Cerca

Under 15

Il tris perfetto per continuare a sognare

Tre gol, tre punti e terzo posto: lo Schuster rimane sul podio in ottica play-off

Schuster Under 15

Federico Tarallo e Alberto Rossi, i leader neroverdi

Importante passo in ottica playoff dello Schuster che regola 3-0 a domicilio la Vertovese. Così facendo, i ragazzi di Asmonti consolidano il terzo posto nella griglia di partenza, che permetterebbe l'accesso alle fasi finali. Più complicata la situazione dei biancocelesti, i cui margini di salvezza diretta sono davvero ridotti e l'obiettivo principale è difendere il piazzamento play-out per giocarsi la permanenza nella categoria. Il match sulle sponde del Lambro è godibile e sempre in bilico sotto il profilo del punteggio, ma i bergamaschi di Chiodi faticano a incidere contro la miglior difesa del girone (appena 9 gol al passivo). Lo Schuster non ha così difficoltà ad amministrare il gol siglato da Papa, ritoccato nel finale da Norfini e dal subentrato Cuneo.

NORFINI vs NICOLI

A una prima occhiata della distinta sono due i cambiamenti evidenti operati da Asmonti, entrambi in mediana: Malangoni rimpiazza l'assente Mauro, mentre Maglione vince il ballottaggio con Villani. Sotto il profilo tattico il grande punto di forza dello Schuster è la duttilità: i due terzini Delmiglio e Vigevani sono adattabili nel ruolo di centrali difensivi, Lombardi può fungere da ala come da esterno basso e Papa predilige sia la fascia che le zolle centrali. La ciliegina sulla torta è però il pacchetto difensivo, il più solido della categoria e capace non concedersi distrazioni su un terreno sempre complicato e imprevedibile. Poche le variazioni sul tema anche in casa Vertovese, unico assente Maffeis con il duello a centrocampo tra i Guerini vinto da Tommaso. Sfida nella sfida tra i due attaccanti centrali, Norfini e Nicoli.

CAROBBIO ALZA LA SARACINESCA

Passano cinquantacinque secondi prima di segnare sul notes la prima azione da gol, che precorrerà uno dei temi tattici della partita. L'asse Norfini-Papa è subito caldo, con l'attaccante a fiondarsi su un pallone in profondità, sguardo in mezzo e servizio per Papa: tutto solo il capitano dello Schuster calcia addosso alla sagoma di Carobbio. Come detto, prime avvisaglie che qualcosa nella catena difensiva della Vertovese vacilla, specialmente sugli esterni: da un lato Persico non ha la velocità di Lombardi, dall'altro Carrara si fa sorprendere alle spalle con eccessiva disinvoltura. Tocca però a uno dei centrali, Cattaneo, regalare il pallone del vantaggio allo stesso Papa: rinvio di Farina, colpo di testa all'indietro del difensore seriano (posizionato male) e questa volta il numero 7 di casa riesce ad angolare la conclusione, resistendo al ritorno di Persico. Capita nella seguente finestra temporale l'unica chance della gara per i viaggianti: Frani imbuca per Nicoli che calcia di prima intenzione per anticipare l'uscita di Farina, Tarallo segue l'azione e sventa la minaccia quasi sulla linea di porta. La manovra partecipativa dello Schuster coinvolge anche i due terzini, come dimostra la conclusione radente di Vigevani spizzata in corner dall'ottimo Carobbio.

La gara si mantiene sempre su ritmi tranquilli, con i neroverdi a gestire il possesso senza troppa frenesia e l'undici di Chiodi che si fa vedere soprattutto su calcio piazzato. Quando la palla gravita intorno a Norfini e Papa le antenne tornano a drizzarsi, solito dialogo tra i due con il servizio su un piatto d'argento del capitano, che l'attaccante calcia malissimo aprendo troppo il piattone: rumore sordo di un coltello che sfrega l'acciaio.

CHIAVE SEMPRE IN POSSESSO

Più deludente sotto il profilo dell'intensità la ripresa, particolarmente spezzettata da una serie di contatti ruvidi ma assolutamente senza cattiveria gratuita. Emblematico l'episodio di un calcio d'angolo per i neroverdi, ribattuto almeno quattro volte per gli spintoni e le irregolarità nel cuore dell'area biancoceleste. Lo Schuster, come detto, amministra senza grandi patemi il vantaggio risicato, dando quasi l'impressione di rinunciare all'affondo e lasciare che sia la Vertovese a condurre le operazioni. I primi cambi non modificano gli schieramenti: in generale Chiodi si affiderà ai suoi titolarissimi per tentare di colmare il minimo gap maturato. La fase centrale è appannaggio dei seriani, pericolosi con una serie di tiri dalla bandierina ben calciati da Bergamini ma ugualmente infruttuosi. I ragazzi di Asmonti puntano le fiches sui contropiedi, venendo spesso pescati in offside, ma quando la posizione è regolare ci pensa il palo a negare la gioia a Norfini di controbalzo. Poco male perché l'attaccante spezza la maledizione un paio di minuti dopo sulla palombella battuta da Rossi, tocco morbido totalmente indisturbato.

Prosegue dunque l'equazione che vede il mattatore sempre a segno nelle gare in cui lo Schuster trova la rete nel recente periodo. Al termine di una lunga e infinita girandola di cambi arriva anche il tris per opera di Cuneo, su servizio di Marcassoli, ancora una volta ghiaccio nelle vene per battere Carobbio da pochi passi. Diverse proteste della Vertovese su entrambi i gol subiti per eventuali offside dei due goleador, dubbi leciti ma non così plateali. Torna dunque al successo la compagine del Lambro, mentre i bergamaschi incappano nella terza sconfitta consecutiva. 

Schuster 2007 al completo


IL TABELLINO

SCHUSTER-VERTOVESE 3-0
RETI:
11' Papa, 29' st Norfini, 37' st Cuneo.
SCHUSTER (4-2-3-1):
Farina 6 (31' st Mirarchi sv), Delmiglio 7, Vigevani 7, Malangone 6.5 (34' st Sigala sv), Tarallo 7.5, Rimini 7 (30' st Guerra sv), Papa 7.5 (30' st Marcassoli sv), Rossi 7.5, Norfini 7.5 (34' st Cuneo 6.5), Maglione 6.5 (7' st Villani 6.5), Lombardi 6.5 (22' st Lombardo sv). All. Asmonti 7.
VERTOVESE (4-2-3-1):
Carobbio 7, Persico M. 6.5 (30' st Bortolotti sv), Carrara 6.5, Guerini T. 6.5, Persico A. 7, Cattaneo 6.5, Borrelli 6.5 (11' st Zecchini 6.5), Masserini 7, Nicoli 7, Frani 6.5, Bergamini 6.5. A disp. Martinelli, Servalli, Pezzani, Guerini, Donati, Zoso. All. Chiodi 6.5.
ARBITRO:
Romanelli di Milano 6.5.

La Vertovese in posa prima della gara

LE PAGELLE

SCHUSTER

Farina 6 Non deve compiere alcun intervento, grazie all'ottima protezione della difesa. Viene coinvolto attivamente nella costruzione della manovra. (31' st Mirarchi sv).
Delmiglio 7 A volte centrale, a volte esterno come nella gara odierna, mantiene sempre il suo uomo con ordine tenendo bene la posizione e la linea con i colleghi di reparto.
Vigevani 7 Ottima partita del terzino in fase di appoggio, non così scontato visto che Bergamini è comunque particolarmente pimpante. Tanta corsa che fa bene alla squadra.
Malangone 6.5 In una gara dove il possesso è soprattutto in mano ai suoi colori serviva maggiore precisione nei passaggi. Fa comunque il suo in interdizione. (34' st Sigala sv).
Tarallo 7.5 Grandissima prova del centrale che, a dispetto delle previsioni, deve sporcarsi i calzettoni a più riprese. Pochissime sbavature e sicurezza anche sui palloni aerei.
Rimini 7 Insieme a Tarallo si completano a vicenda creando un pacchetto solido. La cavalcata attuale passa anche dal muro eretto da loro. (30' st Guerra sv).
Papa 7.5 Un primo tempo martellante a destra dove buca sistematicamente Carrara. Altruista e finalizzatore, sceglie sempre al meglio la soluzione. (30' st Marcassoli sv). 
Rossi 7.5 Prende in mano con autorità le redini del centrocampo, per non lasciarle fino al settantesimo. Assist al bacio sul secondo gol, qualità e quantità allo stesso tempo.
Norfini 7.5 L'attaccante neroverde continua a vivere un periodo realizzativo produttivo, anche se lascia sul piatto un paio di palloni. Ottimi i suoi movimenti a uscire.
34' st Cuneo 6.5 Arma preziosa dalla panchina, mette il punto esclamativo.
Maglione 6.5 Partita a metà dove non è sempre nel posto giusto. Aggredisce poco lo spazio e non riesce a giocare quanti palloni dovrebbe, in chiaroscuro.
7' st Villani 6.5 Pur entrando in una fase di calma e confusione, collega meglio centrocampo e mediana.
Lombardi 6.5 Paga alcuni suggerimenti deficitari, anche lui come Maglione deve essere spronato per tirare fuori la giusta cattiveria: le idee non mancano. (22' st Lombardo sv).
All. Asmonti 7 Il gol nella fase iniziale mette la contesa in discesa, il minimo scarto non crea mai apprensione anche sui palloni da fermo. Ottimo spirito di squadra.

VERTOVESE

Carobbio 7 Subito chiamato agli straordinari, il portierino biancoceleste tira fuori dal cilindro un'altra notevole prestazione. Convince anche l'uso dei piedi nei rinvii.
Persico M. 6.5 Manca di particolari skills tecniche e atletiche, tuttavia ci mette sempre impegno e chiude in crescendo fino al momento della sostituzione. (30' st Bortolotti sv).
Carrara 6.5 Non tira mai indietro la gamba, anche a costo di impattare duramente l'avversario. L'atteggiamento è giusto, rimane qualche distrazione difensiva su Papa.
Guerini T. 6.5 Probabilmente è quello che soffre più di tutti, complice il fisico esile. Minimo il suo apporto in fase di costruzione se non per una conclusione debole.
Persico A. 7 Intelligente l'idea di non andare a uomo su Norfini, sebbene molto spesso sia lontano in marcatura. Regge egregiamente l'urto considerata la mole di lavoro.
Cattaneo 6.5 Peccato la valutazione errata sull'1-0, unica macchia di una partita ugualmente sul pezzo. Niente da fare sui calci piazzati, coraggioso sugli offside alti.
Borrelli 6.5 Deve fare i conti con un pessimo cliente come Delmiglio, nonostante questo riesce ad arrivare sul fondo più di una volta, senza però cavare un ragno dal buco.
11' st Zecchini 6.5 Può portare alla causa seriana muscoli e fiato per sviluppare qualcosa di concreto. Non ci riesce ma è comunque propositivo, pur povero di pericoli.
Masserini 7 Certamente il più tenace in maglia celeste, pedina essenziale per collegare i reparti. La mette sulle sportellate e la linea ripaga, in zona gol è più suggeritore.
Nicoli 7 Davvero arduo reggere il confronto al cospetto della miglior difesa del girone, lui però fa di tutto per farsi trovare pronto. Nella ripresa è più basso e il baricentro ne risente.
Frani 6.5 Un paio di suggerimenti filtranti interessanti, sistematicamente disinnescati dalla difesa avversaria. Chiude come tanti in debito d'ossigeno, segnale di uno sforzo totale.
Bergamini 6.5 Partita a tutto tondo per l'esterno di Chiodi che non si fa pregare negli uno-contro-uno, salvo poi perderli quasi tutti. Nota dolente i ripiegamenti difensivi, vista la sua duttilità.
All. Chiodi 6.5 Il passivo reso pesante nel finale non cambia la sostanza, ossia che servono ancora dei punti. La sensazione? Guardando il calendario più semplice difendere i play-out.

ARBITRO

Romanelli di Milano 6.5 Le situazioni più difficili sono gli offside, molti millimetrici o comunque non così evidenti. Lato agonistico sceglie un approccio permissivo nei contrasti, meno sull'uso delle mani.

LE INTERVISTE

Asmonti, all. Schuster: «Ogni volta che giochiamo sul nostro campo dobbiamo sempre mettere in preventivo alcuni errori di concretezza frutto dei pessimi rimbalzi. Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi, mi è piaciuto il modo in cui hanno giocato aiutandosi sempre a vicenda. Il percorso è sicuramente in crescendo».

Chiodi, all. Vertovese: «Sicuramente un riscatto rispetto alle ultime prestazioni sotto il profilo dell'atteggiamento, facciamo ancora qualche errore che però ci insegna quali sono i limiti su cui lavorare. Ho un gruppo fantastico che lotterà con tenacia per centrare la salvezza».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400