Cerca

Under 15

Tris calato e messaggio ribadito: rossoblù nel Paradiso dell'Élite

Il Sedriano combatte, ma non riesce a ribaltare il passivo della gara d'andata

Accademia Varesina Under 15 Regionale

L'esultanza sfrenata dell'Accademia Varesina per la promozione in Èlite

Solamente settanta minuti separavano La Iacona dal sogno Élite. Una partita vista come una pura formalità, dato il 4-0 della gara d'andata, ma giocata altrettanto alla grande. L'Accademia Varesina anche il ritorno e lo fa battendo 3-1 i padroni di casa del Sedriano. Gialloblù che si sono trovati sotto dopo pochi minuti con il colpo di testa di Gondor, ma che hanno saputo riprenderla immediatamente con il tap-in di Sartirana. Secondo tempo che dopo una fase confusa e fomentata, vede gli ospiti riportarsi in avanti grazie a Speltoni, poi la punta di Sorice chiude i giochi. Fischio finale e delirio rossoblù, che fanno il passo decisivo verso la gloria.

QUESTIONE DI CORNER

 

Il Sedriano, come era possibile pronosticare, parte subito alla ricerca della profondità e lo fa con Magistrelli, che serve sulla fascia sinistra la corsa di Vivaldo. Il numero 10 di casa se ne va in dribbling superando Minchio e poi mettendola forte e tesa in mezzo, ma Gondor è piazzato alla perfezione e riesce a respingere in corner. Accademia Varesina che, nonostante l'arrembante e costante pressione dei gialloblù, riesce a chiudersi bene ma fatica a trovare soluzioni in grado di fare male alla retroguardia avversaria. Proprio dalla difesa parte un lancio che al 7' minuto mette Sartirana tutto solo davanti a Squatriti, libero di mettere la palla in porta. Rete che si gonfia ma per il direttore di gara c'è posizione di fuorigioco, spezzato sul nascere l'urlo di gioia della tifoseria gialloblù. Ospiti che però non si fanno intimidire dall'intraprendenza dei ragazzi di Rigliaco e sul ribaltamento di fronte hanno la chance di colpire con Cermesoni, che entra in area ma viene steso con un intervento molto al limite da parte di Frugoni: direttore di gara che lascia correre tra le proteste generali. Qualche minuto più tardi proprio il numero 11 viene liberato al tiro dal limite dopo una ripartenza: sguardo al portiere e destro piazzato che viene intercettato in tuffo da Mariani. Sul conseguente corner, però, nulla può l'estremo difensore dei padroni di casa: Molica calcia perfettamente nel cuore dell'area di rigore trovando l'inserimento di Gondor che arriva in corsa e di testa la mette comodamente in porta, è 1-0 rossoblù. Nonostante lo svantaggio complessivo di 5 gol, tra andata e ritorno, il Sedriano riprende a giocare con la testa di chi di mollare non ne ha la minima intenzione, affondando dopo soli 2 minuti dallo svantaggio subito, e lo fa proprio grazie ad un calcio d'angolo. Al 13' Ranzani batte dalla sinistra un pallone che gira alla grande da una parte all'altra dell'area e sbatte contro il palo. In agguato c'è però Sartirana che si ritrova la sfera sul piede e da due passi, dovendo solo accompagnare in porta la palla che riequilibra il match. Ad accendersi con più pericolosità nella formazione di La Iacona è sempre Cermesoni, che al 24' punta e supera ancora una volta Frugoni e arrivato sul fondo prova a piazzarla col destro sull'altro palo, ma non trova lo specchio della porta. La partita è quindi stappata e nuovi spazi si mostrando da ambo le parti: al 31' Bonora sfrutta una linea di passaggio creatasi tra i due difensori pescando perfettamente Vivaldo, che conta i rimbalzi e seppur ostacolato dal recupero del difensore alle sue spalle, riesce a calciare col sinistro. Pallone che rimbalza insidioso davanti a Squatriti, bravissimo ad anticipare la sfera e a deviare in corner. Sul ribaltamento di fronte Cermesoni semina di nuovo il panico mettendo fuori tempo Ponti e Frugoni, finta di copro sinistra-destra e diagonale che sibila il palo.

LOTTA

Ripresa che comincia ritmi altrettanto alti, ma con poca precisioni in giocate e conclusioni dettate forse dall'eccessiva frenesia presente in campo. Pronti via ci prova Ranzani da fuori col sinistro ma la conclusione è debole e bloccata facilmente in due tempi da Squatriti. Al 5' minuto però la gara svolta: Speltoni sfrutta un lancio partito dalla metà campo ingaggiando un duello sulla corsa con Ponti. Nasce un rimpallo favorevole per il 9 rossoblù che si invola tutto solo nel cuore dell'area di rigore, con Mariani che prova ad opporsi in uscita, ed è lesto nel superare l'estremo difensore con un cinico destro a incrociare. Palla in porta e nuovo vantaggio ospite, che però non scoraggia il Sedriano, pericoloso subito con il neo entrato d'eccezione Cusumano che va al tiro dopo una percussione. Squatriti intercetta e fa ripartire i suoi, che al 13' vanno vicini al tris con Speltoni: cross col destro al bacio di Musso e colpo di testa che viene alzato splendidamente in corner da da Mariani. Sul ribaltamento di fronte Vivaldo si presenta ancora dalle parti di Squatriti sfruttando un'ottima verticalizzazione, ma il suo destro a tu per tu si stampa sulla traversa. Non c'è un attimo di sosta in campo, con l'Accademia Varesina che non si accontenta e cerca di mettere in difficoltà un ottimo Sedriano. Ci riprova al 19' con Minchio che scodella in area con il contagiri per la zuccata di Cermesoni che impatta ma Mariani è super nel levarla dalla porta da pochi passi con un deciso schiaffo al pallone. I gialloblù pur dimostrandosi duri a morire non riescono più ad affacciarsi con pericolosità alla porta avversaria e Mariani deve più volte evitare che il passivo si ingigantisca: prima intercetta a mano aperta la conclusione destinata sotto la traversa di Molica, poi è sublime nell'allungare il braccio sinistro intercettando il colpo di testa di Gondor. Minuto 28' e ancora rossoblù pericolosi con Musso, che protegge palla su Martino e poi lo salta andando al tiro col sinistro. Palla forte e testa che attraversa impetuosa tutta l'area di rigore senza però essere raccolta con pericolosità. Quando però manca solo una manciata di minuti alla fine, ecco che arriva il colpo spacca il match: Musso avanza sulla destra e pesca Sorice in area, stop col sinistro in piena area e tocco di punta che passa sotto le gambe di Mariani e si deposita in porta. 3-1 e parita in ghiaccio, festa grande per i rossoblù che al fischio finale si lasciano andare ad una rovente e sfrenata esultanza: L'Accademia Varesina il prossimo anno giocherà in Élite.

IL TABELLINO

SEDRIANO-ACC. VARESINA 1-3
RETI (0-1, 1-1, 1-3): 11' Gondor (A), 13' Sartirana (S), 5' st Speltoni (A), 30' st Sorice (A).
SEDRIANO (4-3-3): Mariani 7.5, Passoni 6 (1' st Parietti 6), Magistrelli 6.5, Ponti 6 (18' st Martino 6), Frugoni 6, Bonora Daniele 7 (20' st Mannolo 6), Sartirana 7, Ranzani 7 (33' st Burni sv), Pampolini 6, Vivaldo 7 (26' st Ardenghi sv), Ricci Bitti 6 (5' st Cusumano 6.5). A disp. Scaramuzzi, Tamburini, Rescali. All. Rigliaco 6.5. Dir. Ponti.
ACC.VARESINA (4-3-1-2): Squatriti 6.5, Minchio 6.5, Trancanella 6.5, Barbarito 6.5 (30' st Vallotto sv), Gondor 7, Caccia 6 (29' st Miantoloka sv), Molica 7 (25' st Lupacchini sv), Carcano 6 (16' st Nucera 6), Speltoni 7 (22' st Lai sv), Marchiorato 6.5 (9' st Musso 6), Cermesoni 7.5 (26' st Sorice 7). A disp. Citterio, Vedani. All. La Iacona 7. Dir. Uboldi.
ARBITRO: D'Addiego della Lomellina 6.
AMMONITO: Mariani (S). 

LE PAGELLE

SEDRIANO
Mariani 7.5 Si allunga con istinto felino e grande reattività su tutti i palloni che l'Accademia Varesina calcia verso la porta avversaria. Cancella più di una volta il gol a Cermesoni con interventi fenomenali, ma per sua sfortuna non evita la sconfitta.
Passoni 6 La fascia destra manca di spinta e solidità, sicuramente per lui ci sono qualche responsabilità. Preferisce troppo la fase difensiva a quella offensiva, contribuendo ad abbassare eccessivamente il baricentro della squadra (1' st Parietti 6).
Magistrelli 6.5 Sicuramente quello con il piede più educato tra i difensori gialloblù, imbecca sempre con i tempi giusti Sartirana e Vivaldi, mostra anche qualche ottimo spunto difensivo.
Ponti 6 Quando Cermesoni lo punta va in netto affanno, non riesce mai a stargli dietro. Con un reparto offensivo da fronteggiare di tale qualità, non dà il meglio di sé (18' st Martino 6).
Frugoni 6 Viene puntato e superato con troppa facilità, non riuscendo a rimettersi in carreggiata. Perché va a reagire nella ripresa, ma quando tra le fila avversarie entra in gioco Musso, la situazione si complica ulteriormente
Bonora 7 Lotta come un leone in mezzo al campo, dove arrivano pochi palloni giocabili. Ci prova spesso dalla distanza ma manca della precisione necessaria per fare male (20' st Mannolo 6).
Sartirana 7 Si insinua con costanza e pericolositá in mezzo ai difensori avversari, per creare un'efficace linea di passaggio. Proprio con uno di questi scatti segna il gol che porta in vantaggio il Sedriano, ma l'arbitro glielo cancella per fuorigioco. È però al posto giusto nel momento giusto quando insacca, stavolta in posizione regolare, la palla del momentaneo pareggio.
Ranzani 7 Calcia lui il corner che carambola su Sartirana e firma il pari. Ha un piede educato e si vede quando va alla ricerca dei suoi compagni (33' st Burni sv).
Pampolini 6 Giornata complicata per lui, che tiene troppo basso il suo baricentro e riceve palla con il contagocce. Lotta tanto, ma non calcia mai verso la porta avversaria.
Vivaldo 7 Dai suoi piedi passano le occasioni più pericolose della gara. Intraprendente e pericoloso quando se ne va in dribbling, Squatriti gli nega il gol nel primo tempo con un intervento fenomenale (26' st Ardenghi sv).
Ricci 6 Si decentra molto sulla destra per lasciare spazio agli inserimenti di Sartirana e Bonora. Finisce però per isolarsi eccessivamente dalla manovra (5' st Cusumano 6.5).
All. Rigliaco 6.5 I suoi ragazzi approcciano la partita con grande spirito e voglia di dimostrare. Gli avversari però hanno una marcia in più e si vede, tanto di cappello però ai suoi gialloblù che non hanno mai mollato.

ACCADEMIA VARESINA
Squatriti 6.5 Tratto in inganno dalla traiettoria del corner calciato da Ranzani, rimedia con una super partita. Da applausi è la parata con cui intercetta la conclusione di Vivaldo, che gli batte davanti insidiosa ma non gli fa male.
Minchio 6.5 È un apporto costante alla manovra dell'Accademia Varesina, che quando riparte può sempre contare sulle sue scorribande. Va sempre al cross e ogni volta che lo fa, dietro il Sedriano trema.
Trancanella 6.5 Meno offensivo rispetto al collega Minchio, ma la scelta è azzeccatissima. Perchè ferma sul nascere la maggior parte dei tentativi di ripartenza dei padroni di casa, sempre con i tempi giusti.
Barbarito 6.5 Gioca da mediano davanti alla difesa dando equilibrio e sostanza al centrocampo e alla manovra. Pulisce e recupera una quantità esorbitante di palloni che mette poi a disposizione delle ripartenze di Cermesoni e Musso poi (30' st Vallotto sv).
Gondor 7 Dietro è un muro, non lascia passare neanche l'aria. Anticipa sempre o quasi gli uomini offensivi del Sedriano, con i tempi perfetti da vero top player. Intraprendente è il modo in cui si insinua tra i difensori e stacca indisturbato per la gara che apre il match.
Caccia 6 Meno coinvolto, si fa per dire, negli interventi difensivi degni di nota dell'Accademia Varesina. Ma il suo lavoro "nascosto" per tenere in linea la fase difensiva è da applausi, la vittoria finale porta anche la sua firma (29' st Miantoloka sv).
Molica 7 Scodella alla perfezione sulla testa di Gondor che insacca l'1-0, con un cross al bacio da piede sopraffino. La sua posizione di mezzala fluida gli consente di ondeggiare da una parte all'altra del campo con effetti drammatici per gli avversari (25' st Lupacchini sv).
Carcano 6 Anch'esso non troppo coinvolto ai fini della manovra, recita il ruolo di centrocampista di quantità e sostanza assegnatogli dal suo allenatore. Non esaltante quando cerca lo spunto per fare male, ma la sua partita è comunque da premiare (16' st Nucera 6).
Speltoni 7 Bomber d'area assoluto. Mariani gli cancella più volte il nome dal tabellino dei marcatori con degli interventi che hanno dell'assurdo. Poi però aggiusta il tiro e, ad inizio ripresa, è di un cinismo esemplare nell'insaccare a tu per tu la sfera del vantaggio (22' st Lai sv).
Marchiorato 6.5 Lottata è la sua partita, ma anche di qualità. Non tanto per i palloni messi a disposizione del duo offensivo Speltoni-Cermesoni, ma per ogni volta che ha la sfera tra i piedi. Le sue giocate non sono mai banali.
9' st Musso 6 Entra e pigia immediatamente il piede sull'acceleratore, facendo ammattire la retroguardia dei gialloblù. Pronti via ed ecco un assist al bacio per il neo entrato Sorice, che la spedisce in porta e chiude i giochi.
Cermesoni 7.5 MVP assoluto della gara. È vero che non timbra il cartellino, ma è altrettanto veritiero le eccelse qualità da lui dimostrate. Va sempre al tiro con pericolosità quando ne ha l'occasione, propiziando tensione e la mala concentrazione dei centrali avversari.
26' st Sorice 7 Neanche il tempo di sistemarsi al centro dell'attacco che si trova a depositare il pallone sotto le gambe e alle spalle di Mariani, con un fine tocco di punta. Unica e preziosissima giocata della sua partita.
All. La Iacona 7 È una giornata speciale per i suoi ragazzi, forti del risultato della gara di andata. La concentrazione e l'intensità messe e dimostrate in campo fanno capire la mentalità vincente del suo gruppo. Una promozione in Èlite ampiamente meritata.

ARBITRO
D'Addiego della Lomellina 6 Incerto nelle decisioni importanti della prima parte di gara, quando fischia qualche fallo di troppo e non lascia correre il gioco. Dubbio anche l'1-0 annullato a Sartirana, rimedia parzialmente interpretando meglio la gara nella ripresa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400