Cerca

Volpiano-Venaria Under 15: Guidi gol lampo, pari delle foxes con Sbarra, nel finale Codres e Scotti alzano il muro

copertina

Il gol dell'1-0 del Venaria firmato da Gabriele Guidi

Di solito spetta agli attaccanti decidere una partita, ma in questo 1-1 nel torneo All Stars tra Volpiano e Venaria gli occhi nel finale erano tutti sui portieri. Questo perché con il triplice fischio che si avvicina entrambe le squadre si allungano, cercando la vittoria e lasciando più scoperti i propri numeri uno. Alberto Codres per le foxes e Giovanni Scotti per i cervotti hanno in mano le sorti del match e sanno di non poter sbagliare. Ma un numero uno sa anche quando alzare l'asticella ed entrambi lo fanno, senza battere ciglio. Il tutto per la gioia di Gabriele Guidi e Maichol Sbarra, che avevano rispettivamente siglato l'1-0 per il Venaria e il pareggio per il Volpiano. I cervotti guidati in panchina dal neo tecnico Paolo Petrucci e le foxes osservate dagli spalti dal futuro allenatore Alessandro Malagrinò e condotti in campo dall'Rsg Lorenzo De Simone guadagnano così il primo punto nel torneo All Stars. Calci d'angolo fatali. Il Venaria gioca la prima palla della partita, e da quel tocco si capisce l'antifona della prima parte di gara. I ragazzi di Petrucci vanno subito all'attacco, con un'azione sviluppata da Samuele Echinoppe che riesce a servire sulla corsia di destra Gianluca Coda. Il numero 11 arriva a fondo campo e mette in mezzo all'area una palla pericolosa, il Volpiano si salva mettendo in corner. Quel calcio d'angolo ottenuto che aveva fatto tirare un sospiro di sollievo si rivela in realtà fatale poco tempo dopo: Simone Ongari, in palla da subito e polmone d'acciaio della squadra, va in battuta e il suo traversone arriva dritto sul sinistro di Gabriele Guidi che, a due passi dalla porta, ribadisce in porta. È il secondo minuto e questo avvio lampo del Venaria soprende forse il Volpiano, che però non ci sta e risponde immediatamente con Gioele Fedele, ex Ivrea Banchette. Fedele prova a stupire Giovanni Scotti con il suo sinistro, dopo essersi lanciato nell'uno contro uno, ma il portiere di Petrucci è ben posizionato sul suo palo e non tentenna. Poco dopo ci prova Lorenzo Carola, ma il tutto si risolve in un nulla di fatto. I ribaltamenti di fronte sono continui e il Venaria torna a spingere con Ongari sulla sinistra lanciato a servire questa volta Coda, che arriva al tiro ma in posizione di offside e conclude comunque fuori. Neanche il tempo di un respiro e Ongari ci riprova, questa volta con un'azione personale e con un diagonale mancino sul secondo palo: lo spunto è buono, ma il tiro finisce largo. Il Volpiano invece si affida all'intesa tra Fedele e Carola con il primo che avanza centralmente e il secondo pronto sulla sinistra: dal duo nasce un'occasionissima, mancata al momento del tap-in finale da Fedele. Il primo tempo combattutissimo, ha una costante che si ripete: i calci d'angolo, alla fine, ti puniscono. Lo prova sulla propria pelle anche il Venaria, che ne concede uno al Volpiano al 26' per bloccare un'incursione delle foxes. Sugli sviluppi del corner è pronto Maichol Sbarra, che viene lasciato libero di tirare con il suo mancino dalla distanza, e il numero 7 gonfia la rete. Quando mancano una manciata di secondi il Volpiano ha l'occasione di portarsi in vantaggio con Fedele che ci riprova con una gran botta col destro, il tiro impegna Scotti, che però lo respinge con i pugni. Sulla ribattuta il solito Sbarra, particolarmente ispirato, manda fuori di un soffio il tap-in.


Giovanni Scotti, portiere del Venaria

Il muro di Scotti e Codres. La ripresa inizia con Guidi a caccia della doppietta personale, fermato però da Codres. La risposta è ancora una volta immediata e trova carburante nei rinforzi inseriti da De Simone nella ripresa. Il primo a provarci è Pietro Imbergato, subentrato a Lorenzo Carola, con un rasoterra defilato che Scotti respinge senza problemi. Poi si fa vedere anche Marco Gambetti, spesso coinvolto dal compagno di reparto. L'inizio della ripresa è testimone di un Volpiano molto più propositivo del Venaria, che di conseguenza inizia a chiudersi. Le foxes spingono con Matteo Mesiano e Simone Romano che sviluppano l'azione sulla destra, Cristian La Scala trascina tutti i compagni. Le conclusioni iniziano ad essere più insistenti, ma a non cambiare è il livello della prestazione di Scotti, chiamato a stringere i denti e sempre lucido in ogni tipo di intervento. Il Venaria però può colpire in contropiede, approfittando degli spazi lasciati liberi dal Volpiano, e al 25' ha quello più pericoloso, ispirato dal capitano Massimiliano Medelin che mette in mezzo all'area un pallonetto morbido per Guidi, solo contro Codres. L'uno contro uno avrebbe visto avere la meglio la punta orange, ma il direttore di gara ferma tutto per fuorigioco. Il Venaria, ora motivato, trova con Ongari uno spunto interessante sulla sinistra e il numero 7 si guadagna un calcio d'angolo. S'incarica lui stesso della battuta, ma Manuel Murtinu spazza di testa. Il Volpiano riparte, La Scala dalla distanza carica il tiro, ma è mal calibrato e finisce largo sul fondo. Manca ormai meno di un minuto, le foxes regalano palla a Guidi, involato verso Alberto Codres, che allarga le braccia e lo sfida: alla fine ha ragione il portiere, immolandosi sulla conclusione del numero 9. Cambio di fronte, il Volpiano ci riprova con Imbergamo e alla fine ha un'occasione d'oro. È il turno di Giovanni Scotti, che dice no, per l'ultima volta. Finisce così, 1-1.


Alberto Codres, portiere del Volpiano

IL TABELLINO

VOLPIANO-VENARIA 1-1 RETI (0-1, 1-1): 2' Guidi (Ve), 26' Sbarra (Vo). VOLPIANO (4-2-3-1): Codres 8, Di Marco 6 (1' st Murtinu 6.5), Negro 6 (1' st Sette 6), Mesiano M. 6.5, La Scala 6.5, Di Giorgio 6.5, Sbarra 7.5, Randazzo 6 (1' st Romano 6), Carola 6.5 (1' st Imbergamo 6.5), Fedele 7, Muntean 6 (1' st Gambetti 6). A disp. Jones, Nardi. All. De Simone 6.5. Dir. Di Giorgio - Azzalin. VENARIA (4-3-3): Scotti 8, Amendola 6.5, Lorenzi 6.5, Liberto 6, Meduri 6, Echinoppe Anglesio 6.5 (1' st Ongari Carlo 6), Ongari Simone 7.5, Battaglia 6 (1' st Rizzo 6), Guidi 7.5, Medelin 6.5, Coda 6.5 (1' st Ricciardi 6). All. Petrucci Paolo 6. Dir. Liberto - Petrucci Alessio.

LE PAGELLE: I MIGLIORI

VOLPIANO Codres 8 Meno impegnato complessivamente rispetto a Scotti, ma mantiene sempre la sua lucidità, si fa sentire dalla difesa e soprattutto si guadagna il suo voto con quell'intervento finale in cui si gioca il tutto per tutto e riesce a bloccare Guidi, regalando un punto i suoi ed evitando la doppietta della punta dei cervotti. Sbarra 7.5 Il gol è una conseguenza di una partita che lo ha visto protagonista in tutte le azioni offensive, sia come ispiratore sulla corsia di sinistra che come finalizzatore. Fedele 7 Si dimostra da subito molto propositivo, mettendo in campo la grinta giusta per riprendere il Venaria. Si inserisce bene nelle trame di gioco e collabora con i compagni. Gli manca solo quel quid in più per calibrare meglio le conclusioni e arrivare al gol. VENARIA Scotti 8 Il momento in cui si esprime al meglio coincide con quello in cui il Venaria va più in difficoltà. Lui però riesce sempre a mantenere la calma e alza l'asticella dando possibilità alla squadra di recuperare. Nel finale con un gran colpo di reni evita la beffa. Personalità da vendere. Ongari 7.5 Lotta in mezzo al campo quando ci sono palloni da recuperare, senza aver paura del confronto. Ma a stupire è soprattutto il modo con cui dà linfa vitale all'offensiva sulla sinistra. Ogni azione lo vede, in qualche modo, tra i suoi protagonisti. Spende tantissime energie, uomo squadra. Guidi 7.5 Trova un gol lampo a partita appena iniziata, insaccando con prontezza da distanza ravvicinata. Oltre alla marcatura, però, c'è una partita giocata sempre all'attacco, fino all'ultimo contropiede. A volte viene murato, altre va più vicino alla doppietta, ma una cosa è certa: è sempre stato onnipresente nel reparto offensivo.

IN SETTIMANA LA FOTOGALLERY COMPLETA

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400