Cerca

Under 15

Rigamonti-Breno: che show Occhionero! La squadra di Cinelli vola in classifica grazie alla prodezza del suo numero nove

I granata vincono la partita d'alta quota e si portano a una sola lunghezza dal trono; la squadra di Gelsomini perde lo scettro

Mario Occhionero

Mario Occhionero, autore della rete che ha deciso la sfida

Fred Bongusto cantava una rotonda sul mare, Rigamonti e Breno invece è stato un derby bresciano con vista scudetto. La terza contro la prima ha visto andare in scena una partita ben giocata da entrambe le squadre, nella quale il cinismo sotto porta da parte degli attaccanti granata ha permesso alla squadra di Cinelli di superare di misura l’ormai ex capolista Breno (1-0) grazie allo spendido gol del solito Occhionero. A questo punto la domanda sorge spontanea: la Rigamonti può vincere il campionato? È ancora troppo prematuro per dirlo nonostante i 21 punti ottenuti nelle prime nove gare disputate, il secondo migliore attacco con 29 reti all’attivo e il numero zero nella casella delle sconfitte. Tanti segnali incoraggianti che fanno dei granata una squadra solida e difficile da superare; dall’altra parte, invece, la squadra di Gelsomini nonostante il cammino fin qui perfetto vede crollare tutte le certezze costruite in soli novanta minuti, ritrovandosi al terzo posto alle spalle di Voluntas Montichiari e la stessa Mario Rigamonti. 

Sorpasso. Gara che regala tantissime emozioni fin dalle prime battute di gioco. Al 2’ minuto Reali dalla media distanza affina i riflessi di un attento Bonomelli, bravo ad arrampicarsi e togliere la sfera diretta all’incrocio dei pali. Tre giri d’orologio più tardi ecco l’episodio che potrebbe cambiare le sorti dell’incontro e indirizzare sui binari della Valcamonica la contesa, ma il penalty di Rodenghi viene disinnescato da uno strepitoso Brasino. La pressione cresce, vista anche la posta in palio in gioco, con le occasioni che fioccano da una parte e dall’altra. Al 11’ la rasoiata di Ferretti sfregia il palo destro della porta ospite, mentre poco dopo l’incornata di Romele finisce fuori di un soffio. Al calar della prima frazione di gioco, la Riga passa a condurre: Occhionero in volèe insacca la sfera nell’angolino basso della porta difesa da Bonomelli, consegnando a se e ai suoi compagni la rete del definitivo 1 a 0.

Gestione. Nella ripresa la squadra di Cinelli gestisce la gara con autorità ed esperienza inibendo le timide minacce degli ospiti, collezionando altrettante potenziali occasioni da rete. Al 11’ la conclusione di un Occhionero in stato di grazia, impatta il palo interno della porta granata, mentre il destro pungente di Ferretti viene smanacciato in calcio d’angolo dal guantone di Bonomelli. Nel finale c’è spazio anche per Fontana, il quale dopo aver ubriacato e messo a sedere due terzi della difesa avversaria, lascia partire il macino che per poco non beffa il numero uno ospite. La squadra di Cinelli vince e convince, continuando a sognare ad occhi aperti il trono del girone, per i ragazzi di Gelsomini, invece, una battuta d’arresto che non pregiudica quanto di buono fatto finora. 

IL TABELLINO

MARIO RIGAMONTI-BRENO 1-0
RETE: 32' Occhionero (M).
MARIO RIGAMONTI (3-4-1-2): Brasino 8, Arici 7, Caprini 6.5, Brida 7, Ferretti 7.5, Simoncelli 6.5 (32' st Bonomini sv), Tocco 7, Orizio Francesco 7, Occhionero 8 (32' st Cipriano sv), Reali 7 (13' st Fontana 7), Belvedere 6.5 (34' st Selogni sv). A disp. Raffi, Bontempi, Tiziano, Landi, Orioli. All. Cinelli 7. Dir. Brida.
BRENO (3-4-3): Bonomelli M. 7.5, Pezzutti 6.5, Baccanelli 6 (28' st Madonia sv), Zendrini 6, Romele 6.5, Laini 6.5, Callegari 6, Omerovic 6, Odelli 6.5, Nischi 5.5 (26' st Gregori sv), Rodenghi 5.5. A disp. Vezzoli, Deotto, Andreoli, Marconi, Camplani. All. Gelsomini - Stefani 6.
ARBITRO: Taboni di Brescia 6.5.
NOTE: Rigore fallito 5' Rodenghi (B).
AMMONITO: Ferretti (M).

LE PAGELLE

MARIO RIGAMONTI

Brasino 8 Difficile scegliere tra lui o Occhionero la palma del migliore in campo, fatto sta che il numero uno prima ipnotizza Rodenghi dagli undici metri, poi sventa la minaccia sull’incornata di. Partitona del protettore dei pali della Rigamonti.
Arici 7 A vederlo giocare è un piacere. Sgasa sull’out di sinistra per tutti i novanta minuti.
Caprini 6.5 Rispetto al collega di reparto, rimane più bloccato in difesa e rischia meno la giocata, ma sfodera comunque una buona prestazione.
Brida 7 Guardiano della difesa indiscusso, togliendo l’ossigeno ai tecnici attaccanti camuni. Si fa sentire tanto anche con la voce, spronando i suoi compagni a non mollare fino alla fine.
Ferretti 7.5 Solido e roccioso in fase difensiva. Gioca una gara da leader senza fascia. Quando deve impostare lo fa con tranquillità, senza mai gettare la sfera in tribuna.
Simoncelli 6.5 Brilla meno rispetto alle altre uscite, ma in una giornata così dei suoi compagni il suo contributo può anche essere limitato. Bravo nel verticalizzare al momento opportuno (32’ st Bonomini sv).
Tocco 7 Diamante grezzo di questa squadra. Dribbla e ripiega. Troppo spazio lasciato dagli avversari per un giocatore assolutamente da tenere d’occhio.
Orizio Francesco 7 Faro del centrocampo granata. Smista palloni uno dopo l’altro sempre con quella classe che lo contraddistingue.
Occhionero 8 Che giocatore! Man of the match a tutti gli effetti. Realizza la rete del definitivo 1-0 mettendo nel suo mancino pungente tantissima qualità. Esce tra gli applausi a una manciata di minuti dalla sirena (32’ st Cipriano sv).
Reali 7 Si porta a spasso metà difesa. Aiuta Occhionero grazie al suo destro sapiente, mandandolo per più volte in porta. Insieme al numero nove è una coppia ben assortita.
13’ st Fontana 7 Entra alla grande. Dribbla mezza difesa e per poco non sfiora una rete da antologia.
Belvedere 6.5 Poco incisivo in fase di spinta, ma da un gran contributo nella fase di ripiegamento. Spende tutte le energie, uscendo dal campo stremato per aver dato tutto (34’ st Selogni sv).
All. Cinelli 7 Si vede già dal riscaldamento che ha preparato la gara nei minimi dettagli. La sua squadra gioca un calcio propositivo e votato all’attacco. 

BRENO

Bonomelli 7.5 Decisamente il migliore dei suoi in una giornata storta. Para di tutto, salvando i suoi da una clamorosa debacle.
Pezzutti 6.5 Sfreccia sulla corsia di destra con grande costanza soprattutto nella prima parte di gara, per poi calare un p' come tutta la squadra nella ripresa.
Baccanelli 6 Timido e poco incisivo in fase offensiva. Bene in quella difensiva nel contenere le incursioni avversarie (28’ st Madonia sv).
Zendrini 6 Lascia troppo spazio ad Occhionero, il quale trova tutto il tempo del mondo per finalizzare la rete della vittoria.
Romele 6.5 Rispetto a Zendrini ha molto più coraggio. Ricama una marcatura perfetta nei confronti di Reali, limitando l’estro e la fantasia del numero dieci.
Laini 6.5 Smista una quantità industriale di palloni, trova il penalty che Rodenghi sbaglia.
Callegari 6 Incide poco o niente. Gioca una gara più sporca che bella. Oscurato dalla catena sinistra dei padroni di casa.
Omerovic 6 Fatica a tenere il passo dei tecnici e strutturati centrocampisti granata. Trova la strada sbarrata per più volte durante il corso della gara.
Odelli 6.5 Lotta, lotta e lotta. Ma i suoi tentativi di mettere la sfera in rete sono annullati dagli ammiragli della difesa Brida e Simoncelli.
Nischi 6 Messo fuori gioco dal numero cinque Ferretti. Il numero dieci non riesce mai ad incidere ed entrare in partita: potrebbe fare molto di più (26’ st Gregori sv).
Rodenghi 6 Mattinata diffiicle. Il rigore sbagliato pesa come un macigno sulla sua prestazione, che rimane comunque abbastanza positiva.
All. Gelsomini 6: La sua squadra non si esprime come vorrebbe. Poco incisivo anche nei cambi, i quali arrivano troppo tardi.

ARBITRO

Taboni di Brescia 6.5 Bravo e sempre vicino al gioco. Fischia il giusto, in una gara decisamente complicata per la posta in palio. Rigore giusto per un tocco di mano nel cuore dell’area di rigore.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400