Cerca

Rapp Under 15

Primo raduno al Vanchiglia: muraglia Gamba-Decolombi, Fiore e Melloni intesa vincente

Zaza prova per tre tempi la stessa difesa, Melano e Ienopoli fanno i jolly

Per vedere la fotogallery sull'app ti basta aver acquistato il giornale e scannerizzato un qualsiasi QR Code con la nostra applicazione.

Primo appuntamento e già qualche asso studiato. Vitantonio Zaza comincia la sua avventura con la Rappresentativa Under 15 con il raduno del Vanchiglia in cui vede subito una difesa granitica da provare e diverse trame offensive interessanti.

Dopo la solita burocrazia in cui mancano dei documenti che costringono allo stop forzato tre calciatori tra cui Eros Lorusso e Enrico Petruzza del Candiolo, i 2007 scendono in campo capendo subito una cosa: con Zaza non si scherza. Dopo qualche secondo di riscaldamento il tecnico ex Toro fa sentire la sua voce su come svolgere l'esercizio di riscaldamento. Prima di cominciare la partita, Willy Zola deve rimettersi a distribuire maglie gentilmente offerte dal Vanchiglia perché dal Comitato gli han dato solo pettorine gialle e verdi. Non l'ideale per fare due squadre. 

Primo tempo. Il punteggio finale sarà di 7-1 per il "Vanchiglia" con una maggior cattiveria offensiva che si palesa già nel primo tempo, quando i granata chiudono avanti 2-0. Il tridente scelto da Zaza è Ienopoli a sinistra, Melloni in mezzo e Fiore a destra. L'intesa è già vincente e Fiore inaugura la partita ribadendo in rete una mischia in area. Rete seguita poi da un altro tap-in di Melloni dopo uno splendido angolo di Ienopoli, incornata di Ambrosino e parata di Coroama. Dal lato "verde" Quaglia sventaglia spesso e volentieri in avanti ma la difesa basata sulle colonne centrali Gamba-Decolombi si dimostra tanto affidabile che Zaza vuole osservarla per tutti e tre i tempi. Fisico e senza complimenti il duello fisico sulla fascia tra il terzino del caselle Davide Dileno e Alessandro Migliore. 

Carte mischiate. Nella formazione verde Zaza mantiene Raul Delmare a inventare anche se cambia molto del tridente offensivo, alzando Nardiello inserendo Petrantoni e Francioso. Arretra dal centro campo Quaglia a terzino a fare da collega al suo compagno del Pecetto Borin. Le carte mischiate però sono tra i granata dove, salvo la difesa sempre uguale con Costa e Dileno terzini e Decolombi e Gamba centrali, tutti girano. Davanti Fiore scala centrale invertendosi con Melloni e a sinistra ci va il padrone di casa Romeo. Ienopoli scala a centrocampo a fare compagnia a Mereu e Melano (che ha cambiato casacca). Spostamenti efficaci perché il parziale del secondo tempo è di 4-0: doppietta di Fiore, Melloni e Romeo. Arriva nel terzo tempo il gol della bandiera grazie alla caparbia di Migliore, ribattuto subito dal definitivo 7-1 di Loris Decolombi che per coronare la splendida prestazione difensiva entra a tabellino nel finale. 

IL TABELLINO

"VANCHIGLIA" - VERDI 7-1

RETI (6-0;6-1;7-1): 5' Fiore (Va), 17' Melloni (Va), 6' st Fiore (Va), 9' st Fiore (Va), 17' st Melloni (Va), 22' st Romeo (Va), 22' tt Migliore (Ve), 24' tt Decolombi (Va).

Primo tempo
VANCHIGLIA (4-3-3): 
Morato; Dileno D., Decolombi, Gamba, Costa; Ambrosino, Mereu, Iemma; Fiore, Melloni, Ienopoli. 
VERDI (4-3-3): Coroama; Irrera, Melano, D'Agostino, Borin; Nardiello, Delmare, Quaglia; Zerbi, Lepore, Migliore.

Secondo tempo
VANCHIGLIA (4-3-3):
Frattin; Dileno D., Decolombi, Gamba, Costa; Melano, Mereu, Ienopoli; Melloni, Fiore, Romeo.
VERDI (4-3-3): Giovo; Borin, Barranca, D'Agostino, Quaglia; Vidili, Delmare, Candela; Nardiello, Petrantoni, Francioso. 

Terzo tempo
VANCHIGLIA (4-3-3):
Dileno S.; Dileno D., Decolombi, Gamba, Costa; Melano, Ienopoli, Mereu; Melloni, Romeo, Fiore. 
VERDI (4-3-3): Giovo, Borin, Barranca, D'Agostino, Quaglia; Candela, Delmare, Vidili; Nardiello, Lepore, Francioso. 

LE PAROLE DEL SELEZIONATORE VITANTONIO ZAZA

«Sono rimasto contento e soddisfatto perché comunque c'erano 40 ragazzi e quasi tutti buoni giocatori, con buona qualità. È stato un buon raduno anche se, essendo il primo, non posso esprimere giudizi perché più giocano e meglio è: basta guardare la differenza tra primo e terzo tempo. Non ho mai cambiato la difesa dei granata perché volevo vederli bene C'erano Gamba e Decolombi, uno più veloce, l'altro più di struttura. È stato un bel test».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400