Cerca

Bra - Pedona Under 15: Hinane chiama, Mazzoni risponde

Ylias Hinane e Matteo mondino Bra Under 15
Una partita equilibrata quella tra Bra e Pedona fino all'espulsione di Biaforà, gara che ha registrato soprattutto il talento di Hinane nel puntare l'uomo e andare in goal, la grinta di Mondino e la potenza fisica oltre che il livello tecnico di Demaj del Pedona. Grinta e velocità nelle gambe. Sono queste le armi con le quali le due formazioni si affrontano nei primi minuti di gioco. Nessuna delle due si impone sull'avversario a nostro avviso anche se la gestione della palla del Bra è qualitativamente superiore a quella del Pedona. Gli avversari si appendono al tasso tecnico e alla potenza fisica di Demaj che difende palla, lotta e fa salire la squadra. Al 15' minuto su invito profondo Iorio sfiora il vantaggio costringendo il portiere avversario a salvarsi in calcio d'angolo. Al 10' tentativo di Stafa su punizione da distanza considerevole. Pallone alto. Il Pedona risponde su calcio piazzato dai 35 metri con una bordata di Demaj che finisce sul fondo ma non di molto. Le incursioni migliori del Bra nascono dai piedi di Hinane, Mondino e Iorio ma la poca lucidità nella tre quarti avversaria e sotto porta non promettono colpi di scena. Infatti a fine primo tempo Iorio si divora letteralmente un goal a porta vuota dopo una mischia in area. Insomma un primo tempo che confessa qualche errore di troppo in fase offensiva da entrambe le parti e due difese che si stagliano come due muraglie a protezione del proprio portiere. L'episodio che stravolge la partita arriva nella ripresa. Precisamente al 14'. Biaforà si fa espellere per insulti nei confronti del direttore di gara e la squadra di Tregnaghi rimane in dieci. Animi che si surriscaldano, molti falli da entrambe le parti, panchine che protestano e giocatori dominati dal nervosismo. Al 18' Chiappero viene graziato dal montante alla sua destra dopo un tiro velenoso successivo ad una mischia in area. Il Pedona si spegne e i giallorossi approfittano della superiorità numerica. Al 24' della ripresa, azione confusa al limite dell'area azzurra, pallone che s'incolla sui piedi Hinane, il quale sfugge alle marcature avversarie e mette alle spalle del portiere il gol del vantaggio. Il Pedona subisce il colpo a livello psicologico oltre ad essere in inferiorità numerica e accusa le offensive dei padroni di casa. Nel finale un'altra azione personale di Hinane sul versante destro, che s'invola verso la porta avversaria e tira. Il portiere respinge come può ma sulla seconda palla si avventa come un avvoltoio Mazzoni che da lì non può sbagliare. Bra che chiude la pratica Pedona e conquista i primi tre punti.

IL TABELLINO

BRA-PEDONA: 2-0 RETI: (0-0, 2-0): 24'st Hinane (B), 40'st Mazzoni (B) BRA (4-2-3-1): La Terra 6, Terracina 6,5, Panetta 6,5 (7' st Canova 6,5), Cerruti 6,5, Mazzoni 7, Pira 6,5, Hinane 7,5, Stafa 6, Iorio 6, Mondino 6,5, Stingi 6,5 all. Murgia 6,5 PEDONA(3-5-2): Chiappero 6, Bonetto 5,5, Revello 5,5, De Santo 5,5, Pezzella 5,5, Rosato 5,5, Guttero 5,5 (32'st Giorgis sv), Dutto 5,5, Biaforà 5, Viale 6, Demaj 6,5, All. Tregnaghi 6 ARBITRO: Racca Gianluca, sez Bra, 6 ESPULSO: 14' st Biaforà AMMONITI: 7'st Hinane

LE PAGELLE

BRA 4-2-3-1 La Terra 6 Spettatore non pagante, inoperoso per buona parte del match. Terracina 6,5 Contiene le offensive degli avversari. Come tutti i suoi compagni di reparto non riesce a togliere il pallone dai piedi di Demaj spalle alla porta senza però rischiare molto. Panetta 6,5 Baluardo della difesa giallo-rossa gioca d'anticipo e imposta la costruzione del gioco. Cerruti 6,5 Se non siamo riusciti a dare un voto al suo portiere il merito va dato anche a questo ragazzo. Preciso, puntuale e attento. Mazzoni 7 Oltre che una prova di carattere in fase difensiva si fa trovare al momento giusto nel posto giusto sulla respinta del portiere in occasione dell'azione personale di Hinane. Bravo e Fortunato. Pira 6,5 Suggerisce buoni palloni anche se a tratti la sua prestazione è risultata anonima. Hinane 7,5 Il gioiellino del Bra tiene il pallone incollato ai piedi. Punta l'avversario, dribla, suggerisce la profondità  e mette in mezzo palloni interessanti. Autore di uno splendido goal e coprotagonista del raddoppio. Uomo partita. Stafa 6 Si fa trovare in mezzo al campo e avrebbe anche spazio per impostare il gioco. Poco preciso e poco attento si fa rimproverare dal suo tecnico fino a quando non innesta la marcia giusta e fa girare meglio la squadra. Iorio 6 Nel primo tempo si divora a porta vuota un'occasione da mangiarsi le mani. La sua prestazione però è positiva. Mondino 6,5 Il reparto offensivo viaggia abbastanza bene. manca solo l'ultimo passaggio. A rendere però vive le azioni del bra sono i suoi piedi. Stingi 6,5 Presente e determinato, spina nel fianco per la difesa avversaria. Canova 6,5 Entra subito in partita e da ampiezza sulla fascia destra. salta l'uomo e consente un'ottima gestione della palla. all. Murgia  6,5 La sua squadra scende tesa in campo e si vede. Nella ripresa un piglio migliore contraddistingue gli uomini di Murgia che si votano in avanti e trovano i goal che gli regalano i primi 3 punti.   PEDONA 3-5-2 Chiappero 5,5 Non viene quasi mai impegnato nel primo tempo se non in occasione del goal mangiato da Iorio. Nel secondo goal avrebbe potuto fare molto meglio. Bonetto 5,5 Copre bene gli spazi e non concede grosse intuizioni agli avversari nel primo tempo. Revello 5,5 Corto e attento nella prima fase di gioco. Forse poteva fare meglio in occasione del vantaggio degli avversari. De Santo 5,5 Prestazione anonima. Il tasso tecnico degli avversari grava sulla partita del giocatore Pezzella 5,5 Nel primo tempo zittisce la differenza tecnica tra la sua squadra e i padroni di casa poi va via via spegnendosi insieme ai compagni. Rosato 5,5 In fase di contenimento bene. Troppo poco in fase d'attacco. [caption id="attachment_229956" align="alignleft" width="186"] Lorenzo Viale, Pedona[/caption] Guttero 5,5 Assiste poco i compagni, troppi errori in mezzo al campo. Dutto 5,5 Poteva certamente dare un contributo migliore alla partita. Biaforà 5 Nervoso e poco incisivo, commette un'ingenuità che costa cara alla sua squadra. Viale 6 Poteva assistere un po' meglio il suo compagno di reparto. Tutto sommato l'impegno in campo si è visto. Demaj 6,5 Punto di riferimento per l'offensiva del Pedona. Svolge benissimo il compito affidatogli dal suo tecnico, almeno finche i compagni lo assistono. Difende la sfera, lotta e serve i compagni. prova anche su punizione ma non ha fortuna. All. Tregnaghi 6 Fa quel che può con quello che ha e forse non sarebbe andata così male se Biaforà non gli avesse messo i bastoni tra le ruote.  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400