Cerca

Under 15

Collegno Paradiso-Alpignano: Pittavino è super, i nerazzurri abbattono la capolista

Il capitano prima apre le danze e poi con un super velo spalanca le porte per il gol di Grec. L' Alpignano accorcia con Finetti su rigore, ma non riesce ad agguantare il pari

Collegno Paradiso-Alpignano: Pittavino è super, i nerazzurri abbattono la capolista

Pittavino decisivo nella vittoria contro la capolista

Il Collegno Paradiso gela la capolista Alpignano,  finora ancora imbattuta, e vince con merito per 2-1 lo scontro diretto ai vertici del girone C. La squadra di Bava ha dimostrato di potersela giocare anche con le prime della classe e prosegue nella striscia di vittorie iniziata il 31 ottobre contro la Bruinese: da lì sono cinque successi consecutivi che lanciano i nerazzurri al terzo posto in classifica. Decisivo ai fini della vittoria Mattia Pittavino, autore del bel gol che ha aperto le marcature e poi protagonista di uno splendido velo sfruttato poi da Paolo Grec. Il rigore di Finetti regala qualche speranza ai biancazzurri che però non riescono a sfruttare la reazione rabbiosa nel finale in una giornata opaca, segnata da poche idee, confuse e disorganizzate.

Primo tempo nerazzurro. La prima frazione di gara vede per lunghi tratti in campo solo i padroni di casa, anche se è l'Alpignano ad andare vicinissimo al vantaggio in apertura, con la bella azione di Ferlazzo non trasformata poi da Rolando. I nerazzurri di Bava sono tonici e forsennati con il pressing che manda in confusione i biancazzurri, che non trovano le misure e fanno girare la palla troppo lentamente rispetto al solito. All' 8' la gara si sblocca: Mazzone avanza palla al piede e serve a Pittavino una palla deliziosa a scavalcare la linea difensiva e il capitano non sbaglia, trafiggendo Traversi con un tiro potente alla sua destra. Gli ospiti subiscono il colpo e dopo una grande occasione capitata a Grec dagli sviluppi di un corner, lo stesso numero nove regala il doppio vantaggio ai padroni di casa, raccogliendo il passaggio di Marinkovic che taglia la difesa grazie allo strepitoso velo di Pittavino che lo mette davanti alla porta. Nel finale di tempo gli ospiti accennano una timida reazione, ma sono di nuovo i ragazzi di casa a sfiorare il vantaggio, con una zampata di Mazzone finita in rete ma annullata per un fallo di mano.

Reazione disordinata. La seconda frazione di gara si apre con una rapida successione di tiri dalla distanza, prima con il solito Pittavino per i padroni di casa e poi con Ajmar per gli ospiti. L' Alpignano alza il pressing provando a reagire alla situazione avversa e all' 11' st guadagna un calcio di rigore molto contestato dai padroni di casa: dal dischetto si presenta Finetti che è molto freddo e batte Domenech, che intuisce ma non riesce a respingere. Gigliotti tenta il tutto per tutto inserendo Ienopoli e Salvatore passando a un 4-3-1-2 a trazione anteriore, ma gli attacchi dei suoi si manifestano per lo più in azioni sparse e senza troppe idee, che invece espongono la difesa alle possibili ripartenze dei padroni di casa: spesso Grec e compagni si sono trovati davanti alla porta di Traversi, bravo a respingere le minacce dimostrando di non subire affatto l'anno di differenza. La gara rimane incerta fino all'ultimo secondo, anche se non si ricordano grandi occasioni nel finale. Il Collegno porta meritatamente a casa l'intera posta e si candida seriamente a lottare per la vittoria finale, mentre l'Alpignano incappa nella prima giornata storta da inizio stagione, che non intacca il grande avvio di campionato della squadra biancazzurra.

IL TABELLINO DELL'INCONTRO

PARADISO-ALPIGNANO 2-1

RETI (2-0, 2-1): 8' Pittavino (P), 24' Grec (P), 12' st rig. Finetti (A).

PARADISO (4-5-1): Domenech 6.5, Braconcini 6.5, Vezi 6.5, Romagnoli 7, Mazzone 7 (35' st Restivo sv), Dangela 7, Marinkovic G. 6.5 (10' st Centonze 6.5), Pittavino 8, Grec 7.5, Zizzo 7 (29' st Campana sv), Pronipote 6.5. A disp. Paganelli, Bhiry. All. Bava 7.5.

ALPIGNANO (4-4-2): Traversi 6.5, Ghiano 6, Rolando 5.5, Decolombi 6.5, Locuratolo 6, Grasso Loris 5.5, Zanon 5.5, Ajmar 6, Schieda 5.5 (7' st Salvatore 5.5), Finetti 6 (28' st Caci sv), Ferlazzo 6 (12' st Ienopoli 6). A disp. Oldani, Suppo, Chetouani, Vigorita. All. Gigliotti 5.5.

ARBITRO: Stanchi di Nichelino 5.5.

AMMONITI: 35' Locuratolo (A), 12' st Pittavino (P), 14' st Finetti (A), 32' st Salvatore (A).

LE PAGELLE

COLLEGNO PARADISO

Domenech 6.5 Va vicino a parare il rigore che riapre la partita. Non deve sporcarsi troppo i guanti, ma quando gli avversari chiamano, lui si fa trovare sempre pronto.

Braconcini 6.5 Subito in apertura viene saltato secco in un'azione pericolosa dell'Alpignano. Potrebbe subire il colpo e invece gioca una partita concentratissima e attenta in difesa, senza commettere sbavature. 

Vezi 6.5 Anche lui si comporta diligentemente, non sbaglia e specialmente quando la palla scotta riesce a non farsi prendere dalla tensione. Insieme a Romagnoli compone una coppia davvero solida al centro della difesa.

Romagnoli 7 Leader difensivo, comanda i compagni ed è sempre preciso. Calma olimpica anche nei momenti più delicati, come quando stoppa una palla alta a due dalla fine e con un lancio millimetrico pesca Grec in ripartenza.

Mazzone 7 La sua presenza a centrocampo è imprescindibile, perchè la sua fisicità è fondamentale per una squadra che pressa costantemente gli avversari. Delizioso l'assist a Pittavino in occasione del primo gol.  35' st Restivo sv

Dangela 7 A centrocampo è onnipresente. Non ha mai paura di farsi dare la palla, dinamico in fase di recupero e subito pronto  alla ripartenza. È il faro del Collegno, dai suoi piedi passano tante delle azioni create dalla squadra nerazzurra.

Marinkovic G. 6.5 Ingranaggio fondamentale nel pressing forsennato dei padroni di casa. Mette lo zampino nel secondo gol dei suoi, perchè da un suo passaggio nasce l'azione conclusa da Grec.

10' st Centonze 6.5 Entra in una fase delicata e si cala subito bene nella situazione, non tirandosi indietro quando c'è da andare ad aggredire gli avversari.

Pittavino 8 Autentico mattatore di giornata. È freddo davanti al portiere dopo un grande inserimento in occasione del primo gol, è geniale quando con il suo velo permette a Grec di insaccare alle spalle di Traversi. Numeri spaventosi per il numero 8 che pur essendo una mezz'ala è il capocannoniere del girone insieme a Manuel Nuceli con 12 gol. Devastante.

Grec 7.5 Tosto da marcare perchè la sua fisicità è difficile da gestire. Si sbatte continuamente reggendo sulle sue spalle tutto il peso dell'attacco e talvolta si presenta sotto porta stanco, sfiancato dalle continue rincorse. Nonostante questo timbra con il gol che si rivela poi decisivo per la vittoria finale.

Zizzo 7 Instancabile: punta sempre l'avversario e non si risparmia quando c'è da rincorrere. Si arrabbia tantissimo una volta sostituito, ma può comunque essere contento della sua prestazione.   29' st Campana sv

Pronipote 6.5 Con lui puoi star sicuro sulla fascia sinistra. Raramente manca un intervento, stroncando più volte gli attacchi della formazione avversaria.

All. Bava 7.5 Mese d'oro per il suo Collegno che sta recuperando l'avvio stentato e ormai vede da vicino le prime posizioni della classifica.

ALPIGNANO

Traversi 6.5 Non patisce l'anno di differenza e senza di lui il passivo sarebbe potuto essere molto più pesante: notevoli le parate su Grec e Zizzo nella ripresa che permettono ai biancazzurri di tentare l'assalto finale.

Ghiano 6 Marca il velocissimo Zizzo ed è sottoposto a una continua pressione. Nonostante questo non sfigura, e da prova di potersi spingere efficacemente in avanti.

Rolando 5.5 Da' l'impressione di essere un po' addormentato: da una palla persa con disattenzione nasce il secondo gol degli avversari.

Decolombi 6.5 Sempre attento, è senza dubbio uno dei migliori dei suoi. Vince tantissimi contrasti e prova a guidare le azioni offensive da dietro mostrando grandissima personalità.

Locuratolo 6 Anche lui non sfigura, anche se commette qualche imprecisione in più del suo compagno di reparto. È comunque prezioso con le scivolate che stroncano le ripartenze avversarie.

Grasso Loris 5.5 Il capitano si nasconde un po' troppo quando è il momento di salire in cattedra e provare a trovare gli spazi giusti. Non la sua giornata migliore.

Zanon 5.5 Prova a puntare gli avversari ma non riesce quasi mai a rendersi pericoloso, ben marcato da Pronipote. Nel finale ricopre il ruolo di punta, ma non ha occasioni degne di nota.

Ajmar 6 Nel primo tempo gestisce tutta la manovra della capolista, mostrandosi propositivo nonostante la situazione sfavorevole. Nella ripresa non è efficace e mostra anche qualche segnale di nervosismo.

Schieda 5.5 Evanescente, viene annullato dalla coppia difensiva avversaria. Da salvare comunque per l'impegno che di certo non manca.

7' st Salvatore 5.5 Anche lui non riesce a invertire il trend e viene efficacemente neutralizzato da Romagnoli e compagni. 

Finetti 6 Partita sufficiente, anche perchè si mostra molto freddo dal dischetto riaprendo la partita. Viene sostituito a causa di un po' di stanchezza nel finale.   28' st Caci sv

Ferlazzo 6 Pronti e via dribbla Braconcini dando l'idea di poter essere devastante. Rimane uno dei migliori dei suoi per la dedizione alla causa, ma non conferma il grande inizio di match.

12' st Ienopoli 6 Chiede spesso il pallone ai suoi compagni per provare a entrare nel match. Non è una partita semplice e infatti non riesce a incidere.

All. Gigliotti 5.5 Il suo Alpignano è sembrato per la prima volta scarico in questo inizio di stagione. C'è subito da ripartire dopo la prima giornata storta della stagione, perchè le avversarie non concedono sconti.

LE PAROLE A FINE GARA

Bava, Allenatore Collegno Paradiso:«Stiamo rimettendo in piedi un campionato che a inizio stagione sembrava compromesso, quindi il lavoro che stiamo facendo è positivo e sta dando grandi risultati. Possiamo ancora migliorare, specialmente quando abbiamo spazi perchè non sempre siamo precisi nelle ripartenze».

Gigliotti, Allenatore Alpignano: «Oggi ci siamo presentati veramente scarichi: questa settimana non ci siamo allenati benissimo, abbiamo perso diversi giocatori e questo si è visto in campo. Merito al Collegno che ha meritato ampiamente la vittoria e che ha dimostrato di essere una squadra molto rognosa».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400