. Se all'andata ha sofferto gli avversari nella partita tra le mie amiche ha restituito il piacere. (32' st Barranco sv).
Maura 6.5 Prezioso in fase di interdizione. Bravo a non far partire mai l'avversario e ad anticiparlo.
18' st Seminari 6 Molto bravo ad entrare con il piglio giusto in gara in corso. Utile in fase di interdizione.
Cason 9 Prestazione in cui fa valere tutta la sua fisicità. Gioca con la squadra bene ed i due gol sono il suo premio.
Bernardinello 8.5 Vede e sente il calcio. Ha fatto vedere a noi spettatori del calcio di categoria superiore.
Pjetrushi 8 Fa sentire i suoi centimetri. Oltre ad essere alto è bravo a servire spesso i suoi compagni.
All. Nunes Da Silva 7 Da quando è lui l'allenatore la Triestina si è ritrova. Altri tre punti ed i suoi cominciano a sognare in grande.

IRIS
Castiglione 6 Nel primo tempo è aurore di diverse chiusure utili al risultato. Non può farci nulla sui tiri degli avversari.
Ballabio 7 Bravo nel coprire bene il pallone quando gli avversari spingono sulla sua fascia. Non può farci nulla davanti alla bravura della squadra di casa.
Frioni 7 Ultimo a mollare, nonostante il risultato fosse ormai certo lui ci credeva sempre. Modello da imitare.
Gomez 6.5 La sua cattiveria agonistica oggi si è vista un po' di meno, ogni tanto, però, ha fatto vedere la capacità che lo contraddistingue.
Bianco 7 Leader della difesa bianconera. Uno dei pochi che ha lottato sempre per la sua maglia. (32' st Stevanato sv).
Vaccaro 6 Partita un po' sotto tono per lui. Sicuramente si rifarà nelle prossime gare.
6' st Paparone 7.5 Entra e prova a spaccare la partita. Nonostante il rigore sbagliato ha dimostrato di avere coraggio e personalità nel calciare il secondo.
Itria 7.5 Bel colpo di testa che regala il momentaneo gol del vantaggio dei suoi. Dopo quest'evento comincia pian piano a perdersi. (22' st Mazza sv).
Negri Bevilacqua 7 Compie diverse chiusure di alto livello. Data la sua presentazione peccato per il risultato.
Lecheheb 7.5 Uno dei pochi a lottare sempre. Nonostante la partita sufficiente sa anche lui che ha capacità ben superiori. (32' st Tulipano sv).
Amadio 7 Ad un primo tempo lampante risponde una ripresa in cui svanisce dalla partita. In quegli sprazzi ha fatto vedere un calcio spumeggiante.
12' st Matys 6.5 Entra con una maggior grinta nella partita. Purtroppo non basta per ribaltare il risultato.
Miceli 7 Purtroppo per lui, vi sono stati avversari in giornata. All'andata era riuscito a sfuggire dalle marcature, oggi tale compito gli è risultato più difficile.
All. Ciriolo 6 Purtroppo i suoi si spengono dopo il secondo gol dei padroni di casa, bravo ad indovinare comunque i cambi giusti.

ARBITRO
Scardino di Milano 7 Arbitra molto bene, tutto sommato, la gara di questa mattina. Bravo a fischiare sempre secondo una filosofia omogenea da ambo le parti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400