Cerca

Under 15 B

Paolo Filippone trascina il secondo gruppo rossoblù nella corsa al titolo

«Abbiamo un girone complicatissimo, ma ho un gruppo in gamba capace di fare bene»

Pianezza Under 15 B

I ragazzi di Filippone dopo il pareggio per 1-1 in casa del Torino

Inizio da sottolineare per il secondo gruppo del Pianezza Under 15, il tecnico rossoblù Paolo Filippone resta a pari punti con il Torino in prima posizione in classifica, lo scontro diretto termina 1-1 con le reti di Stefano Zerbi, numero 9 ospite, e Edoardo Grancagnolo per i granata.

Queste le parole del tecnico Filippone: «Stiamo facendo un bel percorso, devo dire che avere un gruppo B è sempre come fare esperimenti su ragazzi un po' indietro di percorso, nel corso delle settimane andiamo a dare l'opportunità ad alcuni ragazzi che non sono ancora pronti per il campionato Regionali di fare il percorso giusto per prepararsi. Sono molto soddisfatto perché giochiamo bene a calcio oltre ad ottenere vittorie pesanti che ci vedono lassù in un girone molto duro. Il mio obiettivo e la mia idea di calcio è giocare tanto la palla, avere in mano il pallino senza buttar via giocate decisive, il lavoro corale di gruppo ci porta a fare bene ogni settimane. Contro il Toro, squadra che alla lunga sarà secondo me la più in forma per la corsa al titolo, avevo Zerbi e Mereu, è stata la prima volta che li avevo entrambi, ma dopo il match contro il Cenisia avevo tante assenze sia io che il tecnico del primo gruppo Raffaele Nuzzo. In entrambi i gruppi non siamo tantissimi e ora ci stiamo aiutando dandoci una mano nel week end con i ragazzi. Quando ho visto il nostro girone ero abbastanza impaurito, vedendo i risultato di adesso però sono davvero soddisfatto, ce la stiamo giocando di domenica in domenica, e ogni partita per noi è una battaglia, andremo a giocarcela con tutti e prenderemo quello che meriteremo. Il gruppo che ho tempo fa non vinceva sovente, per questo i ragazzi hanno il morale alle stelle ma dobbiamo stare tranquilli e lavorare con continuità e professionalità. Ho un gruppo forte che ora è consapevole delle proprie potenzialità, c'è sicuramente qualche ragazzo che sta giocando davvero bene, uno tra tutti può essere Andrea Sicca, ha caratteristiche notevoli di visione di gioco da altre categorie, vede giocate che altri ragazzi neanche pensano, lo uso proprio come direttore d'orchestra, lui arriva dall'Alpignano ed è il nostro play, ma devo dire che il gruppo lavora molto bene per fare grandi cose e trovarci pronti ad ogni battaglia».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400