Cerca

Under 15

I gemelli del gol lanciano i padroni di casa verso i Regionali

Le doppiette di Damiani e Agati risolvono il primo incontro del triangolare per la conquista della finalissima

Damiani e Agati Atletico CVS Under 15

Andrea Damiani e Filippo Agati hanno segnato una doppietta a testa nel 5-0 sullo Zibido

Successo autorevole dell’Atletico CVS sul pur battagliero Zibido di Antonacci. I padroni di casa si impongono grazie ad un rotondo 5-0, con le doppiette dei due bomber Damiani e Agati, cominciando dunque alla grande il triangolare per decretare la prima finalista dei campionati provinciali milanesi. I ragazzi di Perego mettono in scena una prestazione aggressiva ed ordinata, e soprattutto intelligente: estremamente bravi a cominciare con alta intensità, per soffocare la manovra ospite, ed ancor più bravi a gestire, complici le parate di Lombardi, la sfuriata giallorossa della seconda frazione colpendo in contropiede. Per gli ospiti tanto rammarico per quanto riguarda la prima fase del match, un approccio iniziale sgretolato sotto i colpi del rapidissimo attacco dei padroni di casa, ed un nervosismo generale imperante che non ha certo aiutato. Ci sono comunque alcuni aspetti da salvare della prestazione odierna, se non altro la notevole ed encomiabile reazione dopo l’intervallo, per di più occorsa con l’inferiorità numerica pendente, che ha dimostrato lo spirito combattivo di primo livello della squadra giallorossa.

DAMIANI E AGATI PROTAGONISTI ASSOLUTI

Si respira, giustamente, aria di grande match nella mattinata domenicale di San Giuliano, che apre le danze all’intenso ed equilibrato mini torneo triangolare per la conquista provinciale. Un equilibrio rispecchiato anche dai primissimi giri d’orologio, che vedono dapprima una conclusione velenosa di Pasculli terminare tra le mani salde di Gammino, e successivamente, le vivaci progressioni di Pace, spegnersi sui centrali difensivi dei padroni di casa. La sensazione generale è che basti un’imminente scintilla per far scoppiare un match che regalerebbe puro spettacolo. Scintilla che arriva appena al 5’ minuto quando Agati lotta caparbiamente su un pallone vagante in area, trovando il modo di scaricarlo per l’accorrente Damiani. Il numero 9, dopo aver raccolto il suggerimento, scaglia un destro radente e angolato che si infila alle spalle di un inerme Gammino. Gli ospiti provano a rispondere grazie alla propria fisicità su calcio d’angolo, con il colpo di testa di Lizzori, troppo debole per sfuggire alle mani di Lombardi; Ed è proprio il portiere di Perego ad innescare l’immediato raddoppio dell’Atletico con un profondo lancio ad imbeccare Damiani, e a sorprendere la scoperta difesa giallorossa. Il centravanti controlla la sfera, e attendi il momento propizio per servire il taglio fulminante di Agati, il quale controlla e disegna una parabola a scavalcare l’uscita dell’incolpevole Grammino.2 a 0 dopo appena 10 minuti e ragazzi di Antonacci completamente tramortiti. Sfiducia che rischia di costare ancor più caro appena 60 secondi più tardi, quando, ancora, Damiani si procura un calcio di rigore entrando in area dalla sinistra. Lo stesso capocannoniere del girone A si presenta sul dischetto, facendosi parare la battuta da uno splendido intervento a mano aperta di Gammino, facendo sfumare la momentanea possibilità di triplicare. I biancorossoblù però non mollano di un centimetro la giugulare della partita e sfiorano nuovamente il triplo vantaggio sulla potente conclusione mancina di Midolo, che incoccia sul palo esterno. Gli ospiti non riescono a reagire positivamente, e anzi, incappano in un'altra imprevista svolta, con Deledda che a rimedia il secondo cartellino giallo in 28 minuti, concludendo anzitempo la gara e mandando i propri compagni anche sotto di un uomo all’intervallo.

LOMBARDIA ACCHIAPPATUTTO

Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti, complice anche qualche cambiamento apportato all’assetto tattico da Antonacci, sembrano ripartire con un piglio estremamente differente nonostante l’inferiorità numerica. In appena 5 minuti trovano il modo di impensierire Lombardi, prima con il tocco spiazzante di Pace, salvato sulla linea da un guardingo Dipalma, e successivamente grazie al colpo aereo di Marazia a sfiorare il palo. I padroni di casa però non rimangono a guardare, e si affidano alla velocità in contropiede, del proprio reparto offensivo, in grado di servire per due volte Derosa, che seppur piazzato ottimamente, spara due volte a lato dei pali, sciupando l’occasioni per triplicare. Terza rete che arriva pochi minuti più tardi, grazie alla sfortunata deviazione volante di Costa, nella propria porta, su cross di Pasculli. Lo sventurato avvenimento non fa crollare le convinzioni dei ragazzi di Zibido, che insistono ferocemente nell’attaccare i pali di Lombardi. Ed è proprio il portiere di Perego a vivere 5 minuti abbondanti di autentica onnipotenza sventando per ben tre volte consecutive le conclusioni ravvicinate di Pace e compagni con riflessi felini. Le salvifiche risposte dell’estremo difensore chiudono ufficiosamente la gara, poi conclusasi con la festa totale per le due punte, Agati e Damiani, dei padroni di casa, le quali colgono la propria doppietta personale con due azioni di simil caparbietà agonistica impressionante, siglando auto lanciandosi a rete, il primo al 16’, e d il secondo al 29’ le due reti che decretando il definitivo trionfo biancorossoblù.

IL TABELLINO

Atletico CVS-Zibido        5-0
RETI: 5' Damiani (A), 10' Agati (A), 10' st aut. Costa (Z), 14' st Agati (A), 29' st Damiani (A).
ATLETICO CVS (4-3-1-2): Lombardi 8, Farhat 7 (21' st Brambilla sv), Pasculli 6 (1' st Bertola 6), Carovani 6.5, Dipalma 7 (29' st Liotta sv), Nazzari 7, Pasculli 7, Midolo 7, Damiani 8 (30' st Moresco sv), Derosa 6.5, Agati 8 (16' st Balla 5.5). A disp. Boldori, Catania Cucchiara, Boselli, Clemeno. All. Perego 7. Dir. Clemeno.
ZIBIDO (4-2-3-1): Gammino 6.5 (20' st Scarfo sv), Aloia sv (18' Marazia 7), Baldini 6, Lizzori 6 (14' st Borgo 6), Costa 6, Zelante 6, Acerbi 6 (1' st Zacconi 6), Deledda 5.5, Dalla Corte 6, Pace 6.5, Marrano 6 (1' st Biondi 6). A disp. Mottola, Cozzolino, Conti, Laera. All. Antonacci 6.5. Dir. Zelante.
ARBITRO: Godino di Milano 6.
ESPULSI: 28' Deledda (Z), 32' st Balla (A).
AMMONITI: Dipalma (A), Pasculli (A), Deledda (Z), Deledda (Z), Aloia (Z), Nazzari (A).

LE PAGELLE

ATLETICO CVS
Lombardi 8 Se oggi i padroni di casa condiscono l’ottima prestazione terminando la gara a rete inviolata è soprattutto merito ai suoi innumerevoli e prodigiosi interventi.
Farhat 7 Dalle sue parti è sempre molto complicato passare, specialmente visto il tempismo delle sue scivolate. (21’ st Brambilla sv).
Pasculli 6 Molto ordinato nella prima frazione, tiene a bada Marrano senza patire, anche se risulta timido in fase offensiva.
1’ st Bertoia 6 Compito svolto in fotocopia al suo predecessore.
Carovani 6.5 Detta egregiamente i tempi alla manovra di gioco, senza mai eccedere nel trattenere la sfera.
Dipalma 7 Lui e Nazzari formano una coppia di centrali solida ed affidabile. Imbriglia un centravanti fisico e capace come Della Corte. (29’ st Liotta sv).
Nazzari 7 Una prova da vero capitano. Non si risparmia in alcuna zona del campo e le sue letture difensive sono spesso di alto livello.
Pasculli 7 Mezzala utile e generosa. Non fa mai mancare ai compagni il proprio supporto in entrambe le fasi di gioco.
Midolo 7 Centrocampista di grande tecnica e senso della posizione, e lodevole l’approccio alla gara. Sfiora un paio di volte una rete che avrebbe meritato.
Damiani 8 Una vera furia. Va al doppio della velocità per tutto l’arco della gara e si danna per i compagni in molteplici situazioni, senza mai darsi per vinto. La doppietta è solo la naturale conseguenza del suo furore agonistico. (30’ st Moresco sv).
Derosa 6.5 Il giocatore offensivo complessivamente meno brillante. Oggi era veramente difficile fare meglio delle due punte, specialmente se è il suo piede ad innescarle.
Agati 8 Attaccante troppo rapido da contenere. Firma due reti che evidenziano la sua classe cristallina, risultando un pericolo costante per la difesa giallorossa.
16’ st Balla 5.5 Un vero peccato. Sembrava essere entrato in partita in maniera notevole, l’espulsione rovina leggermente la mattinata dei padroni di casa.
All. Perego 7 La squadra continua a macinare gioco e risultati anche nella delicatissima fase finale del torneo, con una solidità ed un carattere di rara natura.

ZIBIDO
Gammino 6.5 Para tutto quello su cui si può effettivamente opporre, compreso un rigore all’indemoniato Damiani. 20’Scarfo sv
Aloia svSoffre i continui movimenti di Damiani e Midolo. Gravato da un giallo, viene sostituito dopo appena 18 minuti.
18’ Marazia 7 Sicuramente il migliore degli ospiti insieme a Pace. Entra con il piglio giusto e la tecnica sembra assisterlo, lasciato troppo spesso in balìa dei difensori di Perego, che riesce ripetutamente a saltare.
Baldini 6 Viene messo spesso in difficoltà quando Pasculli risale la fascia puntandolo.
Lizzori 6 Prova a gestire il possesso ma è spesso preda del pressing soffocante del centrocampo casalingo.
14’ Borgo 6 Ingresso che regala un briciolo di energia in più, anche se meno precisione.
Costa 6 L’unico del reparto difensivo a proporre una prova più che discreta, fino alla sventurata autorete a gara comunque già compromessa.
Zelante 6 Damiani e Agati sono avversari di un’altra categoria, encomiabile nel provare a fermarli.
Acerbi 6 Gara abbastanza anonima, la sua duttilità rimane comunque un vantaggio prezioso da sfruttare.
1’ st Zacconi 6 Compito tattico eseguito senza particolari preoccupazioni o iniziative.
Deledda 5.5 La sua nervosa prestazione dura non più di una mezzora. Un’espulsione prodotta da una protesta fondata ma non giustificata, che costa tanto ai compagni.
Della Corte 6 Stretto nella morsa dei centrali biancorossoblù, riesce ad emergere a tratti grazie alle sue indiscusse capacità.
Pace 6.5  Quasi l’unico giallorosso a produrre qualcosa di significativo viste le sue doti tecniche, e sicuramente l’ultimo a mollare.
Marrano 6 Prestazione non certo brillante. Fatica ad imporsi offensivamente e lascia troppo scoperta la fascia di competenza.
1’ st Biondi 6 Entra per garantire più verve alla manovra offensiva, riuscendoci soltanto in saltuarie occasioni.
All. Antonacci 6.5 I suoi ragazzi sembrano patire inizialmente, l’approccio aggressivo dei favoriti padroni di casa. Si riprendono alla distanza creando, anche in inferiorità numerica, molto più che semplici pericoli dalle parti di Lombardi

ARBITRO
Godino di Milano 6 Rimangono dubbi su qualche decisione, nel complesso si mostra autorevole , in un match complicato da dirigere come quello odierno.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400