Cerca

Under 15

Ragno tesse la tela perfetta, il poker del Cossato significa salvezza matematica

I gialloblù archiviano la pratica con un poker in casa del Gassino: Ietto non basta ai rossoblù

Ragno tesse la tela perfetta, il poker del Cossato significa salvezza matematica

Il Città di Cossato festeggia la rete del 2-1 momentaneo: con la vittoria sul Gassino è arrivata la salvezza matematica

Il Città di Cossato batte il Gassino per 2-4 e raggiunge con pieno merito e con un turno d'anticipo la salvezza matematica. I gialloblù vincono una partita divertente, ricca di gol e di rimonte, sfruttando la maggior fantasia e concretezza negli ultimi metri e agguantano il quarto posto in classifica. Risultato tutto sommato giusto, nonostante la grande voglia dei padroni di casa di archiviare il discorso salvezza prima dell'ultima giornata: anche se è arrivata la sconfitta, grandiosa la prestazione di Alessio Ietto, classe '08 e autore del momentaneo 1-0. Bravi i gialloblù a rimontare nel primo tempo e a non disunirsi dopo il 2-2 targato Andrea Tamburrelli: splendido il 2-3 del migliore in campo, Marco Ragno, prima del 2-4 finale con uno splendido contropiede finalizzato da Jacopo Allasa. Nell'ultimo turno i rossoblù non hanno il destino nelle loro mani per la salvezza diretta: anche con una vittoria difficile in casa della Biellese, servirebbe un passo falso del Ticino in casa col Borgomanero. Il Cossato potrà invece festeggiare in casa dove è atteso il Borgosesia già ampiamente retrocesso. 

Ayman Loumiy e Alessio Ietto tra i migliori in campo

Illusione e rimonta. I padroni di casa partono decisamente meglio con un forte pressing che costringe il Cossato a tenere il baricentro basso. Dopo una mezza occasione capitata sui piedi di Tamburrelli al 7', il Gassino la sblocca al 13': da una rimessa laterale la palla arriva ad Alessio Ietto che controlla e con una finta manda al bar due difensori avversari, non lasciando poi scampo a Mattia Rocchi. Il gol libera il Cossato che inizia a giocare a viso aperto, sfruttando l'indemoniato Marco Ragno sulla fascia destra e Ayman Loumiy su quella sinistra. Al 17' proprio il numero dieci rientra sul mancino e mette in mezzo un tiro-cross velenoso, sul quale il numero 11 è più lesto di Domenico Di Miceli mettendo in rete di testa. Il Gassino subisce il contraccolpo, non riesce a uscire come nei primi minuti e va addirittura sotto allo scadere, quando il colpo di testa di Federico Miola non lascia scampo al portiere di casa. 

Tre punti d'oro. Il Gassino torna in campo decisamente con un altro piglio, simile a quello che lo aveva accompagnato nella prima parte di gara. Fabio Crupi in particolare torna trasformato dagli spogliatoi e spinge forte sulla fascia sinistra, costringendo Ragno a una gara più attendista. Il pressing si converte ben presto nella rete del pareggio: al 10' st ancora Ietto si rende pericoloso e da un rimpallo la palla arriva a Tamburrelli che è freddo nel trasformare l'occasione. I rossoblù provano a cavalcare l'onda e spingono forte sul pedale dell'acceleratore, ma nel momento migliore vengono colpiti. È il 17' quando Devis Lamaj serve ancora Ragno, che toglie le ragnatele dal sette con un tiro preciso e angolato. I padroni di casa si spingono tutti in avanti e hanno l'occasione più ghiotta al 20' st, ma Rocchi è bravissimo a disinnescare i tentativi di Ietto e Riccardo Pettinari. Al 37' st è gioco, partita, incontro: dagli sviluppi di una punizione rossoblù parte un contropiede magistralmente guidato da Imad Tijani, che dopo una cavalcata serve a Jacopo Allasa un cioccolatino dolce da scartare e gustare. 

IL TABELLINO

GASSINO SR-CITTÀ DI COSSATO 2-4

RETI (1-0, 1-2, 2-2, 2-4): 13' Ietto (G), 17' Loumy (C), 35' Miola (C), 10' st Tamburelli An. (G), 17' st Ragno (C), 37' st Allasa (C).

GASSINO SR (4-3-1-2): Di Miceli 6.5, Balma 6, Camino 6, Crupi 6.5, Vivenzio 6, Pavone 6 (22' st Berti 6.5), Dezzutto 6, Pettinari 6.5, Ietto 7.5, Tamburelli An. 7, Hajji 5.5 (1' st Catalano 6). A disp. Giusiano, Rossi, Tamburelli Al., Tomasicchio, Rubino, Demichela, Capetti. All. Giordano 6. Dir. Berti.

CITTÀ DI COSSATO (4-5-1): Rocchi 6.5, Nasrallah 6.5 (1' st Lamaj 6.5), Ruotolo 6.5, Shehi 7, Miola 7, Gargiulo 6.5, Carta 7 (18' st Migliore 6), Ferraro 6 (1' st Gambaro 6), Prina Mello 7 (16' st Allasa 6.5), Ragno 8 (22' st Murdaca 6), Loumy 7.5 (6' st Tijani 7). A disp. Rosin, Zagheni, Chigioni. All. Dogliani 7. Dir. Zagheni.

ARBITRO: Volpatto di Chivasso 6.5.

AMMONITI: 28' st Ruotolo (C).

LE PAGELLE

GASSINO

Di Miceli 6.5 Alterna grandi interventi ad alcuni errori, soprattutto in fase di rinvio. Alla fine però le giocate positive superano quelle negative e il voto è più che sufficiente.

Balma 6 Centrale di sinistra della retroguardia rossoblù, sbriga i doveri difensori con la giusta diligenza specialmente nella ripresa. 

Camino 6 Efficace quanto basta: non gioca molto la palla e va dritto al sodo. In fase difensiva questo è un bene, mentre si perde qualcosa in fase di impostazione.

Crupi 6.5 Duplice personalità: nel primo tempo è sì concentrato ma anche troppo rigido e statico nella sua posizione; nella ripresa si trasforma e sgroppa senza alcun timore sulla fascia. Questo atteggiamento sarà fondamentale nella sfida decisiva della prossima settimana.

Vivenzio 6 Prestazione senza troppe sbavature, non rischia niente e difensivamente soffre il giusto. Un po' timido in fase offensiva, e questo porta avversari nella sua zona.

Pavone 6 Tanto impegno e corsa da mediano davanti alla difesa, dove recupera un numero importante di palloni. Questo gli costa molta fatica e quindi imprecisione nei passaggi. 

22' st Berti 6.5 Vivacissimo e pieno di idee, ma non sempre viene accompagnato nel modo giusto dai compagni che si arrendono prima di lui.

Dezzutto 6 L'impressione è che il capitano rossoblù avrebbe potuto dare più sostanza in mezzo al campo, nonostante una prestazione tutto sommato sufficiente. Leggermente meglio nella ripresa, soprattutto nella fase di massima spinta dei padroni di casa.

Pettinari 6.5 Nella categoria Under 14, quella di sua appartenenza, ci ha abituati a prestazioni di grandissima personalità che hanno condotto i rossoblù alla vittoria del titolo. La sua prestazione è invece leggermente timida: nonostante questo è comunque uno dei migliori dei suoi, con giocate in profondità di qualità importante.

Ietto 7.5  Giocatore di altra categoria. Non soffre minimamente il salto di categoria e si impone per tecnica, grinta e personalità. Splendido il gol con cui si aprono le danze: la sua finta e la sua conclusione sono gesti tecnici da attaccante vero. Anche quando le cose si complicano è l'ultimo ad abbandonare la nave.

Tamburelli An. 7 Svaria su tutto il fronte d'attacco e prova a costruire gioco sfruttando il suo baricentro basso. A volte ci riesce, a volte viene bloccato ma la sua prestazione è super positiva. Freddissimo in occasione del gol, quando non perde la calma davanti alla porta e spedisce in rete il gol del momentaneo pareggio.

Hajji 5.5 Prestazione opaca: spesso anticipato di testa, impreciso nei passaggi e poco cattivo. Ha regalato prestazioni migliori e il suo aiuto sarà fondamentale nell'ultima gara della regular season.

1' st Catalano 6 Si colloca sull'esterno sinistro dove cerca di incidere con qualche buono spunto.

All. Giordano 6 I suoi hanno dato tutto ma è mancato il guizzo decisivo nel momento migliore. È tempo di ricaricare le pile e ripartire in vista dell'ultima sfida stagionale.

CITTÀ DI COSSATO

Rocchi 6.5 Ottime parate, specialmente quella realizzata nei minuti finali e che permette ai gialloblù di ripartire in contropiede e chiudere definitivamente l'incontro. Non doveva giocare, e invece ha sfornato una prestazione di tutto rispetto.

Nasrallah 6.5 Scivola spesso, ma nonostante questo interpreta alla grande il ruolo di terzino destro: preciso nelle chiusure e in sovrapposizione costante che permettono a Ragno di avere più spazio negli ultimi metri decisivi.

1' st Lamaj 6.5 Prestazione di grande voglia e spinta, condita dall'assist in occasione del gol decisivo del 2-3, quando il numero 14 è freddo nel gestire la respinta dell'estremo difensore avversario.

Ruotolo 6.5 Molto abbottonato e concreto nella prima frazione, nella ripresa si concede molte più discese con cui contribuisce alla vittoria, provocando diversi spauracchi nella difesa avversaria.

Shehi 7 Calma olimpica in mezzo al campo: gestisce alla grande tutti i palloni che smista da destra a sinistra e viceversa senza alcun problema. Alcune giocate sono una bellezza per gli occhi, come il tacco in mezzo al campo marcato da due giocatori che gli permette di districarsi da una situazione complicata.

Miola 7 In difesa bada al sodo e se la cava, considerando che dall'altra parte c'è un attaccante devastante. Poi decide di trasformarsi in un rapace d'area di rigore: splendida l'incornata che porta per la prima volta dell'incontro in vantaggio i rossoblù.

Gargiulo 6.5 Marca a uomo il numero nove avversario e tiene botta dimostrandosi un difensore affidabile. Bravo soprattutto sulle palle aree, quando svetta mancandole in occasioni più uniche che rare.

Carta 7 Centrocampista tuttofare instancabile. Ha incredibili doti di inserimento, che lo portano ripetute volte davanti alla porta. Deve sicuramente migliorare la mira perché i suoi gol potrebbero essere un importante valore aggiunto. 

1 8' st Migliore 6 Entra poco dopo che la sua squadra ha trovato il vantaggio, fa il suo con una prestazione di buon ordine e temperamento.

Ferraro 6 Non si vede molto in mezzo al campo, ma la sua prestazione vale comunque la sufficienza. Qualche buon intervento e progressione aiutano la sua squadra in un primo tempo concluso poi in vantaggio.

1' st Gambaro 6 Sostituisce il compagno posizionandosi in mezzo al campo dove sbriga il dovere con tanta abnegazione, facendo legna, soprattutto nel momento migliore dei padroni di casa.

Prina Mello 7 Tanto tantissimo lavoro sporco per il numero 9, che sta ora riniziando a calcare i campi con continuità dopo la lunga squalifica. Fondamentali le sponde e il suo venire incontro alla palla, che liberano spazi interessantissimi per gli esterni d'attacco.

16' st Allasa 6.5 Ingresso in campo positivo impreziosito poi dalla grande cavalcata e dal conseguente gol che vale la matematica salvezza.

Ragno 8 Soprannominato «boomer» dai suoi compagni di squadra, in realtà è giovane, vivo, fortissimo. Prestazione sempre all'attacco che fa girare la testa ai difensori avversari. Punta punta e ripunta. La sua arma migliore: il mancino che gli permette di rientrare e mettere palloni in mezzo velenosissimo, come quello che propizia il gol del pareggio. Splendido il gol del 3-2, quando mette da posizione non facile il pallone all'incrocio dei pali.

Marco Ragno, MVP di giornata

22' st Murdaca 6 Dà respiro al migliore in campo non facendolo rimpiangere nei minuti finali, quando fa vedere buone cose con la palla tra i piedi.

Loumy 7.5 Gol e assist per il numero 11, che va vicino al gol anche in altre occasioni. Imprendibile, veloce e preciso: una vera spina nel fianco per la difesa avversaria.

6' st Tijani 7 Fin da subito fa vedere di amare le skills e l'avere la palla incollata al piede. Col passare dei minuti cresce anche in efficacia e alla fine dispensa l'assist in un contropiede gestito alla grande.

All. Dogliani 7 Salvezza matematica e quarto posto raggiunto con la sconfitta del Borgomanero. Grande prova, frutto dello spirito del gruppo, della grande organizzazione e del talento lì davanti. L'ultima partita sarà una passerella al termine di una stagione più che positiva.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400