Cerca

Under 15

Seregno - Renate: Monopoli sbanca, Arcieri fa centro: gli Spartans fanno due su due e rimangono in vetta

Un gol per tempo e una prova sontuosa: i ragazzi di Re consolidano il primato, superando agevolmente i nerazzurri, fragili e poco reattivi

Tommaso Arcieri, Seregno Under 15

Buona (anche) la seconda per il Seregno Under 15 di Re, che contro il Renate bissa il successo di Piacenza alla prima giornata. I piccoli Spartans vincono e soprattutto convincono imponendosi con un classico 2-0, British non solo per le dimensioni del risultato ma anche per l’intensità con cui la squadra ha meritato i tre punti e per la pioggia leggera ma costante a fare da cornice.
La partenza dei padroni di casa (virtuali perché si giocava a Biassono) è subito di quelle portentose con Belladonna a destra e Arcieri a sinistra che sfuggono ai loro marcatori e bussano già alla porta di Alfieri. Il gol che sblocca il match arriva da corner al 10’, proprio dopo un salvataggio già disperato della difesa sul tiro a botta sicura di Quaglio. Dalla bandierina Savino pesca perfettamente Monopoli che di testa insacca. Il gol non sveglia il Renate ma anzi dà fiducia e alimenta la propulsione offensiva del Seregno che con l’ottimo Fusco conclude due volte. Gli ospiti (salvo un isolato tentativo di Pellucchi) non trovano mai un break in grado di cambiare l’inerzia e seppur nei minuti conclusivi riescano a domare meglio le sortite avversarie, hanno ancora un paio di pericoli da sventare, entrambi con protagonista Arcieri. Il numero 11 al 29’ tira a lato da buona posizione e al 35’ lanciato a rete viene fermato dal bell’intervento di Aloe in ripiegamento. La ripresa vede qualche cambio tra le file dei nerazzurri con la linea offensiva quasi stravolta dal tecnico De Monte. I risultati si vedono principalmente per l’intensità e la caparbietà con le quali gli avanti del Renate provano a crearsi qualche chance ma, anche nella seconda frazione le occasioni migliori saranno tutte casalinghe. Morici, prima di lasciare il campo costringe all’uscita tempestiva il bravo Alfieri al 5’ e poco dopo, il suo sostituto Camerlengo, gira a rete ma debolmente dopo che una punizione tagliata di Savino aveva creato scompiglio nell’area piccola nerazzurra. Sono i prodromi della spinta decisiva che portano Arcieri, prima a costringere alla paratona Alfieri e, dopo tre minuti, al 26’ al gol del 2-0. Fusco ruba una palla a centrocampo e prova il filtrante in mezzo che Stagi devia sul proprio portiere, obbligandolo a un salvataggio inatteso. Sulla respinta il numero 11 è lesto e mette la palla nel sacco per la marcatura che toglie qualsiasi ambascia al Seregno. Per i Blu (in maglia bianca per l’occasione) tre punti meritatissimi che danno l’idea di una compagine attrezzata per arrivare nelle primissime posizioni. Per il Renate invece, qualche defezione importante ma prova troppo timida. L’ottimismo per la vittoria contro il Fiorenzuola alla prima viene rallentato e le Pantere saranno certamente chiamate a una gara gagliarda nel prossimo match contro la Giana.

IL TABELLINO

SEREGNO - RENATE 2-0
RETI: 10’ Monopoli (S), 26’ st Arcieri (S).
SEREGNO (4-3-1-2): Lissoni 6, Potenza 6.5, Zogno 6.5, Torelli 7, Monopoli 7, Fusco 7, Belladonna 7, Quaglio 6.5 (31’ st Gobbi s.v.), Morici 6.5 (13’ st Camerlengo 6), Savino 7 (25’ st Angiò 7), Arcieri 7.5. A disp: Lambrughi, Bamba, Campanella, Irrera, Sala, Tarabbia. All. Re 8.
RENATE (4-3-3): Alfieri 7, Scalzo 5.5 (21’ st Stagi 6), Zaffaroni 6.5 (21’ st Mariani 6.5), Aloe 6, Oleoni 6.5, Gornati 6.5, Ferrari 5.5 (33’ Valsecchi 6.5), Galimberti 6.5, Torri 6 (9’ st Rigamonti 6), Longoni 6 (1’ st Tessari 6.5), Pellucchi 6 (9’ st Serra 6.5). A disp: Norrito, Diana, Porro Lodi. All. De Monte 5.5.
ARBITRO: Panariello di Busto Arsizio 7.
ASSISTENTI: Barlocco e Marinoni di Busto Arsizio.
AMMONITI: Savino (S), Galimberti (R).

LE PAGELLE

SEREGNO
Lissoni 6
Ha pochissimo di cui occuparsi: una parata non difficile e un paio di uscite. Comunque all’erta. 
Potenza 6.5 Attento e concentrato nelle rare occasioni in cui è impegnato.
Zogno 6.5 Buone tracce offensive e difensivamente tiene, senza rischiare nulla.
Torelli 7 Tempismo e grinta nei suoi interventi.
Monopoli 7 Gioca in anticipo in difesa e anche.. in attacco, dove anticipa il suo marcatore per il gol su corner.
Fusco 7 Ruba diversi palloni, smistando bene il gioco. Motorino di qualità.
Belladonna 7 Accelerazioni importanti sulla destra che spesso creano scompiglio nella difesa del Renate.
Quaglio 7 Concentrato, presente e attento alle due fasi. (31’ st Gobbi s.v.).
Morici 6.5 Ci prova nel primo tempo ma ci riesce meglio nel quarto d’ora del secondo. Generoso.
13’ st Camerlengo 6 E’ bravo a smarcarsi, meno a finalizzare.
Savino 7 Ottimo piede, specie da calcio piazzato (suo l’assist per l’1-0). In generale ci mette fisico e qualità, promosso.
25’ st D’Angiò 7 Entra veramente bene nel match e in dieci minuti si costruisce due opportunità importanti.
Arcieri 7.5 Spinta costante sulla sinistra coronata dal gol. Le sue scorribande sono un pericolo continuo che il Renate non riesce mai ad arginare.
All. Re 8 Squadra pressoché perfetta. In partita dal primo all’ultimo minuto, i suoi concedono pochissimo e creano veramente tanto. Se lo standard è questo, le prospettive non possono essere che rosee.

RENATE
Alfieri 7 Impegnato costantemente, il suo lo dà. Copre bene lo specchio della porta, capitolando solo due volte ma le occasioni sventate sono diverse.
Scalzo 5.5 Soffre Arcieri a latita un po’ nel temperamento.
21’ st Stagi 6 Non va molto meglio per lui; riesce in qualche chiusura.
Zaffaroni 6.5  In una partita dove il reparto è sempre sotto pressione, riesce anche a spingere. Coraggioso.
21’ st Mariani 6.5 Compie un salvataggio, impattando complessivamente bene nel match.
Aloe 6 Qualche imprecisione c’è ma anche qualche recupero. Merita la sufficienza.
Oleoni 6.5 Leader difensivo che cerca di tenere sul pezzo il reparto. Combattivo.
Gornati 6.5 Pur iniziando sotto tono ha il merito di riprendersi, specie nel secondo tempo.
Ferrari 5.5 Evanescente davanti e sofferente dietro.
33’ Valsecchi 6.5 Aggiunge dinamismo e gamba a un centrocampo in difficoltà.
Galimberti 6.5 Nonostante il difficile avversario, fa intravedere una buona tecnica e una discreta presenza. Da rivedere comunque.
Torri 6 Sgomita, corre, ci prova sempre seppur l’assistenza non è delle migliori.
9’ st Rigamonti 6 Non si fa notare nel tabellino ma porta un po’ di dinamismo in attacco.
Longoni 6 Gioca discretamente qualche pallone.
1’ st Tessari 6.5 Crea spazi, favorendo complessivamente un secondo tempo migliore per l’attacco nerazzurro.
Pellucchi 6 Suo l’unico, vero tentativo del Renate nel primo tempo.
9’ st Serra 6.5 Buona corsa e qualche spunto notevole.
All. De Monte 5.5 Corregge, nel secondo tempo, un primo troppo deficitario. La squadra non affonda mai ma nel complesso patisce tanto.

LE INTERVISTE

Soddisfatto (e non potrebbe essere altrimenti) l’allenatore del Seregno Re non fa mistero della prova veramente importante dei suoi: «Prestazione spettacolare sotto tutti i punti di vista. Abbiamo finalizzato in campo una settimana dove ho visto tanto impegno da parte di tutti, sono strafelice di questi ragazzi». Parole che non hanno bisogno di molte specificazioni sul match e sull’inizio di stagione assai promettente della squadra. Spontaneo dunque già pensare al futuro e agli obiettivi che questo Seregno si pone. «Ragioniamo partita dopo partita, ricordiamo che la squadra nel complesso è nuova. A metà anno faremo un primo bilancio ma ora mi preoccupo più di dare un’impronta di gioco e i ragazzi mi stanno seguendo». Idee chiare e voglia di far bene dunque che lasciano ben sperare gli appassionati degli Spartans. Sull’altro versante troviamo schiettezza e fermezza. Il tecnico De Monte riconosce il K.O. senza alcuna attenuante: «Mi aspettavo di più. Abbiamo sofferto troppo la loro aggressività. Non siamo tarati per questo tipo di partite ma sulle seconde palle e sull’intensità dovevamo fare meglio». Il Renate visto in campo ha in effetti patito molto la fisicità del Seregno e l’allenatore delle Pantere sa che i suoi, sono più abituati a fare un altro tipo di match: «Noi cerchiamo sempre di giocare ma oggi gli avversari non ce lo hanno permesso. Dobbiamo imparare a essere più furbi e a saper controbattere sul piano dell’agonismo». Per i nerazzurri, i minuti migliori si sono visti nel secondo tempo, quando la linea offensiva è stata praticamente cambiata. A questo proposito De Monte ci confida un particolare importante: «Alcuni dei miei giocatori giocavano con dei tacchetti errati che non permettevano loro di stare bene in campo. I cambi sono stati anche fatti per questa ragione, che non si dovrà più ripetere». Infine sguardo in avanti e, come chiesto al collega agli obiettivi chiesti dalla società; la risposta è simile: «Non ci sono obiettivi di classifica dichiarati».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400