Cerca

Under 15

Kraus e Benvenuti aggiustano il pomeriggio del Cavenago

Sembrava mettersi male per gli ospiti allenati da Rota, che dopo il vantaggio iniziale corrono qualche rischio di troppo e si fanno raggiungere dal Pierino Ghezzi

Specchia Shijaku Pela Cavenago Under 15

Riccardo Specchia, Kevin Shijaku e Alessio Pela, i migliori in campo del Cavenago

Il comunale di Cascina San Pietro è teatro dello scontro pomeridiano tra Pierino Ghezzi e Cavenago: per i padroni di casa, reduci da 11 gol subiti senza averne realizzato alcuno nelle ultime due, questa sfida disputata davanti ai propri tifosi può essere l'occasione per rialzare la testa e migliorare la propria classifica a scapito del Cavenago, che, autore di un ruolino di marcia notevole (4 vittorie nelle ultime altrettante partite), è deciso a conquistare altri 3 punti per avvicinarsi ulteriormente ai piani alti della classifica. A spuntarla alla fine, però, sono gli ospiti, che infilano la quinta vittoria consecutiva e sogna sempre di più in termini di posizionamento finale.

Colpo di tacco. I 17 punti che separano le due squadre in classifica si fanno sentire sin dai primi istanti: al fischio di Capasso, infatti, i ragazzi allenati da Rota provano subito a prendere in mano le redini del gioco, guidati dalla tecnica e dall'estro del numero 10, Shijaku, e dalla classe del loro centravanti Pela che, imbeccato dallo stesso Shijaku, impegna Baroni Roshan con un destro potente già al 6', deviato in calcio d'angolo dall'estremo difensore di casa. Sul conseguente angolo, Shijaku scodella una morbida parabola verso il centro dell'area per Broggio, la cui deviazione fortuita di ginocchio è facile preda del portiere. Con il passare dei minuti, è chiara la foga con cui i ragazzi in maglia nera cercano di trovare il gol del vantaggio, materializzatosi al 12' quando un insidioso traversone di Meazza viene deviato sulla traversa da Baroni Roshan: sulla respinta è però pronto Pela che, sfuggito alla marcatura avversaria, insacca di tacco destro. Galvanizzato dal gol del vantaggio, il Cavenago cerca di mettere alle corde un Pierino Ghezzi incapace di reagire alla rete subita: è ancora Pela, lanciato dal solito Shijaku, ad impegnare severamente Baroni Roshan al 21', protagonista, qualche minuto dopo, di una coraggiosa uscita alta sullo stesso centravanti dopo un pasticcio della propria difesa al momento di rinviare. Forse pago del vantaggio, il Cavenago decide di abbassare i ritmi negli ultimi istanti del primo tempo, durante i quali il Pierino Ghezzi, alla prima conclusione in porta, trova un inaspettato gol del pareggio: Di Domenico si incarica di calciare una punizione sulla destra e la sua morbida parabola ad uscire trova libero Cornetti sul secondo palo. Colpo di testa potente e preciso che scavalca un non impeccabile Ferreri, uscito in maniera forse troppo precipitosa. Termina così un primo tempo che lascia molto amaro in bocca ad un Cavenago territorialmente dominante e che, al contrario, infonde sicurezza ai padroni di casa per completare la rimonta.

Alessandro Di Domenico, Leonardo Faioni ed Edoardo Cornetti: sono loro i migliori per il Pierino Ghezzi

Monologo del Cavenago. La ripresa comincia sulla falsa riga di come era iniziata la prima frazione di gioco: Cavenago alla ricerca della rete e Pierino Ghezzi che difende come può il pareggio. Tuttavia, la sempre più crescente pericolosità di Shijaku e, soprattutto, la freschezza del neo-entrato Kraus si riveleranno determinanti per riconquistare il vantaggio. Al 12', infatti, un gran recupero a metà campo di Maello fa arrivare il pallone allo stesso Kraus che, senza pensarci due volte, scaglia un gran destro dai 25 metri, che termina sotto le gambe di un Baroni Roshan che si fa cogliere impreparato. A partire da questo momento, la sfida si trasforma in un monologo Cavenago, pericolosissimo soprattutto dalla distanza. Al 17', Kraus ci rende ancora partecipi delle sue doti balistiche: altra staffilata dalla distanza, Baroni Roshan respinge come può, Cornetti anticipa all'ultimo Shijaku, pronto per insaccare da pochi passi. Quattro minuti dopo è invece capitan Specchia a sporcare con un violento destro sul primo palo i guanti dell'estremo difensore del Pierino Ghezzi, costretto agli straordinari anche sul velenoso mancino di Radaelli 120 secondi dopo. Gli infruttuosi sforzi del Cavenago saranno però premiati al 32', quando un pasticcio in area tra Baroni Roshan e Calandrini sul traversone basso di Shijaku regala un pallone a Benvenuti, che ringrazia e spara in rete da pochi passi. Subito dopo la rete dell'1-3, Shijaku proverà ad arrotondare ulteriormente il risultato, trovando però sulla sua strada un in questo caso attento estremo difensore. Al triplice fischio del signor Capasso, gioisce dunque il Cavenago, rivelatosi una vera e propria corazzata, specialmente nelle ultime sfide.

IL TABELLLINO

Pierino Ghezzi-Cavenago 1-3
RETI (0-1, 1-1, 1-3): 13' Pela (C), 30' Cornetti (P), 17' st Kraus (C), 32' st Benvenuti (C).
PIERINO GHEZZI (4-3-3): Baroni Roshan 6, Faioni 6.5 (35' st Schinco sv), Guercilena 6, Cornetti 7, Calandrini 6, Muca 6, Bisogno 6 (8' st Servidio 6), Di Domenico 7, Molinaro 6 (8' st Russo), Mariani 6, Ligonzo 6 (22' st Balestra 6). A disp. Cavaliere. All. Bruno 6.
CAVENAGO (4-3-3): Ferreri 6, Specchia 7, Radaelli 6.5, Badalamenti 6, Maello 6.5, Farinaio 6, Broggio 6 (5' st Zeugou 6), Meazza 6, Pela 7 (10' st Kraus 7), Shijaku 7.5, Marciano 6 (27' st Benvenuti 6.5). A disp. Brioschi. All. Rota 7.
ARBITRO: Capasso di Monza 6.5.

LE PAGELLE

PIERINO GHEZZI
Baroni Roshan 6 
Croce e delizia del Pierino Ghezzi: autore di uscite coraggiose e alcuni interventi importanti, l'estremo difensore di casa è tuttavia protagonista in negativo delle due reti con cui il Cavenago chiude la partita.
Faioni 6.5 Sicuro negli anticipi e abile a far ripartire l'azione sulla fascia, la sua prova gli consente di trovare un posto tra i migliori in campo. (35' st Schincos sv).
Guercilena 6 Difende senza affanni, limitandosi però a svolgere solo il compitino.
Calandrini 6 Fa a sportellate con chiunque si presenti in area; nel finale, però, il suo malinteso con Baroni Roshan consente a Benvenuti di chiudere definitivamente la sfida.
Muca 6 Prova ordinata e senza fronzoli. Pochi errori e altrettanto pochi i rischi corsi.
Cornetti 7 Motore del centrocampo del Pierino Ghezzi, combatte e recupera palloni per gli interi 70 minuti. Splendida la sua incornata sulla punizione di Di Domenico, valevole per il pareggio dei suoi.
Di Domenico 7 La sintesi del perfetto centrocampista: grintoso, abile tecnicamente e con una visione di gioco che farebbe comodo anche a centrocampisti di categorie superiori.
Mariani 6 Ha una buona tecnica e dimostra idee interessanti; il muro di maglie nere gli impedisce però di sfondare come vorrebbe.
Bisogno 6 Nonostante Radaelli sia un marcatore tenace, il numero 7 del Pierino Ghezzi riesce comunque a mostrare qualche accelerazione interessante e un paio di giocate che denotano un buon bagaglio tecnico. 
8' st Servidio 6 Macina chilometri sulla fascia e appena può dà una mano in fase di copertura. Non riesce, però, a dare particolare brio in attacco.
Molinaro 6 Prova di sacrificio per il centravanti di casa che, spalle alla porta, dispensa palloni per i propri esterni e contribuisce a fare reparto.
8' st Russo 6 Non riesce mai a rendersi pericoloso in area; tuttavia, i suoi movimenti impensieriscono spesso la retroguardia avversaria.
Ligonzo 6 Come accaduto a Bisogno, anche l'esterno sinistro del Pierino Ghezzi deve fare i conti con un avversario ostico: capitan Specchia gli concede infatti solo un paio di discese sulla fascia. Non si arrende comunque mai.
22' st Balestra 6 Gettato nella mischia nel momento di massima difficoltà dei suoi, mostra grande impegno e dedizione alla causa della squadra; i palloni giocabili sono però pochi.
All. Bruno 6 La squadra ha buone individualità e ha mostrato una buona propensione nel palleggio; c'è ancora però del lavoro da fare in fase difensiva e, specialmente, sulla pericolosità degli esterni d'attacco.

Tutta la rosa del Pierino Ghezzi nel pre-partita

CAVENAGO
Ferreri 6 Spettatore non pagante del match, calcola forse male l'uscita sul pari di Cornetti.
Specchia 7 Terzino abilissimo a svolgere le due fasi, è un elemento imprescindibile per lo scacchiere tattico di Rota.
Radaelli 6.5 Non sbaglia nulla e si dimostra una risorsa importante quando il Cavenago attacca, grazie alla sua velocità e la sua abilità nei traversoni.
Baldamenti 6 Prova di quantità e sostanza in mezzo al campo.
Maello 6.5 Padrone dell'area di rigore, da un suo recupero nasce il momentaneo 1-2 di Kraus.
Farinaio 6 Stopper sicuro e abile con i piedi, dà una mano in fase di impostazione.
Broggio 6 Prova generosa al servizio della squadra: compresa l'abilità del diretto avversario Faioni, prova a rendersi utile facendo legna in mezzo al campo.
5' st Zeugou 6 Sfrutta la sua fisicità per creare spazi per i compagni, senza però rendersi mai insidioso.
Meazza 6 Da un suo traversone deviato sulla traversa da Baroni Roshan nasce il vantaggio firmato Pela. Cala però alla distanza.
Pela 7 Centravanti dinamico e imprevedibile, coniuga tecnica, astuzia e fiuto del gol. Sempre al posto giusto nel momento giusto, come dimostra il gol che sblocca il risultato, segnato con un gran gesto tecnico
Shijaku 7.5 Numero 10 dotato di grande visione di gioco nonché di una tecnica sopraffina, coniuga magistralmente i due reparti. Una sicurezza quando deve dialogare con i compagni, dai suoi piedi partono le offensive più pericolose dei suoi.
10' st Kraus 7 Nonostante l'errore di Baroni Roshan, la sua violenta conclusione dalla distanza resta una vera gemma. L'incisività a partita in corso dimostrata oggi potrebbe rivelarsi fondamentale per la rincorsa alle prime posizioni.
Marciano 6 Abile nel dribbling, dai suoi piedi non partono mai vere iniziative per i compagni.
27' st Benvenuti 6.5 Pur giocando poco, nel 1-3 finale c'è spazio anche per la sua zampata dal centro dell'area.
All. Rota 7 Schiera sin da subito una squadra abile in entrambe le fasi, fantasiosa e imprevedibile quando c'è d'attaccare, solida e compatta quando i suoi devono difendere. La sua perfetta gestione dei cambi è stata determinante per ottenere la vittoria.

Il Cavenago al gran completo in attesa del fischio d'inizio

ARBITRO
Capasso di Monza 6.5 
Gli sfugge un fuorigioco piuttosto evidente e in un paio di occasioni viene colpito involontariamente dai giocatori: disputa però una buona prova in una partita dal clima molto tranquillo sia in campo che fuori.


LE INTERVISTE

Per il Pierino Ghezzi è l'allenatore Bruno a rilasciare una dichiarazione: «I miei ragazzi hanno disputato una buona prova e sono contento della loro prestazione. Il Cavenago ha attaccato più di noi e meritato la vittoria, anche se la partita nel complesso è stata equilibrata. Per le prossime sfide puntiamo a migliorarci e risalire la classifica, cercando di evitare di chiudere nelle ultime posizioni».

Questo, invece, il commento di Rota, tecnico del Cavenago: «Abbiamo gestito la partita per tutti i settanta minuti, nonostante le dimensioni ridotte del campo. Siamo riusciti a creare diverse occasioni, correndo l'unico rischio solo in occasione del loro pari. Cerchiamo ogni giornata di migliorarci e concludere la stagione piu'in alto possibile».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400