Cerca

Chisola-Gassino SR Under 15: All Stars, bronzo ai vinovesi, spettacolo Mattia Leo

06Chisola
È il Chisola ad alzare il trofeo per il terzo posto del Torneo All Stars, categoria Under 15. Per i vinovesi la medaglia di bronzo è una rivalsa dopo la semifinale persa con il Lascaris, specialmente per il modo in cui affrontano il Gassino. Il 5-0 finale è la dimostrazione di come questa squadra avesse ancora qualcosa da dire e di come non abbia lasciato nulla al caso. E ad alzare quella coppa non può che essere Mattia Leo, capitano protagonista della sfida con il Gassino, ma più in generale di tutto il torneo. Leo e le sue prodezze. Il Chisola parte subito con il turbo e riesce a dare lo strappo dopo appena due minuti. Chi decide? Semplice, è Mattia Leo, el diez dei 2006, uno dei giocatori più rappresentativi di tutto il torneo, con un'incornata di testa. Il Gassino prova a rispondere affidandosi alle ispirazioni di Diego Marchioretto, che cerca lo stoico Jacopo Cappellano in area di rigore. La punta rossoblù, però, è ben marcata dai centrali Francesco Parrello e Federico Cavallero e non riesce a trovare un varco. Al 9' arriva il bis dei vinovesi su punizione sulla trequarti. Mattia Leo ed Edoardo Vada si avvicinano al punto di battuta, ma alla fine se ne incarica il capitano che con un mancino morbido gonfia la rete, con la palla che si incunea sotto la traversa: imprendibile per Riccardo Rigoni. Al quarto d'ora il Chisola si rifà avanti con l'ennesima progressione di Andrea Gironda sulla sinistra e sfida a viso aperto Rigoni: il numero 1 respinge con i guantoni, ma non trattiene e la palla si aggira pericolosamente in area, finché Nicolas Ilievski salva tutto spazzando. I ragazzi di Andrea Gnan ci riprovano poco dopo con Andrea Achino, ma Rigoni si supera con due interventi ravvicinati in cui si dimostra attento e strappa gli applausi del pubblico. Gli assalti del Chisola vengono respinti dal portiere, che fa di tutto per evitare un parziale più pesante e tira un sospiro di sollievo quando Leo, questa volta a due passi dalla linea di porta, non trova l'appoggio giusto in scivolata. Chisola, manita e medaglia di bronzo. Il Gassino sa di dover soffrire, ma non rinuncia a farsi vedere con Ilievski, che si propone con una verticalizzazione interessante, ma poi cade dopo un duro contrasto con Antonio Cutrì. Il Chisola però spegne subito le speranze rossoblù. Pietro Fillia si invola contro Rigoni al 12', il portiere respinge con il corpo, ma poco dopo per un contrasto con Lorenzo Cialdella il direttore di gara assegna un calcio di rigore in favore dei vinovesi. In battuta ci va proprio Fillia, che con il destro incrocia sul primo palo, quello alla destra di Rigoni, che a sua volta intuisce la traiettoria ma non riesce a pararlo. 3-0. Non è finita, infatti il Chisola ci riprova poco dopo con Loris Ferrazza, ma la conclusione termina a lato della porta. Al 22' arriva il poker grazie allo spunto di Manuel Ambrosino, che arriva alla conclusione contro il numero uno rossoblù, la palla si infrange sul portiere e rimbalza verso la linea di porta, giusto dove c'è Fillia, rapido ad imbucare il tap-in. La parola fine però spetta a Christian Fiore, classe 2007: al 23' il numero 18 supera d'astuzia Rigoni per poi conclude con una una conclusione morbida alle sue spalle. Il Gassino ha un ultimo squillo finale di testa proprio nei minuti prima del triplice fischio, ma la palla non entra e non arriva lo sfizio di negare la porta inviolata agli avversari. Il Chisola può esultare: la coppa va a Vinovo.

IL TABELLINO

CHISOLA-GASSINO SR 5-0 RETI: 5' Leo (C), 9' Leo (C), 12' st rig. Fillia (C), 22' st Fillia (C), 23' st Fiore (C). CHISOLA (4-3-3): Cutri 6.5 (15' st Cruto 6.5), Kingidila 7 (7' st Bugnano 6.5), Gironda 8 (13' st Sapienza 6.5), Racca 6.5 (10' st Ambrosino 7), Parrello 7, Cavallero Federico 7, Matarazzo 6.5 (7' st Ferrazza 6.5), Achino 7.5 (10' st Castellaro 7), Fillia 8, Leo 9, Vada 7 (13' st Fiore 7.5). All. Gnan 7. Dir. Calza - De Robertis. GASSINO SR (4-3-1-2): Rigoni 7, Savio 6, Perotti 7 (7' st Raco 6), Castelli 6, Bruno 6.5, Cialdella 7, Marchioretto 7, Carella 6 (15' st Ducato 6), Cappellano 6.5, Gradinari 6, Ilievski 7. A disp. Colombo, Corgnati. All. Piconeri 6. Vice All. Rebola. Dir. Rigoni.

LE PAGELLE: I MIGLIORI

CHISOLA Leo 9 È stato decisivo in semifinale, lo è stato anche per il terzo posto. Ma in realtà lo è stato in tutto il torneo. Sigla il colpo di testa che sblocca la partita e la punizione gioiello del raddoppio. Il capitano dà spettacolo ed è sempre il primo a salire in cattedra. Gironda 8 Sembra non patire la semifinale giocata sabato e la sua progressione è sempre impressionante. Abbina i polmoni d'acciaio a un tiro preciso che riesce a trovare più riprese. Fillia 8 La doppietta è la firma finale che corona la sua prestazione. Dal rigore glaciale al tap-in da rapace d'area. Si trova al punto giusto al momento giusto e questo è il merito di chi sa sempre stare in partita. Fiore 7.5 La manita arriva grazie alla sua rete finale. Il classe 2007 dimostra astuzia nel battere Rigoni e nessun timore reverenziale quando gioca sottoleva. GASSINO SR Rigoni 7 Il parziale è pesante, ma non toglie nulla a una sua prestazione generosa, in cui è costretto a stare sempre all'erta e si spende in buoni interventi. Toglie tanti pericoli dai suoi pali. Perotti 7 Gli spetta un lavoro di quantità in mezzo al campo. Non si tira indietro nei confronti con la mediana del Chisola, e dimostra gran carattere: lotta come un leone. Marchioretto 7 La grinta che mette a centrocampo è ammirevole, così come i continui tentativi nel cercare degli spunti per i rossoblù. Apporta dinamismo alla squadra. Ilievski 7 Salva praticamente sulla linea il possibile 3-0 di Gironda, un intervento che aiuta i suoi a non subire un parziale ancora più pesante nel primo tempo. In più si propone con continuità, coriaceo.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400