Cerca

Under 15

Doppietta in 3' e si apre l'autostrada per le semifinali: Pandolfi è l'uomo della domenica

La Biellese spaventa il Chisola in apertura e nel finale, ma il numero 7 Naranjo e Giambertone mandano avanti i vinovesi

Doppietta in 3' e si apre l'autostrada per le semifinali: Pandolfi è l'uomo della domenica

Filippo Pandolfi, doppietta nei quarti di finale contro la Biellese

L'Orso spaventa, ma con calma, qualità e tranquillità il Chisola fa il Chisola e infila quattro gol di qualità pura e uno di fame che chiude i giochi. Ad un avvio a tinte totalmente a marca bianconera risponde Filippo Pandolfi che sfrutta al meglio la posizione di titolare offensivo nel 4-3-3 a sopperire all'assenza di Boukhanjer per fastidi muscolari. 

La Biellese di Alloisio comincia con il piede sull'acceleratore e spaventa Ghione e reparto con un pressing ossessivo, preciso, indemoniato. La palla difficilmente supera la metà campo e qualora qualcosa superi la regia di Di Francesco, Merella e Gaida giganteggiano. Il dominio territoriale laniero però non si tramuta in occasioni concrete se non uno scippo di Siviero sull'indecisione di Ghione e Bruno, ma la palombella da fuori finisce fuori di poco. 

La tempesta su Vinovo passa al 21' quanto con la giocata, perché una ne basta, il vento cambia drasticamente direzione. Azione veloce a destra con Audisio che dà e riceve da Naranjo e mette un cross perfetto per il terzo tempo impetuoso di Fiore. Colpo di testa che si stampa sulla traversa e Pandolfi ribadisce. 1-0, la partita ora è un'altra. 3' dopo lo stesso numero 7 trafigge Micheletti con una gran conclusione da fuori e al 28' un'altro siluro di precisione chirurgica di Ambrosino chiude la contesa. 

10' da incubo, senza responsabilità, per una Biellese che fatica a riprendersi. Alloisio nella ripresa mette Velcani come trequartista cambiando assetto tattico, ma il Chisola ora sa amministrare e col 4-0 firmato Naranjo si mette anche al sicuro dalla reazione finale. La Biellese è orgogliosa e Gaida nel finale segna una doppietta che sembra poter aprire a una rimonta che sarebbe incredibile (aiutata dal rosso a Correndo per il fallo da rigore che è valso il 4-2). 

Rosso Correndo

 Il fallo che vale il cartellino rosso a Correndo e il rigore per il 4-2 della Biellese.

L'orgoglio e la volontà non basta: Fabio Giambertone, 2008 da 51 reti in stagione, non perdona e mette in difficoltà Gaida su una corsa all'indietro, ruba e finalizza il gol che vale in via definitiva il 5-1.

IL TABELLINO

CHISOLA-BIELLESE 5-2
RETI (4-0, 4-2, 5-2): 21' Pandolfi (C), 24' Pandolfi (C), 28' Ambrosino (C), 16' st Naranjo Barrera (C), 28' st Gaida (B), 34' st rig. Gaida (B), 37' st Giambertone (C).
CHISOLA (4-3-3): Bruno 6, Murroni 7, Lazzaro Nicolò 6.5 (24' st Correndo 5.5), Audisio 7.5 (19' st Cardinale 6.5), Tarucco 7.5, Ghione 6.5, Pandolfi 8.5 (19' st Giambertone 7.5), Ambrosino 8, Fiore 7 (32' st Sapienza sv), Naranjo Barrera 7.5 (25' st Strippoli sv), Grisafi 6.5 (15' st Oliveira Santos 7). A disp. Cruto, Demurtas, Antoniu Riccardo. All. Moschini 7.5. Dir. Gigliotti.
BIELLESE (4-3-3): Micheletti 6.5, El Achkaoui 7, Talarico 6.5, Di Francesco 7, Merella 6.5, Gaida 7, Siviero 6.5 (18' st Bottone 6), Bevilacqua 6 (1' st Velcani 6), Nicolello 6 (19' st Pagliara 6), Dettoma 6 (12' st Mosca 6), Caroli 6 (28' st Calì N. sv). A disp. Bonaldo, Kasmi. All. Alloisio 6.5. Dir. Talarico - Caroli.
ARBITRO: Galasso di Nichelino 6.5.

ESPULSI: 32' st Correndo (C).

CHISOLA

Naranjo

Bruno 6 A inizio gara non si capisce bene con il reparto davanti a lui, ma per fortuna la cosa non si tramuta nel vantaggio ospite. I tiri nello specchio, in fondo, non sono molti e lui li amministra sufficientemente.
Murroni 7 Con Siviero è un duello da poema epico. Fughe in avanti, fughe all’indietro. Una partita nella partita fatta di concentrazione e dinamismo. Il tiro alla fune, alla fine, lo vince lui guadagnandosi i metri necessari per arrivare a crossare con continuità.
Lazzaro Nicolò 6.5 Inizia un po’ distratto, o comunque in affanno per le folate velenose di El Achkaoui e Dettoma. La bussola torna a indicare il nord e la nave Lazzaro torna a navigare a vele spiegate. Nella ripresa non manca una chiusura e condisce il tutto con un naso in avanti sempre pericoloso per i lanieri.
24' st Correndo 5.5 Non il migliore degli ingressi. Rischia due volte di commettere un fallo da rigore che alla fine commette con il piedone alto sulla faccia di Calì. Involontario, chiaramente, ma il rosso arriva inevitabile e il rigore pure.
Audisio 7.5 Musica maestro. Tra i pochi a fare una prestazione costante dal 1’ fino alla sostituzione. Giro palla costante e di qualità.
19' st Cardinale 6.5 In 15’ ha il compito di far mantenere la calma e il possesso ai suoi. Agli ordini! Obbedisce e porta a casa il risultato.
Tarucco 7.5 Passata la tempesta diventa lui il fulmine. Fase difensiva tanto impeccabile (il primo gol subito è un mezzo pertugio di squadra) e serena che si permette il lusso di fare da play maker sul gol di Ambrosino con un lancio a tagliare il campo per Naranjo che crea superiorità.
Ghione 6.5 Il misunderstanding con Bruno finisce bene per fortuna. Un’asciugata di fronte e si torna a garantire solidità difensiva senza andare mai più in affanno.
Pandolfi 8.5 Protagonista assoluto, protagonista a sorpresa. Assente Boukhanjer davanti a confrontarsi con due colossi tocca a lui. All’inizio le difficoltà fioccano, le palle sono alte e tutte proprietà di Gaida e Merella. Non c’è problema, ci vuole pazienza e alla prima mezza palla è subito gol. Pronto a insaccare di testa, come è pronto a tirare un missile da fuori area pochi minuti dopo per andare sul 2-0 e prendersi di diritto il premio di uomo della domenica.
19' st Giambertone 7.5 Piacere, sono quelli di oltre 50 gol in Under 14. Il biglietto da visita però è un altro, cioè che al primo pallone toccato, con una spizzata, manda Fiore a prendersi il rigore. La sua fame poi la soddisfa con il gol del definitivo 5-2 dove, oltre a prendere bene la mira, ha il merito di mettere in difficoltà Gaida.
Ambrosino 8 Colossale. In mediana ha 1000 cavalli e 800 polmoni per coprire ogni filo d’erba sintetico di vinovo. La precisione del gol del 3-0 poi è la ciliegina sulla torta di una prestazione da protagonista e di 7’ che segnano la storia nella stagione del Chisola.
Fiore 7 Uno, due, tre: decollo. Entra nella storia della partita con un terzo tempo da Space Jam e un’incornata che bolla la traversa e regala a Pandolfi il tap-in dell’1-0. Il rigore non sporca una prestazione intelligente, di qualità, che dosa con sapienza per fare quasi sempre la cosa giusta. 32' st Sapienza sv
Naranjo Barrera 7.5 Infaticabile lavoratore di fascia che alla fine riceve il giusto premio al sudore con il gol del 4-0 che chiude definitivamente i giochi. Duella bene con chiunque gli venga incontro sulla destra e confeziona anche l’assist per Ambrosino. 25' st Strippoli sv
Grisafi 6.5 Il pressing di Caroli non gli dà quello spazio di cui avrebbe bisogno per far cantare i suoi piedi. La melodia comunque rimane insita nelle sue scarpine e la punizione che impegna Micheletti lo dimostra.
15' st Oliveira Santos 7 Se qualcuno volesse comprare della “Garra” prego rivolgersi a Oliveira. Entra con l’elmetto per guerreggiare su ogni pallone sulla fascia destra. La prima palla che tocca è un intercetto che manda al gol Naranjo.
All. Moschini 7.5 Consapevole della qualità dei suoi li invita alla calma quando l’Orso si avvicina con troppa insistenza all’area di Bruno. La giocata, la qualità, il vantaggio scacciano le nubi e suoi ragazzi tornano ad essere quella squadra che al termine di ogni gara ricevono complimenti da ogni dove per manifesta superiorità. Next stop: semifinali.

BIELLESE

biellese

Micheletti 6.5 Sui gol non può fare che applaudire Pandolfi e compagnia cantante per la precisione. La sua gara la fa come può toccando anche il rigore di Fiore mandandolo sul palo.
El Achkaoui 7 Sin dal fischio d’inizio è tra i più caldi della partita. Chiude bene una fascia complicata come quella con presente Fiore e ha abbastanza spirito e gamba per rendersi pericoloso in fase offensiva. Trenino che non smette mai di correre, con qualsiasi risultato.
Talarico 6.5 In avvio mette in piedi un’ottima ed efficace catena con Siviero. Col passare dei minuti soffre sempre di più Naranjo, ma la prova rimane più che sufficiente.
Di Francesco 7 Capitano vero: dall’inizio fa da vertice basso del centrocampo e lo fa con una prestazione completa. Visibile in impostazione, intelligentissimo in fase di copertura, tanto che lo si vede dare una mano anche a Talarico quando Naranjo spinge con più continuità.
Merella 6.5 Inizio da protagonista: giganteggia sulle palle aeree e affronta a testa alta il pressing vinovese impostando con personalità. La partita cambia velocemente e viene un po’ travolto dagli eventi, ma non si rassegna mai.
Gaida 7 Insieme a Merella comincia ergendo un muro di bronzo. Anche lui viene travolto dalla qualità biancoblù, ma è il numero 6 a chiamare la riscossa di orgoglio. Doppietta che accende una scintilla di speranza. La macchia nel finale sul gol di Giambertone spegne quella scintilla, ma è tra i protagonisti in positivo della spedizione laniera.
Siviero 6.5 Se non primo, secondo attivatore di un pressing perfetto e asfissiante. Mette in forte difficoltà Murroni all’inizio. Si danna per cercare spazi e soluzioni. L’occasione più ghiotta la ha lui, quando ruba un pallone su un’indecisione difensiva ma la sua palombella non trova fortuna.
18' st Bottone 6 Battagliero. Entra con la voglia giusta per cercare un’impresa impossibile.
Bevilacqua 6 Il confronto con Ambrosino è di quelli tosti e la prestazione non può che vivere di momenti. Buona battaglia con qualche contrasto vinto o momenti di difficoltà a inseguire.
1' st Velcani 6 Va a piazzarsi dietro a Nicolello rappresentando la variante tattica di Alloisio. Non basta a scardinare la retroguardia del Chisola, ma almeno si piazza bene a uomo su Audisio facendolo faticare più del previsto.
Nicolello 6 Comanda il pressing diventando l’architetto dell’ottimo avvio bianconero. Ha pochi palloni per incidere.
19' st Pagliara 6 Con una sola settimana di allenamento sulle gambe non può partecipare dall’inizio, quando sarebbe stato comodo. Dà battaglia nel finale, ma si vede che è a metà servizio.
Dettoma 6 La catena di sinistra è ben oleata in fase offensiva. Meno in copertura, specie a inizio secondo tempo.
12' st Mosca 6 Di energia per la causa ne porta eccome.
Caroli 6 Duello paritario con Grisafi, anche se le sua mansioni sono in maggior misura difensive. Chiude bene gli spazi dimostrandosi uomo reparto fondamentale. 28' st Calì N. sv
All. Alloisio 6.5 La gara è preparata nel migliore dei modi, tanto che ai primi 20’ manca solo un gol per suggellare un dominio costruito su pressing, aggressività e organizzazione. La qualità del Chisola poi spacca la partita, ma convince i suoi a non mollare fino a riaprire una finestrina nel finale. Fuori a testa altissima.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400