Cerca

Lecco-Albinoleffe Under 15: tanti gol e grande equilibrio, Savatteri fa sfiorare la vittoria ai padroni di casa, ma la doppietta di Ronzoni pareggia i conti

Lecco-Albinoleffe Under 15 foto Anastasini
Si conclude in parità il test match tra Lecco e Albinoleffe, con il punteggio pirotecnico di 4-4, in una gara ricca di gol, emozioni, ribaltamenti di fronte e di risultato. Sebbene si tratti di un incontro non ufficiale, le due compagini si danno battaglia per tutti i 70 minuti, giocando come se ci fossero in palio i tre punti. Tra i padroni di casa si mette in mostra con una prestazione a dir poco superlativa Anastasini, autore di ben 4 assist; mentre per gli ospiti è da sottolineare la prova corale del gruppo, oltre che la doppietta del subentrato Ronzoni. Quello che dunque poteva paventarsi inizialmente come un pomeriggio di calcio senza particolari dosi di agonismo si rivela essere, invece, un vero e proprio tripudio di garra, con le squadre che sin dal fischio d'inizio fanno capire di essere sul pezzo e di voler portare a casa la vittoria. Neanche a dirlo, in una situazione del genere, alla fine trionfa l'equilibrio. Intensità e ritmo. Nonostante non sia una partita valida per un determinato campionato, le due squadre partono forte fin da subito mettendo in campo grande intensità e andando a ritmi piuttosto elevati. Infatti, dopo neanche un minuto di gioco l’Albinoleffe ha una prima chance da gol: Lekay se ne va sulla corsia di sinistra e mette al centro un cross per Barcella, quest’ultimo calcia di mancino mancando di poco lo specchio. La formazione allenata da Esposito decide di provare a partire sempre da dietro, giocando possibilmente a due tocchi e con combinazioni rapide per raggiungere la metacampo offensiva. I ragazzi di Mastrolonardo rispondono con un atteggiamento, almeno inizialmente, più attendista, cercando di aggredire numerosi i portatori avversari, nel tentativo di effettuare uno scippo veloce. Questa tattica porta parzialmente i suoi frutti, dato che quando viene messa in pratica correttamente i blucelesti riescono a creare occasioni pericolose e a mettere in difficoltà gli ospiti; tuttavia, quando l’Albinoleffe elude questo pressing, si ritrovano scoperti e vulnerabili. Al 16’, dopo questa doverosa premessa, arriva la rete dello 0-1, con Lekay che viene lasciato colpevolmente libero di involarsi verso la porta e di beffare Koco con un pallonetto morbido. Successivamente, da una parte con Anastasini e dall’altra con Barcella, i due team hanno una buona possibilità per siglare un gol, ma in entrambi i casi si oppongono i rispettivi portieri con due ottimi interventi. Al 33’ il Lecco agguanta il pareggio: da un calcio d’angolo battuto corto Anastasini crossa sul secondo palo, lì si fa trovare smarcato Mapelli che al volo insacca nell’angolino. Quando ormai ci si appresta ad andare negli spogliatoi in parità, su un cross dalla tre quarti sbagliato da Paganessi, Koco si fa beffare incredibilmente calcolando male la traiettoria (complice forse anche il forte vento) e subendo il 2-1. Festival del gol. Nella ripresa la squadra di casa rientra in campo mostrando da subito la voglia di reagire e di acciuffare il pari. Difatti raggiunge l’obiettivo già al 9’ quando Anastasini semina nuovamente il panico, questa volta dalla sinistra, e giunto sul fondo scarica su Locati che calcia un rigore in movimento, realizzando il 2-2. Gli allenatori approfittano dell’impegno non ufficiale per sperimentare nuovi schemi e per dare l’opportunità a tutti di giocare, più precisamente inserendo nella totalità i giocatori disponibili in panchina. I subentrati vogliono mettersi in risalto, con la conseguenza di portare il match ad essere particolarmente vivace e in discussione fino alla fine. Al 23’ proprio uno di loro sigla il 3-2: Ronzoni calcia potente una punizione dal limite sul lato di Koco, il quale è ancora rivedibile nell’intervento. La replica casalinga è immediata con il solito Anastasini; dagli sviluppi di una punizione laterale, il numero 10 bluceleste serve al centro Gianola che, approfittando anche dell’uscita non perfetta di De Capitani, di testa appoggia in rete. Nel finale c’è ancora tempo per marcare un sigillo per parte: per il Lecco ci pensa Savatteri che in area piccola deposita in rete il pallone servitogli da Anastasini; invece per l’Albinoleffe il protagonista è ancora Ronzoni, il quale firma la doppietta personale. Termina dunque l’incontro con un giusto pareggio e con una buona prestazione da ambo le parti, oltre che con la soddisfazione dei presenti per aver assistito ad un match coinvolgente ed avvincente. [caption id="attachment_266114" align="alignnone" width="900"]  Lecco-Albinoleffe Under 15 foto Ronzoni Andrea Ronzoni, attaccante dell'Albinoleffe[/caption]

IL TABELLINO

LECCO- ALBINOLEFFE 4-4 RETI (0-1, 1-1, 1-2, 2-2, 2-3, 4-3, 4-4): 16’ Lekay (A), 33’ Mapelli (L), 35’ Paganessi (A), 9’ st Locati (L), 23’ st Ronzoni (A), 25’ st Gianola (L), 33’ st Savatteri (L), 36’ st Ronzoni (A). LECCO (4-3-3): Koco 5; Marrosu 7, Gianola 7 (27’ st Balestrieri sv), Gualtieri 6.5 (21’ st Savatteri 7), Conconi 6 (27’ st Anastasini B. sv); Mapelli 7 (1’ st Veronelli 6.5), Ambrosio 6.5 (10’ st Frigerio 6), Ceola 6 (1’ st Wade 6); Pasina 6 (21’ st Gini 6.5), Locati 7 (10’ st  Montoncelli 6), Anastasini J. 9. All: Mastrolonardo 6.5. ALBINOLEFFE (3-5-2): Taramelli 7 (12’ st De Capitani 5.5); Beltrami 7, Manenti 6.5, Castellini 6 (12’ st Vistoli 6.5); Bruno 6 (12’ st Fenaroli 7), Paganessi 7.5, Mombrini 6.5 (1’ st Ronzoni 8), Moretto 6.5, Lekay 7.5; Mourad 6.5 (12’ st Guerini 6), Barcella 6.5. All: Esposito 6.5. ARBITRO Chidano di Como 6.5. AMMONITI: Gianola (L).

LE PAGELLE

LECCO Koco 5 Parte bene con un’ottima parata su Barcella, poi va in tilt. Subisce 4 gol e su due di essi ha responsabilità evidenti. In particolare dopo il primo errore commesso sembra perdere tranquillità e fiducia. Marrosu 7 Il capitano si distingue per intensità e aggressività. Nel primo tempo agisce da terzino proponendosi spesso anche in fase offensiva, nel secondo si alza trasferendosi a centrocampo ed incrementando ulteriormente la pericolosità. Gianola 7 Difensivamente effettua anticipi rischiosi, ma quasi sempre efficaci, sugli attaccanti. Si presenta anche in zona gol sui calci piazzati a favore, trovando pure la gioia per la rete personale. (27’ st Balestrieri sv). Gualtieri 6.5 Roccioso a difendere; talvolta si prende lo sfizio di partire da dietro con cavalcate travolgenti. 21’ st Savatteri 7 Entra in campo con grande fame e viene ripagato con il gol del 4-3. Conconi 6 Esegue le proprie mansioni nella retroguardia senza eccellere particolarmente, ma senza neanche commettere gravi sbavature. (27’ st Anastasini B. sv). Mapelli 7 Non disputa un primo tempo eccezionale, tuttavia graffia la partita con un gran bel gol al volo. Nel posto giusto, al momento giusto. 1’ st Veronelli 6.5 Parte un po’ timido, poi con il passare dei minuti acquisisce sicurezza diventando sempre più intraprendente. Ambrosio 6.5 Si occupa più che altro dell’ordinaria amministrazione dei palloni. Ad ogni modo svolge più che discretamente il compito affidatogli. (10’ st Frigerio 6). Ceola 6 Gara di sostanza, anche se priva di particolari squilli. Lascia il campo a fine primo tempo senza aver inciso più di tanto. (1’ st Wade 6). Pasina 6 Tanta corsa e operosità sulla corsia mancina. Tuttavia anche lui non produce grande pericolosità. (21’ st Gini 6.5). Locati 7 Si muove da attaccante boa, e lo fa egregiamente. Poco prima di uscire trova il gol, dimostrando sangue freddo. (10’ st Montoncelli 6). Anastasini J. 9 Sembra appartenere ad un’altra categoria. Semplicemente imprendibile quando parte in velocità, costante grattacapo per la difesa ospite. Non sigla la rete personale, tuttavia si “accontenta” fornendo 4 assist. All Mastrolonardo 6.5 Nonostante il risultato non abbia troppa rilevanza, la sua squadra disputa una buona partita mostrandosi combattiva dal primo all’ultimo minuto. ALBINOLEFFE Taramelli 7 Compie almeno un paio di buoni interventi, necessari ad evitare un numero maggiore di gol subiti. Bravo anche con i piedi ad impostare dal basso. 12’ st De Capitani 5.5 Forse sfavorito dal vento, ma sulla rete di Gianola esce colpevolmente a vuoto. Beltrami 7 Piccolo di statura, ma pieno di cattiveria agonistica e grinta. Non molla un centimetro su nessun pallone. Manenti 6.5 Baluardo della difesa, dalle sue parti non lascia passare molto. Dirige i compagni della retroguardia. Castellini 6 Il più in difficoltà dei tre dietro, anche se a sua parziale discolpa c’è da dire che il cliente odierno (Anastasini) appare difficilmente contrastabile. (12’ st Vistoli 6.5). Bruno 6 La sua prestazione si caratterizza per corsa e sacrificio al servizio della squadra. Poco produttivo in fase offensiva. 12’ st Fenaroli 7 Subentra con grande voglia di dimostrare. Segna un gol, ma gli viene annullato per fuorigioco. Paganessi 7.5 Tuttocampista inarrestabile. Dominante con le sue falcate che attraversano la zona nevralgica del campo. Inoltre segna pure una rete, anche se fortuita. Mombrini 6.5 Si occupa di ricevere i palloni dalla difesa e di smistarli a chi di dovere. Disputa una gara discreta. 1’ st Ronzoni 8 Entra dalla panchina e realizza una doppietta, si può chiedere di più? Svolge un lavoro di sponda veramente importante. Moretto 6.5 Corre all’impazzata da una zona del campo all’altra. Instancabile. Lekay 7.5 Devastante sull’out di sinistra, dove nel primo tempo imbastisce un duello super con Marrosu. Delizioso il pallonetto con cui apre le marcature. Mourad 6.5 Bene sia quando agisce da attaccante, sia quando passa a fare l’interno di centrocampo. Ha delle movenze imprevedibili. (12’ st Guerini 6). Barcella 6.5 Molto pericoloso nei primi minuti dell’incontro, sfiora il gol più volte. All Esposito 6.5 Interessante l’idea di voler partire sempre da dietro. A parte qualche amnesia difensiva, ottima prova dei suoi. ARBITRO Chidano di Como 6.5 La partita è carica di gol e di emozioni, ma è disputata in maniera estremamente corretta dalle due squadre. Il direttore di gara, dunque, riesce a gestire nel migliore dei modi tutti gli episodi.

LE INTERVISTE

Il tecnico del Lecco, Mastrolonardo: «Considerato tutto e da quanto non si disputava una partita, sono molto contento della gara e di come hanno giocato i miei ragazzi. Siamo riusciti ad effettuare tutti i cambi e ogni giocatore ha risposto bene. Il match è un po’ una storia a sé, anche viste le particolari condizioni climatiche, caratterizzate da un forte vento. Abbiamo creato molto contro un’ottima squadra. Stiamo aspettando nuove indicazioni dalla federazione, anche se la tutela della salute viene prima di tutto. Ad ogni modo in base a ciò che verrà deciso, noi ci comporteremo di conseguenza, sperando di poter terminare il campionato cominciato qualche mese fa». [caption id="attachment_266115" align="alignnone" width="900"] Lecco-Albinoleffe Under 15 foto Mastrolonardo Mastrolonardo, allenatore del Lecco[/caption] L’allenatore dell’ Albinoleffe, Esposito: «Sono soddisfatto perché siamo riusciti a disputare delle gare contro altre società, dal punto di vista formativo possiamo intravedere nuovamente una parte di normalità. La valutazione del match in sé non è molto importante, ciò che contava era riprendere il sano senso di agonismo delle partite vere. Il nostro obiettivo è quello di proseguire con il percorso di crescita, anche se esso è più difficilmente raggiungibile senza incontri come quello odierno. Ringrazio i ragazzi per non essersi mai abbattuti in questo periodo di chiusura, e soprattutto la società per quello che ci sta permettendo di fare. Questo lo volevo sottolineare maggiormente». [caption id="attachment_266117" align="alignnone" width="900"] Lecco-Albinoleffe Under 15 foto Esposito Esposito, tecnico dell'Albinoleffe[/caption]
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400