Cerca

Under 15 Serie C

Piacenza-Lecco: Silvestri in extremis agguanta il pari, ma sfuma il titolo di campione d'inverno per Cristiano

Pirisi apre le danze al 3', ma poi i biancorossi con Curti e Velardi ribaltano il match, prima della beffa del 2-2 nel finale

Andrea Borserio Gaggi e Leonardo Pirisi (Lecco)

Andrea Borserio Gaggi e Leonardo Pirisi (oggi in gol per la settima volta in stagione) del Lecco

Dopo tre vittorie consecutive si arresta la corsa verso il primo posto del Lecco di Giovanni Cristiano, che pareggia 2-2 sul campo del Piacenza nel recupero della nona giornata di campionato e chiude al secondo posto il girone di andata, ad un solo punto dalla capolista Pro Sesto. Sfuma così il titolo di campione d'inverno, in una classifica che si fa sempre più corta e con un girone di ritorno tutto da giocare. A sbloccare la partita, dopo soli 3 minuti ci pensa il solito Leonardo Pirisi con la sua zuccata vincente (arrivato al suo settimo gol in campionato, sempre più bomber bluceleste), ma la reazione biancorossa non si fa attendere, e al 10' ci pensa Pietro Curti a ristabilire la parità con un super calcio di punizione che s'infila sotto l'incrocio. Poi, è nella ripresa che le due squadre si scatenano. E il Piacenza ribalta la partita portandosi in vantaggio con il colpo di testa in mischia di Mattia Velardi. Sembra finita qui ma così non è, perché il neo entrato Mattia Silvestri a sette minuti dalla fine trova il gol del pareggio in tap-in in area di rigore, dopo la punizione di Borserio Gaggi: gol che vale un punto e soprattutto l'imbattibilità.

Botta e risposta. Pronti, partenza, via ed è subito gol: al 3' la squadra di Giovanni Cristiano si porta già in vantaggio, grazie al gol numero sette in questo campionato di Leonardo Pirisi: cross di Francesco Purita e stacco in area di rigore pazzesco di Leonardo Pirisi, con la palla che s'infila nell'angolino; lì dove Muzio non può proprio arrivarci. La reazione del Piacenza non si fa attendere però, e al 10' i biancorossi ristabiliscono la parità: calcio di punizione di Pietro Curti sotto l'incrocio, traversa e gol. Anche qui, come per Muzio, l'estremo difensore del Lecco Constant non può nulla. Sono gli unici due gol del primo tempo ma non le uniche occasioni, perché il Lecco risponde colpo su colpo e potrebbe, in più situazioni, cercare la via del gol del sorpasso. Ma la mancanza di lucidità sotto porta e le scelte sbagliate nell'ultimo passaggio non giocano a favore della squadra di Cristiano, che va così all'intervallo sul risultato di 1-1.

Silvestri in extremis. Al rientro dagli spogliatoi Cristiano decide di effettuare subito una sostituzione, inserendo Federico Fochesato al posto di Mario Artese. Risponde Bertolini con due sostituzioni: dentro Parmesani e Monterelli e fuori Serdani e Riboni. Dopo un primo quarto d'ora di gioco dove sostanzialmente non accade nulla di eclatante, è al 18' che la gara si riaccende, con il gol del sorpasso del Piacenza firmato Mattia Velardi: su un cross in area di rigore di Rossi la difesa del Lecco si fa sorprendere, e il numero 10 piacentino anticipa tutti di testa spedendo in rete: rimonta completata. Sembra una doccia freddo per gli ospiti, che invece non soffrono psicologicamente il gol dello svantaggio e al 28' agguantano il match con il neo entrato Mattia Silvestri. Sul fortissimo tiro di Borserio Gaggi direttamente da calcio di punizione al limite dell'area di rigore Muzio non trattiene, e per Silvestri è un gioco da ragazzi buttarla dentro, con un gol che vale oro. Negli ultimi minuti la pressione bluceleste aumenta, e solo un miracolo del numero 1 biancorosso salva il risultato, su un tiro all'angolino di Pirisi. Non accade altro, e le due squadre chiudono il loro 2021 con un pareggio che forse accontenta più il Piacenza del Lecco.

IL TABELLINO

PIACENZA-LECCO 2-2
RETI (0-1, 2-1, 2-2): 3' Pirisi (L), 10' Curti Pietro (P), 18' st Velardi (P), 28' st Silvestri (L).
PIACENZA (4-3-3): Muzio 7, Serdani 6 (1' st Parmesani 6), Granata 6, Maserati 6, Costantini 6.5, Delmiglio 6.5, Curti Pietro 7, Rossi 6.5 (20' st Ciotola 6.5), Macchitella 6.5 (16' st D'Angelo 6.5), Velardi 7, Riboni 6 (1' st Montebelli 6). A disp. Bianchi, Amon, Fichera Riccardo, Magistrali, Savoretti. All. Bertolini 7.
LECCO (4-3-3): Constant 6, Zagari 6.5 (10' st Silvestri 7.5), Colantonio 6.5 (32' st Zucca sv), Nocito 7.5, Parizzi 7.5, Gramegna 6.5, Artese 6 (1' st Fochesato 6.5), Meleddu 6 (20' st Bandini 6), Pirisi 7.5, Purita 7, Borserio Gaggi. A disp. Zadek, Mugambe, Putti, Bettini, Maglia. All. Cristiano 6.5.
ARBITRO: Gippetto di Reggio Emilia 6.
ASSISTENTI: Manfrè di Piacenza e Stafa di Piacenza.
AMMONITI: Montebelli (P), Silvestri (L).

LE INTERVISTE

Soddisfazione per il pareggio conquistato per Francesco Bertolini del Piacenza a fine gara: «È stata una partita giocata con molta agonismo, loro sono una squadra molto spigolosa e non facile da affrontare. Noi abbiamo difeso molto bene e siamo stati bravi nelle ripartenze, anche se potevamo fare meglio. È sicuramente un punto che ci siamo guadagnati. Chiudiamo il girone di andata molto bene secondo me».

È contento anche il tecnico del Lecco Giovanni Cristiano, che analizza così la prestazione della sua squadra, facendo anche un bilancio sul girone di andata appena concluso: «Abbiamo pareggiato 2-2, ma la partita è stata dominata da noi per lunghi tratti e nel finale potevamo anche vincerla. Peccato non esser riusciti a vincere, perché è sfumato il titolo di campioni d'inverno, ma chiudiamo comunque il girone di andata al secondo posto. E sinceramente non l'avrei mai detto ad inizio stagione. Stiamo andando oltre le nostre aspettative e sono contento perché ogni domenica proviamo a giocarcela sempre con tutti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400