Cerca

Under 15 Serie C

Lorusso come Shevchenko, De Giosa come Buffon, aggiungi un palo ed è beffa Pro Vercelli

Un tiro-cross dell'attaccante pugliese beffa Ghisleri. Alla Pro serve un'impresa per la remuntada al ritorno

Lorusso come Shevchenko, De Giosa come Buffon, aggiungi un palo ed è beffa Pro Vercelli

Lorusso come Shevchenko, De Giosa come Buffon: il Bari si aggiudica il primo round della semifinale Under 15

Termina con la vittoria del Bari il primo atto della semifinale nazionale di Under 15 di Serie C. Una Pro Vercelli vogliosa e anche sfortunata, soprattutto nella prima frazione (palo di Caporale), cade a domicilio e ora per raggiungere la finale bisogna scalare una montagna. Match deciso comunque nella seconda parte di gara prima dalla super parata di De Giosa su una conclusione volante di Foti e poi al 27' da un tiro-cross di Lorusso in stile Shevchenko contro Buffon. Per il ritorno a Bari servirà un'impresa da leoni per la Pro Vercelli.

IL PALO DI CAPORALE A un passo dal sogno. La Pro Vercelli 2007 di mister Leardi è arrivata in sordina ma con una filosofia di gioco spettacolare, alla semifinale. Anche l'avversario si alza di livello: all'Ardissone arriva il Bari. Squadre che decidono di non risparmiarsi fin dalle prime battute e dopo pochi secondi Caporale scappa a sinistra, si accentra e calcia verso l'incrocio: gran volo di De Giosa a mettere in angolo. Il Bari ribatte colpo su colpo soprattutto sfruttando le ripartenze da sinistra. La squadra di Anaclerio sembra molto pungente sul versante di sinistra dove i pugliesi sfruttano le sovrapposizioni di De Pinto. Il terzino parte nei 4 di difesa, ma in fa se offensiva diventa l'uomo in più. Mister Leardi se ne accorge e passa subito ai ripari trovando le contromisure. La Pro muove il gioco bene da sinistra a destra del campo e al 17' cross dalla sinistra di Baudo sul secondo palo, De Pinto legge male la traiettoria e si fa recuperare da Cristian Megna, il quale la mette in mezzo per il destro in girata di Caporale e palla sul palo esterno e sul fondo. Fa anche molto caldo e le due squadre si avviano al cooling-break. I Leoncini cercano la via della rete e alla mezz'ora provano a snaturare anche il gioco palla a a terra provando un lancio lungo per la sponda di Baudo e destro di Caporale abbondantemente sulla sinistra dell'estremo difensore dei galletti.

SUL FILO DELL'EQUILIBRIO Stessi 22 al rientro dagli spogliatoi e stavolta ad attaccare fin dalle prime battute è il Bari, che tenta anche la prima battuta verso la rete. Al 2' palla vagante ai 20 metri e D'Elia di controbalzo sfiora l'angolo alla destra di Ghisleri. Qualche istante dopo conclusione a giro di Dimola e salvataggio sulla linea di testa di Grillini poi la difesa libera. Iniziano anche i cambi e mister Leardi passa al 4-4-2 con l'ingresso di Pigato al fianco di Caporale. Al 14' giro palla molto rischioso, con Demo che perde palla davanti alla difesa da ultimo uomo sulla pressione di Lorusso, che ruba palla e si presenta a tu per tu con Ghisleri. Il portiere rimane in piedi fino all'ultimo e ipnotizza l'esterno offensivo pugliese.

GOL SBAGLIATO GOL SUBITO Cooling break e Pro Vercelli all'arrembaggio con un cross dalla destra di Baudo sul secondo palo per Pigato, che viene anticipato dalla diagonale di Campanelli e sfera che termina sul destro di Foti, il quale con un gesto tecnico fantastico, trova una risposta esagerata di De Giosa in angolo. La gara sembra avviarsi così sul risultato di partenza ma deve ancora riservare il colpo di scena. Al 27' ci prova il Bari: cross sbagliato dalla destra di Lorusso, che si trasforma in una traiettoria superba, che s'insacca nel sette opposto e Bari in vantaggio. Quattro minuti alla fine e quattro anche di recupero, nella quale prevalgono le classiche sostituzioni per perdere tempo della squadra di Anaclerio. Nei pochi scampoli in cui si gioca, al 38' Foti scappa a sinistra e la mette per Caporale, che di testa tocca il pallone per indirizzare la sfera di quel tanto che basta sul secondo palo. Il piazzato si trasforma in una sponda ma ancora una volta De Giosa si allunga e blocca la sfera. Finisce così con una vittoria per il Bari, e per raggiungere la finale i Leoncini devono vincere 2 a 0, ma in casa Pro c'è ottimismo e uno spirito combattivo già dal fischio finale.


IL TABELLINO

Pro Vercelli-Bari 0-1

RETI: 27' st Lorusso (B).

PRO VERCELLI (4-3-3): Ghisleri 6.5, Matella 7, Demo 6, Megna E. 6.5 (32' st Corsi sv), Borghi 6.5, Grillini 7 (6' st Stacchino 6.5), Baudo 7, Ronzier 6.5 (11' st Pigato 6), Caporale 7, Foti 7, Megna Christian 6 (11' st Baù 6). A disp. Lopes, Osenga, Bologna, Bassi, Mudaro. All. Leardi 7.

BARI (4-2-3-1): De Giosa 8, Campanelli 6, De Pinto 6, Minoia 6.5, Sassarini 6, D'Elia 6.5, Lorusso 6.5 (37' st Di Gioia sv), Palumbo 6.5, Labianca 6 (31' st Civita sv), Buonsante 6 (37' st Laggiard sv), Dimola 6.5 (37' st Suriano sv). A disp. Di Toma, Liso, Pisani, Perrino, D'Ambrogio. All. Anaclerio 7.

ARBITRO: Santinelli di Bergamo 7.

ASSISTENTI: Mititelu di Torino e Galasso di Torino.

AMMONITI: Campanelli (B), Grillini (P).

LE PAGELLE

PRO VERCELLI

Ghisleri 6.5 Tante belle uscite e una parata importante nell'uno contro uno con Lorusso. Subisce un gol beffardo nella quale sembra leggere male la traiettoria.

Matella 7 Gioca su entrambe le fasce da terzino in maniera egregia.

Demo 6 Rischia di commettere il pasticcio quando perde palla davanti alla propria area di rigore.

E. Megna 6.5 Svolge il suo compito in mezzo al campo senza strafare.

Borghi 6.5 Buona concentrazione al centro della difesa e il suo avversario non ha spazio.

Grillini 7 Dopo l'ammonizione sembra timido anche se il salvataggio sulla linea vale quanto un gol.

6' st Stacchino 6.5 Entra e si piazza a destra. Bene in difesa, meno quando spinge in avanti.

Baudo 7 Parte a sinistra e poi si sposta a destra fungendo da spina nel fianco.

Ronzier 6.5 Tutti i palloni passano da lui. A volte rischia un po' troppo.

11' st Pigato 6 Entra per dare una mano a Caporale ma finisce nella trappola difensiva bianco-rossa.

Caporale 7 Subito protagonista fin dalle prime battute del match. Molte sponde e molto lavoro per la squadra.

Foti 7 La sua partita si racchiude al minuto 25 della ripresa. Destro con una coordinazione perfetta e indirizzato alla grande, che trova un miracolo del portiere barese.

C. Megna 6 Un po' spento e pigro nel ripiegare difensivamente.

11' st Baù 6 Non offre l'apporto sperato dal suo allenatore.

All. Leardi 7 La sua squadra parte forte e domina a livello di gioco e di azioni la prima frazione. Nella ripresa il Bari trova le contromisure e lui cerca di aprire la scatola cambiando modulo e passando al 4-4-2- Capacità di leggere la partita ma sconfitta immeritata.

BARI

De Giosa 8 Fin dall'inizio dimostra grande capacità compiendo una bella parata. Il miracolo di giornata lo tira fuori al 25' della ripresa su una girata di Foti: irreale e illegale.

Campanelli 6 Bene nelle diagonali ma va in difficoltà negli uno contro uno.

De Pinto 6 Tanti errori in fase difensiva, mentre sfrutta la velocità in sovrapposizione.

Minoia 6.5 Tiene sempre il suo avversario girato spalle alla porta.

Sassarini 6 Comanda bene la difesa grazie alla sua padronanza.

D'Elia 6.5 Spezza molto il gioco in mezzo al campo e quando ha la possibilità calcia.

Lorusso 6.5 Segna un gol fortunoso ma ne sbaglia invece uno incredibile.

Palumbo 6.5 Mette ordine nella squadra e tiene i reparti sempre corti.

La Banca 6 Non ha occasioni causa il poco spazio ma l'impegno è sotto gli occhi di tutti.

Buonsante 6 Accentra spesso il gioco ma potrebbe fare di più. 

Dimola 6.5 Sfiora prima il gol ma il tiro viene salvato sulla linea. Un mancino comunque unico e magico.

All. Anaclerio 7 Tiene una squadra corta e compatta. L'intento è quello di sfruttare le ripartenze e trova un risultato molto meglio di quello che si aspettava. Tra sette giorni c'è da completare l'opera.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400