Cerca

Como - Pro Patria Under 15: un tempo per uno ma sorridono solo i tigrotti

Como-Pro Patria Under 15 3
Destini che, è proprio il caso di dirlo, si incrociano. La Pro Patria passa a Briosco grazie a una rimonta di pura convinzione nella ripresa. L’atteggiamento che i bustocchi non erano riusciti ad avere nelle prime due uscite stagionali. Al contempo, il Como si spegne incredibilmente sul più bello, assistendo a un deja-vu contrario rispetto al match contro la Giana. Per quanto possa apparire sintetico, il commento è semplice: un tempo per parte. I lariani si aggiudicano il primo mettendoci una dose di cattiveria in più. È proprio grazie alla testardaggine che la squadra di Volontè timbra due volte. Nella prima il capitano Rispoli è il più lesto ad avventarsi su un pallone vagante dopo la conclusione di Arrighi, infilando di sinistro alle spalle di Bongini. Successivamente è Frezzato il più lesto sull'affannosa respinta della retroguardia dei tigrotti. In entrambe le occasioni proteste di marca Pro per alcuni contrasti valutati regolari dal fischietto varesino. A suo favore si può dire che sceglie il metro permissivo e lo mantiene fino alla fine, ammonendo solo quando necessario. Non ha grandi demeriti la compagine di Tomasoni, a cui però manca completamente l’apporto degli attaccanti salvo qualche palla senza padrone in profondità per lo scatto di Fazio. È comunque abbastanza per indurre il tecnico comasco a sostituire uno spaesato Bobbo, salvato ripetutamente dall’aiuto dei compagni. L’ingresso di Arrighi porta immediatamente linfa, visto che è il suo tiro a propiziare la rete di Rispoli. I bustocchi replicano al doppio svantaggio monopolizzando la ripresa, specialmente sul profilo dell’intensità. L’occasione di chiuderla per il Como capita subito a Croci, errore che peserà. È l’apporto di Zago a dare il turbo al motore della Pro. Appena entrato regala a Foti un cross invitante, leggermente troppo sul portiere. Successivamente addomestica il traversone dalla sinistra di Grassia e trova la deviazione vincente che elude Russomando. Nella circostanza, buona la trama dei viaggianti, capaci di portare fuori posizione prima Merone e poi Arrighi. Nessuno copre il buco scoperto lasciando campo libero all’inserimento del centrocampista. Non ci siamo dimenticati della rete di Ferrario, paradossalmente più significativa. Lo scivolone difensivo di Galatassi spalanca la strada al trequartista varesino che si mantiene lucido al momento di saltare il portiere avversario. È la rete che incrina notevolmente le certezze del Como e alimenta contemporaneamente la speranza della Pro. Ma se ancora non vi foste convinti, allora il terzo gol scioglie ogni dubbio. Rimessa laterale battuta velocemente da Ferrario, Airaghi è convinto dell’uscita di Russomando ma si fa tradire dall’inserimento rapace di Fazio, che di testa si guadagna l’esultanza alla Depay. Nel parapiglia dello sprint conclusivo determinante è l’apporto di Locorotondo. Il centrale biancoblu salva in almeno due circostanze. Un sussulto per parte prima dello scadere: Fazio si mangia il poker mentre il neoentrato Meroni svirgola malamente il pallone. Una traiettoria che ben descrive la parabola nel match per i comaschi, partiti vicino all’obiettivo ma clamorosamente distanti al triplice fischio.

IL TABELLINO

COMO – PRO PATRIA 2-3 RETI (2-0;2-3): 26’ Rispoli (C), 35’ Frezzato (C), 15’ st Ferrario (P), 22’ st Zago (P), 24’ st Fazio (P). COMO (4-2-3-1): Russomando 6, Galatassi 6, Bignami 6.5, Ortelli 6.5, Bobbo 5.5 (24’ Arrighi 6.5), Airaghi 6.5, Pinotti 6.5 (30’ st Meroni sv), Merone 6.5, Frezzato 6.5 (19’ st Mazzaglia 5.5), Rispoli 7, Croci 6. A disp. Leoni, Mantovani, Bernardi. All. Volontè 6. PRO PATRIA (5-3-2): Bongini 6 (15’ st Marascio 6.5), Foti 7, Ferdani 6, Sagliocchi 6.5, Locorotondo 7, Fornaro 6.5, Altomonte 5.5 (8’ st Zago 7), Grassia 7, Fazio 6.5, Ferrario 6.5, Brazzelli 6 (30’ st Prendi sv). A disp. Piccatto. All. Tomasoni 7. ARBITRO: Di Summa di Varese 6.5 / Zanichelli di Legnano, Cattaneo di Monza.

LE PAGELLE

COMO Russomando 6 Ha qualche responsabilità sul terzo gol, anche se viene sorpreso dal pasticcio di Airaghi. Galatassi 6 Buona prova da terzino, meno da centrale. Suo il buco che proprizia la remuntada ospite. Bignami 6.5 Gioca in maniera sicura osando qualche volta il lancio in profondità. Punizioni ok. Ortelli 6.5 Sbaglia tanto in impostazione, forse per frenesia. Decisamente più efficace nei recuperi. Bobbo 5.5 Si fa scappare troppe volte Fazio al punto da meritarsi la sostituzione. 24’ Arrighi 6.5 Entra con un piglio onorevole rendendosi subito protagonista. Cala insieme ai compagni. Airaghi 6.5 Decisivo in un paio di circostanze per tamponare Bobbo, sfortunato sulla rete del pari. Pinotti 6.5 Le sue sgommate si vedono, unico vero spauracchio lariano nella ripresa. (30’ st Meroni sv). Merone 6.5 Sicuramente avrebbe preferito rimanere in mediana, da terzino fa comunque il suo dovere. Frezzato 6.5 Fa tanti movimenti senza vedere quasi mai un pallone. Puntuale. (19’ st Mazzaglia 5.5). Rispoli 7 Da vero capitano è l’ultimo a mollare. Purtroppo per lui ogni incitamento si rivela vano. Croci 6 Non è abbastanza quanto visto sull’out. Foti lo intimorisce e lui prende poco campo. All. Volontè 6 Se la scelta del cambio iniziale paga, nella ripresa si registra un vistoso calo di corrente. PRO PATRIA Bongini 6 Ottimi rinvii e poche parate anche se è sempre vigile in alcune uscite. (15’ st Marascio 6.5). Foti 7 Pur non spingendo come un indemoniato, lotta per non concedere nulla e ci riesce. Ferdani 6 Adempie al compitino con qualche lampo. Sul gol iniziale si fa un po’ fregare sul contrasto. Sagliocchi 6.5 Costantemente sollecitato, cerca di far valere i suoi punti di forza e limita gli errori. Locorotondo 7 Aldilà delle disastrose rimesse salva il risultato due volte nel bunker biancoblu. Fornaro 6.5 Fortunato sul lancio (corto) che manda in porta Ferrario. Colpevole a metà con Ferdani. Altomonte 5.5 Mai dentro la partita, nei movimenti e nelle giocate. Il risultato è semplice logica. 8’ st Zago 7 Gol non casuale, si fa trovare pronto al limite dell’area e la fortuna lo premia con la deviazione. Grassia 7 Come quasi tutti i compagni rende meglio se sotto pressione. Francobollato da Tomasoni si trasforma. Fazio 6.5 Corre tanto ma un po’ a vuoto, la rete è un capolavoro di furbizia e astuzia su Airaghi. Ferrario 6.5 Dopo un primo tempo evanescente si riscatta mantenendo lucidità a tu-per-tu con Russomando. Brazzelli 6 Per quanto provi a mettere ordine ha sempre un frame di ritardo. (30’ st Prendi sv). All. Tomasoni 7 C’è tanto di suo in questa vittoria. Tocca le giuste corde e i ragazzi lo ripagano.

LE INTERVISTE

“Faccio i complimenti ai miei ragazzi perché hanno dato tutto quello che avevano. Sacrificio, voglia e impegno le chiavi per portare a casa un risultato per noi importantissimo” sintetizza Tomasoni nel post-gara. Dopo qualche minuto, anche Volontè commenta la prestazione dei suoi: “La squadra ha peccato di presunzione pensando che la partita fosse già finita sul 2-0 pur senza brillare. Nella ripresa un blackout totale ci ha condannati a una sconfitta che reputo meritata”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400