Cerca

Under 15

Gattuso e Cannavaro prestati ai dilettanti: che show i due classe 2008!

La Trevigliese ha aggregato due sotto età che nel finale di stagione hanno dato una marcia in più

Incaranto , Piscopo, Trevigliese Under 15

Incarnato e Piscopo, i due giocatori classe 2008 aggregati dal tecnico Balestri alla sua Under 15

Due personalità importanti spiccano in casa Trevigliese. Per l'Under 15 biancoceleste, allenata dal tecnico Balestri, i due classe 2008 Kristian Incaranto e Giuseppe Piscopo sono stati la sorpresa di questo finale di stagione. L'allenatore ha dato fiducia al centrocampista e al difensore nelle scorse partite e proprio nella gara dei playoff, giocata sul campo della Calvairate, hanno saputo dimostrare le proprie qualità. In un match teso e decisivo le prestazioni di Incarnato e Piscopo sono balzate all'occhio degli spettatori e dello stesso tecnico biancoceleste. Kristain Incarnato, difensore centrale dal baricentro basso, è un centrale esplosivo che ha nell'abilità di anticipare l'uomo la sua caratteristica principale. Il centrocampista Giuseppe Piscopo, invece, svolge il ruolo di mediano di rottura nella sua Trevigliese ed è il polmone della squadra.

PERSONALITÀ DA VENDERE

«Hanno voglia di mettersi in gioco e di migliorare». Così Gianluca Balestri, allenatore dell'Under 15 che ha raggiunto le fasi finali del campionato classificandosi settimi (clicca per la classifica), descrive i due ragazzi classe 2008. Per la parte conclusiva del campionato il tecnico ha pescato alcuni giocatori dalle annate inferiori ed ha trovato due profili interessanti in Kristian Incarnato e in Giuseppe Piscopo. Nella partita che ha concluso la stagione sul campo della Calvairate, nella sfida valida per il primo turno dei playoff, i due 2008 biancocelesti si sono resi protagonisti e Balestri è il primo a essere soddisfatto della loro prestazione: «Hanno dimostrato di saper gestire la tensione di una gara importante pur giocando con i ragazzi più grandi di loro». Di Incarnato e Piscopo, l'allenatore dell'Under 15 ha visto fin da subito una certa disponibilità all'impegno e un atteggiamento sempre positivo sia in campo che fuori. «Ho potuto ammirare la loro voglia di interagire con i loro coetanei» racconta Balestri, che continua sottolineando la personalità che i due ragazzi hanno messo a disposizione del gruppo.

UN GATTUSO E UN CANNAVARO

Il difensore è Kristian Incarnato. Centrale che può giocare anche da esterno di difesa, è un giocatore dal baricentro basso che ha sempre dimostrato una certa aggressività. L'anticipo è la sua qualità migliore e grazie alla sua forza esplosiva riesce a dire la sua anche contro i ragazzi più grandi di lui, come contro la Calvairate. Nel match dei playoff Gianluca Balestri ha infatti dato una responsabilità importante a entrambi i giocatori. «Gli ho dato della marcature importanti, e hanno dimostrato di saper tenere le posizioni contro avversari duri da affrontare» racconta il tecnico biancoceleste. Giuseppe Piscopo invece è un centrocampista, "alla Gattuso" come lo descrive il suo allenatore. Giuseppe Piscopo gioca in mediana e ha nel recupero del pallone la sua abilità migliore. Quando conquista palla imposta l'azione e anche contro la Calvairate ha saputo dire la sua.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400