Cerca

Accademia Varesina-Lombardia Uno Under 15: illusione Fiore, poi Bertoni e Marra ribaltano tutto

accademia varesina-lombardia uno u15 Bertoni
Illusione Accademia Varesina, realismo Lombardia Uno: il test-match di Vedano Olona ha certificato la superiorità dei milanesi alla distanza dopo che, per una buona parte del primo tempo, l’Accademia Varesina aveva fatto vedere le cose migliori e dato l’impressione di essere un passo avanti. Pura illusione, però, spazzata via prima dal gol di Bertoni e poi da una ripresa che ha visto i milanesi con un altro passo dal punto di vista delle giocate e del ritmo, con il punteggio (1-3) che avrebbe potuto assumere proporzioni maggiori se solo i ragazzi di Ruggero fossero stati meno leziosi negli ultimi sedici metri. Avvio d'Accademia. Confronto dal profumo di nobiltà, con l’Accademia che quest’anno sarebbe stata pronta a recitare un ruolo importante nel proprio campionato a patto di avere uno spirito diverso da quello visto nella mattinata di Vedano Olona: squadra volenterosa e organizzata per metà tempo poi, dopo il gol e qualche cambio, è arrivato il black-out anticipato nelle idee e – sorprendentemente – nelle gambe. Di contro, invece, la squadra di Ruggero è uscita alla distanza, dimostrando di avere una panchina di valore: Raimondi, dal suo ingresso nella ripresa, ha portato un dinamismo superiore; Papetti nuovi spunti sulla destra in un reparto con Ismaili, D’Agati e Summa. La partita, tuttavia, si era messa sul binario giusto per l’Accademia Varesina di Roberto Bulgheroni che, al primo acuto, è passata in vantaggio con il tocco nel cuore dell’area di Fiore dopo l’azione avviata sulla destra da un caparbio Barillà. Una delle chiavi della prima frazione è stata la capacità dell’Accademia di riuscire a trovare campo sulla destra con il tandem Barillà-Mancini, mentre a sinistra Currà – al primo vero assolo – con un pallone in mezzo ha fatto tremare tutta la retroguardia milanese che ha rischiato di combinarla grossa con Cravino, giocatore che nei primi dieci minuti ha corso qualche brivido prima di dimostrare il suo potenziale. Al decimo, allka prima volta che i rossoneri hanno messo la testa fuori, ecco arrivare il calcio di rigore (generoso) concesso per atterramento di Bertoni ma dal dischetto Marra, col mancino, incrocia troppo e mette fuori. Scampato il pericolo l’Accademia va a un passo dal raddoppio col il destro di Mancini ma Zanforlin è reattivo nel salvare la sua porta e scuotere i compagni che, da lì a poco, alzano i giri nel motore e trovano il pareggio dopo un’azione prolungata che ha messo alle strette la difesa locale, con Bertoni che realizza da distanza ravvicinata. Riscossa milanese. Il tiro di Mancini alla mezzora del primo tempo è, di fatto, l’ultimo assolo dell’Accademia visto che nella seconda frazione di gioco il Lombardia Uno ha cambiato decisamente passo. Ad agevolare il compito è stata sicuramente la rete in avvio di Marra ma la paternità della marcatura è tutta di Raimondi che ha recuperato un pallone nella propria metà campo per involarsi sulla destra; cross in mezzo per Marra che con facilità ha realizzato il 2-1. Lombardia Uno che sembra andare col pilota automatico con giocate basse e di prima, con Ruggero quasi a stropicciarsi gli occhi e riprendere i suoi quando, nel prenderci troppo gusto, hanno finito per mettere da parte la cattiveria negli ultimi sedici metri dopo che al 5’ - ancora su assist di Raimondi – Bertoni ha bucato la retroguardia di casa e trovato il 3-1. Anche da Gjepali arrivano spunti importanti per il Lombardia Uno ma in un paio di occasioni l’esterno è stato più veloce di tutti e per questo non ha trovato assistenza o nessuno ad impattare un pallone d’oro messo dalla destra. Altra combinazione da manuale è quella al 22’ avviata da Raimondi e proseguita da Gjepali ma non concretizzata per l’intervento di Barillà a disinnescare. Di Coste e Bertoni, poi, hanno provato altre due volte, trovando l’attenta reazione di Trombetta, unico portiere superstite del roster Accademia mentre nel finale la combinazione Gjepali-Aguiari è stata disinnescata dalla chiusura di Piatti.

IL TABELLINO

ACCADEMIA VARESINA-LOMBARDIA UNO 1-3 RETI (1-0, 1-3): 3’ Fiore (V), 20’ Bertoni (L), 2’ st Marra (L), 5’ st Bertoni (L). ACCADEMIA VARESINA (4-3-3): Trombetta 6.5, Mantovani 6.5, Currà 6.5, Vavalà 6, Piatti 6, Mancini 6.5, Luca 6, Fiore 6.5, Di Silvestro 6, Daverio 6, Barillà 6. Subentrati: Balconi 6, Amodeo 6, Binaghi 6, Minelli 6, Yehya 6, Bongiorno 6. All. Bulgheroni 6. LOMBARDIA UNO (4-3-2-1): Zanforlin 7, Cravino 6.5, D’Agati 7, Lionello 6.5, Alagna 7, Marra 6, Bertoni 8, Lisco 6.5, Lanza 6.5, Di Coste 6.5, Gjepali 6.5. Subentrati: Pastore 6, Nava 7, Papetti 7, Raimondi 7.5, Ismaili 6.5, Aguiari 6.5, Summa 6.5. All. Ruggero 7.

LE INTERVISTE

Alessandro Ruggero (Lombardia Uno): «All’inizio eravamo un po’ sperimentali, poi siamo usciti bene. Nel secondo tempo abbiamo legittimato il risultato e fatto vedere cose importanti. Per noi i concetti sono gli stessi sia quando giochiamo con i difensori che con gli attaccanti».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400