Cerca

Under 15

Giana Erminio-Renate: botta e risposta spettacolare tra Villa e De Monte, termina con un 3-3 in piena "zona Cesarini"

Apre la girandola di gol Tessari, Licifaro risponde alla mezz'ora. Biffi illude nel secondo tempo dal dischetto, ma nel finale Torri rimette le cose a posto

Filippo Tessari Renate Under 15

È un 3-3 pirotecnico quello tra Giana Erminio e Renate, con due squadre che hanno provato a vincerla fino alla fine. Al gol in apertura di Tessari, la Giana Erminio ha risposto alla mezz'ora con Licifaro. Poi botta e risposta tra Valerin e Mangiagalli nel giro di pochi minuti. Il rigore ad inizio secondo tempo di Biffi ha illuso la squadra di Villa, che si è fatta raggiungere però nei minuti finali dal neo entrato Torri.
Lo start. Inizio shock per i padroni di casa: Tessari è bravissimo, lesto ed intelligente a smarcarsi sul secondo palo dopo un ottimo cross di Valerin e battere l’estremo difensore locale Caforio con un colpo di testa sul secondo palo. Al 10’ sempre il Renate spinge sull’acceleratore alla ricerca del gol del pareggio, e da una fucilata da trenta metri di Gornati, Caforio vola e compie un vero e proprio miracolo: sulla respinta a porta praticamente vuota Valerin inciampa sui suoi piedi e non ribadisce in rete la palla del due a zero. Al 18’ la prima svolta del match: Masotti si fa male ed esce tra le braccia del massaggiatore, al suo posto entra Lucifaro che sarà bravo successivamente a farsi trovare pronto all’appuntamento con il gol, prima però Porro Lodi schiaccia la palla su un cross tagliato di Galimberti e De Nicolo salva in spaccata sulla riga. Il Renate schiaccia la Giana nella propria area di rigore e prima Tessari e poi Galimberti provano due missili, usciti a fin di palo. Gornati due minuti più tardi prende la mira e calcia all’incrocio: vola Caforio e Tessari non ribadisce in rete il raddoppio. Al 28’ arriva la beffa, dopo l’assedio del Renate a pareggiarla ci pensa Lucifaro, girando con un piattone dritto all’incrocio dei pali un cross dalla destra e riportando il match in parità. Il Renate non ci sta e Porro Lodi sale in cattedra: finta e cross al centro, sul quale Valerin effettua un sombrero sul diretto marcatore e batte scivolando con un destro di controbalzo Caforio per la seconda volta, facendo applaudire tutto lo stadio. Il primo tempo sembra finire sul risultato di vantaggio per gli ospiti, ma allo scadere Mangiagalli batte in mischia dopo una punizione Alfieri e trova di nuovo il 2-2 come un rapace.
La ripresa. Secondo tempo giocato a ritmi diversi: il 4-3-3 di De Monte inizia a sbandare e il 4-3-1-2 di Villa a ingranare terreno, nonostante siano sempre gli ospiti i più pericolosi Tessari ci riprova fin da subito con missili terra-aria che terminano di poco a lato. Valsecchi gira un destro al 10’ della ripresa che termina a lato per una questione di centimetri. Qualcosa però sta cambiando e lo si nota quando Biffi va giù in area guadagnando un calcio di rigore che lui stesso trasforma con un destro glaciale che termina alla destra di Caforio. Il Renate tenta allora per l’ennesima volta lo scossone, e sugli sviluppi di un calco d'angolo Gornati devia a lato da due passi divorandosi il gol del pareggio; poi il neo entrato Rigamonti prova una maledetta su punizione che non gira abbastanza. La Giana cerca di difendere il vantaggio con le unghie e con i denti affidandosi alle giocate del suo trequartista Biffi, bravo a crederci e provarci più volte dalla distanza, ma quando tutto sembra finire e la partita terminare sul 3-2, in piena zona Cesarini il neo entrato Torri si inventa un eurogol schiacciando di testa la palla del 3-3 con un incornata da giocatore vero. Risultato che rimarrà tale fino al triplice fischio: due punti guadagnati per la Giana Erminio e due persi per il Renate, visto ciò che le due squadre hanno dimostrato in campo durante l’arco dei novanta minuti.

 IL TABELLINO

GIANA ERMINIO-RENATE 3-3
RETI: 3' Tessari (R), 28' Lucifaro (G), 34' Valerin (R), 36' Mangiagalli (G), 9' st rig. Biffi (G), 39' st Torri (R).
GIANA ERMINIO (4-3-1-2): Caforio 6, Passoni 6.5, Massini 6.5, Mangiagalli 7, Triberti 6.5 (25' st Anice sv), De Nicolo 6.5, Brambilla 6.5, Andreoni 6.5 (21' st Zerla Di Gennaro 6), Masotti 6.5 (15' Lucifaro 7.5), Biffi 7.5, Pascale 7. A disp. Sala, Sandre, Gatti, Muntoni, Monella, Turdo. All. Villa 7.
RENATE (4-3-3): Alfieri 7, Mariani 6.5, Zaffaroni 6.5 (1' st Mandelli sv, 13' st Pellucchi 6), Gornati 6.5, Oleoni 7.5, Aloe 7, Valsecchi 6.5 (13' st Ferrari 6.5), Galimberti 6.5 (25' st Diana sv), Tessari 6.5 (13' st Rigamonti 6), Valerin 7 (25' st Torri 7), Porro Lodi 6.5 (9' st Longoni 6.5). A disp. Di Blasi, Ben Ahmed. All. De Monte 7.
ARBITRO: Sacchi di Lecco  5.5.
ASSISTENTI: Calini di Legnano  e Rizza di Legnano.
AMMONITO: 15’ st Gornati (R).

LE PAGELLE

GIANA ERMINIO
Caforio 6 Gara complicata, viene graziato sulle respinte da Valerin e Tessari.
Passoni 6.5 Argina come può Valerin e Porro Lodi, un compito non facile chiuderli sulla fascia.
Massini 6.5 Partita in cui abbina qualità e quantità proponendosi anche in fase offensiva.
Mangiagalli 7 Ci prova più volte da lontano, bravissimo a deviare il 2-2 in mischia.
Triberti 6.5 Raddoppia tutte le volte la marcatura con De Nicolo, bravissimo a non farsi scappare i marcatori se non su calcio d’angolo. (25' st Anice sv).
De Nicolo 6.5 Salva sulla riga più di un tentativo ospite, un intervento nel primo tempo che vale come un gol.
Brambilla 6.5 Ci prova spesso dalla distanza impensierendo il portiere ospite.
Andreoni 6.5 Diagonali da fuori che gli valgono la piena sufficienza.
21' st Zerla Di Gennaro 6 Entra ed effettua al meglio i compiti richiesti dal tecnico Villa.
Masotti 6.5 I primi venti minuti tiene alti e svegli i suoi, poi viene sostituito sul più bello.
15' Lucifaro 7.5 Entra e gira all’incrocio un destro che gli vale il voto di migliore in campo tra i suoi.
Biffi 7.5 Trequartista dotato di grande tecnica, si rende protagonista del match sin dal primo minuto.
Pascale 7 Ci prova con tiri a rientrare che non girano mai abbastanza: sempre propositivo.
All. Villa 7 Ridisegna i suoi nel secondo tempo, mantenendo però equilibrio.

RENATE
Alfieri 7 Vola più di una volta per evitare la beffa, è incolpevole sui tre gol, uno dei quali avvenuto da calcio di rigore.
Mariani 6.5 Spinge ed è sempre propositivo per gli interi 90 minuti.
Zaffaroni 6.5 Fino al cambio è propositivo e arrembante, sfiora anche il gol. (1' st Mandelli sv).
13' st Pellucchi 6 Entra e copre al meglio sui tanti lanci lunghi della Giana.
Gornati 6.5 Salta su qualche corner sfiorando il gol del raddoppio, i suoi tentativi da lontano fanno la barba al palo.
Oleoni 7.5 Insieme ad Aloe compie movimenti da giocatore vero, un elastico bellissimo.
Aloe 7 Diga difensiva, dalle sue parti non passa niente e nessuno.
Valsecchi 6.5 Tra i tre di centrocampo è il più propositivo, bravo a sfiorare più di una volta il gol.
13' st Ferrari 6.5 Entra e si inserisce più volte alle spalle della difesa avversaria.
Galimberti 6.5 Centrocampista che abbina quantità e qualità alla manovra: superbo. (25' st Diana sv).
Tessari 6.5 Si inserisce sempre con i tempi giusti, bravissimo a deviare i vari cross di testa trovando anche il gol.
13' st Rigamonti 6 Entra e non è tra i migliori, protegge però bene il pallone e fa rifiatare i suoi.
Valerin 7 Giocatore di categoria superiore, ne sbaglia davvero poche.
25' st Torri 7 Incornata sul 3-3 che spacca la porta: bomber d’area di rigore.
Porro Lodi 6.5 Propositivo, lotta e fornisce vari assist ai compagni.
9' st Longoni 6.5 Entra e tiene alti i suoi difendendo la palla e guadagnando falli.
All. De Monte 7 Propone un 4-3-3 ricco di idee, e alla fine riesce ad agguantare il pari.

ARBITRO
Sacchi di Lecco 5.5 Assegna il rigore per la Giana senza ripensarci due volte, ma i dubbi rimangono.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vergari73

    18 Ottobre 2021 - 09:30

    Nel Giana Caforio e Triberti sono stati sostituiti da Sala e Muntoni

    Report

    Rispondi