Cerca

Lombardia Uno-Pro Patria Under 15: Ferrario incanta con una doppietta, Raimondi e Gjepali le frecce rossonere

Ferrario Pro Patria Under 15

Ferrario Pro Patria Under 15

La straordinaria qualità e finalizzazione di capitan Ferrario trascina la Pro Patria verso la vittoria in casa del Lombardia Uno. Il 3-2 ottenuto dai ragazzi di Tomasoni è il risultato di una prova caparbia e astuta, ma conquistata non senza soffrire i veloci e imprevedibili contropiede dei rossoneri. La squadra di Ruggiero controlla il gioco per ampi tratti della gara sfruttando delle splendide uscite palla a terra e verticalizzando poi per le frecce offensive Raimondi e Gjepali, vere mine vaganti dell’attacco rossonero. I padroni di casa tengono a bada con ordine e attenzione la fisicità e la qualità della Pro Patria che alla fine del primo tempo si trova sotto nel punteggio con il legno a negare la gioia del gol per ben due volte. Nella ripresa la reazione degli ospiti è affidata al numero 10, Ferrario, che sfrutta le indecisioni della retroguardia per colpire e firmare la sua doppietta personale. Non basta al Lombardia Uno il solito ed inesauribile Raimondi che grazie alle sue giocate, rapide ed efficaci, trova il gol del momentaneo pareggio ma purtroppo risulta essere solo un'illusione di fronte alla vittoria della Pro Patria. Gjepali on fire. Il match comincia con ritmi piuttosto elevati che si manterranno stabili lungo tutta la durata della partita. Il tema tattico sembra chiaro fin dall’inizio con la Pro Patria a fare la partita e il Lombardia Uno ad aspettare dietro la linea del pallone, ma sfruttando con il primo pressing gli errori degli avversari per ripartire in contropiede. C’è da sottolineare però che la squadra di Ruggero, in fase di impostazione, è molto precisa e in fase di uscita e creazione della manovra è pressoché perfetta, mandando a vuoto la pressione dei ragazzi di Tomasoni. Al 9’ Raimondi recupera palla in mezzo al campo, scippandola dai piedi di Miculi, si lancia verso l’area di rigore avversaria e, con un occhio al secondo palo, vede Gjepali smarcato che, libero di controllare e prendere la mira piazza la palla nell’angolino. La Pro Patria prova a reagire affidandosi agli uomini di maggior qualità, Altomonte, Ongaro e Ferrario su tutti. Questi ultimi confezionano un’azione splendida a metà del primo tempo: cross del primi e colpo di testa del capitano che colpisce il palo, il secondo nei primi quaranta minuti. Al 30’ scende sulla fascia sinistra Summa che, arrivato sul fondo, crossa sul versante opposto dove arriva l’altro terzino, Papetti che di controbalzo calcia dritto verso la porta trovando però un super intervento di Bongini. Ferrario show. La ripresa parte subito con una fiammata, lungo l’out di sinistra, del neo entrato Piccato che dopo essere arrivato sul fondo serve una palla arretrata per la corrente Ferrario: piatto destro e gol del pareggio servito. La Pro Patria prende fiducia e inizia a macinare gioco, lasciando però spiragli interessanti per gli attaccanti di Ruggero. Al 16’ dopo un rilancio lungo oltre la metà campo della difesa di Tomasoni, Zanforlin si avventa per anticipare compagni e avversari colpendo di testa il pallone che, sfortunatamente, finisce sui piedi del giocatore sbagliato: Miculi, in posizione stranamente avanzata, controlla il pallone e con un tiro dai 30 metri, con il portiere totalmente fuori posizione, trova il gol del vantaggio. Neanche il momento di festeggiare però che il Lombardia Uno trova il pareggio con il suo capitano: incursione palla al piede di Raimondi che, infilandosi tra le maglie della difesa della Pro Patria, si trova a tu per tu con il portiere e non manca l’appuntamento con il gol. Quando tutto sembra per concludersi sul punteggio di 2-2, un’ingenuità della difesa di casa apre le porte del vantaggio biancoblù: Ferrario si ritrova il pallone tra i piedi e, senza pensarci due volte, scarica il pallone sotto il sette dove per Pastore è impossibile arrivare. La reazione del Lombardia Uno c’è eccome, e negli ultimi minuti finali è aggrappata ancora a capitan Raimondi che va vicino al 3-3 in un paio di occasioni, ma non è accompagnato dalla fortuna.

Gjepali Lombardia Uno Under 15
Gjepali Lombardia Uno Under 15

IL TABELLINO

LOMBARDIA UNO-PRO PATRIA 2-3 RETI: 9’ Gjepali (L), 4’ st Ferrario (P), 16’ st Miculi (P), 17’ st Raimondi (L), 29’ st Ferrario (P) LOMBARDIA UNO (4-3-3): Zanforlin 7 (22’ st Pastore 6), Papetti 7 (33’ st Lionello sv), Summa 6.5, D’agati 7, Minoia 7 (6’ st Cravino 6.5), Nava 6.5 (6’ st Di Coste 6.5), Marra 7, Raimondi 7, Aguiari 6.5 (6’ st Alagna 6), Gjepali 7 (33’ st Sciacca sv), Bertoni 6.5 (33’ st Lisco sv). All. Ruggero 7. PRO PATRIA (4-3-3): Bongini 7 (1’ st Marascio 6.5), Foti 6.5 (1’ st Olcelli 6.5), Garantola 6 (1’ st Locorotondo 6.5), Fornaro 6.5 (1’ st Sagliocchi 6), Brazzelli 6.5, Miculi 6.5, Fiorella 6.5 (1’ st Zago 6), Altomonte 6 (1’ st Piccato 6.5), Ongaro 6.5, Ferrario 8, Fazio 6. All. Tomasoni 7.

LE PAGELLE

LOMBARDIA UNO Zanforlin 7 Ottima la sua prova sia in uscita che con la palla tra i piedi. Preciso e utile in fase di costruzione dell’azione dal basso, i suoi appoggi soprattutto verso gli esterni sono sempre efficaci. Ha forse qualche responsabilità sull’uscita che porta al 2-1 della Pro Patria. 22’ st Pastore 6 Costa cara l’indecisione sul rinvio pochi minuti dopo il suo ingresso in campo. Papetti 7 Si sovrappone con una continuità incredibile, dando sempre una possibilità ai centrocampisti e agli attaccanti di servirlo nelle sue sovrapposizione. Non dimentica la fase difensiva anche se dal suo lato la Pro Patria crea poco (33’ st Lionello sv). Summa 6.5 Soffre molto le progressioni e gli inserimenti del terzino avversario che crea superiorità dando una mano all’esterno. In fase di uscita e impostazione di gioco è perfetto e non sbaglia mai scelta, sempre sicuro della giocata e si propone anche in avanti. D’Agati 7 Prima frazione pressoché impeccabile, tiene a bada gli attaccanti avversari non uscendo mai sconfitto dai duelli. In un paio di occasioni pasticcia in fase di costruzione, ma viene aiutato da un pizzico di fortuna. Minoia 7 Più preciso, ordinato e attento del compagno. Non si lascia sfuggire nulla, sbaglia solo un anticipo ma per il resto è una garanzia nel reparto difensivo, una sicurezza. 6’ st Cravino 6.5 Un’arma in più sui calci piazzati, la sua fisicità lo aiuta a creare pericoli in mezzo all’area di rigore. Bravo a coprire in difesa, anche con recuperi avventati, ma precisi e con il tempismo corretto. Nava 6.5 Bravo a verticalizzare, si fa dare il pallone e prova a costruire l’azione di ripartenza, la vera arma della squadra di Ruggiero. 6’ Di Coste 6.5 Entra con la voglia e il piglio giusto. Gioca saggiamente tutti i palloni non perdendone mai uno. Ha anche la freddezza di provare qualche conclusione da fuori, una vera e propria risorsa. Marra 7 Sia quantità che qualità, corre e insegue gli avversari per recuperare subito palla e servire in profondità gli scatti degli esterni. Gioca a tutto campo, inesauribile. Raimondi 7 Sbaglia solo qualche scelta di passaggio, ma è comunque sempre caparbio nel riconquistare il pallone e creare pericoli. Serve l’assist dell’1-0 e timbra il gol del 2-2. Ogni volta che la Lombardia Uno passa la metà campo lui è il riferimento a cui appoggiarsi. Aguiari 6.5 Primo tempo di sostanza e qualità, rende fluida la manovra con tocchi di prima o al massimo di seconda per rendere rapida l’azione offensiva. Dal suo lato è molto interessante l’accoppiamento con Papetti, i due si trovano a meraviglia. 6’ st Alagna 6 Entra gradualmente in partita, ma si fa vedere di più solo nel forcing finale alla ricerca del 3-3. Gjepali 7 Sempre nel posto giusto al momento giusto. Timbra il gol del vantaggio tagliando al centro dell’area di rigore con il tempismo giusto. Ha sempre in canna la giocata giusta e anche nella ripresa prova sempre a creare pericoli cercando l’uno contro uno (33’ st Sciacca sv). Bertoni 6.5 Nel primo tempo fatica a entrare nel ritmo infernale di gara, ma più passano i minuti e più diventa protagonista. È essenziale il suo lavoro spalle alla porta e protezione palla, le sponde nella ripresa aprono il campo in maniera vincente (33’ st Lisco sv). All. Ruggero 7 Telecomanda i suoi dal primo all'ultimo minuto. Primo tempo perfetto, nella ripresa cala l'attenzione e si commettono disattenzioni fatali. PRO PATRIA Bongini 7 Compie una parata strepitosa sul tiro di controbalzo di Papetti. Sul gol non può nulla ma evita il 2-0. 1’ st Marascio 6.5 Fondamentale nel finale di partita per salvare il risultato, anche con interventi di puro istinto ma questo sottolinea la sicurezza tra i pali e la sua reattività. Foti 6.5 In fase offensiva nulla da dire, sempre una risorsa preziosa per creare pericoli alla difesa avversaria. In difesa invece copre poco lasciando campo e spazio alle ripartenze avversarie. 1’ st Olcelli 6.5 Sempre sicuro e attento negli interventi, soffre all’inizio le scorribande di Gjepali ma quando lui esce dal campo la strada si fa in discesa. Garantola 6 Dal suo lato la Pro Patria attacca poco, si limita a tenere la posizione e soffre come i compagni le ripartenza rossonere. 1’ st Locorotondo 6.5 Copre con attenzione la sua zona di competenza anche se talvolta è costretto agli straordinari per contenere Raimondi e compagni. Fornaro 6.5 Il duello con Bertoni lo vince nel primo tempo, riesce sempre a contenerlo e spesso ad anticiparlo. 1’ st Sagliocchi 6 Entra per dar man forte al reparto arretrato ma cade nella trappola di Raimondi in occasione del gol del 2-2. Troppo leggero in alcune occasioni, ben deciso e convinto in altre. Brazzelli 6.5 Primo tempo da regista, secondo da mezz’ala. Può fare sicuramente di più per i mezzi tecnici di cui dispone, ma riesce a metterli in mostra solo a metà. Miculi 6.5 Nel primo tempo sembra poco attento e concentrato, infatti concede campo agli avversari per colpire. Si rifà nella ripresa con un bel gol d’astuzia e precisione a scavalcare il portiere in uscita. Fiorella 6.5 Si muove bene tra le linee, spesso accentrandosi per offrire un’opzione in più ai compagni. Sfiora il gol con un bel tiro di destro sul primo palo, ben respinto dall’estremo difensore. 1’ st Zago 6 La Pro Patria nella ripresa non crea tantissime occasioni da rete, ma approfitta degli errori avversari per colpire. Lui c’è e si fa vedere quando i compagni hanno bisogno. Altomonte 6 Meno pimpante del solito, un po’ fuori dall’azione. Le uniche giocate importanti sono due cross veramente pennellati alla perfezione dentro l’area di rigore. 1’ st Piccato 6.5 La scossa nella ripresa parte dall’azione personale da cui nasce il gol dell’1-1. Grande incursione sulla fascia per poi accentrarsi e vedere l’inserimento del compagno. Ongaro 6.5 Gioca più spalle alla porta, non è facile per lui vincere i duelli con i difensori avversari. È preciso negli appoggi ed è comunque sempre presente dentro l’area, anche alternandosi di posizione con l’esterno. Ferrario 8 Vero trascinatore della squadra. Nel primo tempo è il palo a fermarlo, nella ripresa invece segna una doppietta dimostrando sia ottimo senso della posizione che potenza e precisione nel tiro. Fazio 6 Si nota poco anche lui, infatti la fascia sinistra lavoro meno rispetto alla destra. Prova a svariare il suo raggio d’azione ma di azioni pericolose non ne crea. All. Tomasoni 7 Nel primo tempo la squadra soffre i contropiede avversari concedendo spazi con estrema facilità, nella ripresa si assesta.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400