Cerca

Rappresentative

Under 15: Da Barranca a Mereu, le parole dei protagonisti del primo raduno al Vanchiglia

Le impressioni di Giovo, Coroama, Nardiello, Melloni, Ienopoli e Migliore

Riccardo Barranca (Lucento)

Riccardo Barranca, capitano del Lucento

Questa settimana c’è stato il primo incontro delle rappresentative, svoltosi martedì 7 dicembre in Via Ernesto Ragazzoni 2, sotto la guida di Vitantonio Zaza. Tra i protagonisti che ha partecipato al primo raduno è stato Thomas Giovo, portiere del Bsr Grugliasco: «Mi sono trovato bene, l'emozione c'era, perché era la mia prima convocazione, ma i tecnici l'hanno saputa gestire bene, facendo battute e sdrammatizzando un po’; con gli altri portieri mi sono trovato bene, dal punto di vista c'era chi era più avanti e chi era più indietro, però comunque nel complesso avevano le qualità». Tra i pali delle rappre c’era anche il numero 1 del Lascaris, Alessandro Coroama: «Grande esperienza che mi ha aiutato a crescere e maturare sia dal punto di vista fisico e mentale, è stato bello ritrovare tanti compagni che li trovavo prima come avversari». Dei bianconeri ha partecipato anche Alessandro Migliore, attaccante della squadra di Pepe: «L’allenamento è andato bene, anche se potevo fare di più, ma tutto sommato sono contento del gol che ho fatto e della mia prestazione». Tra le fila del Lucento spicca il difensore Riccardo Barranca: «Questa è stata una bella esperienza, sia dal punto di vista personale che sportivo, sono molto contento». Convocato per questo primo incontro anche il fantasista dell’Alpignano, Daniel Ienopoli: «Abbiamo fatto una partita dove con i compagni di squadra, anche se non ci conoscevamo abbiamo avuto una bella intesa, in particolar modo con Loris Decolombi e Manuel Ambrosino». Presente al raduno anche il bomber del Pecetto, Alessandro Nardiello: «Mi sono trovato bene, sia con i ragazzi ma anche con gli allenatori; ho giocato abbastanza bene, nella norma, posso fare sicuramente di più». Non poteva mancare il miglior marcatore della categoria, Riccardo Melloni: «Ieri è stata una bella esperienza. Non mi aspettavo di essere convocato e ho cercato di dare come sempre il 100%. Spero di aver soddisfatto gli allenatori perché mi piacerebbe essere convocato nella selezione e poter migliorare la mia tecnica e la mia esperienza sul campo. Mi son trovato subito bene con i compagni. All'inizio abbiamo faticato un po' perché non ci conoscevamo ma poi con il passare dei minuti abbiamo trovato una buona intesa. Sono tutti dei bravissimi giocatori e dei ragazzi simpatici. Ci tengo a ringraziare la società per avermi dato questa importante opportunità». Stella del Pianezza di Davide Garro, Manuel Mereu, sta mostrando tutto il suo valore e la chiamata in rappresentativa è il giusto premio: «Per essere stato il primo raduno è andato tutto bene. Oltre al riscaldamento abbiamo fatto 3 partite 11 contro 11, dove purtroppo non sono riuscito a segnare, ci ho provato, ma me le hanno parate tutte; è stato bello e interessante giocare con altri ragazzi molto bravi, spero di poter continuare questa avventura. Non si è tenuto il secondo raduno previsto per giovedì 9, in quanto c’era troppa neve sul campo di Via Genova 161. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400