Cerca

Under 15 Serie C

Ronzier è infallibile, la Pro Vercelli supera l'Avellino con due rigori

L'andata degli ottavi di finale sorride ai piemontesi: decisivo anche il portiere Ghisleri

Pro Vercelli Under 15

Emanuele Megna, Alessandro Ghisleri e Roberto Ronzier: i tre protagonisti della vittoria della Pro Vercelli sull'Avellino

Il Leone azzanna il Lupo. Termina 2-1 per la Pro Vercelli la gara d'andata degli ottavi di finale di playoff Under 15. Tra sette giorni si va ad Avellino per cercare di completare l'opera. Match completamente deciso dai calci di rigore, due per parte e calciati dagli stessi rigoristi. Doppietta di Ronzier per i bianchi, sigillo di De Michele per gli irpini. Sugli scudi anche il portiere dei padroni di casa Ghisleri capace di ipnotizzare il numero 10 dei campani proprio sull'ultima palla giocabile della prima frazione.

RONZIER DAL DISCHETTO

Un sorpasso in stile Verstappen ai danni di Hamilton all'ultima curva dell'ultimo Gran Premio. Questa l'impresa della Pro Vercelli che supera il Renate nello scontro diretto all'ultima giornata e si aggiudica l'accesso alla fase finale come seconda in classifica. Un campionato intero passato a rincorrere la squadra lombarda prima dello stupendo epilogo finale. Ora però l'attenzione non deve calare per la squadra in maglia bianca e deve concentrarsi sul primo atto degli ottavi di finale di playoff. All'Ardissone arriva l'Avellino, una squadra molto forte che ha vinto il suo girone con due punti di vantaggio sulla seconda (Pescara) e soprattutto fisica tanto che le ultime 12 reti della squadra irpina sono state segnate su palla inattiva. Leardi lo sa benissimo e tutta la settimana ha studiato la squadra in maglia biancoverde. Due squadre veramente forti e un ritmo forsennato fin dalle prime battute con rapidi capovolgimenti di fronte. La prima chance all'11' con una bella giocata personale di Foti, che supera Urciuoli e la mette in mezzo per l'inserimento di Caporale il quale la tocca con la punta ma bello il tuffo di Castiglio a mettere in angolo. Qualche istante dopo bella giocata di De Michele che va a contendere la sfera a capitan Borghi; prima c'è il fallo dell'attaccante sul capitano, poi è il difensore ai confini dell'area di rigore a intervenire sul 10 ma in entrambi i casi il direttore di gara sorvola l'episodio senza concedere il rigore. Proprio all'ultimo giro di lancette del tempo regolamentare Caporale va a puntare Mancini ed è punizione dalla destra. Va Baù e Megna viene atterrato da Cretella ed è rigore: sul dischetto va Ronzier, che rimane freddo e segna l'1-0. Neanche il tempo di esultare e De Michele si prende in mano la squadra e porta a spasso palla, entra in area dalla sinistra e cade sul contatto leggero con Stacchino ed è rigore anche per i lupi. Dal dischetto va lo stesso 10 e Ghisleri lo ipnotizza respingendo: finisce 1-0 una bellissima prima frazione.

BOTTA E RISPOSTA

Pronti via nella ripresa e Lanzone entra in area e viene a contatto con Demo ed è nuovamente rigore: ancora De Michele dal dischetto e stavolta spiazza Ghisleri per il gol del pareggio (2'). Momento favorevole all'Avellino con qualunque squadra, che si sarebbe seduta col morale a terra dopo il gol subito in principio. La Pro, invece, mostra il suo spirito leonino che l'ha sempre contraddistinta e si riversa nella metà campo opposta. Al 6' ancora Megna entra in area di rigore e viene sgambettato da Cretella. Dal dischetto ancora Ronzier, che mira l'angolo alla destra di Castiglio e la mette a fil di palo per il nuovo vantaggio. Il match è ancora molto vivo e ricco di colpi di scena. Prima l'Avellino con una punizione di De Michele alta (15') e poi 180 secondi dopo su corner di Baù, Demo sale di testa e la mette di poco alta. Nel finale la Pro avrebbe anche, in contropiede, l'opportunità di chiudere la partita con un'azione a cambiare lato da destra a sinistra con ultimo tocco di Pigato per la rasoiata in diagonale di Bassi e palla sul fondo. Nei minuti di recupero non succede nulla e la gara va in archivio sul punteggio di 2-1 per la Pro, ma per il verdetto finale si decide tutto tra sette giorni in terra campana.

IL TABELLINO

PRO VERCELLI-AVELLINO 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 36' rig. Ronzier (P), 2' st rig. De Michele (A), 6' st rig. Ronzier (P).
PRO VERCELLI (4-3-3): Ghisleri 7.5, Bassi 6.5, Stacchino 6, Megna E. 7, Borghi 6 (24' st Matella sv), Demo 6, Baù 6.5, Ronzier 8 (35' st Megna C. sv), Pigato 6, Foti 6.5, Caporale 6.5 (24' st Corsi sv). A disp. Lopes, Bologna, Sinani, Di Gioia, Osenga, Mudaro. All. Leardi 6.5.
AVELLINO (4-2-3-1): Castiglio 6.5, Urciuoli 6.5, Mancini 5.5 (30' st Caradonna sv), De Rosa 6.5, De Ciccio 6.5, Cretella 5.5 (30' st Albanese sv), Lanzone 6.5, Giunto 6, D'Onofrio 6 (30' st Turco sv), De Michele 7, Chipak 5.5 (16' st Napolitano 5.5). A disp. Pizzella, Bianco, D'Alessandro, Aloisi, Barbarisi. All. Pugliese 5.5.
ARBITRO: Carsenzuola di Legnano 6.
ASSISTENTI: Gardini di Novara e Mancin di Novara.
AMMONITI: Napolitano (A), Castiglio (A), Demo (P), Borghi (P).

LE PAGELLE

PRO VERCELLI
Ghisleri 7.5 Sull'episodio finale della prima frazione respinge a De Michele il rigore del possibile pareggio.
Bassi 6.5 Lanzone si dimostra un avversario tosto ma alla fine lo tiene alla grande e nel finale ha anche l'opportunità di chiudere la partita.
Stacchino 6 È lui a commettere il fallo da rigore sull'ultima occasione della prima frazione: unica sbavatura in una gara discreta.
Megna E. 7 Si guadagna entrambi i calci di rigore dimostrando sia capacità aeree che a palla a terra.
Borghi 6 Non in perfette condizioni fisiche ma se la cava lo stesso. (24' st Matella sv).
Demo 6 Causa il secondo rigore dell'Avellino entrando con troppa irruenza, ma la sua prestazione è comunue positiva.
Baù 6.5 Una grande padronanza in mezzo al campo e perfette le sue parabole sui piazzati.
Ronzier 8 Si dimostra glaciale dal dischetto indirizzando la doppia sfida all'Avellino e segna una doppietta. (35' st Megna C. sv).
Pigato 6 Gioca tanto per la squadra e spalle alla porta. Nel finale segna anche ma in fuorigioco.
Foti 6.5 In principio di partita sembra imprendibile e la Pro vive delle sue giocate.
Caporale 6.5 Bellissimi i suoi tagli da destra verso l'interno ed è lui a procurarsi la punizione dalla quale nasce il primo rigore. (24' st Corsi sv).
All. Leardi 6.5 Studia bene l'avversario durante la settimana e prepara una partita quasi perfetta. Ora bisogna completare l'opera. La sua squadra dimostra ancora una volta di essere una delle grandi del campionato.

AVELLINO
Castiglio 6.5
Una bella parata a inizio partita poi si deve inchinare sui due rigori.
Urciuoli 6.5 Tenere Foti non è facile e lui prova a contenerlo in qualche modo. Si esalta nelle tante corse in avanti.
Mancini 5.5 È lui a commettere il fallo dalla quale nasce la punizione del primo rigore della partita. (30' st Caradonna sv).
De Rosa 6.5 Una buona gara al centro della difesa in marcatura su Pigato.
De Ciccio 6.5 Tiene sempre gli attaccanti avversari girati spalle alla porta e comanda bene la difesa.
Cretella 5.5 È lui a commettere i due falli da rigore. (30' st Albanese sv).
Lanzone 6.5 Una furia sulla destra e si guadagna il secondo rigore di giornata poiché dimostra di crederci su ogni pallone.
Giunto 6 Conquista molte seconde palle in mediana.
D'Onofrio 6 Ben contenuto ma apprezzabile comunque l'impegno. (30' st Turco sv).
De Michele 7 Il migliore della squadra e dei 22 in campo. Parte da sinistra ma svaria sempre il fronte cercando lo spazio libero e ogni qual volta è in possesso crea sempre qualcosa di pericoloso. Prima fallisce il rigore poi da vero campione si riscatta e segna l'altro.
Chipak 5.5 Ben oscurato dalla Pro Vercelli non riesce mai ad accendersi.
16' st Napolitano 5.5 Entra in campo con un nervosismo inspiegabile e rimedia un giallo evitabilissimo.
All. Pugliese 5.5 Una frase ingiuriosa nei confronti del direttore di gara, forse derivata dal momento di tensione agonistica. Il doppio confronto è ancora completamente aperto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400