Cerca

Under 15

99 gol fatti e 0 subiti: la squadra che sta battendo ogni record

Miglior attaco e difesa del girone; l'Atletico CVS vanta 975 minuti a reti inviolate

Luca Perego

Luca Perego, allenatore dell'Ateltico CVS insieme al fratello Davide

13 partite, 0 reti subite e 99 segnate: i numeri dell'Atletico CVS in questa stagione sono impressionanti. La formazione, capolista del girone, nel suo campionato provinciale vanta 975 minuti a reti inviolate, superando il record di 973 minuti fissato da nientemeno che Giangluigi Buffon nella stagione 2015/16. E se i dati ufficiali sono da capogiro, i ragazzi dell'Atletico sanno in cuor loro che i minuti di imbattibilità sono in realtà 1050, per la gara di andata contro il Basiglio poi invalidata per il ritiro dal campionato di quest'ultima. L'Atletico CVS si sta rivelando una corazzata senza rivali nel suo girone, in grado di fare bella figura anche nelle amichevoli con compagini dei campionati Regionali e Nazionali (come mostrato con l'ottima prestazione contro la Pro Sesto). Si parla di una squadra completa, un ingranaggio ben oliato in cui 20 giocatori su 23 sono andati a segno; merito del fatto che tutti i componenti della rosa trovano spazio in partita, anche grazie agli allenatori in grado di rivoluzionare interi reparti con le sostituzioni mantenendo stabile l'assetto tattico.

La formazione dell'Atletico CVS

Una macchina da gol. 99 gol in 13 gare, l'attacco dell'Atletico è il migliore del girone. Non è un caso: là davanti ci sono giocatori di qualità come Nicolò Ferraro, prima punta di manovra dal piede raffinato, a cui si aggiunge la rapidità di Marco Balla, e la tecnica di Christian Russo e di Filippo Agati, che da sotto età si è guadagnato il suo posto coi compagni più grandi. Il capocannoniere del girone è però Andrea Damiani coi suoi 18 gol, ed è emblematico il fatto che tra i primi undici della classifica marcatori, sei sono del CVS, tra cui il trequartista Filippo De Rosa con 9 reti. «Da quando sono all'Atletico ci sono sempre stati buoni risultati in fase offensiva». Dice Davide Perego, vice allenatore del fratello Luca. «Questa era una squadra che prima giocava un calcio orizzontale, di possesso. Noi abbiamo sviluppato un gioco all'inglese, in cui dopo aver recuperato palla si cerca subito lo scarico verticale. Durante gli allenamenti esigiamo molto dai ragazzi, che ci mettono sempre il 100%. Nel tempo abbiamo visto grandi progressi in loro, sia a livello tecnico che mentale». Ogni giocatore offensivo riesce a far funzionare al meglio tutti gli schemi provati in settimana, ragione per cui questo attacco risulta temibile a ogni squadra che passa per la loro strada. Ma come dice Perego, il loro obiettivo non è mai quello di umiliare l'avversario. «Ci teniamo a essere sportivi. Sappiamo che non è facile per le altre squadre prendere 10 gol a partita, e quando ci troviamo con un ampio margine di vantaggio l'ultima cosa che vogliamo è che l'avversario si senta deriso».

La classifica del girone dell'Atletico CVS.

La muraglia dell'Atletico. Mantenere la propria porta inviolata in 13 (14) gare è un'impresa per pochi. Un’impresa degna del centrale insuperabile Rocco Dipalma, così come del capitano, l'unico titolare in tutte le partite, Christian Nazzari, così descritto da Perego: «È un centrale bravissimo coi piedi, bravo anche sull'uomo, nel recupero palla e nel far ripartire. Raramente ho allenato un difensore così completo, anche per la mentalità, e il fatto che sia capitano credo che dia un messaggio importante alla squadra». Ma al raggiungimento di questo traguardo ha contribuito l'intera linea difensiva, dove anche i giocatori inizialmente meno preparati hanno trovato spazio grazie ai ragguardevoli miglioramenti degli ultimi mesi. La menzione più doverosa è forse quella ai due portieri, che hanno battuto il record di imbattibilità del collega campione del mondo. Tommaso Lombardi e Filippo Boldori si alternano fra i pali ogni settimana e si dividono questo risultato. Con una squdra così ben strutturata, e avversari spesso meno dotati, i due estremi difensori non vengono chiamati in causa spesso in partita, ma con le loro parate decisive si sono mostrati attenti e partecipi al gioco e alla prestazione dei compagni.

Pronti ad altre sfide. «Ho giocato a calcio per 30 anni, ma questo record non l'ho mai visto. Per i ragazzi, questo è un bel momento che li rimarrà impresso per tutta la vita». Afferma Perego, che si mostra poi fiducioso per il futuro. «Il nostro obiettivo sono i Regionali, che all'Atletico mancano da tanti anni. I ragazzi tecnicamente sono pronti, e sebbene speriamo che rimangano da noi, alcuni di loro vogliono provare il salto nei professionisti, cosa che ci renderebbe sicuramente orgogliosi. Tutti i giocatori hanno giocato tanti minuti, ma un plauso va anche alla società e al dirigente Germano Chiesa, che ci ha messo a disposizione una rosa di 2007 e due 2008 di alto livello; un mister può anche essere bravo, ma deve avere i cavalli vincenti». I rossoblù non hanno più nulla da provare sul campo, ma solo tanta voglia di giocare e di vincere con lo sguardo rivolto ai Regionali portandosi dietro i traguardi raggiunti.

LA ROSA

Portieri: Lombardi Tommaso Francesco, Boldori Filippo.
Difensori: Nazzari Christian, Dipalma Rocco Andrea, Virtuani Alessandro, Farhat Mazen, Pasculli Luca, Brambilla Filippo, Liotta Mattia.
Centrocampisti: Nima Saavedra Lothar Anderson, Derosa Filippo, Clemeno Luca, Agati Filippo, Carovani Federico Franco, Bertola Lorenzo, Midolo Davide.
Attaccanti: Damiani Andrea, Balla Marco, Ferraro Nicolò Antonio, Pasculli Thomas, Russo Christian, Boselli Elia, Catania Cucchiara Matteo.
Allenatori: Luca Perego, Davide Perego.
Dirigenti: Clemeno, Catania, Virtuani, Damiani, Nazzari.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400