Cerca

Bosto-Torino Club Under 15 Varese: basta Wadiyarallage e Chiauzzi festeggia all'esordio

Wadiyarallage Thisara Pietro

Bosto Torino Club Wadiyarallage Pietro

Efficacia e cinismo. Sono queste le parole che meglio riassumono la prestazione del Torino Club contro i padroni di casa del Bosto. All'esordio stagionale le squadre sono molto tese, in palio ci sono i primi 3 punti dell'anno. A lungo andare però l'undici granata trova la confidenza giusta e tenta di impostare il gioco, trovando fraseggi e lanci in profondità da una parte all'altra del campo. La retroguardia del Bosto è costretta a schiacciarsi dietro, in particolare per via delle involate di Wadiyarallage e le trovate di Rapanà. Troppo scompiglio sulla trequarti gialloblu, al punto tale che Capitan Chiauzzi addomestica un pallone vagante per poi trovare completamente libero il numero 11 del Toro al 20': il diagonale sinistro vale l'1-0. La squadra di Vanoli si lascia completamente travolgere dallo tsunami granata, non trova le misure giuste per contrattaccare, rischiando addirittura di incassare un rocambolesco 2-0 a pochi minuti dall'intervallo. Per fortuna del Bosto il rimpallo tra Polidoro e Magretti in area di rigore scivola sul fondo, anche se alla ripresa della gara la musica stenta a cambiare. I ragazzi di Chiauzzi sembrano indemoniati e non smettono di spingere per cercare il raddoppio, con la doppia occasione su tiro da fuori di Rapana che lo dimostra. Tuttavia, dal 70' in avanti il Bosto riemerge improvvisamente in superficie, sfruttando la stanchezza degli avversari, sganciandosi più volte per l'arrembaggio finale. Le punizioni di Romano sono le più insidiose e il n.1 del Torino Club è chiamato più volte a parate impegnative. Anche gli esterni d'attacco gialloblu cercano di farsi largo tra i meandri avversari, ma la difesa arcigna degli ospiti risulta decisiva e il Bosto è costretto ad arrendersi alla prima sconfitta stagionale. Con qualche rimpianto alle spalle per il mancato raddoppio, Il Torino Club invece può lasciarsi ai festeggiamenti grazie a Wadiyarallage.

IL TABELLINO

BOSTO-TORINO CLUB 0-1 RETE: 20'  Wadiyarallage (T). BOSTO ( 4-1-4-1): Magretti 6, Pecorelli 6, Fronteddu 6, Fedeli 6.5 (st Di Clemente 6), Seran 6.5, Fittipaldi 6, Miccio 6, Buzzi 6, Romano 6.5, Frichice 6.5, Caccia 6. All.Vanoli 6. TORINO CLUB ( 4-2-3-1): Nikaj 6.5, R.Caputo 6, Toni 6.5, M.Chiauzzi 7, Bedostri 6.5, Ejelli 6, Polidoro 6, L.Caputo 6 (st Badarou 6), Pliscovaz 6, Rapanà 7 (st Mettifogo sv), Wadiyarallage 8. All.Chiauzzi 7. ARBITRO: Andreotti di Varese 6: fischia il giusto per favorire il gioco, in qualche occasione lascia un po' troppo correre. AMMONITI: Bedostri (T). ESPULSI: nessuno

LE PAGELLE

BOSTO Magretti 6 Incolpevole sul gol incassato, provvidenziale sulla doppia chance di Rapanà da fuori area. Fronteddu 6 Bene in fase di costruzione, qualche volta si intestardisce troppo nei duelli. Seran 6.5 Una sicurezza là dietro, sebbene l'incertezza in marcatura con Pecorelli che è costata cara. Pecorelli 6 Perde di vista l'inserimento di Wadiyarallage, ma quando c'è da spazzare si fa trovare sempre pronto. Fedeli 6.5 Decisivo su alcuni anticipi e chiusure, si sente quando è in campo (st Di Clemente 6 Ha poco tempo a disposizione per incidere, ma si getta all'arrembaggio). Buzzi 6 In balia dei trequartisti avversari, spesso lasciato solo dai compagni in copertura. Miccio 6 Qualche spunto in agilità, cerca di dialogare con i compagni. Frichice 6.5 Nel secondo tempo cerca di supportare il proprio centravanti con delle incursioni palla al piede. Fittipaldi 6 Un po' lento a rientrare e macchinoso nei movimenti. Caccia 6 Sguscia via agli avversari con la sua velocità e un buon controllo di palla, ma poco altro. Romano 6.5 Classica boa là davanti, è il più pericoloso dei suoi sulle situazioni da fermo. All.Vanoli 6 Motiva i suoi e assiste ad un secondo tempo importante dei suoi. TORINO CLUB Nikaj 6.5 Si oppone con forza ai diversi tentativi da fermo di Romano. R.Caputo 6 Si occupa prevalentemente della fase difensiva,  proponendosi al tempo stesso sui calci d'angolo. Bedostri 6.5 Forza, astuzia e un pizzico di cattiveria agonistica allontanano le minacce avversarie. Ejelli 6 Spalleggia l'altro centrale di difesa e si fa sempre trovare pronto. Toni 6.5 Interviene su ogni pallone e non lascia passare nessuno. M.Chiauzzi 7 Il capitano sforna passaggi deliziosi per i compagni, senza dimenticarsi della fase difensiva. Rapana 7 Inventa un filtrante dal nulla che vale il gol della vittoria (st Mettifogo sv). Polidoro 6 Corre tanto sulla fascia destra e accompagna l'azione, ma ha il fiato corto a fine gara. L.Caputo 6 Interviene riconquistando palloni utili sulla trequarti (st Badarou 6 Fa sentire la sua fisicità a centrocampo). Wadiyarallage 8 Il man of the match è la mina vagante per la retroguardia avversaria. Pliscovaz 6 Riceve, protegge, smista per i compagni, anche se si fa anticipare qualche volta di troppo. All.Chiauzzi 7 Trionfa all'esordio nonostante le assenze in panchina e le poche forze dei ragazzi a fine gara.

LE INTERVISTE

Deluso, ma fiducioso per il futuro, mister Vanoli commenta così nel post gara: «Abbiamo regalato il primo tempo, i ragazzi avevano paura, forse anche perché era la prima partita di Campionato. Discorso diverso per la ripresa: lì son venuti fuori un po’ di valori. Il nostro però è stato anche un problema di numero perché siamo contati in panchina. Nonostante ciò faccio i complimenti ai ragazzi scesi in campo perché hanno dato tutto. Sono fiducioso per le prossime partite». Chiauzzi invece si lascia scappare un sorriso per questa vittoria: «Sono soddisfatto, abbiamo vinto la prima partita stagionale in modo netto. Abbiamo giocato poche amichevoli in questo pre-Campionato, poi sono arrivati 8 nuovi innesti nella rosa. Però abbiamo dominato tutto il primo tempo, peccando un po' nella ricerca del raddoppio. Poi nella seconda metà di gara la stanchezza ha preso il sopravvento, gli avversari l'hanno messa sul piano della fisicità, mentre i miei ragazzi avevano le pile scariche. Sono stato costretto a lanciare qualche ragazzo ancora indietro a livello di preparazione, ma è andata bene. Senza dimenticare i 5 indisponibili di oggi, tra lungo degenze, infortuni e assenze per motivi familiari».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400