Cerca

Lombardia Uno-Lecco Under 15: Raimondi e D'Agati rispondono a Locati e Mapelli, è pareggio tra rossoneri e blucelesti

Lombardia Uno Lecco - D'agati Gjepali

Gjepali e D'Agati della Lombardia Uno

Il test match tra le Under 15 di Lombardia Uno e Lecco termina con un pareggio per 2-2, frutto di una doppia rimonta dei padroni di casa, capaci di portarsi in parità prima con Raimondi e poi con D'Agati, rendendo vane le reti del vantaggio di Locati e Mapelli. Incontro in cui le due squadre hanno presentato diversi stili di gioco, tuttavia giocando una partita molto equilibrata che, oltre ai gol, ha visto diverse occasioni per ambedue le compagini. Milanesi che scendono in campo con un modulo flessibile, che passa da un 4-2-3-1 a un 4-3-3, e poi un 4-4-2 nel giro di minuti, grazie ai continui movimenti di centrocampisti e attaccanti, che così non danno sicurezze alla difesa avversaria in fase di marcatura. Lecco che invece presenta un classico ed equilibrato 4-3-3, che permette di mantenere una certa solidità al centro e che allo stesso tempo dà spazio di manovra alle ali, alle mezzali allargate e ai terzini in fase di spinta.

Locati in apertura. Le due squadre adottano al fischio iniziale del direttore di gara un atteggiamento molto aggressivo sia in fase di possesso che in fase di copertura, a ritmi martellanti e con un continuo pressing sugli avversari che quindi si traduce in molti contrasti, palle perse e passaggi bloccati: se questo lascia vedere un continuo botta e risposta a centrocampo, dall'altra parte porta anche a una carenza di occasioni nei minuti iniziali di gioco. Al 5' però si aprono i primi veri spazi di gioco: occasione per il Lombardia Uno che si porta al tiro con Gjepali, che viene murato, dopo una bella azione collettiva con Bertoni e Marra; sul ribaltamento di fronte, grande incursione sulla sinistra di Bonalume che è bravo a servire con un cross basso Locati, che, dall'area piccola, la deve solo appoggiare in rete. L'atteggiamento dei padroni di casa muta dopo il gol subito, diventando più propositivo e lucido in fase di impostazione: tant'è che si hanno diverse occasioni del Lombardia Uno nel resto della prima frazione, delle quali la più nitida è un palo di Marra su punizione. I blucelesti continuano però a difendersi bene, riuscendo a terminare il primo parziale in vantaggio di una rete.

Raimondi e D'Agati in gol. La partita riprende con ritmi e assetti di gioco molto simili a quelli che si erano visti verso la fine del primo tempo, con un Lecco che, però, ha eseguito diversi cambi tra le sue fila e che quindi appare più fresco: vi è infatti una limpidissima occasione da gol per gli ospiti alle battute d'inizio della ripresa, con un colpo di testa su cross dalla sinistra che D'Agati salva provvidenzialmente sulla linea di porta. Nei minuti successivi i milanesi si fanno sempre più pericolosi: al 10', infine, Gjepali strappa intelligentemente palla a centrocampo, smarcandosi poi con una finta e servendo Aguiari sulla corsia di destra; a questo punto il numero 10 lancia con un preciso filtrante Raimondi, che a tu per tu con Endrizzi è glaciale, portando in parità il match. Nel quarto d'ora seguente entrambe le squadre optano per qualche cambio, per aggiungere rapidità e lucidità alle proprie manovre: da segnalare in particolare l'ingresso di Veronelli nei lecchesi, che sfiora subito il gol dopo una bellissima incursione sulla sinistra. L'ala bluceleste esegue un'altra inarrestabile sgroppata sulla sinistra al 28', dribblando il marcatore, mantenendo palla in un contrasto fisico e poi crossandola sul secondo palo, dove Mapelli, un altro subentrato, svetta insaccando la sfera di testa, riportando in vantaggio i suoi. I padroni di casa eseguono quindi gli ultimi cambi per cercare di agguantare quanto meno il pareggio. Al 36', poi, il titolare D'Agati sale in cattedra: prima, su sviluppo da calcio di punizione, coordinandosi al tiro al volo, che un miracoloso Koco riesce a salvare; poi, alla battuta corta del calcio d'angolo da lui ottenuto, lascia partire dalla destra un tiro-cross che si insacca appena sotto l'incrocio dei pali. A questo punto entrambe le squadre fanno gli ultimi tentativi per cercare di portarsi a casa la vittoria, ma senza successo. Termina quindi per 2-2 l'incontro tra le due compagini lombarde, che ben possono sperare per le prossime partite grazie al buon livello di gioco espresso. [caption id="attachment_283973" align="alignnone" width="1400"] Veronelli e Mapelli del Lecco[/caption]

IL TABELLINO

LOMBARDIA UNO-LECCO 2-2 RETI: 5' Locati (Le), 10' st Raimondi (Lo), 28' st Mapelli (Le), 36' st D'Agati (Lo). LOMBARDIA UNO (4-2-3-1): Cocilovo 6 (1' st Zanforlin 6.5), Summa 6, D'Agati 8.5, Papetti 6.5 (28' st Lionello sv), Nava 6.5 (28' st Lisco sv), Marra 7.5, Bertoni 7 (19' st Cravino 6.5), Ismail 7 (35' st Sciacca sv), Raimondi 7.5 (35' st Di Coste sv), Aguiari 7, Gjepali 8 (35' st Perego sv). A disp. Lanza. All. Ruggero 7.5. LECCO (4-3-3): Endrizzi 6 (16' st Koco 6.5), Conconi 6.5, Dugo 7 (10' st Gini 6), Ambrosio 6.5 (8' st Frigerio 6), Gualtieri 7, Gianola 7.5, Pasina 6.5 (11' st Veronelli 8), Ceola 6.5 (16' st Montoncelli 6.5), Locati 7, Bonalume 7.5 (4' st Wade 7), Savatteri 6.5 (1' st Mapelli 8). All. Vicinanza Toscano 7.5. AMMONITI: Gini (Le).

LE PAGELLE

LOMBARDIA UNO Cocilovo 6 Poco reattivo sul gol dell'0-1 e poco sicuro nelle prese, è sempre ben posizionato però. 1' st Zanforlin 6.5 Sicuro nelle uscite, le poche volte in cui viene concretamente impegnato si fa sempre trovare pronto. Summa 6 Molto passivo sui cross avversari, è però intelligente nella scelta dei passaggi. D'Agati 8.5 Prova a tutto tondo per il terzino, che evita il doppio svantaggio all'inizio della ripresa con un salvataggio sulla linea, corre senza sosta sulla fascia e realizza, con un po' di fortuna, il gol del definitivo pareggio. Papetti 6.5 Molto bravo in fase di spinta, potrebbe lavorare di più sulla copertura difensiva però (28' st Lionello sv). Nava 6.5 Sbaglia a volte dei passaggi nella sua metà campo, cedendo potenziali occasioni agli avversari; tuttavia è molto bravo nei contrasti e nelle intercettazioni(28' st Lisco sv). Marra 7.5 Il motore della sua squadra: lanci precisi e ottimi cambi di gioco, passaggi creativi e intelligenti in situazioni scomode fanno tutti parte del suo repertorio. Bertoni 7 Sebbene la sua lentezza di reazione e di movimento lo penalizzi con il rapido centrale avversario, riesce a sfoderare buoni primi controlli e una buona visione di gioco. 19' st Cravino 6.5 Non sbaglia passaggi ed è sicuro nei duelli fisici, ottimo rinforzo difensivo. Ismail 7 Pressa insistentemente, specialmente nel primo tempo, e dimostra un buonissimo controllo della sfera che gli permette di creare più di un'insidia sulla fascia (35' st Sciacca sv). Raimondi 7.5 Glaciale a tu per tu con il portiere; oltre al gol mostra un discreto pacchetto di velocità e tecnica che, in alcuni guizzi di estro, mettono in difficoltà le retrovie avversarie (35' st Di Coste sv). Aguiari 7 Spazia molto tra centrocampo e attacco, risultando d'aiuto in entrambi i reparti e disorientando gli avversari; bellissimo assist sul primo gol. Gjepali 8 Un'ottima tecnica e una discreta creatività gli permettono di creare miriadi di occasioni per i suoi; insistente nel pressing e con un'ampissima visione di gioco (35' st Perego sv). All. Ruggero 7.5 Le sostituzioni non incidono come nei piani dell'allenatore, ma comunque i suoi dimostrano carattere, rimontando due situazioni di svantaggio, e con un ottimo gioco. LECCO  Endrizzi 6 Non subisce praticamente nessun tentativo nello specchio, oltre al gol, su cui non poteva fare molto. 16' st Koco 6.5 Sfortunato nel gol subito su tiro-cross, ma da non scordare il bellissimo intervento sullo stesso D'Agati poco prima. Conconi 6.5 Da migliorare nella scelta dei passaggi, mostra tuttavia una buona capacità nella marcatura e nei duelli fisici. Dugo 7 Sopperisce molto bene agli avanzamenti dei centrali di difesa, contenendo molto bene l'attacco avversario. 10' st Gini 6 Prova non molto brillante, in cui spicca l'unico cartellino giallo della partita. Ambrosio 6.5 Ottimo filtro tra centrocampo e difesa, non si vede molto nel gioco ma dà un buon apporto nella copertura per vie centrali. 8' st Frigerio 6 Come il compagno che ha sostituito, non si vede molto nelle manovre; sbaglia qualcosa in marcatura, concedendo qualche spazio. Gualtieri 7 Molto bravo nelle intercettazioni e nei contrasti, che sbaglia davvero poche volte. Bravissimo anche nei duelli aerei. Gianola 7.5 Sale spesso ad aiutare a centrocampo, sopperendo a quest'abitudine con una buonissima velocità, che gli permette più volte di recuperare gli attaccanti avversari. Pasina 6.5 Meno brillante del compagno sulla sinistra, dà sporadicamente qualche spunto sulla sua fascia, senza però incidere in modo decisivo. Meglio nel pressing. 11' st Veronelli 8 Il suo ingresso aggiunge una freschezza e una velocità che si rivelano importantissimi nella ripresa. Sfiora un gol dopo una galoppata da metà campo e sforna un bell'assist al termine di un'azione stupenda in solitario. Ceola 6.5 Ha un ruolo abbastanza rilevante nelle manovre di ripartenza sulla sinistra e dà anche una buona copertura sulla fascia. 16' st Montoncelli 6.5 Prova molto simile al compagno sostituito, aggiunge qualcosa in difesa, togliendo però brillantezza in manovra. Locati 7 Buon senso della posizione sul primo gol; senso della posizione che però perde gradualmente in partita, finendo spesso in fuorigioco. Ottima accelerazione, che scardina spesso la difesa milanese. Bonalume 7.5 Autore di progressioni insidiose sulla fascia e letale in contropiede; il primo gol è quasi completamente merito suo. 4' st Wade 7 Innesto a centrocampo, si rivela un recupera-palloni formidabile e inarrestabile; la sua duttilità lo rende pericoloso anche in dribbling e in impostazione. Savatteri 6.5 Si vede poco sulla fascia, ma dà un buon apporto nella creazione del gioco, dialogando molto bene con la mezzala. 1' st Mapelli 8 Non si ferma per un istante nel tempo che gioca, dominando entrambe le fasce in cui gioca; imperioso lo stacco di testa per il 1-2. All. Vicinanza Toscano 7.5 Dispone i suoi in maniera molto ordinata e ciò lo premia nel primo tempo; sostituzioni azzeccatissime che permettono di tenere botta anche a fronte di un Lombardia Uno galvanizzata.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400