Cerca

Under 15 Serie C

Il diamante classe 2008 va nei prof: c'è la firma con una big bergamasca, bruciate Como e Lecco

Christian Buzzerio lascia l'Enotria e giocherà all'Albinoleffe

Christian Buzzerio

UNDER 15 ALBINOLEFFE: Christian Buzzerio, ex Enotria e da oggi rinforzo per l'Albinoleffe

Albinoleffe, Como o Lecco? È stato questo il dilemma in casa Buzzerio, il dubbio amletico che ha accompagnato colazioni, pranzi e cene in questa torrida estate meneghina. Nella mattinata di ieri, giovedì 14 luglio, è stata messa la parola fine al toto-futuro di Christian, giovane calciatore classe 2008: sarà un giocatore dell'Albinoleffe. Superata dunque la concorrenza di Como e soprattutto Lecco, due realtà che avrebbero fatto carte false per assicurarsi il talento ex Enotria. Come del resto hanno fatto i blues bergamaschi, che grazie alla firma di ieri mattina all'Albinoleffe Stadium hanno arricchito di un elemento di assoluto spessore la rosa dell'Under 15, pronta ad affrontare da protagonista il campionato Nazionale di Serie C. «Sono davvero soddisfatto - ha dichiarato Buzzerio subito dopo la firma - perché si realizza un sogno che avevo da diverso tempo, ovvero quello di andare a giocare nei professionisti».

LA CARRIERA DI CHRISTIAN BUZZERIO

  • ORATORIO SAN LUIGI
  • CIMIANO
  • ENOTRIA
  • ALBINOLEFFE

PAROLE

Il biglietto da visita con il quale Christian si è presentato davanti alla porta dell'Albinoleffe non è affatto male: 25 presenze arricchite anche da un gol, quest'ultimo messo a segno nei playoff di Under 14 contro la Speranza Agrate. Numeri tutto sommato normali, se non fosse per le 18 presenze collezionate da sotto età con l'Under 15 Élite: 16 in regular season e due nelle fasi finali, rispettivamente ai quarti contro l'Ausonia e in semifinale - poi persa nella doppia sfida - contro l'Alcione. «Non nego che sia stata un'annata per me molto impegnativa - ha dichiarato il classe 2008 - perché non è mai facile gestire un doppio impegno come ho fatto io. Tuttavia sono convinto che questa sia stata la mia migliore annata di sempre: l'impegno e l'abnegazione hanno dato i propri frutti». Alle prestazioni da incorniciare con la maglia dell'Enotria sono seguite poi quelle con la Rappresentativa Regionale, le quali hanno tolto ogni dubbio: Christian Buzzerio è pronto per il grande salto e la chiamata più convincente, come detto, è stata quella dell'Albinoleffe. Un allenamento e una partitella: tanto è bastato per convincere i bergamaschi, che dalla prossima stagione avranno un centrale difensivo in più.

ASPETTATIVE

«Cosa mi aspetto da questa nuova avventura? Sicuramente di migliorare ancora di più per continuare a fare meglio. Inoltre - precisa Buzzerio - sono convinto che mi troverò bene. In poche parole sono pronto e non vedo l'ora di iniziare». Quella blues sarà la quarta maglia indossata da Christian: oltre quella dell'Enotria vanta un passato tra i cugini del Cimiano, senza dimenticare poi i primi calci al pallone dati all'oratorio San Luigi di Peschiera Borromeo. Proprio quest'ultima rappresenta l'inizio della sua scalata verso il professionismo: sensazionale, intensa, complessa, alle volte estenuante ma decisamente spettacolare. Pensare che all'inizio di questo straordinario viaggio il ruolo di Buzzerio fosse quello di centravanti fa un certo effetto, ma è proprio così. I primi anni al San Luigi e al Cimiano li ha infatti giocati da centravanti, a dire il vero anche con ottimi risultati. L'arretramento in difesa è avvenuto in maglia Enotria, come racconta lo stesso Christian: «Ricordo che in una partita mancavano difensori, così scelsero me. Giocai davvero molto bene, forse ancora oggi una delle prestazioni migliori da quando ho iniziato. Da quel momento non mi sono più spostato».

I NUMERI DI CHRISTIAN BUZZERIO

  • PRESENZE: 25
  • MINUTI: 1173
  • GOL: 1
  • MEDIA VOTO: 6.7

FUTURO

Colpo di genio o semplicemente fortuna? Difficile dirlo, fatto sta che oggi ci ritroviamo a parlare di un centrale difensivo completo e soprattutto moderno. La sua forza si basa innanzitutto sulla personalità, un elemento chiave per uno che punta a diventare un calciatore. Senza però dimenticare altri due aspetti, forse ancora più importanti: il talento e la fisicità. Il primo l'ha coltivato di anno in anno ed ancora oggi può vantare ampi margini di miglioramento, la seconda - soprattutto da settembre ad oggi - ha contribuito a renderlo quasi insuperabile sia nel gioco aereo che nei contrasti. Ciò che salta maggiormente all'occhio è la sua evoluzione da un anno a questa parte, e se pensiamo che tutto questo è solo l'inizio ci sono tutte le carte in regola per vederne delle belle da qui ai prossimi anni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400