Cerca

Under 15

Lumezzane-Ghedi: Arone e la doppietta di Platto regalano tre punti d'oro alla squadra di Bresciani

I falchi rossoneri indirizzano l'incontro nei primi venti minuti, per i rossoblù di Rastelli una doccia gelata che costa la terza sconfitta stagionale

Platto e Adone, Ghedi Under 15

Platto (doppietta) e Adone, autori delle tre reti bassaiole

Nella giornata mondiale dell’infanzia, ricordata dai ventidue protagonisti in campo e dal direttore di gara all’inizio della partita, la legge del Ghedi si abbatte su un Lumezzane contratto e poco cinico sotto porta. I falchi rossoneri nebulizzano con un secco 3 a 0 i valgobbini, rilanciando ambizioni e sogni fin qui riposti nel cassetto. La rete di Adone e la doppietta di un super Platto permettono alla squadra di Carlo Bresciani di spalancare le ali ed uscire definitivamente dalle sabbie mobili della classifica, dimostrando di essere una squadra in crescita e matura in ogni reparto del campo. Per il Lumezzane di Fabrizio Rastelli la seconda sconfitta casalinga stagionale costa il sesto posto in classifica, vedendosi allontanare la testa della classifica. 

Inizio da sogno. Partita che offre emozioni fin da subito, con gli ospiti che premono forte sull’acceleratore trovando un uno a due micidiale che spezza le gambe ai padroni di casa. Al 5’ il velenoso traversone di Crema pesca nel cuore dell’area di rigore Arone il quale di testa trafigge l’estremo difensore valgobbino. Due giri d’orologio più tardi la squadra di Bresciani trova la rete del doppio vantaggio, con un’azione in fotocopia a quella precedente. Il numero undici dopo aver trovato la gioia personale, si traveste in uomo assist disegnando per Platto, il quale in volèe supera Richiedei. Il Lume rimane gelato e congelato e i falchi rossoneri ne approfittano mandando ai titoli di coda l'incontro già nella prima parte di gara. Al 21’ infatti la pennellata di Esposito trova la testa di Platto che da pochi metri non può sbagliare, regalandosi una giornata indimenticabile.

Controllo.Nella ripresa i padroni di casa cercano di rialzare la testa e uscire dal momento difficile. Al 6’ minuto la conclusione di Digiglio trova la pronta risposta di un attento Hamza, mentre poco dopo la botta silente dalla trequarti di Lena viene rispedita al mittente dal miracoloso salvataggio sulla linea di porta di Albertini. I segnali rossoblù offensivi e pericolosi vengono assorbiti e inibiti dalla difesa bassaiola grazie all’esperienza e alla forza del centrocampo che riprende in mano le redini dell’incontro gestendo la partita con autorevolezza. Nel secondo tempo i ritmi infatti calano e la squadra di Bresciani mette in cassaforte una vittoria prestigiosa e di cuore. Lumezzane e Ghedi torneranno in campo tra una settimana rispettivamente contro Ciliverghe e Ghedi per continuare a inseguire e coltivare sogni ed obbiettivi.

IL TABELLINO

LUMEZZANE-GHEDI 0-3
RETI: 5' Arone (G), 7' Platto (G), 22' Platto (G).
LUMEZZANE VGZ (4-3-3): Richiedei 6 (1' st Bonelli 6.5), Dobrea 6.5, Botti 6, Albertini 6.5 (31' st Rigosa sv), Donati 6.5, Turati 7, Signoroni 6.5, Lena 6 (5' st Piccaluga 6), Rambaldini 6 (21' st Scolari 6), Di Giglio 7, Mino Simone 6 (28' st Greotti sv). A disp. Bonsi. All. Rastelli 6. Dir. Donati.
GHEDI (4-3-1-2): Hamza 7, Bolpagni 7 (35' st Ippomei sv), Treccani 7 (5' st Oliva 6.5), Anni 7.5 (15' st Malacrida 6.5), Compagnone 7, Bonetti 7, Crema 7.5 (31' st Spoti sv), Tomasoni 7, Platto 9, Esposito 8 (18' st Migliorati 7), Arone 7.5 (33' st Zaffino sv). A disp. Vezzoli, Armani. All. Bresciani 8. Dir. Minelli.
ARBITRO: Rossio di Brescia 7.
AMMONITI: Turati (L), Compagnone (G).

LE PAGELLE 

LUMEZZANE

Richiedei 6 Incolpevole suile reti rossonere. Qualche sbavatura di troppo nella fase di costruzione.
1’ st Bonelli 6.5 Entra nella ripresa e partecipa solo con la voce alla gara, visto anche il calo fisico e le poche azioni pericolose dalle sue parti.
Dobrea 6.5 Sul binario mancino sfreccia che è un piacere. Buoni spunti nella fase offensiva si sacrifica e ripiega bene in quella difensiva.
Botti 6 Da un suo errore nasce la rete del doppio vantaggio bassaiolo. Poco incisivo in fase di spinta>
Albertini 6.5 Prova generosa. Non ha paura di giocare la palla tra le linee rischiando qualcosa nella fase di costruzione dal basso (31’ st Rigosa sv).
Donati 6.5 Dirige le operazioni con autorità e grande carisma, nonostante il punteggio compromesso già nel primo tempo. Disputa una gara di sacrificio e dispendio energetico. 
Turati 7 In occasione delle reti è più colpa dei suoi difensori, nonostante una marcatura non impeccabile su Platto. Per il resto tanta qualità nei suoi piedi ed è l’ultimo a morire e ad alzare la bandiera bianca.
Signoroni 6.5 Si lascia scappare la marcatura in occasione della rete del vantaggio ospite, per il resto prende bene le misure a Platto nella ripresa.
Lena 6 Partita coraggiosa e intraprendente. L’unica sbavatura la commette sulla rete dello 0 a 3.
5’ st Piccaluga 6 Entra bene nell’incontro ma allo stesso tempo è poco pericoloso nella fase offensiva.
Rambaldini 6 Corre tanto in mezzo al campo, ma talvolta a vuoto. Spreca tante energie nella fase difensiva. In difficoltà come il resto della squadra.
21’ st Scolari 6 Prova ad illuminare la mattinata con qualche verticalizzazione. Calcia fuori da buona posizione.
Di Giglio 7 Tantissima qualità e tanta quantità. Il numero dieci è il più brillante dei suoi, regala tunnel e doppi passi da grande fuoriclasse.
Mino 6 Aiuta i compagni in mezzo al campo, talvolta nervoso sulle decisioni arbitrali (28’ st Greotti sv).
Allenatore Rastelli 6 Cerca di spronare la squadra nei momenti complicati dell’incontro. Nella ripresa la sua squadra esce con un altro piglio, ma ormai è troppo tardi. 

GHEDI

Hamza 7 Nel primo tempo spettatore non pagante dell'incontro, nella ripresa si supera con due grandi interventi che negano la rete al Lumezzane.
Bolpagni 7 Al posto delle gambe ha un monopattino elettrico, brucia l'erba sintetica nelle due fasi. Aiuta i compagni a difendere il largo vantaggio nei secondi quarantacinque minuti (35' st Ippomei sv).
Treccani 7 Stesso discorso del suo collega di fascia opposta. Grande personalità nell'attaccare i difensori rossoblù, esce all'inizio del secondo tempo per crampi. 
5' st Oliva 6.5 Entra bene e con personalità. Non fa rimpiangere Treccani nonostante sia più timido nella fase offensiva. Buone chiusure nella fase difensiva.
Anni 7.5 Semplicemente mostruoso. Una sorta di piccolo Baresi in difesa. Cerca il fraseggio, ma allo stesso tempo non ha paura di scagliare il cuoio in tribuna.
15' st Malacrida 6.5 Entra con il piglio giusto, annichilendo la fantasia di Di Giglio.
Compagnone 7 Leader difensivo a tutti gli effetti. Viene aiutato da Anni nelle situazioni più complesse dell'incontro. Assieme al numero 4 è la coppia perfetta.
Bonetti 7 Faro del centrocampo rossonero. Dai suoi piedi passano le iniziative degli attacchi bassaioli.
Crema 7.5 Lotta e crea in mezzo al campo. Prova di spessore sia per quantità che qualità. Dimostra di essere un centrocampista completo in ogni fase (31' st Spoti sv).
Tomasoni 7 Regala l'assist del vantaggio rossonero. Nella ripresa rimane più bloccato per tenere a bada l'estro del numero 11 Mino.
Platto 9 Che partita! Trascinatore e giocatore paranormale. Classe, stile e tantissima freddezza sotto porta. Voto esemplare come il suo numero di maglia. La doppietta è il sigillo di una prestazione da sogno.
Esposito 8 Tutto quello che dovrebbe avere il classico numero dieci: fantasia, intraprendenza e tecnica d'alta scuola. Non entra nel tabellina dei marcatori, ma disputa la gara perfetta. Esposito è il diamante grezzo di questa squadra
18' st Migliorati 7 Entra e regala colpi di genio fin da subito. Si prende da subito in mano le chiavi del centrocampo e dirige l'orchestra con il suo mancino.
Arone 7.5 Gol e assist: + 4 al Fantacalcio. Partita da capogiro per il numero undici che sgasa a tutta birra sull'out di sinistra. Esce al 33' del secondo tempo sfinito (33' st Zaffino sv).
Allenatore Bresciani 8 La prestazione dei suoi ragazzi è da riprendere con la telecamera per poi essere trasmessa nei più grandi cinema. Dirige le operazioni da dietro alle quinte come Alfred Hitchcock dirigeva i suoi capolavori. 

ARBITRO

Rossio di Brescia 7 Decisioni giuste. Sempre vicino all’azione, cercando il dialogo costante con i protagonisti in campo.  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400